Pagina 9 di 12 PrimaPrima ... 7891011 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 115
  1. #81
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    12,515
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da and1966 Visualizza Messaggio
    Eh, purtroppo ci sono anche questi "effetti collaterali" tipo certi aspetti della vicenda Covid19 (e su questo argomento, mi fermo).

    Però ecco, e qui sta il senso del mio discorso, se si arrivasse ad assimilare la drammaticità della situazione climatica fino a quel punto (del Covid, intendo) come se fosse questione di vita o di morte, come ho scritto sopra, non sarebbe proprio deleterio.

    A mali estremi ....
    È ben diversa la cosa...il covid attualmente è una banale malattia da raffreddamento nel 99% dei casi che o non da sintomi o da dei sintomi lievi (qualche giorno di febbre, un po di mal di gola...)...l'emergenza climatica e ambientale soprattutto relativamente a certi hotspot quali il Mediterraneo è grave ,molto grave, si tratta veramente di vita o di morte o di vita da cambiare radicalmente negli stili contrariamente a quanto afferma l'utente minimizzatore...ol problema è che l'informazione relativamente all'aspetto climatico e ambientale è vergognosa e solo alla ricerca del sensazionalismo al punto di generare i negazionisti e i complottisti della "dittatura climatica "...alimentata da gente come Mercalli che fa del catastrofismo il suo cavallo di battaglia anziché essere più scientificamente pacato.

  2. #82
    Vento forte L'avatar di Diego Martin
    Data Registrazione
    24/12/03
    Località
    Uggiate Trevano (CO)
    Età
    42
    Messaggi
    3,388
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    ciao Diego, bello rileggerti
    sicuramente sono dinamiche normali del ghiacciaio, ma sono decisamente accelerate dai fattori climatici contingenti. in questo caso la somma della totale assenza di neve e di un caldo mostruoso da maggio non può non aver influito, mi sembra eccessivo onestamente ridurre tutto alle dinamiche normali di un ghiacciaio.
    Ciao!!! Io vi leggo sempre, ma purtroppo tempo per scrivere sempre ridotto a zero...

    Confermo quello che hai scritto, come avevo scritto il caldo è stato uno dei fattori che ha determinato la tragedia, ma non è l'unico. Potrebbe essere il fattore scatenante e non predisponente, ci vorrebbe qualche studio più approfondito, però trovo che l'informazione punti il dito tutto sul cambio climatico senza parlare degli altri fattori come anche il rischio del 'normale' distacco dei seracchi. Sentivo su SkyTg24 prima che la giornalista continuava a parlare di ghiacciai che si staccano... la voce seracchi non è stata pervenuta.

  3. #83
    Vento forte L'avatar di Albert0
    Data Registrazione
    31/10/08
    Località
    Udine nord
    Età
    53
    Messaggi
    3,190
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Quella di ieri mi pare purtroppo una tragica fatalità.
    Mettiamola cosi.
    Un grosso crollo ( il ghiacciaio della Marmolada ha perso 80% del volume in 100 anni) è prevedibile. Non deve per forza succedere con tanta gente sotto. Ed è più probabile con +10C, ma è una valore visto più o più volte.
    Fà parte della dinamica in atto, poi la dinamica esatta si ci si mette la fatalità.

  4. #84
    Vento forte L'avatar di Albert0
    Data Registrazione
    31/10/08
    Località
    Udine nord
    Età
    53
    Messaggi
    3,190
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    La divulgazione per come è stata fatta spesso e volentieri negli ultimi anni, almeno a livello mediatico, è spesso basata sul catastrofismo e su uno spirito assai poco costruttivo. E' un martellamento catastrofista senza soluzione di continuità. Per come viene fatta, secondo me, non fa che alimentare una sorta di rigetto nelle persone, che poi porta al negazionismo.
    Il tubo catodico, con la cloaca che quotidianamente sprigiona, è il primo responsabile.
    Sono in molto in accordo, ma questo è più un discoroso sulla nostra "società della spettaccolo", finisce cosi per ogni cosa
    Si può finire in rigetto perchè si instaura un pensiero unico.Io stesso a volte provo fastidio. Già il termine negazionista, che sembra che se ho altre idee sono nazista.
    A questo punto si è innescata la svolta verso la tecnologia green ( per fortuna ok), per cui ci sono triliardi in ballo chiuso il discorso l'economia ci porterà in quell direzione per forze ingovernabili di mercato.Si parla in questi gorni di vietare i motori a scoppio dal 2035, immaginate che interessi colossali ci sono in gioco.
    Ultima modifica di Albert0; 05/07/2022 alle 12:14

  5. #85
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    4,161
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da Albert0 Visualizza Messaggio
    Mettiamola cosi.
    Un grosso crollo ( il ghiacciaio della Marmolada ha perso 80% del volume in 100 anni) è prevedibile. Non deve per forza succedere con tanta gente sotto. Ed è più probabile con +10C, ma è una valore visto più o più volte.
    Fà parte della dinamica in atto, poi la dinamica esatta si ci si mette la fatalità.
    Senza polemica, per carità.
    Ma possiamo anche metterla così:
    oggi tutti sanno dire che si poteva prevedere. Il problema è che bisognava dirlo sabato, non ieri, oggi, domani.
    Sabato si doveva dire che c'era il rischio di una cosa mai successa prima.

    Si poteva fare? Certo. Si potevano chiudere mezze dolomiti? Certo.
    Poi magari non succedeva e le polemiche non finivano mai.
    Che sfiga, crepo!

  6. #86
    Vento fresco L'avatar di and1966
    Data Registrazione
    24/02/09
    Località
    Mariano C. (CO)
    Età
    55
    Messaggi
    2,828
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    È ben diversa la cosa...il covid attualmente è una banale malattia da raffreddamento nel 99% dei casi che o non da sintomi o da dei sintomi lievi (qualche giorno di febbre, un po di mal di gola...)...l'emergenza climatica e ambientale soprattutto relativamente a certi hotspot quali il Mediterraneo è grave ,molto grave, si tratta veramente di vita o di morte o di vita da cambiare radicalmente negli stili contrariamente a quanto afferma l'utente minimizzatore...ol problema è che l'informazione relativamente all'aspetto climatico e ambientale è vergognosa e solo alla ricerca del sensazionalismo al punto di generare i negazionisti e i complottisti della "dittatura climatica "...alimentata da gente come Mercalli che fa del catastrofismo il suo cavallo di battaglia anziché essere più scientificamente pacato.
    Personalmente non credo, purtroppo, che una pacata discussione con tanto di dati, ancorché resi più agili per una maggiore fruibilità ed immediatezza di comprensione, facciano presa sulla massa dei "negazionisti ad ogni costo".

    Ricordo che in passato era così, e comunque l' ironia era sempre dietro l' angolo verso queste Cassandre.

    Il problema è che finché "chi comanda" penserà solo ai propri interessi di bottega e di tasca, il negazionismo troverà sempre terreno fertile, grazie al seguito di ignoranti cronici che non vogliono rinunciare, oltretutto, alla propria vita opulenta.

    Edit per il Mod e tutti: scusate l' ampio OT. Mi fermo qui.
    " Intra Tupino e l'acqua che discende del colle eletto dal beato Ubaldo,
    fertile costa d'alto monte pende........" Dante, Paradiso XI
    - In avatar, il mio mondo : Omar, Sarah, il cantiere e .... la neve!

  7. #87
    Vento forte L'avatar di Albert0
    Data Registrazione
    31/10/08
    Località
    Udine nord
    Età
    53
    Messaggi
    3,190
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Senza polemica, per carità.Ma possiamo anche metterla così:oggi tutti sanno dire che si poteva prevedere. Il problema è che bisognava dirlo sabato, non ieri, oggi, domani.Sabato si doveva dire che c'era il rischio di una cosa mai successa prima.Si poteva fare? Certo. Si potevano chiudere mezze dolomiti? Certo.Poi magari non succedeva e le polemiche non finivano mai.
    E' in monitoraggio il distacco di un blocco simile, che avverrà nei prossimi anni.
    Cosa possiamo fare?
    Niente, a meno di non voler transennare tutte le zone sotto i ghiacciai. Non mi sembra il caso, IMO rientra nel generico rischio da montagna ( che non è un ambiente molto gentile con l'uomo)

    Se vogliamo parlare di distacchi e rischi più severi, piuttosto le valanghe.
    Morti su morti ogni anno, nostante la prevedibilità dei momenti di rischio, i bolllettini, il sistema di soccorso. Una caso cosi è eccezionale, i morti da valanga no. Anche dopo nevicate da 1 metro con bollettini che dicono di non mettere neanche il naso fuori pista.
    La più "bella" che conosco è di due del soccorso alplino travolti . Non durante il lavoro, ma per farsi una bella sciata in neve fresca extra. Questo appunto dopo una nevicata di oltre 100cm con rischio massimo. Non sono morti solo perchè il fatto è avvenuto in zona molto frequentata e li hanno visti e tirati fuori molto rapidamente.

  8. #88
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    4,161
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da Albert0 Visualizza Messaggio
    E' in monitoraggio il distacco di un blocco simile, che avverrà nei prossimi anni.
    Cosa possiamo fare?
    Niente, a meno di non voler transennare tutte le zone sotto i ghiacciai. Non mi sembra il caso, IMO rientra nel generico rischio da montagna ( che non è un ambiente molto gentile con l'uomo)

    Se vogliamo parlare di distacchi e rischi più severi, piuttosto le valanghe.
    Morti su morti ogni anno, nostante la prevedibilità dei momenti di rischio, i bolllettini, il sistema di soccorso. Una caso cosi è eccezionale, i morti da valanga no. Anche dopo nevicate da 1 metro con bollettini che dicono di non mettere neanche il naso fuori pista.
    La più "bella" che conosco è di due del soccorso alplino travolti . Non durante il lavoro, ma per farsi una bella sciata in neve fresca extra. Questo appunto dopo una nevicata di oltre 100cm con rischio massimo. Non sono morti solo perchè il fatto è avvenuto in zona molto frequentata e li hanno visti e tirati fuori molto rapidamente.
    Purtroppo c'è poco da fare. La montagna è pericolosa. C'è una piccola strage silenziosa, basta scorrere le pagine di cronaca.

    Cronaca ed ultime notizie sulla montagna e alpinismo | Montagna.TV

    Nel mio piccolo, senza fare grandi cose, pur seguendo persone decisamente più esperte, e facendo corsi, mi sono reso conto che il pericolo è sempre dietro l'angolo.
    Che sfiga, crepo!

  9. #89
    Vento forte L'avatar di Diego Martin
    Data Registrazione
    24/12/03
    Località
    Uggiate Trevano (CO)
    Età
    42
    Messaggi
    3,388
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Citazione Originariamente Scritto da Albert0 Visualizza Messaggio
    E' in monitoraggio il distacco di un blocco simile, che avverrà nei prossimi anni.
    Cosa possiamo fare?
    Niente, a meno di non voler transennare tutte le zone sotto i ghiacciai. Non mi sembra il caso, IMO rientra nel generico rischio da montagna ( che non è un ambiente molto gentile con l'uomo)

    Se vogliamo parlare di distacchi e rischi più severi, piuttosto le valanghe.
    Morti su morti ogni anno, nostante la prevedibilità dei momenti di rischio, i bolllettini, il sistema di soccorso. Una caso cosi è eccezionale, i morti da valanga no. Anche dopo nevicate da 1 metro con bollettini che dicono di non mettere neanche il naso fuori pista.
    La più "bella" che conosco è di due del soccorso alplino travolti . Non durante il lavoro, ma per farsi una bella sciata in neve fresca extra. Questo appunto dopo una nevicata di oltre 100cm con rischio massimo. Non sono morti solo perchè il fatto è avvenuto in zona molto frequentata e li hanno visti e tirati fuori molto rapidamente.
    Il caso eccezionale è dato dal fatto che ha travolto della gente... se no seracchi che si staccano sono all'ordine del giorno... quanti boati ho sempre sentito salendo al rifugio guide di Ayas, come anche le nottate passate a Cime Bianche ai primi di settembre... tantissima gente pensa che i ghiacciai siano immobili, ma invece hanno le loro dinamiche e la forza che esercitano può distruggere o modellare parti di montagna... la storia geomorfologia delle nostre Alpi ne è piena zeppa di esempi di cosa possono fare

  10. #90
    Burrasca L'avatar di Corry
    Data Registrazione
    24/11/04
    Località
    Ronago (CO)
    Età
    48
    Messaggi
    5,011
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: importante e massiccio collasso del ghiacciaio della Marmolada con conseguente valanga

    Un’altra cosa triste che sto notando e sarebbe interessante se qualcuno lo potesse confermare con uno studio, è che la temperatura dell’acqua del rubinetto della mia casa in montagna, che arriva direttamente da un acquedotto molto vicino che la pesca a monte, è sicuramente aumentata negli anni. Ovviamente parlo del periodo estivo. Prima facevi fatica a tenerci un piede dentro per un minuto, adesso è fredda ma ben sopportabile.
    Era solo un’influenza. Andava tutto bene.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •