Pagina 13 di 15 PrimaPrima ... 31112131415 UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 142
  1. #121
    Vento forte L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    3,973
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Finalmente ne ho uno, che serberò per sempre nella mia Per tutto questo, e per altro ancora, Marzo 2022 diventa uno dei miei mesi da meteo-appassionato preferito di sempre, e rappresenta il più brillante esempio di riscatto: anche quando un mese non dà segni di freddo da più di 10 anni mai dare per scontato che non ne darà più, perchè l'appuntamento con la Storia è forse più vicino di quanto si creda. La meteorologia può sempre stupire, anche quando non c'è più nemmeno la speranza che questo possa succedere.
    Questo è accaduto in particolare con giugno 2020 e aprile 2021.

    Nel primo caso, il mese Re indiscusso del GW italiano, è riuscito a chiudere sottomedia (anche se solo sulla 81-10), cosa che qui mancava da fine anni 90/inizio 2000 (l'ultimo fortemente sottomedia anche su medie più vecchie in quest'area è il 1997, mentre il 1999 e 2001 per poco, giusto il 2013 ci si avvicinò alle medie, grazie alla 1° e 3° decade)

    Poi, aprile, il mese primaverile diventato più irriconoscibile, che ormai dal 2006 ha incasellato una sequenza di + + + continui, con la parziale eccezione del 2012. L'aprile 2021 ha fatto ancora meglio, diventando l'aprile più freddo dal 1998 qui (l'aprile di quell'anno fu molto pro Europa occidentale), fare concorrenza seria con l'aprile 2001 e riuscendo a chiudere anche sotto la vecchia media 71/00 (cosa che giugno 2020, per esempio, non ci è riuscito).

    L'unica cosa che vorrei è una nevicata ad aprile, sono 31 anni che qui manca in media, fino al caso storico del 1991, capitava una volta ogni 15/20 anni addirittura (sia con sia senza accumulo)

    Per Marzo qui la storia è stata ben diversa, basti vedere i recenti Marzo 2013 e 2018, antizonali al massimo, e infatti i contrasti Nord/Sud Italia son stati molto forti.

  2. #122
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,280
    Menzionato
    887 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Federico Ogino Visualizza Messaggio
    Ma non ti è venuto il mal di testa a scrivere tutte queste cose fino alle 4 e oltre del mattino?
    Scrivere resoconti simili mi comporta molto lavoro, anzitutto di ricerca dei dati. Di solito inizio a farlo nei ritagli di tempo libero dal 25 del mese, così da trovarmi con lavoro già pronto. Creo delle bozze dei dati, che poi mi salvo così in futuro li avrò già disponibili. Non tutto però è possibile trovarlo prima che il mese finisca, prima di tutto il dato delle medie mensili.

    La stesura finale è altrettanto un lavoraccio, impiego alcune ore a scrivere tutto e per mettere tutto quello che ho salvato nelle bozze e che ho in testa per iscritto in modo da formulare un discorso dal senso compiuto.
    Per questo resoconto avevo già fatto un terzo dello scritto tra 30 e 31 Marzo, la restante parte l'ho composta tra le mattine dell'1 Aprile e del 2.
    Ieri notte ho solo pubblicato.


    Diciamo che comunque non perdo così tanto tempo tutti i mesi, solo in quelli eccezionali. Per Gennaio e Febbraio, ad esempio, non ho dovuto cercare molto (nè dire molto), quindi è stato molto meno impegnativo.

  3. #123
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,280
    Menzionato
    887 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Federico Ogino Visualizza Messaggio
    Questo è accaduto in particolare con giugno 2020 e aprile 2021.

    Nel primo caso, il mese Re indiscusso del GW italiano, è riuscito a chiudere sottomedia (anche se solo sulla 81-10), cosa che qui mancava da fine anni 90/inizio 2000 (l'ultimo fortemente sottomedia anche su medie più vecchie in quest'area è il 1997, mentre il 1999 e 2001 per poco, giusto il 2013 ci si avvicinò alle medie, grazie alla 1° e 3° decade)

    Poi, aprile, il mese primaverile diventato più irriconoscibile, che ormai dal 2006 ha incasellato una sequenza di + + + continui, con la parziale eccezione del 2012. L'aprile 2021 ha fatto ancora meglio, diventando l'aprile più freddo dal 1998 qui (l'aprile di quell'anno fu molto pro Europa occidentale), fare concorrenza seria con l'aprile 2001 e riuscendo a chiudere anche sotto la vecchia media 71/00 (cosa che giugno 2020, per esempio, non ci è riuscito).

    L'unica cosa che vorrei è una nevicata ad aprile, sono 31 anni che qui manca in media, fino al caso storico del 1991, capitava una volta ogni 15/20 anni addirittura (sia con sia senza accumulo)

    Per Marzo qui la storia è stata ben diversa, basti vedere i recenti Marzo 2013 e 2018, antizonali al massimo, e infatti i contrasti Nord/Sud Italia son stati molto forti.
    Marzo e Aprile erano i mesi inscalfibili, senza nemmeno un caso sotto la 81/10 dal 2009 (e per davvero sotto la 81/10, non di uno o due decimi, dal 2005-06), per cui gli ultimi anni hanno realizzato delle vere imprese.
    Resta, di inscalfibile, Agosto, anche se nel 2014 ha chiuso sotto la media ma di un nulla.

  4. #124
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    37
    Messaggi
    2,312
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Marzo chiude con una media delle minime record di +0,7°. Mai da quando registro i dati si è avuta una media tanto bassa e con un numero di minime negative così alto (17).
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  5. #125
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,280
    Menzionato
    887 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Marzo 2022 è stato eccezionale in Puglia, motivo per cui elaboro questo resoconto regionale dopo diverso tempo dall'ultima volta che ne ho scritto uno.

    Queste le medie nelle principali stazioni meteorologiche AM/ENAV della Puglia centro-meridionale (anomalie rispetto alla 71/00):


    SANTA MARIA DI LEUCA
    media min: 7,6° (-1,2°)
    media min: 13,2° (-0,7°)
    media tot: 10,4° (-1°)

    LECCE GALATINA
    media min: 2,8° (-2,8°)
    media max: 13,3° (-2,4°)
    media tot: 8,05° (-2,6°)

    BRINDISI
    media min: 6,2° (-1,6°)
    media max: 13,2° (-1,8°)
    media tot: 9,8° (-1,7°)

    BARI PALESE
    media min: 3,4° (-2,9°)
    media max: 13,2° (-1,8°)
    media tot: 8,3° (-2,35°)


    GIOIA DEL COLLE
    media min: 1,5° (-2,1°)
    media max: 10,9° (-2,2°)
    media tot: 6,2° (-2,15°)



    Le medie, come scritto, sono riportate rispetto alla 71/00. E sono medie che narrano di un mese dalla portata assurda.
    Marzo 2022 diventa:

    • il secondo più freddo dal 1972 a Gioia del Colle (dati dal 1972, purtroppo manca il 1971 che sarebbe stato un altro concorrente da battere anche se penso sia rimasto davanti al 2022; più freddo del 2022 negli ultimi 50 anni solo Marzo 1987!)
    • il secondo più freddo dal 1972 a Lecce Galatina (ultimi 50 anni), dietro solo al 1987 (come sopra, dati dal 1972)
    • il terzo più freddo a Bari dal 1966, dietro a 1987 e di pochissimo (due decimi) al 1971 (dati dal 1966)
    • il terzo più freddo a Brindisi dal 1966, dietro a 1987 e di pochissimo (sempre due decimi, come a Bari Palese) al 1971; la serie inizia nel 1951 e se consideriamo tutta la serie allora è il quarto Marzo più freddo (si aggiunge alla lista solo il 1953)
    • il quarto più freddo a Leuca dal 1966, oltre a 1987 e 1971 si aggiunge il 1973 (dati dal 1966)


    In sintesi: si è trattato del secondo Marzo più freddo degli ultimi 50 anni in Puglia, secondo all'insuperabile 1987, che è stato però anche il più freddo Marzo degli ultimi 200 anni.
    Dal Dopoguerra solo 1987, 1971, 1953 e 1949 possono impensierire la posizione del 2022, che dunque si configura, nel caso peggiore, come il quinto più freddo dalla fine della seconda guerra mondiale.


    Il dato di Marzo 2022 assume ancora più spessore se confrontato con l'epoca in cui viviamo, che in Puglia è stata caratterizzata da un'inesorabile e drastico riscaldamento del mese di Marzo.
    Quelle anomalie dell'ordine del -2/-2,5° dalla 71/00 si tramutano in -3/-4° circa dalla 91/20 e anche qualcosa di più rispetto alla media di Marzo degli anni 2010. E' una prestazione eccezionale, superiore a quella che possono aver compiuto 1971 o 1953 o 1949, in quanto all'epoca faceva più freddo e dunque conseguire quei risultati, per quanto potesse essere difficile, non lo era quanto oggi, quando Marzo per 15 anni non ha quasi mai sfornato decenti episodi invernali.



    Finora ho parlato della media complessiva, ma se esaminassimo le medie min troveremmo altre sorprese:

    • a Gioia del Colle la media minime è seconda al 1987, ma i dati iniziano dal 1972 e non ci sono concorrenti degni per cui il risultato non stupisce più di tanto
    • a Lecce Galatina Marzo 2022 BATTE l'87 per media minime, è record, questo è STRAORDINARIO
    • a Bari Palese la media minime è seconda solo al 1987, e di appena due decimi di grado; la serie di Bari parte dal 1966 e comprende anche il 1971, che è lontanissimo tuttavia dal 2022 che indisturbato si piazza al secondo posto per la media min più bassa dal 1966 minacciando più da vicino di quanto si potesse anche solo fantasticare il mitico 1987
    • a Brindisi la media minime è terza dal 1966 dietro a 1987 e 1971; la serie inizia nel 1951 e se la facessimo partire da allora il dato scenderebbe al quinto posto tra le più fredde, dietro a 1987, 1971, 1953 e 1956
    • a Leuca la serie inizia nel 1966, e la media minime di Marzo 2022 si colloca al quarto posto tra le più fredde, dietro ai soliti 1987 e 1971 si aggiunge il 1973, rispecchiando quanto dicevo prima sulla media grezza



    Meno importanti le medie massime (tranne che a Brindisi e a Gioia del Colle):

    • a Lecce Galatina è terza dal 1972 dietro a 1987 e 1996, ma è a pari merito anche con 1998 e 1993
    • a Bari Palese dal 1966 è quinta dietro a 1987, 1971, 1973, 1976
    • a Brindisi dal 1966 è quarta dietro a 1987, 1971 e 1973
    • a Leuca dal 1966 è addirittura dietro a numerossissimi anni, ovvero 1987, 1971, 1973, 1982, 1984, 1988, 1995, 2006, anche se dista appena 1-2 decimi di grado da questi!
    • a Gioia del Colle è persino seconda dal 1972 dietro soltanto al 1987



    Sulla media minime hanno inciso le numerosissime gelate, che rendono Marzo 2022 secondo per n° di gelate mensili soltanto al 1987, a pari merito con il 1971, a Bari Palese, Gioia del Colle e Lecce Galatina:

    • 1 gelata a Brindisi (record 5 nel 1987); è il primo mese di Marzo con gelate dal 1987 e il secondo con gelate dal 1971 (anche allora 1 gelata)
    • 5 gelate a Bari Palese, di cui 2 sotto i -1° (record 8 nel 1987)
    • 7 gelate a Lecce Galatina (di cui 3 sotto i -2°; si dovrebbero annotare altre 2 min di 0,2°!), il record è 11 nel 1987
    • 9 gelate a Gioia del Colle (di cui 5 sotto i -1° e due sotto i -3°!), il record è 15 nel 1987


    Non solo gelate: MAI, nemmeno nel Marzo 1987, era successo di registrare così tante gelate nella seconda metà di Marzo! E' record assoluto!
    Tutte le gelate di Lecce (ricordo che sono 7!) si sono avute dal 12 Marzo, lo stesso a Bari Palese e Gioia del Colle.
    Freddo intenso, gelo, e pure mai visto primo con questa frequenza in un periodo così tardo della stagione!!


    Picchi minimi, ultimo capitolo relativo alla termometria:

    • -0.4° a Brindisi, più bassa temperatura a Marzo e in primavera da 35 anni (1987)
    • -3° a Lecce Galatina, anche qui più bassa temperatura a Marzo e in primavera dal 1987 e non solo: terzo anno per temperatura più bassa mai registrata a Marzo dal 1951; perde solo il confronto con il 1987 (-4,6°) e il 1979 (-3,2°)
    • -1.9° a Bari Palese; in questo caso appena due anni fa si ritrova una temperatura minima più bassa (-2,3° il 25/3) che tra l'altro minaccia di parecchio il dato più basso del 1987 (-2,4°); si tratta comunque della terza temperatura più bassa a Marzo dal 1987
    • -4.4° a Gioia del Colle, seconda temperatura più bassa a Marzo dal 1987, quando si toccò il minimo dal Dopoguerra con -8.2°
    • 2,8° a Leuca che rappresenta la più bassa temperatura del secolo, dal 1998, non la più bassa dal 1987 stavolta però




    Termometria ma anche barometria, il binomio che rende unico questo Marzo.
    A Brindisi si è trattato del secondo mese per più alta pressione atmosferica media dal 1952, dietro solo al 1990.
    Da un rapido sguardo (non ho approfondito) sembrerebbe sia lo stesso anche a Bari Palese e Santa Maria di Leuca. Per estensione direi possiamo applicare la stessa conclusione all'intera Puglia, secondo mese di Marzo con la più alta pressione atmosferica media dal 1966 almeno.


    Il 15 Marzo si è raggiunto il secondo valore pressorio più alto della storia in Puglia per il mese di Marzo, o almeno dal 1966:

    • 1037,2 hPa a Brindisi
    • 1037 hPa a Lecce Galatina e Gioia del Colle
    • 1036,3 hPa a Bari Palese
    • 1035,7 hPa a Leuca

    In tutti i casi si tratta del secondo valore più alto (anche se per Lecce e Gioia del Colle, in verità, mancano i dati proprio degli anni con cui si è in lotta, quindi non posso averne l'assoluta certezza) dietro solo al 1977 (e 1990 per Bari Palese, che condivide il record con il 1977).




    Sul lato pluviometrico
    , infine, ennesimo mese sotto la media in regione, come se fosse una novità andando avanti questo trend da 3 anni. Si differenzia solo Bari; il barese e specialmente la zona prossima alla costa risente molto bene infatti di situazioni sinottiche come quelle della prima decade.
    Rispetto alla media 71/00, sono precipitati 52,8 mm a Brindisi (-17,8%); 55 mm a Bari Palese (+31%); 39 mm a Lecce Galatina (-37,5%); 19,1 mm a Leuca (-62%); 48,5 mm a Gioia del Colle (-19,8%).




    Marzo 2022 è entrato negli annali della storia climatologica pugliese, e sarà difficile venga raggiunto nei prossimi anni, forse ci vorranno decenni, forse mai più per via del riscaldamento globale.
    In ogni caso è stato bello vivere un Marzo come molti di noi, ancora giovani, non lo avevano ancora visto.
    E' mancata la neve, e nemmeno è vero del tutto (le colline l'hanno vista fino a 200-300 m), ma ciò non toglie tutto il resto che questo mese ha saputo fare.

  6. #126
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    37
    Messaggi
    12,631
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Marzo 2022 è stato eccezionale in Puglia, motivo per cui elaboro questo resoconto regionale dopo diverso tempo dall'ultima volta che ne ho scritto uno.

    Queste le medie nelle principali stazioni meteorologiche AM/ENAV della Puglia centro-meridionale (anomalie rispetto alla 71/00):


    SANTA MARIA DI LEUCA
    media min: 7,6° (-1,2°)
    media min: 13,2° (-0,7°)
    media tot: 10,4° (-1°)

    LECCE GALATINA
    media min: 2,8° (-2,8°)
    media max: 13,3° (-2,4°)
    media tot: 8,05° (-2,6°)

    BRINDISI
    media min: 6,2° (-1,6°)
    media max: 13,2° (-1,8°)
    media tot: 9,8° (-1,7°)

    BARI PALESE
    media min: 3,4° (-2,9°)
    media max: 13,2° (-1,8°)
    media tot: 8,3° (-2,35°)


    GIOIA DEL COLLE
    media min: 1,5° (-2,1°)
    media max: 10,9° (-2,2°)
    media tot: 6,2° (-2,15°)



    Le medie, come scritto, sono riportate rispetto alla 71/00. E sono medie che narrano di un mese dalla portata assurda.
    Marzo 2022 diventa:

    • il secondo più freddo dal 1972 a Gioia del Colle (dati dal 1972, purtroppo manca il 1971 che sarebbe stato un altro concorrente da battere anche se penso sia rimasto davanti al 2022; più freddo del 2022 negli ultimi 50 anni solo Marzo 1987!)
    • il secondo più freddo dal 1972 a Lecce Galatina (ultimi 50 anni), dietro solo al 1987 (come sopra, dati dal 1972)
    • il terzo più freddo a Bari dal 1966, dietro a 1987 e di pochissimo (due decimi) al 1971 (dati dal 1966)
    • il terzo più freddo a Brindisi dal 1966, dietro a 1987 e di pochissimo (sempre due decimi, come a Bari Palese) al 1971; la serie inizia nel 1951 e se consideriamo tutta la serie allora è il quarto Marzo più freddo (si aggiunge alla lista solo il 1953)
    • il quarto più freddo a Leuca dal 1966, oltre a 1987 e 1971 si aggiunge il 1973 (dati dal 1966)


    In sintesi: si è trattato del secondo Marzo più freddo degli ultimi 50 anni in Puglia, secondo all'insuperabile 1987, che è stato però anche il più freddo Marzo degli ultimi 200 anni.
    Dal Dopoguerra solo 1987, 1971, 1953 e 1949 possono impensierire la posizione del 2022, che dunque si configura, nel caso peggiore, come il quinto più freddo dalla fine della seconda guerra mondiale.


    Il dato di Marzo 2022 assume ancora più spessore se confrontato con l'epoca in cui viviamo, che in Puglia è stata caratterizzata da un'inesorabile e drastico riscaldamento del mese di Marzo.
    Quelle anomalie dell'ordine del -2/-2,5° dalla 71/00 si tramutano in -3/-4° circa dalla 91/20 e anche qualcosa di più rispetto alla media di Marzo degli anni 2010. E' una prestazione eccezionale, superiore a quella che possono aver compiuto 1971 o 1953 o 1949, in quanto all'epoca faceva più freddo e dunque conseguire quei risultati, per quanto potesse essere difficile, non lo era quanto oggi, quando Marzo per 15 anni non ha quasi mai sfornato decenti episodi invernali.



    Finora ho parlato della media complessiva, ma se esaminassimo le medie min troveremmo altre sorprese:

    • a Gioia del Colle la media minime è seconda al 1987, ma i dati iniziano dal 1972 e non ci sono concorrenti degni per cui il risultato non stupisce più di tanto
    • a Lecce Galatina Marzo 2022 BATTE l'87 per media minime, è record, questo è STRAORDINARIO
    • a Bari Palese la media minime è seconda solo al 1987, e di appena due decimi di grado; la serie di Bari parte dal 1966 e comprende anche il 1971, che è lontanissimo tuttavia dal 2022 che indisturbato si piazza al secondo posto per la media min più bassa dal 1966 minacciando più da vicino di quanto si potesse anche solo fantasticare il mitico 1987
    • a Brindisi la media minime è terza dal 1966 dietro a 1987 e 1971; la serie inizia nel 1951 e se la facessimo partire da allora il dato scenderebbe al quinto posto tra le più fredde, dietro a 1987, 1971, 1953 e 1956
    • a Leuca la serie inizia nel 1966, e la media minime di Marzo 2022 si colloca al quarto posto tra le più fredde, dietro ai soliti 1987 e 1971 si aggiunge il 1973, rispecchiando quanto dicevo prima sulla media grezza



    Meno importanti le medie massime (tranne che a Brindisi e a Gioia del Colle):

    • a Lecce Galatina è terza dal 1972 dietro a 1987 e 1996, ma è a pari merito anche con 1998 e 1993
    • a Bari Palese dal 1966 è quinta dietro a 1987, 1971, 1973, 1976
    • a Brindisi dal 1966 è quarta dietro a 1987, 1971 e 1973
    • a Leuca dal 1966 è addirittura dietro a numerossissimi anni, ovvero 1987, 1971, 1973, 1982, 1984, 1988, 1995, 2006, anche se dista appena 1-2 decimi di grado da questi!
    • a Gioia del Colle è persino seconda dal 1972 dietro soltanto al 1987



    Sulla media minime hanno inciso le numerosissime gelate, che rendono Marzo 2022 secondo per n° di gelate mensili soltanto al 1987, a pari merito con il 1971, a Bari Palese, Gioia del Colle e Lecce Galatina:

    • 1 gelata a Brindisi (record 5 nel 1987); è il primo mese di Marzo con gelate dal 1987 e il secondo con gelate dal 1971 (anche allora 1 gelata)
    • 5 gelate a Bari Palese, di cui 2 sotto i -1° (record 8 nel 1987)
    • 7 gelate a Lecce Galatina (di cui 3 sotto i -2°; si dovrebbero annotare altre 2 min di 0,2°!), il record è 11 nel 1987
    • 9 gelate a Gioia del Colle (di cui 5 sotto i -1° e due sotto i -3°!), il record è 15 nel 1987


    Non solo gelate: MAI, nemmeno nel Marzo 1987, era successo di registrare così tante gelate nella seconda metà di Marzo! E' record assoluto!
    Tutte le gelate di Lecce (ricordo che sono 7!) si sono avute dal 12 Marzo, lo stesso a Bari Palese e Gioia del Colle.
    Freddo intenso, gelo, e pure mai visto primo con questa frequenza in un periodo così tardo della stagione!!


    Picchi minimi, ultimo capitolo relativo alla termometria:

    • -0.4° a Brindisi, più bassa temperatura a Marzo e in primavera da 35 anni (1987)
    • -3° a Lecce Galatina, anche qui più bassa temperatura a Marzo e in primavera dal 1987 e non solo: terzo anno per temperatura più bassa mai registrata a Marzo dal 1951; perde solo il confronto con il 1987 (-4,6°) e il 1979 (-3,2°)
    • -1.9° a Bari Palese; in questo caso appena due anni fa si ritrova una temperatura minima più bassa (-2,3° il 25/3) che tra l'altro minaccia di parecchio il dato più basso del 1987 (-2,4°); si tratta comunque della terza temperatura più bassa a Marzo dal 1987
    • -4.4° a Gioia del Colle, seconda temperatura più bassa a Marzo dal 1987, quando si toccò il minimo dal Dopoguerra con -8.2°
    • 2,8° a Leuca che rappresenta la più bassa temperatura del secolo, dal 1998, non la più bassa dal 1987 stavolta però




    Termometria ma anche barometria, il binomio che rende unico questo Marzo.
    A Brindisi si è trattato del secondo mese per più alta pressione atmosferica media dal 1952, dietro solo al 1990.
    Da un rapido sguardo (non ho approfondito) sembrerebbe sia lo stesso anche a Bari Palese e Santa Maria di Leuca. Per estensione direi possiamo applicare la stessa conclusione all'intera Puglia, secondo mese di Marzo con la più alta pressione atmosferica media dal 1966 almeno.


    Il 15 Marzo si è raggiunto il secondo valore pressorio più alto della storia in Puglia per il mese di Marzo, o almeno dal 1966:

    • 1037,2 hPa a Brindisi
    • 1037 hPa a Lecce Galatina e Gioia del Colle
    • 1036,3 hPa a Bari Palese
    • 1035,7 hPa a Leuca

    In tutti i casi si tratta del secondo valore più alto (anche se per Lecce e Gioia del Colle, in verità, mancano i dati proprio degli anni con cui si è in lotta, quindi non posso averne l'assoluta certezza) dietro solo al 1977 (e 1990 per Bari Palese, che condivide il record con il 1977).




    Sul lato pluviometrico
    , infine, ennesimo mese sotto la media in regione, come se fosse una novità andando avanti questo trend da 3 anni. Si differenzia solo Bari; il barese e specialmente la zona prossima alla costa risente molto bene infatti di situazioni sinottiche come quelle della prima decade.
    Rispetto alla media 71/00, sono precipitati 52,8 mm a Brindisi (-17,8%); 55 mm a Bari Palese (+31%); 39 mm a Lecce Galatina (-37,5%); 19,1 mm a Leuca (-62%); 48,5 mm a Gioia del Colle (-19,8%).




    Marzo 2022 è entrato negli annali della storia climatologica pugliese, e sarà difficile venga raggiunto nei prossimi anni, forse ci vorranno decenni, forse mai più per via del riscaldamento globale.
    In ogni caso è stato bello vivere un Marzo come molti di noi, ancora giovani, non lo avevano ancora visto.
    E' mancata la neve, e nemmeno è vero del tutto (le colline l'hanno vista fino a 200-300 m), ma ciò non toglie tutto il resto che questo mese ha saputo fare.
    hai fatto bene
    al di là del fatto che non riuscirei mai ad avere la tua pazienza nel mettere insieme tutti questi dati che sono comunque un contributo prezioso per un forum a tema credo che valga anche il concetto che è giusto sottolinere le eccezioni
    spesso abbiamo osservato stupore per situazioni che erano pienamente coerenti con il trend che osserviamo,
    forse ha più senso stupirsi per le rare situazioni in controtendenza
    senza per altro che sottolinearlo con enfasi venga considerato un tentativo per sminuire le condizioni di segno opposto
    avrebbe davvero poco senso
    C'ho la falla nel cervello


  7. #127
    Vento forte L'avatar di basso_piave
    Data Registrazione
    08/05/09
    Località
    Silea/Roncade
    Età
    40
    Messaggi
    3,861
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Marzo decisamente dai due volti: una prima metà decisamente fredda, una seconda metà decisamente tiepida.
    Ha vinto la prima, ma le anomalie si sono fortemente ridimensionate giorno dopo giorno!

    Il confronto è con le medie 92/20
    T media 7,2°C -1
    T min 0,3°C -2,3
    T max 14,4°C +0,1

    Le temperature minime viaggiavano a 5°C sotto media a metà mese, la t media -3,7°C

    Da segnalare la temperatura minima assoluta di ben -7,8°C, la più bassa dal 2005 e la seconda più bassa in assoluto.

    Un marzo fresco ma battuto da molti altri omologhi quali il 2018, 2013, 2006, 2005, pareggia il 2004, e lontano dai record del 1993 o del 1995.

    19,6 mm caduti il giorno 31... la media è 63,4mm


    da inizio anno sono caduti 78 mm su 178. il problema è che il sotto media comincia da giugno dell'anno scorso con l'eccezione di novembre leggermente sopra media e di un agosto quasi in media. Per il resto pesanti sotto media.
    Credi alla neve solo sotto le 48 ore!!

  8. #128
    Vento moderato
    Data Registrazione
    15/05/20
    Località
    Milano Famagosta Parco Sud
    Età
    52
    Messaggi
    1,489
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Marzo 2022:
    Media Minime: +3,1
    Media: +8,9
    Media Massime: +14,6
    Precipitazioni: 6,7 mm (lo scorso anno: 3 mm)
    Gelate: 7

    Anomalie sulle 1991-2020:
    Minime: -1,4
    Media: -1,1
    Massime: -1,0
    Precipitazioni: -90%

    Anomalie sulla 1961-1990:
    Minime: -0,5
    Media: +1,0
    Massime: +1,5
    Precipitazioni: -92%

  9. #129
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,280
    Menzionato
    887 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    hai fatto bene
    al di là del fatto che non riuscirei mai ad avere la tua pazienza nel mettere insieme tutti questi dati che sono comunque un contributo prezioso per un forum a tema credo che valga anche il concetto che è giusto sottolinere le eccezioni
    spesso abbiamo osservato stupore per situazioni che erano pienamente coerenti con il trend che osserviamo,
    forse ha più senso stupirsi per le rare situazioni in controtendenza
    senza per altro che sottolinearlo con enfasi venga considerato un tentativo per sminuire le condizioni di segno opposto
    avrebbe davvero poco senso
    Grazie Alessandro della considerazione.
    Proprio perchè ha fatto un Marzo così freddo e tra l'altro vicinissimo ai grandi del passato (tolto il 1987) Marzo 2022 è per me anche più straordinario, come ho scritto, di tutti gli altri che lo precedono (tranne il 1987). Il mondo di oggi è più caldo, e il trend è consolidato anche in Puglia a Marzo. Riuscire a conseguire questo risultato è più difficile, ed esserci riusciti ha molto più significato.

  10. #130
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Volta Mantovana (MN) 91 m/ Ferrara
    Età
    30
    Messaggi
    35,651
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Ecco finalmente un bel resoconto anche da Ferrara


    Iniziamo con il dato della 3° decade di Marzo.

    Chiusa a 4,7/18,0°C di media, la 3° decade di Marzo 2022 ha avuto un'anomalia di +0,1° sulla media 1981-2010 decadale.

    L'anomalia è di +0,2° invece se consideriamo la 1971-2000 e diventa di +0,6° sulla 1961-90.

    Un dato che risalta subito all'occhio è la notevolissima escursione termica di questa decade, oltre 13°C. E' stata in realtà un tratto tipico di questo Marzo 2022, che ha visto anche una giornata, il 28, da record di escursione termica ALMENO dal 1996 in avanti: ben 20,6°C di escursione tra minima e massima, una realtà semi-desertica ben lontana dalla tipicità climatica ferrarese.

    Veniamo al discorso pluviometrico: con 28,2 mm circa è stata l'unica decade piovosa di questo Marzo (avendo chiuso discretamente sopra media), dopo due decadi desertiche.

    Tutti i mm sono caduti nel giorno 31, di fatto andando così a costituire l'accumulo di quella giornata anche quello mensile. La media mensile per Marzo è pari a 45,5 mm, dunque siamo di fronte all'ennesimo mese sotto la media pluviometrica degli ultimi tempi purtroppo...per fortuna si è evitata l'onta di ripetere il 2012 e il 1994 con 0 mm, ma il dato di 28,2 mm non è comunque, purtroppo, sufficiente a combattere una siccità cronica.

    ****

    Venendo al DATO MENSILE, a Ferrara Marzo 2022 chiude con una media minima pari a +3,0°. La media delle massime è invece +14.3 Si hanno quindi le seguenti anomalie:

    - 1981-2010: -0,55°

    - 1996-2015: -1,3° circa

    - 1971-2000: -0,45°

    - 1961-1990: -0,05°

    Da notare che la media delle minime, pari a +3,0°, è una delle medie minime più fredde DAL DOPOGUERRA per Marzo.

    Per trovarne una identica o più bassa occorre risalire addirittura al 1987 !

    In conclusione un Marzo fresco, indubbiamente molto buono lato termico, ma ancora pesantemene deficitario se si parla di dinamismo e di pioggia.
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •