Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Celje, Slovenia (242mslm)
    Età
    39
    Messaggi
    811
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Data la varieta`geografica dell`Italia sarebbe bello conoscere i vari microclimi di essa, sopratutto nelle zone adecenti ai grandi specchi d`acqua (ci metto dentro anche laghi/fiumi che in qualche modo influiscono sul clima della zona).



    Inizio con la mia citta`natale, Muggia TS.

    Muggia e`una localita`dell`alto Adriatico, nel golfo di Trieste, a S/SW della citta`.
    La zona abitata inizia praticamente in riva al mare e si alza sulle collinette adecenti alla citta` (80-90m cca.).

    Distanza dal mare: 0m
    CLIMA:
    Il mare influisce drasticamente sul clima. La cittadina e`praticamente circondata da esso ovunque, solamente verso E vi e`terra ferma proseguendo verso le zone meridionali di Trieste.
    Causa effetto della mitigazione, il clima di Muggia e`molto mite, tendente al caldo. La temperatura media di gennaio e`di +7.3, quella di luglio di +25.5 gradi.
    Il mare limita molto le escursioni termiche giornaliere: Le minime sono molto alte in tutte le stagioni, a gennaio esse sono di +4.7 gradi, a luglio di +21.8 gradi.
    Il record della minima (medie 2006-2022) e`di -5.5 gradi, mentre fa`impressione il dato che nel mese di luglio non si e`mai scesi sotto i +16.5 gradi di minima.
    Casua mare anche le massime sono molto piu`moderate, il record e`di +35.5 gradi.

    Le precipitazioni annuali cumulano in media cca. 1000mm/anno con picco in inverno.
    La neve e`molto rara, la media nivometrica e`di 2.8cm .

    Riscontro: Il mare influisce moltissimo sul clima. In estate la bassa profondita`fa`si che si riscalda molto ed il calore accumulato fa`si che le temperature miti si protraggono lontanamente in ottobre, talvolta anche a novembre (anche se i bruschi cali causa Bora sono dietro l`angolo). Causa mare le primavere sono decisamente piu`freddi degli autunni e gli inverni sono molto miti.

    Gia`andando sul Carso di Trieste l`effeto del mare subisce delle forti deviazioni. Certo, 300-400mslm fanno il suo, ma le differenze sono abissali. In zone come Basovizza le minime possono tranquillamente essere inferiori di 6-8 gradi, con il clima che inizia a subire i tratti continentali. La neve in inverno e`frequente, le gelate pure cosi come forti differenze termiche tra giorno/notte ed inverno/estate. Si puo`dire che parlando della provincia di Trieste il mare influisce molto sul clima:
    -Nella sottile fascia adecente alla costa in maniera drastica
    -Nella gran parte della citta`in maniera netta
    -Nelle zone interne del Carso over 200m sempre di meno



    Sarebbe interessante conoscere come il mare (non) influisce su clima nelle altre zone dell`Italia, da quelle dei grandi laghi prealpini, fino alle spiaggie della Sicilia.

    Saluti

    Come influisce il mare il clima di Trieste nella fotogallery:



    Val Rosandra sul Carso dove il mare influisce nella quantita`delle precipitazioni (piu`elevate-STAU) mentre molto di meno nelle temperature.






    Gran afa estiva causa "bollore" del mare (cappa d`afa biancasta che avvolge la citta`)






    Classico panorama invernale: Neve sul Carso e "secco" in citta` (mare mitiga)









    Il Golfo di Trieste durante la forte Bora, classico panorama invernale





    Temporali autunnali anche forti (causa contrasto aria fredda da NE con mare ancora caldo)



    Muggia, dove il mare regna su tutti gli aspetti del clima, rendendolo mite.

    tutte le foto non sono mie ma proprieta˙degli rispettivi autori.
    Ultima modifica di Dagur; 04/06/2022 alle 08:31
    "Il nostro è un folle amore senza fine..."

  2. #2
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,506
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    1) 40 km tondi dal tratto di Laguna più vicino (in linea d'aria).

    2) Ci sarebbe un libro da scrivere su come il mare regola il clima dell'Italia intera: qui arriva lo scirocco che non arriva a Tortona (o ci arriva dopo giorni), mentre lì arrivano le coperte di nubi basse dal Ligure che qui non arrivano (o ci mettono, appunto, giorni). Come la mettiamo? Serve almeno un Antico Testamento da riempire di osservazioni.

    Ma comunque no, le temperature che registro non risentono in alcun modo del mare in maniera diretta.

    Affinché ciò accada, deve sempre intervenire una configurazione che vada a prenderselo: le sciroccate scaldano in autunno e in inverno, mentre i richiami da sudest al suolo generati da circolazione nordoccidentale in quota rinfrescano in estate (temporali spesso seri) e raffreddano in inverno (frizzanti giornate fosche o nebbiose).
    Sennò appunto manco mi accorgo di essere in una regione bagnata dal mare, potrebbe essere a 20 km come a 200.

    3) No.
    Ho il ''fiume'' Monticano dietro, ma sono a malapena 20 cm di acqua che corrono circa 3 m sotto il piano strada, perciò nessuna influenza sulla temperatura né sull'umidità (e un bello 0 anche sull'anemometro); tanta invece sulle zanzare!

    PS bellissima descrizione!

  3. #3
    Vento fresco L'avatar di Tarcii
    Data Registrazione
    13/08/19
    Località
    Ambivere (BG)
    Età
    20
    Messaggi
    2,164
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Interessante questa discussione, in linea d'aria il mare più vicino ad Ambivere è il mar Ligure, distante 150 km. Non credo che il mare influisca molto sulla zona, ci sono pure gli Appennini a separare la Pianura Padana dal mare, però sicuramente se non ci fosse avrei molte meno precipitazioni (1200 - 1300 mm annui).

    Poi ci sono anche situazioni particolari in cui si nota l'influenza del mare, ad esempio prima delle perturbazioni dai valichi liguri dei Giovi e del Turchino arrivano banchi di stratocumuli che coprono tutto in poco tempo fino alle Orobie, seguendo un corridoio in cui poi spesso si hanno anche precipitazioni più forti, rispetto al resto del Nord Italia.

    Tra le altre cose a volte arriva anche qui il vento marino dal Basso Piemonte, di cui si è molto parlato (anche se qui è abbastanza raro). Infine guardando anche all'altro mare del settentrione, dall'Adriatico arriva l'aria umida dello scirocco, in grado di alimentare forti temporali o di riscaldare certe giornate invernali (a volte lo scirocco si ferma proprio qui nell'Isola Bergamasca, magari qui piove e ci sono 5°C / 6°C e oltre l'Adda si è intorno a 0°C / 1°C con neve).
    Tu mi dici, "Ti guardi? Sbagli a paragonarti"

  4. #4
    Vento forte L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila Roio Piano792mt
    Età
    49
    Messaggi
    3,566
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Ovviamente non parlo di Roma in quanto non ci vivo più da 10 anni e mezzo ed il clima della Capitale si conosce abbastanza bene.
    Dove vivo da 10 e mezzo appunto è L'Aquila che si trova in una conca appenninica, su un clivio con altitudini variabili, qui entrano in gioco i microclimi, anche nello stesso territorio comunale formato dalla città vera e propria con quartieri anche ad altitudine variabile e ben 92 frazioni.
    Si parte da un fondovalle più basso a 600 metri slm, il centro storico a 714-730 metri slm ad arrivare a Campo Imperatore sul Gran Sasso a 2.135 metri slm ma parliamo poi di alta montagna, diciamo che la frazione abitata semi-urbana più alta è a 1.090-1.100 metri slm.
    Io mi trovo nella frazione di Roio Piano a 792 metri slm, in un pianoro di montagna, la zona va da una sorta di fondovalle con forti inversioni termiche, una specie di valle glaciale a 770 metri slm alla più alta frazione di Poggio di Roio o Roio Poggio intorno ad 850 metri slm fino ad arrivare a Monteluco a 998 metri slm.
    Il clima in questa zona appenninica dell'Italia Centrale è continentale, la distanza è 85 Km dal Mare Adriatico (Roseto degli Abruzzi) e 150 Km dal Mar Tirreno (Roma-Lido di Ostia), distanza stradale che in linea d'aria ovviamente si riduce anche di una trentina di Km specialmente la distanza dal Mar Tirreno.
    L'Aquila è a clima montano ma è influenzata un pò più dal clima del versante tirrenico in quanto il Gran Sasso, la catena più alta degli Appennini fa spesso da barriera alle masse d'aria provenienti da est e nord-est trovandosi appunto tra nord e nord-est di L'Aquila la quale si trova a soli 20 Km dal Lazio dove inizia la Provincia di Rieti, le perturbazioni più forti infatti sono quelle di origine atlantica e sono poi le masse d'aria che riescono ad arrivare con meno ostacoli nonostante tra sud ed ovest si trovano gruppi montuosi che superano i 2.000 metri di altezza come il gruppo del Velino-Sirente, nonostante l'influenza dei mari che circondano la nostra penisola, qui si fa sentire il clima montano, il microclima delle zone interne di una certa altitudine, quindi almeno per quanto era nel passato inverni freddi con minime notevolmente sotto zero e piuttosto nevosi, mezze stagioni dinamiche ed estati calde con fresco notturno causa le inversioni termiche e temporali pomeridiani di calore.
    Nato a Roma, trasferito da Roma zona Garbatella a L'Aquila Roio Piano il 17/12/2011. Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  5. #5
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    528
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Il mare è vicinissimo (5 Km in linea d'aria) ma lo è altrettanto la displuviale ligure-padana (2 Km scarsi) che in questo punto è pure bassa (588 m nel punto più depresso e il fondovalle, in questo tratto di bacino del torrente Gorsexio, è compreso tra i 260 e i 280 m circa, quindi il gradino altimetrico è modesto, poco più di 300 metri). A fare da sponda sia ad ovest sia ad est hai invece montagne con altezza massima compresa tra i 1000 e i 1200 m. C'è un'interazione continua di masse d'aria di origine marittima e continentale, a seconda della provenienza del vento finisci sotto l'effetto dell'una o dell'altra (o hai venti di caduta). Di fatto con venti da Nord l'influenza del mare è nulla o quasi tanto in inverno quanto in estate, con venti da Sud l'influenza marittima è esasperata dalla presenza dei rilievi. Gli inverni (2004/2021, stazione OMIRL di Mele Fado) non sono rigidi ma nemmeno miti (media giornaliera di gennaio +4,5°C) e le estati sono relativamente molto fresche (media luglio +21,1°C, penso tra le più basse d'Italia a parità di quota), per l'effetto combinato delle brezze marine diurne che impediscono all'aria di scaldarsi troppo e dell'irraggiamento notturno che in estate è solitamente favorito dalla scarsa ventilazione serale e dall'effetto conca. In condizioni di regime anticiclonico, soprattutto quando l'HP invecchia e inizia ad essere eroso partendo da Nord, spesso si attivano venti da Sud nei bassi strati, che da metà/fine ottobre ad almeno inizio/metà aprile portano spesse coltri di nubi basse marittimo-costiere, con pioviggini da coalescenza, che possono durare per giorni e temperature molto miti anche nel pieno dell'inverno, con escursioni termiche diurne insignificanti (tipo minima +8° e massima +9°C). Con HP e gradiente barco da Nord (valori di pressione al suolo più alti sulla Val Padana che sul Mar Ligure) si possono avere giornate invernali con forti escursioni termiche, tuttavia non sono frequenti perché in inverno la forte differenza di temperatura al suolo tra Mar Ligure e Val Padana, che di notte supera non di rado i 10°C, spesso porta all'attivazione di venti discendenti dall'Appennino, che rimescolano e comprimono l'aria al suolo, per cui dopo il tramonto il calo termico è spesso inibito da queste vivaci brezze di terra.

    Le gelate sono poco frequenti, complessivamente se ne verificano 22-23 in un anno (la maggior parte delle città padane ha medie recenti comprese tra le 50 e le 60 gelate all'anno, ma alcune arrivano oltre le 70), però in un inverno medio ci sono quasi 3 giornate di ghiaccio (poco meno di 4 all'anno) per cui ci sono il 40% delle gelate che si verificano a Milano Linate ma il doppio delle giornate senza disgelo... Nevica (nevicava?) abbastanza, la cumulata media (2004/2021) è tutt'ora prossima al mezzo metro annuale, con punte nelle stagioni più nevose (2008/2009, 2012/2013) largamente sopra il metro e mezzo, ma mediamente la neve dura poco (<3 gg), anche perché le nevicate sono quasi tutte da addolcimento. Piove molto (media 2006/2021 di 1891 mm). Per essere vicinissimi al mare le escursioni termiche giornaliere sono abbastanza importanti, in particolare in primavera ed estate, meno in autunno e inverno, in luglio giornate con estremi tipo +14/+30°C non sono inusuali, tutti e tre i mesi estivi hanno minime assolute sotto i +10°C. Nell'intera serie della stazione, che comunque comincia solo nel 2004, non si è mai scesi sotto i -8°C di minima e non si è mai saliti sopra i 35°C. Ovviamente nelle ondate di freddo storiche del XX secolo ci sono state sicuramente minime assolute abbondantemente inferiori ai -10°C ma non c'era una stazione a norma per poterne aver conferma o se c'era non si sono conservate le serie.
    Ultima modifica di galinsog@@; 04/06/2022 alle 22:28

  6. #6
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    San Vittore Olona (MI), Rosolini (S
    Età
    36
    Messaggi
    1,223
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Citazione Originariamente Scritto da Tarcii Visualizza Messaggio
    Interessante questa discussione, in linea d'aria il mare più vicino ad Ambivere è il mar Ligure, distante 150 km. Non credo che il mare influisca molto sulla zona, ci sono pure gli Appennini a separare la Pianura Padana dal mare, però sicuramente se non ci fosse avrei molte meno precipitazioni (1200 - 1300 mm annui).

    Poi ci sono anche situazioni particolari in cui si nota l'influenza del mare, ad esempio prima delle perturbazioni dai valichi liguri dei Giovi e del Turchino arrivano banchi di stratocumuli che coprono tutto in poco tempo fino alle Orobie, seguendo un corridoio in cui poi spesso si hanno anche precipitazioni più forti, rispetto al resto del Nord Italia.

    Tra le altre cose a volte arriva anche qui il vento marino dal Basso Piemonte, di cui si è molto parlato (anche se qui è abbastanza raro). Infine guardando anche all'altro mare del settentrione, dall'Adriatico arriva l'aria umida dello scirocco, in grado di alimentare forti temporali o di riscaldare certe giornate invernali (a volte lo scirocco si ferma proprio qui nell'Isola Bergamasca, magari qui piove e ci sono 5°C / 6°C e oltre l'Adda si è intorno a 0°C / 1°C con neve).
    Quoto tutto sul clima dell'alto milanese, le differenze sono che qua il mare dista 129 km (Genova Pegli), il marino è sicuramente più presente che delle tue parti e lo scirocco qui non arriva per niente.

  7. #7
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    San Vittore Olona (MI), Rosolini (S
    Età
    36
    Messaggi
    1,223
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Riguardo la Sicilia in particolare le zone di origine dei miei parenti materni e che frequento abitualmente sono 2 Rosolini e Ispica / Santa Maria del Focallo.

    Rosolini (150/200 m slm) dista 11 km dal mar Mediterraneo e 15 km dal mar Ionio. Nella stagione invernale l'influenza del mare sicuramente si sente, mitigando le temperature, in estate invece il mare ha solo una leggera influenza in quanto le brezze non arrivano, ogni tanto riesce a filtrare qualcosa dallo Ionio. La mancata influenza positiva del mare in estate dipende dall'altopiano ibleo posto a ovest dell'abitato che favonizza le correnti fresche di libeccio che provengono dal mare e le temperature schizzano verso l'alto in caso di vento da ovest o sud ovest.

    A pochi km di distanza (13 km) da Rosolini c'è la zona costiera del comune di Ispica con Santa Maria del Focallo (2 m slm) dove soggiorno in estate. È una località marittima del mar Mediterraneo esposta a sud ovest e quindi si prende in pieno il libeccio che tiene le temperature diurne piacevolmente basse e al maestrale che in quella zona tende sempre a soffiare da ovest. Il libeccio poi presente la sera/notte (poche volte) tende si a tenere le temperature over 24 ma spesso non le percepisci perché tira molto sostenuto e punta dritto verso casa. Il mar Ionio dista 15 km, quando il vento soffia da la non è mai accompagnato da isoterme alte, spesso il contrario, quindi anche quello contribuisce a non far bollire quella zona.

    13 km tra le 2 località e differenze marcate in estate, spesso la differenza è oltre i 5 gradi in caso di ondate calde. Merito del potere del mare e dell'orografia se queste differenze sono marcate.
    Ultima modifica di frankie986; 03/06/2022 alle 23:19

  8. #8
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,604
    Menzionato
    895 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    La relazione tra Brindisi e il mare è fondante, la storia della città dipende tutta dal mare e dal suo particolare porto, che deriva dal delta di due fiumi che durante la scorsa era glaciale sfociavano nella zona, poi colmati dalle acque dell'Adriatico a seguito della trasgressione marina tra fine Pleistocene e inizio Olocene.
    In realtà in zona sfociavano più fiumi/fiumiciattoli, poi divenuti canali con la riduzione della portata idrica nel corso dell'Olocene, ma i principali sono due (Cillarese e Patri) che hanno scavato delle valli di cui una parte è stata allagata dal mare generando la caratteristica forma a corna di cervo del porto, da cui deriva anche il nome della città (dal messapico Brunda, "testa di cervo").

    Data la caratteristica forma del porto, il mare lo si ritrova fin dentro la vera linea di costa, come se si incuneasse per 3 km all'interno.
    Ad ogni modo il porto interno influisce poco sulle dinamiche climatiche, mitiga e rinfresca ma non in maniera influente. Il mare vero e proprio si può far esaurire al porto medio, fino al Canale Pigonati che dà accesso ai due seni del porto interno:




    Il mare è dunque sia a NW sia a N (a 3-4 km) sia a NE sia (molto più lontano, per la presenza di 5-6 km di terra tra il seno di Levante del porto interno e la costa, area dove oggi sorge la zona industriale) a E.
    Rispetto alla stazione aeroportuale il mare è anche a SE.

    E' difficile, per via della complessa forma del porto, stimare la distanza dal mare. Essa dipende dalla linea di costa che si considera di volta in volta, perchè l'influenza del mare sarà diversa sul clima della città a seconda del vento di provenienza.
    Esempio: la migliore brezza di mare è da N/NNW, ma è efficiente anche un vento da NE (comunque raro quale brezza). Questo perchè la città sorge a soli 1-4 km dalla linea di costa da cui arrivano queste correnti.
    Molto meno efficiente una brezza da E/ESE/SE, perchè a est della città come detto ci sono 5-6 km di terra. Inoltre una simile brezza è anche meno intensa, quindi penetra nell'entroterra con scarso effetto rinfrescante.



    Riferendomi alla stazione aeroportuale, dove l'influenza del mare è massima, le minime ne risentono sicuramente: la media minime di Gennaio e Febbraio è 6,5° mentre quella di Agosto ormai è sopra i 22° e punta nell'ultimo decennio ai 23° (un clima un tempo degno delle coste libiche del Mediterraneo).
    Le massime ne risentono moltissimo, dato che nella nettissima maggioranza delle giornate si attiva la brezza di mare.
    La media max di Gennaio e Febbraio è 13-13,5°, mentre quella di Agosto ormai è giunta a 30°. 50 anni fa era nemmeno 29°.

    Durante l'inverno il fatto di essere sottovento al mare quando soffiano le fredde/gelidi correnti settentrionali influisce pesantemente sul rendimento di queste al suolo. Brindisi, data la sua posizione a est, nonostante la bassa latitudine, riceve ogni anno isoterme fortemente negative (almeno una -6 sempre, e 1 inverno ogni 2-3 anche almeno una -8, negli ultimi anni molto frequenti isoterme < -10°), ma i loro effetti al suolo sono fortemente stemperati, con massime che raramente scendono sotto gli 8° e minime che è tanto se arrivano a 4° in queste condizioni.
    Data la posizione protesa in avanti rispetto alla linea di costa pugliese (probabilmente frutto di depositi lasciati dai già citati fiumi nel corso dei millenni) Brindisi è molto molto più sottomessa ai venti dal mare, e capita spesso che le minime più basse si rilevino per questo motivo solo quando è già in atto una lieve risalita termica rispetto al picco dell'ondata di freddo passata, in quanto allontanandosi permette alla brezza di terra di vincere la lotta impari con il mare.
    Poichè le minime sono fatte dopo il clou delle ondate di freddo è raro scendere sotto zero, capita una volta ogni 2 inverni. Estremamente raro scendere sotto i -2°, è successo una manciata di volte.
    Il record di minima è -6,4° fatto nel Gennaio 1979, e rappresenta un autentico miracolo perchè registrato quando in quota c'erano ancora isoterme fortemente negative (-11°). Il tutto potè succedere perchè l'ondata di gelo del 1979 era talmente vasta ed evolvette così in fretta che il suo nucleo barico potè allontanarsi (permettendo così al vento dal mare di cessare) mentre le isoterme erano ancora ampiamente negative. Ma è un evento molto raro, che lascia però intendere le potenzialità della mia terra se soltanto non ci fosse il mare a essere sempre così influente (mare che pesa anche nel resto del Salento).


    In estate viceversa essere sottovento al mare aiuta tantissimo, perchè le correnti predominanti sono da settentrione, e il mare rinfresca tutta la città. Viceversa nel settore ionico, dove lo stesso vento diviene caldo e secco e rende le coste molto calde.
    Negli ultimi tre decenni, però, si è superato l'equilibrio che esisteva in passato tra dp e temperatura, e oggi il mare, da fine Giugno a fine Agosto, rinfresca ma non più a sufficienza (max sistematicamente sui 28-29 se non oltre) e con un dp che è lievitato (quasi sempre sopra i 20-21°, ad Agosto spesso sopra i 22-23°).



    Il mare pesa anche sulle precipitazioni, soprattutto nevose: di fatto, senza l'Adriatico, a Brindisi non nevicherebbe. Il 99% delle precipitazioni nevose provengono da ASE.
    Il mare diventa inoltre fucina di temporali a Settembre/Ottobre, come anche in inverno (raramente). In estate, invece, le correnti settentrionali sempre sostenute su Brindisi credo facciano allontanare i temporali provenienti dalle aree interne, salvo non siano grossi temporali.



    Il vento dal mare penetra bene nell'entroterra, tanto che a Brindisi ancora a 5 km dalla linea di costa se ne avverte l'influenza quanto farebbe altrove a poco più di 1-2 km. Questo genera un microclima caratteristico, limitato al solo territorio comunale di Brindisi.




    E' una relazione complicata, ma il mare è ciò che ha creato Brindisi e ciò che le ha dato linfa vitale, è ciò che la rende bellissima ai miei occhi, che regala spettacoli mozzafiato, ed è ciò che rende speciale il clima della città.
    Tra alti e bassi condiziona la mia vita e le mie giornate, influenza il modo in cui mi vesto, pesa in inverno e in estate sulle temperature, è la ragione dell'afa notturna (che odio) ma anche ciò che crea la neve (che amo), allontana i temporali estivi (cosa che non sopporto) ma può donarti spettacoli unici con quelli autunnali (cosa che adoro). Il mare è la chiave del riscaldamento rallentato di Brindisi rispetto al resto d'Italia e d'Europa, oltre alla peculiare posizione geografica a sud ma anche ad est.
    Senza mare, insomma, morirebbe una parte di me, e anche la mia stessa passione sarebbe probabilmente morta per gran parte dell'anno, perchè anche quando non c'è nulla (ma proprio nulla) di bello o interessante basta quella sottile brezza che si attiva puntuale ogni mattina per darmi uno spunto di interesse e vivere anche quelle giornate di vuoto climatico come se fossero le più appassionanti mai avvenute.

  9. #9
    Vento teso L'avatar di Daniel92
    Data Registrazione
    27/01/19
    Località
    Polverigi (AN) 140mslm - Marche
    Età
    30
    Messaggi
    1,537
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    L'anconetano è disposto a gomito, il mare si affaccia su due lati (nord e est) ed entrambi mi stanno a venti minuti di strada, il promontorio del Conero dista a 30km. La mia località è situata nell'immediato entroterra costiero a 20km dal capoluogo (Ancona) a W-SW. Che dire... il mare ha una sua particolare influenza sia negativa che positiva, se devo elencare i risvolti negativi, sicuramente in inverno ha la capacità di mitigare le coste e l'entroterra retrostante in un raggio di 15-20 km (talvolta anche oltre) soprattutto con i venti di bora in relazione alle colate fredde che scendono da N-NE, aria fredda che transitando sulla superficie marina più calda determina un'aumento del gradiente termico. Inoltre, essendo un vento di partenza catabatico il NNE, secca l'aria e inibisce ogni tipo di fenomeno. Poi chiaramente dipende dal tipo di sinottica locale. Altro difetto o fattore negativo del mare, è che purtroppo ha la capacità di rilasciare molta umidità con le avvenzioni subtropicali, creando quindi delle condizioni climatiche particolarmente afose durante l'estate. Fornendo umidità è anche utile però per le precipitazioni, in presenza di basse pressioni e fronti temporaleschi. E qui ci spostiamo sugli aspetti positivi . Infatti, capita a volte di ricevere ingenti precipitazioni grazie agli influssi umidi marittimi che alimentano le perturbazioni, in particolare nel periodo autunnale. Accade (anche se di rado) poi di ritrovarsi delle belle strutture temporalesche in estate (shelf cloud, roll cloud) , molto fotogeniche tra l'altro. In inverno se ci sono le condizioni adatte, si può verificare il fenomeno dell'ASE, molto raro anch'esso ma davvero appassionante come fenomeno, è sempre una bella emozione vedere quei "muri" di neve che dal mare si spostano lungo la costa e parte dell'entroterra scaricando abbondanti accumuli di neve in poco tempo . Infine, come ultimo "punto di forza" (e qui la chiudo) , il mare riesce a mitigare i periodi caldi con le brezze rinfrescanti che qui di norma spirano sia da N-NW-N-NE (tra maestrale e bora) che da E-SE (levante-scirocco) .
    Ultima modifica di Daniel92; 04/06/2022 alle 09:11

  10. #10
    Vento teso L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    1,651
    Menzionato
    26 Post(s)

    Predefinito Re: Quanto dista la vostra localita`dal mare? Esso influisce sul clima? Microclima speciale in zona?

    Un certo microclima c'è anche da me.

    La distanza dal mare da casa mia, in pianura con tantissime case ma sparse quà e là e con pochi "aggregati" è 6,5 km circa e verso di esso (ad ovest) non ci sono ostacoli.

    In genere la temperatura è di un paio di gradi più alta rispetto proprio al lungomare e c'è meno umidità

    Il paese (centro storico) è abbastanza in collina. Forse su di esso ci sono 1-2 gradi in meno rispetto alla pianura, ma un'altra collina lo scherma in parte dal mare e presumo che non arrivi la brezza marina che invece da me è presente, non troppo sostenuta fatte alcune eccezioni, in tutti i pomeriggi.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •