Pagina 670 di 772 PrimaPrima ... 170570620660668669670671672680720770 ... UltimaUltima
Risultati da 6,691 a 6,700 di 7720
  1. #6691
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    4,282
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    E niente, il trituramento continua...
    Che sfiga, crepo!

  2. #6692
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    4,282
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Spaghi ecmwf per la mia zona e confronto con ieri sera






    Piccoli aggiustamenti, ma una bella ondata resta assai probabile.

    ben lontani però da una 2017.



    per il nord sarà lunga la faccenda ma per i picchi è chiaro che si sposteranno sul centrosud.

    Sul lato precipitativo si vede movimento, incrociare le dita.
    Che sfiga, crepo!

  3. #6693
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    30
    Messaggi
    35,799
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da Cloover Visualizza Messaggio
    A parte che tale affermazione non è esatta (Nina e Nino influenzano anche il Nord Pacifico e la PDO ha influenza sulla corrente a getto Euro/Atlantica. Poi se mettiamo anomalie monstre come queste, a maggior ragione per un serie di eventi a cascata)..... Cmq a parte questo , ho evidenziato le anomalie sul Pacifico perchè secondo uno studio condotto dalla Dottoressa Armineh Barkhordarian esperta di scienze dell'atmosfera dell'Università di Amburgo, questo tipo di evento è strettamente collegato con il GW ed ha cause antropiche. Lo studio evidenzia come tale riscaldamento sarebbe stato improbabile senza gas serra ( <1%).
    In quest'area si sono verificate 31 ondate di caldo marine negli ultimi 20 anni rispetto alle sole 9 dal 1982 al 1999.

    Sono cambiamenti piuttosto recenti che generano preoccupazione, anche se capisco sui vari forum meteo sia una faccenda difficile da accettare e molti tendano a minimizzare anche per semplice ignoranza (senza offesa)
    Quindi i prossimi inverni niente eventi stile Gennaio 1985 o Febbraio 2012?
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  4. #6694
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    614
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Spaghi ecmwf per la mia zona e confronto con ieri sera

    Immagine


    Immagine



    Piccoli aggiustamenti, ma una bella ondata resta assai probabile.

    ben lontani però da una 2017.

    Immagine


    per il nord sarà lunga la faccenda ma per i picchi è chiaro che si sposteranno sul centrosud.

    Sul lato precipitativo si vede movimento, incrociare le dita.
    E sì, credo che il coricamento dell'onda di calore sia inevitabile. Da questo punto di vista i giorni tra il 22 e il 26 sul Centro-Sud, ma in particolare sui versanti adriatici tra Romagna e Molise potrebbero essere il momento peggiore. Per il Nord e per il Centro tirrenico ondata sicuramente molto lunga e intensa.

  5. #6695
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    877
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Scusami la la tua obiezione equivale a un "E allora i maro?!'". Ossia devia la discussione dal suo argomento principale. In primo luogo quello che stiamo vedendo, è semmai l'esito di secoli di crescenti emissioni di gas serra in atmosfera e per secoli intendo dire almeno dalla Rivoluzione industriale in avanti. In secondo luogo la meteorologia e la climatologia sono due scienze empiriche e le scienze empiriche, per descrivere fenomeni (che siano semplici o complessi) a partire dall'amplificazione artica e dai suoi effetti su scala globale, emisferica, locale o continentale (in periodi temporali definiti) necessitano di dati. Senza i dati fai solo congetture... nemmeno teorie ma semplici congetture...
    Ma non ho capito allora cosa dobbiamo vedere nel 2025.. Credevo fosse quello oppure ci sono altri motivi importanti per cui occorre aspettare quella data?
    Per il resto non seguo il discorso, le proiezioni sull'aumento delle T globali sono disponibili a tutti e se l'aumento avutosi fino al 2022 sta provocando gli eventi climatici estremi che stiamo vivendo, non oso immaginare cosa succederà in futuro con le stesse proiezioni climatiche attuali.
    Poi, si, il tempo meteorologico e il clima sono 2 cose diverse, ma non nascondiamoci dietro il dito delle definizioni tralasciando il problema principale. (Si sa che ci sono oscillazioni e che semplicemente ci troviamo sotto una delle anomalie più importanti di tutto il NH ma questo non cambia la sostanza del progressivo innalzamento termico e quindi sulla maggiore frequenza di queste anomalie che diventano la normalità progressivamente.. altrimenti non si spiega perchè nell'800 le estati erano a -2/-3 °C dalla 81/10).
    Cosa dobbiamo aspettarci nel "monitoraggio CO2" del 2025 secondo te?

  6. #6696
    Moderatore MeteoNetwork Forum
    Data Registrazione
    04/06/02
    Località
    MeteoNetwork
    Messaggi
    1,810
    Menzionato
    79 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Ma non ho capito allora cosa dobbiamo vedere nel 2025.. Credevo fosse quello oppure ci sono altri motivi importanti per cui occorre aspettare quella data?
    Per il resto non seguo il discorso, le proiezioni sull'aumento delle T globali sono disponibili a tutti e se l'aumento avutosi fino al 2022 sta provocando gli eventi climatici estremi che stiamo vivendo, non oso immaginare cosa succederà in futuro con le stesse proiezioni climatiche attuali.
    Poi, si, il tempo meteorologico e il clima sono 2 cose diverse, ma non nascondiamoci dietro il dito delle definizioni tralasciando il problema principale. (Si sa che ci sono oscillazioni e che semplicemente ci troviamo sotto una delle anomalie più importanti di tutto il NH ma questo non cambia la sostanza del progressivo innalzamento termico e quindi sulla maggiore frequenza di queste anomalie che diventano la normalità progressivamente.. altrimenti non si spiega perchè nell'800 le estati erano a -2/-3 °C dalla 81/10).
    Cosa dobbiamo aspettarci nel "monitoraggio CO2" del 2025 secondo te?
    BASTA off topic!
    Moderatore MeteoNetwork Forum

  7. #6697
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    614
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Ma non ho capito allora cosa dobbiamo vedere nel 2025.. Credevo fosse quello oppure ci sono altri motivi importanti per cui occorre aspettare quella data?
    Per il resto non seguo il discorso, le proiezioni sull'aumento delle T globali sono disponibili a tutti e se l'aumento avutosi fino al 2022 sta provocando gli eventi climatici estremi che stiamo vivendo, non oso immaginare cosa succederà in futuro con le stesse proiezioni climatiche attuali.
    Poi, si, il tempo meteorologico e il clima sono 2 cose diverse, ma non nascondiamoci dietro il dito delle definizioni tralasciando il problema principale. (Si sa che ci sono oscillazioni e che semplicemente ci troviamo sotto una delle anomalie più importanti di tutto il NH ma questo non cambia la sostanza del progressivo innalzamento termico e quindi sulla maggiore frequenza di queste anomalie che diventano la normalità progressivamente.. altrimenti non si spiega perchè nell'800 le estati erano a -2/-3 °C dalla 81/10).
    Cosa dobbiamo aspettarci nel "monitoraggio CO2" del 2025 secondo te?
    I risultati del pogetto Beyond EPICA: Home dovrebbero far chiarezza su parte consistente di quelle "oscillazioni" a partire dal contributo dell'amplificaziona artica nell'esacerbare gli effetti di alcune di esse.
    Dopodiché non mi aspetto nulla di nuovo, ma per confermare/disconfermare congetture e teorie io sono abituato ad attendere dati. E qui la chiudo perché si fa OT.

  8. #6698
    Banned
    Data Registrazione
    18/10/21
    Località
    Bova Marina (RC)
    Messaggi
    349
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Io in realtà la vedo dura un po' per tutti, se dovessi affidarmi alle statistiche legate a periodo poliennali di Nina non escluderei addirittura un esacerbamento delle anomalie+ di gpt in sede europea nel mese di agosto e in parte di quello di settembre. Ovviamente questo non significa avere un'onda di calore continua per ancora 50 gg. Non è nemmeno detto che un'eventuale rimodulazione delle anomalie non porti a pattern simil-WR4 nella seconda parte di stagione, però di certo l'avere una Nina ancora "in fase" aiuta relativamente poco e potrebbe avere effetti poco auspicabili sulla pluviometria della prima parte dell'autunno.
    Se dovessi aversi un’esacerbazione delle anomalie gpt centrate in Europa potremmo davvero raggiungere picchi intensissimi di calore, soprattutto come persistenza del solito pattern di questa stagione.
    Tornando ai modelli, il break previsto diviene sempre più ballerino, stante i consueti problemi relativi ad aperture di dalle su Atl orientale, che causerebbero le solite controrisposte continentali; non è dato desumere, ad oggi, un chiaro segnale di rottura dell’attuale fase calda che potrebbe quindi assumere connotati di persistenza.

  9. #6699
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    614
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da Repsy Visualizza Messaggio
    Se dovessi aversi un’esacerbazione delle anomalie gpt centrate in Europa potremmo davvero raggiungere picchi intensissimi di calore, soprattutto come persistenza del solito pattern di questa stagione.
    Tornando ai modelli, il break previsto diviene sempre più ballerino, stante i consueti problemi relativi ad aperture di dalle su Atl orientale, che causerebbero le solite controrisposte continentali; non è dato desumere, ad oggi, un chiaro segnale di rottura dell’attuale fase calda che potrebbe quindi assumere connotati di persistenza.
    Non è mica detto, dipende dove si andrebbero a collocare le anomalie maggiori nel corso delle prossime 5-6 settimane. Io non ho affatto le idee chiare nemmeno su quanto accadrà dopo il 25...

  10. #6700
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    50
    Messaggi
    546
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Estate 2022: obiettivo uscirne vivi (e non bruciati !)

    Citazione Originariamente Scritto da Eddi Visualizza Messaggio
    permettimi di avere dei dubbi in proposito, perchè se tu parti da un piccolissimo e magari si pensa trascurabile dato in partenza, nella progressione del calcolo questo si amplifica, e più sono potenti i calcolatori maggiore può essere la divergenza, e qui sta il mio grande dubbio se gli spaghi siano tarati ed al passo con l'evoluzione rapida di tali cambiamenti.
    Qua si parla di modelli per le previsioni meteo a distanza di 2 settimane al max, qua il GW non influisce, perché le equazioni che governano la fisica dell’atmosfera non cambiano.
    Forse ti confondi con i modelli climatici, che sono tutta un’altra cosa e funzionano su scale temporali ben maggiori.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •