Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 31
  1. #11
    Vento fresco L'avatar di Mat87
    Data Registrazione
    17/04/13
    Località
    Viterbo (350 m)
    Età
    34
    Messaggi
    2,294
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    State parlando della maledetta ombra corsa?
    Eccomi

    Il Basso Lazio da Terracina in giù fin verso la Campania e Calabria sono un vero pisciatoio se rapportati al medio-alto Tirreno, in particolare alla zona compresa tra Civitavecchia e Piombino. Il principale motivo come avete ben detto è dato dalla Corsica che nella stragrande maggioranza dei peggioramenti con correnti tese da W/SW fa ombra, più intensa sulla costa ma anche qui nell'interno ha il suo GROSSO peso. Inoltre si, l'Appennino è molto distante e i rilievi anti-appenninici non permettono un grande stau, anzi in alcuni casi danno luogo a microclimi veramente aridi anche nelle zone interne (la Val d'Orcia e Crete Senesi in primis), e anche il viterbese o la valle umbra non spiccano certo in pluviometria con 650-700-800 mm in varie zone (Viterbo aeroporto arranca ad appena 736 mm, mentre in città siamo sugli 820 mm medi annui). L'isola di Montecristo non credo abbia manco 400 mm annui, ancor meno dell'Argentario...

    Quante volte si vedono quei rigeneranti pazzeschi che arrivano verso il basso Lazio/Campania, oppure su medio-alta Toscana-Liguria, mentre la zona tra Civitavecchia-Piombino è saltata?...praticamente è la prassi salvo casi particolari. Per questo motivo eventi alluvionali in tutta questa zona sono anche rarissimi salvo casi molto particolari come il Novembre 2012 in Maremma. Paradossalmente la Maremma è il luogo che rischia alluvioni più spesso, ma nelle altre aree sono pressocchè assenti. Qui a Viterbo ad esempio accumuli giornalieri pluviometrici oltre gli 80 mm sono davvero rarissimi. Mi sembra che non si siano manco registrati 100 mm in una singola giornata...del resto quando piove le fa sempre in maniera moderata, non ci sono le condizioni orografiche su macro e micro-scala per generare forti episodi di maltempo.

    Per quanto rigurada Napoli ha un'orogradia davvero particolare che incentiva la pluviometria (per me): colline e collinette sparse, forma a imbuto del Golfo grazie anche alla disposizione delle isole, Vesuvio che arriva a 1280 m, la costiera sorrentina poi mi sembra un vero pisciatoio...del resto i Monti Lattari toccano i 1300 m e si buttanno a picco sul mare. Un bel casino orografico che da luogo a convergenze di venti o brezze che poi creano tutti quei mostri rigeneranti. Avere 1000 mm annui per una zona costiera mediterranea è davvero tanto. Per come siamo abituati qui dove la costa è come il Tavoliere delle Puglie...
    Ultima modifica di Mat87; 26/10/2021 alle 16:19
    Anno 2019
    Pioggia: 601,0 mm (Agg. 3 Ottobre)
    Neve: 4,5 cm.

  2. #12
    Vento forte L'avatar di Julio
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,527
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Mat87 Visualizza Messaggio
    State parlando della maledetta ombra corsa?
    Eccomi

    Il Basso Lazio da Terracina in giù fin verso la Campania e Calabria sono un vero pisciatoio se rapportati al medio-alto Tirreno, in particolare alla zona compresa tra Civitavecchia e Piombino. Il principale motivo come avete ben detto è dato dalla Corsica che nella stragrande maggioranza dei peggioramenti con correnti tese da W/SW fa ombra, più intensa sulla costa ma anche qui nell'interno ha il suo GROSSO peso. Inoltre si, l'Appennino è molto distante e i rilievi anti-appenninici non permettono un grande stau, anzi in alcuni casi danno luogo a microclimi veramente aridi anche nelle zone interne (la Val d'Orcia e Crete Senesi in primis), e anche il viterbese o la valle umbra non spiccano certo in pluviometria con 650-700-800 mm in varie zone (Viterbo aeroporto arranca ad appena 736 mm, mentre in città siamo sugli 820 mm medi annui). L'isola di Montecristo non credo abbia manco 400 mm annui, ancor meno dell'Argentario...
    Io mi diverto a guardare la vegetazione quando viaggio. Viterbo pare discretamente piovosa, i Cimini e zona di Caprarola sono ricche di boschi, mentre verso la costa Tarquinia ha i calanchi ed una vegetazione da clima semiarido, molto simile a quella della mia zona. Verso il lago di Bolsena (Montefiascone, meno Bagnoregio) è un pezzo di Puglia trapiantato al confine tra Lazio e Toscana, con masserie e distese di ulivi in un contesto paesaggistico sempre semiarido.
    Oltre il confine toscano mi sembrano discretamente piovose le zone dell'Amiata, anche a sud e a nord del massiccio (Pitigliano, Sorano, e più vicino al monte Abbadia San Salvatore, San Quirico d'Orcia, Montalcino). A nord le crete senesi tra Siena e Asciano hanno lo stesso paesaggio che trovi nelle zone ioniche interne, ma non penso che qui c'entri la sola piovosità.

  3. #13
    Vento teso L'avatar di MicheleSbig
    Data Registrazione
    19/01/12
    Località
    San Bartolomeo in Galdo (BN) 600 m
    Età
    34
    Messaggi
    1,877
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Hirpus96 Visualizza Messaggio
    Le precipitazioni in Campania sono molto eterogenee grazie alla buona esposizione alle correnti occidentali.
    Infatti in alcune zone interne, come le pedemontane avellinesi, grazie all'effetto stau favorito dalle correnti di Libeccio, non sono rari anche picchi di 2200/2300 mm annui. Napoli e la sua costa sicuramente risentono molto del vento umido proveniente dal mare, e inoltre spesso risulta sede di convergenze proprio per questo motivo, in aggiunta al fatto che non è nemmeno ostacolata da rilievi geografici da ovest, come detto sopra da altri utenti.
    Se vogliamo identificare le zone un pò più secche, queste sono il Fortore e l'alta Irpinia, al confine con la Puglia
    Esattamente, e anche molto più ventose.
    Di contro però in inverno con correnti da NE qui sono ricorrenti fioccate, anche con buoni accumuli, ma non possiamo competere assolutamente per quanto riguarda la pioggia col lato occidentale dell'appennino campano, già solo con la stessa provincia beneventana
    "...la 240h di ECMWF mi sembra una bella carta in prospettiva..."

  4. #14
    Vento fresco L'avatar di Mat87
    Data Registrazione
    17/04/13
    Località
    Viterbo (350 m)
    Età
    34
    Messaggi
    2,294
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    Io mi diverto a guardare la vegetazione quando viaggio. Viterbo pare discretamente piovosa, i Cimini e zona di Caprarola sono ricche di boschi, mentre verso la costa Tarquinia ha i calanchi ed una vegetazione da clima semiarido, molto simile a quella della mia zona. Verso il lago di Bolsena (Montefiascone, meno Bagnoregio) è un pezzo di Puglia trapiantato al confine tra Lazio e Toscana, con masserie e distese di ulivi in un contesto paesaggistico sempre semiarido.
    Oltre il confine toscano mi sembrano discretamente piovose le zone dell'Amiata, anche a sud che a nord del massiccio (Pitigliano, Sorano, e più vicino al monte Abbadia San Salvatore, San Quirico d'Orcia, Montalcino). A nord le crete senesi tra Siena e Asciano hanno lo stesso paesaggio che trovi nelle zone ioniche interne, ma non penso che qui c'entri la sola piovosità.
    Diciamo che oltre ai microclimi la vegetazione dipende molto dall'esposizione e tipologia di terreni. Possono esserci anche zone con 1000 mm annui che sembrano "aride" perchè il suolo è rocciosetto o calanchivo, oppure altre con 7-800 mm che non mostrano all'occhio aridità per via di terreni e coltivazioni diverse. Le Crete Senesi e la Val d'Orcia sono aride un po' per l'ombra amiatina (saranno 600-650 mm annui), un po' per il grosso sfruttamento agricolo del territorio che ha fatto apparire unico al mondo il paesaggio senese, e infine per la tipologia del terreno non molto adatto a grosse distese boschive...

    Sui Cimini siamo sui 1200 mm annui, un buon quantitativo, e nella caldara del lago di Vico crescono i faggi a soli 500 m, sintomo di clima molto umido. Ma è più sensazionale è che sui Monti della Tolfa (RM), a pochissimi km da Civitavecchia e l'arida Tarquinia, c'è una faggeta sopra i 450 m (!!!)...possono quindi cambiare gli ecosistemi in pochissimi km passando dal secco assurdo ai faggi.

    Il lago di Bolsena è in realtà piuttosto verde di natura (castagni, cerri), Montefiascone viaggia intorno ai 900 mm annui e gode di molti temporali estivi innescati dallo specchio lacustre, e anche l'altopiano di Bagnoregio è abbastanza verde nel complesso (tranne nelle estati estreme come quella passata o il 2012, 2017), però ci sono aree calanchive e ripide forre prive di vegetazione. Poi è chiaro che il disboscamento, soprattutto per gli oliveti, cambia molto il paesaggio. Non lontano dal lago ci sono Tuscania e Canino che mostrano un ambiente molto arido tipicamente maremmano con enormi distese di olivi, inoltre la pluviometria cala a 6-700 mm.


    Nel viterbese inoltre c'è stato un notevole disboscamento per la coltivazione del nocciolo che trova il suo optimum climatico sulla fascia 3-500 m, anche se ora a causa della grande richiesta di nocciole da parte delle grandi multinazionali del cioccolato la coltivazione si è spinta fino alle zone basse vicino la piana maremmana, quindi anche a 1-200 metri dove il clima è troppo arido e caldo per una betullacea che necessita di umidità e fresco. E infatti la qualità cala.
    Anno 2019
    Pioggia: 601,0 mm (Agg. 3 Ottobre)
    Neve: 4,5 cm.

  5. #15
    Vento forte L'avatar di Julio
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,527
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Mat87 Visualizza Messaggio
    Il lago di Bolsena è in realtà piuttosto verde di natura (castagni, cerri), Montefiascone viaggia intorno ai 900 mm annui e gode di molti temporali estivi innescati dallo specchio lacustre, e anche l'altopiano di Bagnoregio è abbastanza verde nel complesso (tranne nelle estati estreme come quella passata o il 2012, 2017)
    Io ci sono passato proprio nell'estate 2017, Montefiascone paese non so ma in zona (la strada che porta da Viterbo a Bagnoregio) è pianeggiante e piena di olivi, e ho trovato un contesto paesaggistico molto diverso rispetto a Viterbo e ai Cimini. Forse fu un anno particolarmente secco, ricordo che eravamo nel pieno di una delle pesanti ondate di caldo di quell'estate. Zone che mi piacciono un sacco, il viterbese e la Maremma.

  6. #16
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    5,489
    Menzionato
    51 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    La prima cosa che mi viene da dire è che la l'Alto Lazio e la Maremma toscana hanno medie così basse perchè risentono dell'ombra della Corsica che è relativamente vicina, mentre a ovest Napoli avrebbe la Sardegna, che però ha rilievi meno pronunciati e soprattutto è molto più lontana. Pure il casertano ha medie di oltre 1000 mm su pianure e coste, nonostante diverse aree non hanno rilievi importanti nelle vicinanze... il discorso andrebbe esteso a tutta la Campania.
    E perché hanno i monti ( veri) a 300 km di distanza.
    Effetto stau 0.
    Vuoi mettere conformazioni con monti vicini / molto vicini e le zone sopra citate?
    Se i giovani sapessero, se i vecchi potessero!!!

  7. #17
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    15,024
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Napoli più piovosa di Roma lo sapevo, è per i motivi che avete già detto, i monti ben più vicini alla città, possono favorire più temporali di calore in estate, aggiungerei a quanto già detto

  8. #18
    Vento moderato
    Data Registrazione
    09/12/20
    Località
    SS
    Età
    27
    Messaggi
    1,011
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Napoli più piovosa di Roma lo sapevo, è per i motivi che avete già detto, i monti ben più vicini alla città, possono favorire più temporali di calore in estate, aggiungerei a quanto già detto
    Si tratta comunque di due località a clima mediterraneo, le differenze nelle precipitazioni estive alla fine incidono poco sul totale annuo. Tra l'altro a guardare i dati della stazione Urbe e di Capodichino nel trimestre estivo gli accumuli sono praticamente identici, sono le altre stagioni a fare la differenza

  9. #19
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    24
    Messaggi
    5,997
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    La prima cosa che mi viene da dire è che la l'Alto Lazio e la Maremma toscana hanno medie così basse perchè risentono dell'ombra della Corsica che è relativamente vicina, mentre a ovest Napoli avrebbe la Sardegna, che però ha rilievi meno pronunciati e soprattutto è molto più lontana. Pure il casertano ha medie di oltre 1000 mm su pianure e coste, nonostante diverse aree non hanno rilievi importanti nelle vicinanze... il discorso andrebbe esteso a tutta la Campania.
    Poi verso sudovest, da dove credo arrivino le maggiori precipitazioni con correnti di libeccio, oltre a tutto il tirreno è aperto fin verso la tunisia/algeria…

  10. #20
    Vento fresco L'avatar di Benve
    Data Registrazione
    29/01/04
    Località
    Ginevra (Svizzera)
    Età
    36
    Messaggi
    2,804
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Perchè a Napoli (e Campania) piove cosi tanto e altrove meno ?

    Mi sento abbastanza in accordo con quello che è stato detto. icuramente l'esposizione aperta a SW è la condizione determinante per avere potenzialmente pioggie abbondanti. Tuttavia, se dobbiamo capire il motivo per cui la zona è particolarmente piu piovosa rispetto alle altre zone direi che ciò sia dovuto ad una combinazione tra stau e venti al suolo capaci di portare umidità e concentrarla in zona per confluenza in sinottiche che si vengono a creare con le perturbazioni da SW.

    - Stau: i monti ad Est di Napoli sono relativamente vicini ed alti se confontati con la bassa Toscana ed alto Lazio e sono in effetti delle vere e proprie barriere rispetto all'Appennino piu ad Est che è in realtà molto piu morbido.
    Questo l'ho notato quest'anno quando ho percorso il tratto da Caianello a Benevento lungo il quale sono rimasto stupefatto di quanto fosse lussoreggiante la vegetazione nel tratto verso Caianello ed andasse poi ad ingiallire via via che ci si avvicinava a Benevento, il quale si trova ad Est di uno di questi contrafforti appenninici.

    - Confluenza di venti: Non ho controllato quindi non posso dirlo con certezza ma quello che mi viene in mente è che certe zone sono generalmente piu soggette a confluenza di venti al suolo in determinate situazioni bariche le quali portano pioggie piu copiose ed insistenti rispetto alle altre e credo che la zona di Napoli possa avere queste caratteristiche dovute alla forma della sua costa. Tutto ciò in contrapposizione alle condizioni sfavorevolissime che si creano in bassa Toscana ogni volta che vi è un fronte da Ovest a causa dell'effetto della Corsica sui venti al suolo che si vengono a creare nel tratto di mare che la separa dalla costa italiana. Fateci caso qualche volta su un modello ad alta risoluzione come i venti assumono spesso un andamento anticiclonico tra il golfo di Follonica e l'Argentario piu o meno.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •