Pagina 11 di 18 PrimaPrima ... 910111213 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 178
  1. #101
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,637
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Rispondo anche a @MarcoT dicendo che in Italia luglio 2006 è al quarto posto assoluto con +1,45 °C sulla 1981-2010 dietro a luglio 2015 (+2,8 °C sulla 1981-2010), luglio 2003 (+1,7/+1,8 °C) e il lontano luglio 1950 (+1,5/+1,6 °C, tuttora al secondo posto in alcune aree romagnole e del basso Veneto, se ben ricordo). Al quinto/sesto posto c'è luglio 1983, molto poco democratico in giro per l'Italia, con la stessa anomalia complessiva di luglio 2012 (quest'ultimo è un mese sottovalutato: caldissimo in Emilia, eccezionale in Puglia e molto forte anche altrove). Al settimo posto c'è luglio 2019 (quasi +1,30 °C), all'ottavo c'è il lontano luglio 1928 (+1,20/+1,25 °C, forte soprattutto al Nord, a differenza dell'agosto dello stesso anno che fu forte soprattutto sul medio-basso Adriatico), al nono c'è luglio 1994 (+1,15 °C) e al decimo ci sono, pressochè identici tra loro, luglio 1952, 2010 e 2018 (+1,10 °C); luglio 2017 comunque è sotto a questo terzetto di meno di un decimo.

    Qui da me (zona Malpensa/Varese/Ovest Comasco), la classifica sembra essere questa (scarto sulla 1981-2010):

    1) 2015 (+3,6 °C)
    2) 2006 (+2,6 °C)
    3) 2010 (+2,2 °C)
    4) 2019 (+2,0 °C ma è un fatto locale, già a Milano sta leggermente più in basso in classifica)
    5) 1983 (+1,9 °C)
    6) 2018 (+1,8 °C; questo - al pari del 2019 - fu forte soprattutto tra Canton Ticino e alta pianura lombarda)
    7) 2003 (+1,5 °C, quindi abbastanza ben staccato dalla top 5. In medio-bassa pianura fu sì più anomalo che da me, ma temo che Linate sovrastimò anche quel mese)
    Posso completare con dati locali da Bellinzona Nord nella serie che mantengo che per vari motivi curiosamente a luglio talvolta divergono nell'ordine rispetto la serie di Lugano:

    Scarti sulla 1991/2020 a Bellinzona Nord dal 2003:


    1. 2015 (+3.4°C)
    2. 2006 (+2.0°C)
    3. 2010 (+2.0°C)
    4. 2018 (+1.9°C)
    5. 2003 (+1.5°C)
    6. 2019 (+1.5°C)
    7. 2020 (+1.1°C)
    Stazione Davis Vantage Pro 2

  2. #102
    Vento forte L'avatar di ale97
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    3,362
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Ad Arbus valori medi che sono una via di mezzo tra luglio 2020 e il (brutto) luglio 2021, da cui dista solo 0.4°C. Tutto sommato poteva andare anche peggio




    Ah ma aspetta..... È giugno....



    Comunque Decimomannu dovrebbe essere a -0.2 dal giugno 2003, per un soffio non lo ha preso
    Ultima modifica di ale97; 30/06/2022 alle 01:21

  3. #103
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,636
    Menzionato
    897 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    La giornata di ieri si chiude a Brindisi Casale con estremi 24,7/37° per una media grezza di 30,85°. Si tratta di valori molto alti che meritano un approfondimento, soprattutto perchè dimostrano ancora una volta quanto sia cambiato il volto di Giugno.


    La notte rientra tra le 25 più calde dal 1951, al ventesimo posto (ma probabilmente scalerà già al ventunesimo, perchè la notte in corso sta per concludersi e le temperature non sono ancora scese sotto i 25°!), un risultato apparentemente insignificante ma che assume altri contorni evidenziando come nessuna notte di Giugno dal 1951 al 2002 aveva mai visto una minima talmente alta, fatta eccezione per il 30/6/1963 (che ebbe come minima 24.6°, comunque un decimo di grado in meno rispetto alla minima di ieri).

    Il dato della minima è decisamente più eccezionale considerando che non è stato ritoccato e dunque vale anche come minima delle 24 h.
    Si è trattato, infatti, della decima minima più alta mai registrata a Giugno dal 1951, a pari merito con il 29/6/2019.
    Ancora una volta non si può che restare attoniti dall'analisi della serie storica: dal 1951 al 2002 nessuna minima delle 24 h è stata mai così alta, ed escludendo l'anomalia del 2003 (che rilevò 7 minime più alte!) solo altre 4 giornate di Giugno hanno visto minime alte quanto o più di quella di ieri, di cui 3 nell'arco degli ultimi 5 anni (1 nel 2017, 1 nel 2019, 1 nel 2021), 4 inserendo anche il 2022.
    Letteralmente si passa da 0 precedenti nella seconda metà del Novecento (1951-2002) a ben 1 minima ≥ 24,7° ogni 45 giorni di Giugno negli ultimi 6 anni!


    La massima (37°) non è stata da meno, sebbene esistano per essa precedenti anche "antichi", addirittura nel Giugno 1957, senza dimenticare due massime sopra i 40° nel 1982: undicesima max più alta a Giugno dal 1951, a pari merito con il 23/6/1957.
    Costituisce, inoltre, il nuovo record di max giornaliero.


    Nonostante le posizioni di rilievo di minime e max, è in realtà la media grezza, che nasce dalla combinazione delle due, che deriva il risultato più eclatante: è stata infatti l'ottava giornata più calda della storia di Giugno dal 1951, la terza a piazzarsi nella top 10 in due anni consecutivi (il 2021 infatti annovera ben 2 giornate nelle prime 7 posizioni, risultato conseguito solo da 1982 e 2007).

    Ancora una volta il passato appare più lontano di quanto già non sia: dal 1951 al 1980 nessuna giornata era stata così calda; fino al 2006 solo il 25 e il 26/6/1982; dal 2017 al 2021 ben 4, e ora che si è aggiunto il 2022 si arriva a 5. Ciò significa che 5 delle 8 giornate più calde della storia di Giugno appartengono agli ultimi 6 anni, e di queste 3 solo a 2021 e 2022, una percentuale quasi del 50% del totale!



    Il cambiamento che ha subito Giugno è impossibile da esaurire con la semplice esposizione di qualche dato, ma ne bastano pochi per far intendere lo stravolgimento epocale che sta attraversando soprattutto negli ultimi anni.
    Ultima modifica di burian br; 30/06/2022 alle 19:38

  4. #104
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,636
    Menzionato
    897 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    La notte rientra tra le 25 più calde dal 1951, al ventesimo posto (ma probabilmente scalerà già al ventunesimo, perchè la notte in corso sta per concludersi e le temperature non sono ancora scese sotto i 25°!)
    E così è stato: la minima notturna di oggi è 25.1°, risultando la dodicesima notte più calda della storia di Giugno dal 1951.

  5. #105
    Vento forte L'avatar di basso_piave
    Data Registrazione
    08/05/09
    Località
    Silea/Roncade
    Età
    40
    Messaggi
    4,020
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    al giorno 28 ho una media di 23,7°C per giugno, potrei arrivare a 23,8°C contando ieri e oggi.
    giugno 2019 24,4°C
    giugno 2003 24,8°C

    un terzo posto in solitaria staccando giugno 2021 fermo a 23,3°C

    questi sono anche gli unici 4 anni con una media superiore a 23°C e questo fa pensare parecchio su quali mostri questo mese riesca a partorire.
    il 5° in classifica è il 2018 con soli 22,8°C che comunque è sopra media di 1,4°C!!! (media 92/21)
    Credi alla neve solo sotto le 48 ore!!

  6. #106
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    57
    Messaggi
    4,923
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Qui a Trento Sud a un giorno dalla fine del mese giugno presenta una media integrale di 24.6°c; tale valore è il 2° più alto della mia serie dopo i folli 25.2° del recente 2019, e subito davanti al 2003 che chiuse a 24.5°; a tal proposito devo però dire che quest'ultima è una media "ibrida", nel senso che è ricostruita in base a 4 rilevazioni giornaliere, per cui più significativa della semplice media aritmetica ma non completa quanto la media integrale fatta con rilevazioni ogni 10 minuti, per cui è possibile che il valore reale sia un po' più alto, anche se non credo differisca di molto alla fine.

    In ogni caso si rafforza la tendenza al riscaldamento di giugno, che già prima di quest'anno era il mese che si era più nettamente scaldato rispetto alle vecchie medie (almeno per le mie rilevazioni), l'unico a superare i 2°c di aumento rispetto alla mia media storica di riferimento 1983-2005; a tal proposito aggiungo che al 4° posto di questa classifica si piazza il giugno 2021 con 24.3°c di media, per cui risulta che 3 dei 4 mesi di giugno più caldi della serie riguardano gli ultimi 4 anni, 2003 a parte, vale a dire 2019, 2021 e 2022!


    Capitolo piogge: anche giugno con i suoi 66.0 mm (dato probabilmente definitivo) contro gli attesi 98.7 della media 1982-2021 si conferma per l'ennesima volta sotto la media, 9° mese negli ultimi 11 e 10° negli ultimi 13 se considero che pure il giugno 2021 chiuse sottomedia, risultando anzi il 2° più secco in assoluto della mia serie 40ennale con soli 28 mm; uniche eccezioni luglio 2021 (fortemente sopramedia a suon di nubifragi) e poi novembre 2021 e maggio 2022 chiusi sostanzialmente in media.
    Saluti a tutti, Flavio

  7. #107
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    25
    Messaggi
    2,550
    Menzionato
    545 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da cut-off Visualizza Messaggio
    Qui a Trento Sud a un giorno dalla fine del mese giugno presenta una media integrale di 24.6°c; tale valore è il 2° più alto della mia serie dopo i folli 25.2° del recente 2019, e subito davanti al 2003 che chiuse a 24.5°; a tal proposito devo però dire che quest'ultima è una media "ibrida", nel senso che è ricostruita in base a 4 rilevazioni giornaliere, per cui più significativa della semplice media aritmetica ma non completa quanto la media integrale fatta con rilevazioni ogni 10 minuti, per cui è possibile che il valore reale sia un po' più alto, anche se non credo differisca di molto alla fine.

    In ogni caso si rafforza la tendenza al riscaldamento di giugno, che già prima di quest'anno era il mese che si era più nettamente scaldato rispetto alle vecchie medie (almeno per le mie rilevazioni), l'unico a superare i 2°c di aumento rispetto alla mia media storica di riferimento 1983-2005; a tal proposito aggiungo che al 4° posto di questa classifica si piazza il giugno 2021 con 24.3°c di media, per cui risulta che 3 dei 4 mesi di giugno più caldi della serie riguardano gli ultimi 4 anni, 2003 a parte, vale a dire 2019, 2021 e 2022!


    Capitolo piogge: anche giugno con i suoi 66.0 mm (dato probabilmente definitivo) contro gli attesi 98.7 della media 1982-2021 si conferma per l'ennesima volta sotto la media, 9° mese negli ultimi 11 e 10° negli ultimi 13 se considero che pure il giugno 2021 chiuse sottomedia, risultando anzi il 2° più secco in assoluto della mia serie 40ennale con soli 28 mm; uniche eccezioni luglio 2021 (fortemente sopramedia a suon di nubifragi) e poi novembre 2021 e maggio 2022 chiusi sostanzialmente in media.
    Immaginavo che in alcune aree del Trentino-Alto Adige giugno 2019 fosse davanti a giugno 2003: ricordo anomalie folli in particolare nelle temperature diurne (diffusamente oltre i +5 °C sulla 1981-2010 tra Val d'Adige, Valle Isarco, Val Pusteria e anche alcune zone di medio-alta montagna). Clamoroso pensare che il famigerato giugno di 19 anni finisca addirittura al gradino più basso del podio...

    Una nota su giugno 2021: chiuse a +2,1 °C in Italia (quarto più caldo dal 1900, ma il giugno in corso lo farà scivolare al quinto posto) ma il dato fu viziato dalle zone marittime che conservarono grande inerzia nella prima metà del mese, specie al Sud; se avesse fatto seguito ad un maggio più caldo, il giugno dell'anno scorso avrebbe chiuso come minimo a +2,3 °C sulla trentennale (lo dico anche dopo aver osservato alcuni dati regionali che tengano bene conto delle zone interne, come quello delle Marche in cui giugno dell'anno scorso chiuse a ben +3,0 °C sulla 1981-2010, ad esempio). Idem dicasi per giugno 2019: dal +2,6/+2,7 °C sulla 1981-2010 che compare negli enti ufficiali, si sarebbe tranquillamente arrivati a +2,8/+2,9 °C (ma forse anche di più) se i mari non fossero stati molto freddi per via del maggio freddissimo che aveva preceduto quel mese di giugno.

    Giugno 2003, giugno 2017 e giugno 2022 (ossia mensilità che hanno fatto seguito a dei mesi di maggio di tutt'altra pasta: molto caldo il 2017 ed eccezionalmente caldi il 2003 e il 2022) secondo me invece hanno presentato un dato nazionale simile a quello che sarebbe stato calcolato se la rete delle stazioni AM/ENAV avesse tenuto più conto delle anomalie delle aree interne dell'Italia peninsulare (ma anche insulare): dunque i +4,0 °C sulla 1981-2010 del 2003, i +3,5 °C circa del 2022 e i +2,5/+2,6 °C del 2017 rappresentano secondo me fedelmente l'andamento reale, complessivo, della temperatura sull'orograficamente variegato suolo italiano.
    Ultima modifica di Perlecano; 30/06/2022 alle 16:31
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  8. #108
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Celje, Slovenia (242mslm)
    Età
    39
    Messaggi
    811
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Tratto da "Il Piccolo", giornale Triestino.

    Tornando alle temperature, a fornire una fotografia anche storica della situazione è Arpa Fvg. Gli uffici dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente hanno un quadro aggiornato e il confronto con il passato dimostra che, se non a livelli da record assoluto, Trieste sta vivendo giornate di giugno tra le più calde degli ultimi sessant’anni.
    Il mese terminerà con una media di 24,5 gradi, un paio sopra i 22,5 registrati dagli anni Sessanta a oggi e al terzo posto dopo i quasi 26 gradi del 2003 e i 25 del 2019.
    Quanto ai picchi, ieri si sono raggiunti i 33 gradi di massima, tre gradi in meno dei 36 del 22 giugno 2002, la data del primato. Pure nel 2003 si salì quasi a quota 36, mentre per quel che riguarda la media di un’intera giornata nel 2002 e nel 2003 i gradi furono 30, poco sopra i 29 di ieri, una temperatura che, nello specifico di giugno, si colloca al quinto posto dei sei decenni presi come riferimento.

    Altissimi anche i dati della notte: alle 4 di martedì 28 Arpa Fvg segnala a Trieste una minima di 26 gradi. Dati che fanno il paio con quelli di Gorizia, dove ieri sono stati superati intorno alle 15 i 36 gradi centigradi; e di Monfalcone, con i 33 gradi superati alla stessa ora.

    Non manca l’aggiornamento sulle temperature del mare, non poco fuori norma. Lunedì l’acqua era a 27,8 gradi, ieri a 27,5, un grado sotto i 28,5 del 30 giugno 2021. Tutto questo in un mese nel quale ci aspetteremmo una media attorno a 23 gradi e senza dimenticare che ad agosto la media è di 25 gradi.

    Se per due anni di fila si viaggia con quattro gradi oltre lo storico, sottolinea ancora l’Agenzia, non si può non rilevare un trend da cambiamento climatico.

    Tutto questo dopo un maggio altrettanto caldo: 2,5 gradi sopra il dato medio dell’ultimo decennio e due gradi sul trentennio, il dato regionale.
    Sempre parlando di media, in pianura si sono toccati i 19-20 gradi e la temperatura del mare a Trieste è risultata più calda (punte oltre i 22 gradi) in una dozzina di giornate rispetto alla distribuzione climatica del periodo.
    Tra i record del mese (valori superiori al novantesimo percentile) le tabelle Arpa evidenziano i 28,8 gradi rilevati a Borgo Grotta Gigante il 22 maggio, i 31,9 gradi a Cividale e i 31,2 a Codroipo il 22 maggio, i 20,4 gradi sul monte Lussari il 20 maggio. Nulla di diverso nel Paese.
    "Il nostro è un folle amore senza fine..."

  9. #109
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    25
    Messaggi
    2,550
    Menzionato
    545 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Dagur Visualizza Messaggio
    Tratto da "Il Piccolo", giornale Triestino.

    Tornando alle temperature, a fornire una fotografia anche storica della situazione è Arpa Fvg. Gli uffici dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente hanno un quadro aggiornato e il confronto con il passato dimostra che, se non a livelli da record assoluto, Trieste sta vivendo giornate di giugno tra le più calde degli ultimi sessant’anni.[/COLOR]
    Il mese terminerà con una media di 24,5 gradi, un paio sopra i 22,5 registrati dagli anni Sessanta a oggi e al terzo posto dopo i quasi 26 gradi del 2003 e i 25 del 2019.
    Quanto ai picchi, ieri si sono raggiunti i 33 gradi di massima, tre gradi in meno dei 36 del 22 giugno 2002, la data del primato. Pure nel 2003 si salì quasi a quota 36, mentre per quel che riguarda la media di un’intera giornata nel 2002 e nel 2003 i gradi furono 30, poco sopra i 29 di ieri, una temperatura che, nello specifico di giugno, si colloca al quinto posto dei sei decenni presi come riferimento.

    Altissimi anche i dati della notte: alle 4 di martedì 28 Arpa Fvg segnala a Trieste una minima di 26 gradi. Dati che fanno il paio con quelli di Gorizia, dove ieri sono stati superati intorno alle 15 i 36 gradi centigradi; e di Monfalcone, con i 33 gradi superati alla stessa ora.

    Non manca l’aggiornamento sulle temperature del mare, non poco fuori norma. Lunedì l’acqua era a 27,8 gradi, ieri a 27,5, un grado sotto i 28,5 del 30 giugno 2021. Tutto questo in un mese nel quale ci aspetteremmo una media attorno a 23 gradi e senza dimenticare che ad agosto la media è di 25 gradi.

    Se per due anni di fila si viaggia con quattro gradi oltre lo storico, sottolinea ancora l’Agenzia, non si può non rilevare un trend da cambiamento climatico.

    Tutto questo dopo un maggio altrettanto caldo: 2,5 gradi sopra il dato medio dell’ultimo decennio e due gradi sul trentennio, il dato regionale.
    Sempre parlando di media, in pianura si sono toccati i 19-20 gradi e la temperatura del mare a Trieste è risultata più calda (punte oltre i 22 gradi) in una dozzina di giornate rispetto alla distribuzione climatica del periodo.
    Tra i record del mese (valori superiori al novantesimo percentile) le tabelle Arpa evidenziano i 28,8 gradi rilevati a Borgo Grotta Gigante il 22 maggio, i 31,9 gradi a Cividale e i 31,2 a Codroipo il 22 maggio, i 20,4 gradi sul monte Lussari il 20 maggio. Nulla di diverso nel Paese.
    È già buona che a Trieste ci siano quasi 1,5 °C di differenza dalla media di giugno 2003, visto come è andata in altri posti (anche dello stesso FVG).
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  10. #110
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Celje, Slovenia (242mslm)
    Età
    39
    Messaggi
    811
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2022: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    È già buona che a Trieste ci siano quasi 1,5 °C di differenza dalla media di giugno 2003, visto come è andata in altri posti (anche dello stesso FVG).
    Concordo.Con oggi l`anomalia dovrebbe finire attorno a -1.2 gradi di differenza dal 2003. Aspetteremo domani per dati ufficiali.
    "Il nostro è un folle amore senza fine..."

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •