Visualizza Risultati Sondaggio: Sara un'estate come quella del 2003?

Partecipanti
56. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Si

    25 44.64%
  • No

    31 55.36%
Pagina 13 di 28 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 272
  1. #121
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    30
    Messaggi
    35,761
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    È diventata una fissa questo 2003, ma non c'è proprio paragone tra l'estate 2003 e quello che sta succedendo da 7-10 anni a questa parte in fatto di estati roventi, record di caldo e periodi prolungati di caldo e così via.
    Voglio sempre ricordare che l'estate 2003 fu un'estate estrema in un contesto climatico lontano anni luce da quello attuale e caratterizzato da estati assolutamente gradevoli.
    Dopo il 2012 invece stiamo sperimentando un anno sì e l'altro pure stati molto simili a quella del 2003, una dietro l'altra e non sono di certo quei decimi di differenza a dover farci tirare un sospiro di sollievo.
    Si, non certo simili al 2003 come anomalia finale (la più vicina, la 2017, dista circa 1°C) ma il fatto di avere infilato, dal 2012 in avanti, la bellezza di 7 Estati su 11 (questa con Giugno si è già guadagnata il posto in maniera sicura) oltre il °C di anomalia termica sulla 1981-2010, quando fino al 2011 c'erano state solo la 2003 e la 1950, questo fa accapponare la pelle.
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  2. #122
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    30
    Messaggi
    35,761
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Repsy Visualizza Messaggio
    Infatti dico proprio quello, cioè è normale (purtroppo) che le medie siano in salita, ma anche in un processo di incremento costante e’ statisticamente folle che ogni anno batta il precedente (e nemmeno di poco).
    E infatti non è successo, nè in Italia nè nel globo in generale. Il 2018 finora rimane ancora l'anno più caldo in Italia e il 2021 gli è rimasto dietro di ben 0,4°C, se vogliamo dirla tutta.
    Citazione Originariamente Scritto da Repsy Visualizza Messaggio
    Sarà che la Nina incancrenita ci sta mettendo del suo, ma una stagione finora brutta copia della scorsa statisticamente non sarebbe dovuta essere l’opzione più probabile.
    E chi l'ha detto? Non mi sembra di certo che qui dentro ci fosse tutto sto ottimismo in vista dell'Estate.

    Anche il fatto di avere chiuso Marzo e Aprile sotto media 1991-2020 entrambe, faceva capire che avremmo pagato caro quell'inutile sotto media (inutile stante il periodo in cui era capitato).
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  3. #123
    Vento fresco L'avatar di and1966
    Data Registrazione
    24/02/09
    Località
    Mariano C. (CO)
    Età
    55
    Messaggi
    2,834
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Dagur Visualizza Messaggio
    E alla fine alcune zone lo raggiungeranno, decimo sù o giù.
    Mi sembra strano solo scriverlo ma è cosi.
    Che roba.
    Raggiungere giugno 2003. E forse anche con DP medi più elevati.
    Tanti "normalizzatori" si basano probabilmente su questo.

    Proviamo a fare un confronto dell' "umidex" fra giu 2003 e giu 2022
    " Intra Tupino e l'acqua che discende del colle eletto dal beato Ubaldo,
    fertile costa d'alto monte pende........" Dante, Paradiso XI
    - In avatar, il mio mondo : Omar, Sarah, il cantiere e .... la neve!

  4. #124
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    37
    Messaggi
    13,228
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Nonostante è assolutamente vero quello che scrivi, voglio ancora credere che il trend non sia così inossidabile...la NON linearità del sistema atmosferica mi lascia ancora dei dubbi in merito, diciamo che la fisica dell'atmosfera non è matematica "pura", nel senso che non sempre 1+1=2.....feedback che possono bloccare o alterare il trend possono sempre saltare fuori.
    questo è vero Marco
    ma è anche vero che per quanto giovane la statistica evidenziata da Federico, e già segnalata anche da me in questo stesso td, ad ora ci dice che siamo in una fase in cui è paradossalmente più anomala una stagione con un bilancio simil 2020 piuttosto che non una con quello dell'anno successivo
    ma su questo è inutile speculare, solo il tempo potrà dare conferme
    C'ho la falla nel cervello


  5. #125
    Vento forte L'avatar di ale97
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    3,377
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Assolutamente vero....poi vorrei ricordare all'utente di Corridonia che le più grandi civiltà del passato ( egiziani, assiri, babilonesi, fenici...) sono nate in luoghi caldissimi.
    Aggiungo: la 81/10 non è affatto caldissima, differisce si e no di mezzo grado dalla 71/2000, certamente più calda la 91/2020....dopodichè fa comodo scrivere certe cose perchè si ama la neve e il freddo, ma a livello energetico ( consumi) la differenza è pressochè nulla.

    Ps: aggiungo una cosa, per la famosa legge di Murphi, sono quasi certo che il prossimo sarà l'inverno più freddo degli ultimi 50 anni
    Non è che le civiltà siano nate in luoghi caldi a caso, sono nate lì perché quei luoghi erano gli unici fertili nei dintorni dei luoghi di dove erano originari.

    Altrimenti cosa dobbiamo desumere da ciò? Che il caldo si sopporta bene al contrario del freddo? Che se ci abitavano gli egizi e i babilonesi allora sono luoghi vivibilissimi?
    Perché va bene che senza riscaldamento il freddo alle medie latitudini sarebbe preoccupante almeno quanto il caldo, ma non vedo proprio la necessità di trarre conclusioni di quel tipo


    PS: con questo ragionamento è nata un'antica civiltà anche nella valle ddll'Indo nell'odierno Pakistan.... Eppure non credo che qualcuno possa avere il coraggio di andare a tastare con mano la vivibilità
    Ultima modifica di ale97; 30/06/2022 alle 11:11

  6. #126
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    23
    Messaggi
    751
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    ah beh quella sì che è una cosuccia da nulla
    un paese di anziani dove la proporzione tra forza lavoro attiva e pensionati è sempre più sfavorevole di certo non rischia il collasso
    comunque per coerenza non dovrebbe firmare nessuno verso i cosidetti estremi
    se la china fosse inversa proprio negli inverni vedresti l'impatto maggiore con stagioni sempre più lontane dai riferimenti e sempre più condite da fenomeni di segno opposto a quelle che ci troviamo a commentare oggi
    spesso ho letto che tanto dal freddo ci si potregge più facilmente, eh ciula finché hai la possibilità di scaldarti sicuramente
    ma per scaldarti devi consumare energia ne più ne meno di quanto avviene oggi per difendersi dal caldo
    la stigmatizzazione dell'oscillazione climatica riguarda il processo in se o la direzione intrapresa?
    Saró catastrofista io ma tra 30 anni, se ancora saremo vivi guarderemo indietro e ci faremo un'amaran risata dicendoci :"Ahaha 30 anni fa pensavamo alle pensioni".
    (Che poi l'alternativa non l'ho mai intesa.. Crescere di milioni di persone all'infinito?).
    Per il resto se il GW fosse GC (Cooling) ci sarebbero problemi ugualmente seri (anzi per la gente comune un tragedia visto che "se non fa 30 gradi non é estate").
    Ma io preferirei 2-3 gradi sotto piuttosto che sopramedia non solo per un fattore di personale preferenza... Innanzitutto l'acqua mancherebbe molto meno, alle nostre latitudini per quanto possa fare freddo di sicuro non sarebbero estati fredde (quindi coltivazioni possibili e ci mancherebbe, negli Appennini fino a a 50 anni fa si coltivava fino a 1500 metri).
    Sulla questione energia il avremmo gli stessi consumi ma li il problema é diverso: la gente se non ha 22 gradi in casa non é contenta per cui é un problema di mentalitá. 15-18 gradi sono più che sufficienti e non é mai morto nessuna di ipotermia (così come i condizionatori troppo a palla d'estate... Io li amo e starei sempre a 18 gradi ma sia per il portafoglio che per etica non lo faccio).

  7. #127
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    37
    Messaggi
    13,228
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da ale97 Visualizza Messaggio
    Non è che le civiltà siano nate in luoghi caldi a caso, sono nate lì perché quei luoghi erano gli unici fertili nei dintorni dei luoghi di dove erano originari.

    Altrimenti cosa dobbiamo desumere da ciò? Che il caldo si sopporta bene al contrario del freddo? Che se ci abitavano gli egizi e i babilonesi allora sono luoghi vivibilissimi?
    Perché va bene che senza riscaldamento il freddo alle medie latitudini sarebbe preoccupante almeno quanto il caldo, ma non vedo proprio la necessità di trarre conclusioni di quel tipo
    ma infatti hai ragione
    probabilmente invece dobbiamo desumere che porre troppo l'accento sull'oscillazione climatica in se ci fa dimenticare che abbiamo sviluppato una società (e dei numeri) che dei famosi estremi non se ne può permettere manco uno a prescindere dalle caratteristiche degli stessi
    e quindi sarebbe opportuno concentrarsi sui nostri personalissimi problemi che non su quelli del resto del sistema terra
    altrimenti continuiamo a ribaltare il paradigma nel rapporto ontologico uomo-natura e ammesso e non concesso che ci saremo ancora, alla prossima violenta oscillazione continueremo a reiterare lo stesso modus agendi che ci ha portati fin qui
    con tutti i suoi pro e contro
    C'ho la falla nel cervello


  8. #128
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    37
    Messaggi
    13,228
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Saró catastrofista io ma tra 30 anni, se ancora saremo vivi guarderemo indietro e ci faremo un'amaran risata dicendoci :"Ahaha 30 anni fa pensavamo alle pensioni".
    (Che poi l'alternativa non l'ho mai intesa.. Crescere di milioni di persone all'infinito?).
    Per il resto se il GW fosse GC (Cooling) ci sarebbero problemi ugualmente seri (anzi per la gente comune un tragedia visto che "se non fa 30 gradi non é estate").
    Ma io preferirei 2-3 gradi sotto piuttosto che sopramedia non solo per un fattore di personale preferenza... Innanzitutto l'acqua mancherebbe molto meno, alle nostre latitudini per quanto possa fare freddo di sicuro non sarebbero estati fredde (quindi coltivazioni possibili e ci mancherebbe, negli Appennini fino a a 50 anni fa si coltivava fino a 1500 metri).
    Sulla questione energia il avremmo gli stessi consumi ma li il problema é diverso: la gente se non ha 22 gradi in casa non é contenta per cui é un problema di mentalitá. 15-18 gradi sono più che sufficienti e non é mai morto nessuna di ipotermia (così come i condizionatori troppo a palla d'estate... Io li amo e starei sempre a 18 gradi ma sia per il portafoglio che per etica non lo faccio).
    guarda, personalmente sul tema contributi non ho bisogno di aspettare 30 anni per farmi amare risate
    ma questo è un problema mio e per giunta è ot
    per il resto condivido l'accento sulla sensibilizzazione della coscienza comune verso un utilizzo meno smodato delle risorse e di conseguenza dei consumi
    non sprecare l'occasione per farne un problema di tutti è quanto mai opportuno
    Ultima modifica di Alessandro1985; 30/06/2022 alle 11:32
    C'ho la falla nel cervello


  9. #129
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    23
    Messaggi
    751
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Poi certo le produzioni sarebbero minori ma tanto mi pare la fine sia la stessa (un mio amico 30 q ad ettaro di grano.. Lo scorso anno stava sui 45 q).
    Inoltre quest'anno cho ha l'orto senza pozzo é impossibilitato a farlo sia perché la verdura si brucia, sia per le giuste restrizioni all'uso. (Arrivate troppo tardi).
    Bene adattarsi con invasi e quant'altro ma se non piove.. non piove.

  10. #130
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    18/10/21
    Località
    Bova Marina (RC)
    Messaggi
    318
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Sarà un'estate come quella del 2003?

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    E infatti non è successo, nè in Italia nè nel globo in generale. Il 2018 finora rimane ancora l'anno più caldo in Italia e il 2021 gli è rimasto dietro di ben 0,4°C, se vogliamo dirla tutta.


    E chi l'ha detto? Non mi sembra di certo che qui dentro ci fosse tutto sto ottimismo in vista dell'Estate.

    Anche il fatto di avere chiuso Marzo e Aprile sotto media 1991-2020 entrambe, faceva capire che avremmo pagato caro quell'inutile sotto media (inutile stante il periodo in cui era capitato).
    Considera che per l’estremo sud l’estate 2021 è l’antitesi di quella 2018, sia a livello termico che pluviometrico e basta prendere gli spaghi di fine giugno dello scorso anno per vedere de plano come l’ondata calda attuale sia nettamente superiore per durata e picchi a quella dello stesso periodo.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •