Pagina 3 di 11 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 107
  1. #21
    Vento forte L'avatar di Andrea92
    Data Registrazione
    13/02/10
    Località
    Falcone (ME)
    Età
    32
    Messaggi
    3,076
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    La 1° decade a Falcone termina così:

    - media Tmax = +17.6°C (+1.3 rispetto alla media decadale 2010-2022);
    - media Tmin = +10.8°C (+1.1 rispetto alla media decadale 2010-2022);
    - media totale = +14.2°C (+1.2 rispetto alla media decadale 2010-2022)

    Si piazza al 4° posto assoluto tra le più calde dietro a quella del 2018 (+16.1°C), 2016 (+15.9°C), 2021 (+15.4°C)


    Davis Vantage Pro 2 - Installazione urbana su tetto

    ESTREMI ASSOLUTI (dal 2010):


    Massima più alta: +46.1°C il 25-07-2023
    Minima più alta: +30.4°C il 25-07-2023
    Massima più bassa: +6.3°C il 07-01-2017
    Minima più bassa: +1.3°C il 07-01-2017
    Heat Index più alto: +49.5°C il 24-07-2023
    Windchill più basso: -5.3°C ​il 07-01-2017
    Dew Point più alto: +27.8°C il 22-07-2023
    Dew Point più basso: -8.8°C il 25-04-2013
    Accumulo maggiore in 24h: 91.2 mm il 13-10-2021
    Rain rate più alto: 218.4 mm/hr il 20-08-2018
    Livello pressione più alto: 1036.8 hPa il 17-03-2010
    Livello pressione più basso: 984.6 hPa il 23-03-2016
    Raffica di vento più forte: 119 km/h il 06-03-2013

  2. #22
    Vento teso L'avatar di MarcoT
    Data Registrazione
    25/08/20
    Località
    Marghera (VE)
    Età
    20
    Messaggi
    1,976
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Credo che gli unici confronti validi sarebbero con qualcuna dell'estate 2003 rispetto alla 71/00 allora in vigore, ma ne dubito fortemente.
    Pensa che nemmeno i confronti con gennaio/febbraio 2014 tengono, anomalie mensili sì fortissime ma nessuna decade così assurda

  3. #23
    Burrasca L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila Roio Piano792mt
    Età
    51
    Messaggi
    5,902
    Menzionato
    4 Post(s)

    Thumbs down Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    L'Aquila Roio Piano (abitazione) prima decade gennaio 2023 anomalia termica positiva +3,2° sopra media su base decadale gennaio periodo 2000-2022

    L'Aquila Roio Piano temperature medie prima decade gennaio 2023 :

    min -0,9° max +12,8° media +5,9°

    L'Aquila Roio Piano temperature medie prima decade gennaio periodo 2000-2022 :

    min -2,6° max +8,1° media +2,7°
    Nato a Roma, trasferito da Roma zona Garbatella a L'Aquila Roio Piano il 17/12/2011. Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  4. #24
    Uragano L'avatar di zione
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Sondrio 290 m. (SO)
    Età
    55
    Messaggi
    46,827
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Pronti…via ed è subito record qui a Sondrio: la 1^ decade di questo gennaio, con medie di +1.9/+9.3, ha letteralmente asfaltato ogni anomalia positiva relativa a gennaio, sia dal 2003 ovvero da quando rilevo i dati ma, dando un occhio anche ai dati storici, anche dal 1971 e probabilmente da sempre !

    +5.6º sulla decadale di riferimento (1981-10), battuta quindi anche la 2^ del 2007 che chiuse a +5.1º.

    Impressionante soprattutto l’anomalia sulle Tmin che è quasi di +7º (sette gradi !!), ricordo che qui la 1^ di gennaio con -4.9 di media delle Tmin è il periodo più freddo dell’anno.
    In passato (recente peraltro…) c’era stata ancora la 1^ decade del 2018 che era stata “folle” sempre riguardo le Tmin chiudendo con una media di +1.0, quest’anno abbiamo quindi raggiunto in tal senso picchi credo impensabili qui x il periodo…..

    Notevole ovviamente anche il valore delle Tmax, ma qui in passato e sempre riguardo la 1^ decade alcune volte ci siamo già almeno avvicinati (+8.1 nel 2005, +8.3 nel 2015, +9.1 nel 2019 e +8.3 nel 2020, tanto per citare le più alte).

    Ripeto, autentica follia a livello termico quello vissuto qui in questi primi 10 gg di gennaio, pazzesco davvero !

    24.5 mm dal pluvio, praticamente già la metà dei mm attesi nell’intero mese.



  5. #25
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Fulvio1966 Visualizza Messaggio
    Prima decade di gennaio a Salzano da record, anche qui, dopo aver battuto la temperatura massima più alta con 16.0° registrata oggi (precedente 14.9° del 2014), la media dei 10 giorni è stata di 9.1° a ben +5.1° dalla media 05/23 (la più calda di sempre, preme specificare) e credo anomalia più corposa di tutte le decadi mai registrate fin'ora di tutti i mesi! Ma è la media minime con 6.5° a rendere questa prima decade molto più di eccezionale, con +6.2° dalle medie 05/23 che è di 0.3° (fino a ieri unica assieme alla II decade a stare sotto lo zero, da oggi rimane solo la II decade di gennaio ad avere una media minime negativa di -0.2°).
    Nessuna minima negativa, altro record.
    Pioggia accumulata 26.9 mm in due giornate piovose.
    Con un'anomalia sui 30 giorni distribuita all'interno di un singolo mese "nominale" anzichè ripartita tra la seconda metà di dicembre e la prima metà di gennaio, molte aree italiane avrebbero sfornato come minimo una mensilità paragonabile al giugno 2003, all'agosto 2003 o all'ottobre 2022 (nel Nord Italia) per livello di eccezionalità...
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  6. #26
    Vento fresco
    Data Registrazione
    16/07/22
    Località
    Trieste - periferia alta 290 m
    Età
    58
    Messaggi
    2,988
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Con un'anomalia sui 30 giorni distribuita all'interno di un singolo mese "nominale" anzichè ripartita tra la seconda metà di dicembre e la prima metà di gennaio, molte aree italiane avrebbero sfornato come minimo una mensilità paragonabile al giugno 2003, all'agosto 2003 o all'ottobre 2022 (nel Nord Italia) per livello di eccezionalità...
    Credo proprio di si, diciamo che fino al 20 circa di dicembre le anomalie non sono state così corpose, il grosso è iniziato proprio nell'ultima decade e ha proseguito fino a ieri.
    Vediamo come prosegue gennaio, sicuramente alla fine i +5° che abbiamo accumulato verranno smorzati parecchio, quindi l'anomalia finale sarà molto distante dai mesi da te citati.

  7. #27
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,125
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    aggiornato a ieri, aeroporto di Falconara, ma dati praticamente sovrapponibili ai miei

    Schermata del 2023-01-11 21-56-52.png

    +4,4 sulla 81/10, lievemente meglio a livello regionale con un +4 secco

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  8. #28
    Vento forte L'avatar di appassionato_meteo
    Data Registrazione
    01/09/14
    Località
    Artegna (UD) 191 mslm
    Messaggi
    4,551
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Ecco la parte iniziale di gennaio per la stazione Osmer di Udine S.Osvaldo:

    • Media minime 6.8°C, +6.9°C dalla media 1992/2020, estremi 1.1°C/9.4°C, nuova media record positiva (battuto il 2014 di ben 2.1°C) su 32, un valore sotto i cinque gradi.
    • Media medie 9.2°C, +5.4°C dalla media, estremi 6.7°C/10.1°C, nuova media record positiva (battuto il 2014 di 1.4°C), un valore sopra i dieci gradi.
    • Media massime 11.8°C, +3.7°C dalla media, estremi 10.3°C/14.6°C, nuova media record positiva (battuto il 2020 di otto decimi).
    • Escursione termica giornaliera 5°C, -2.3°C dalla media, estremi 1°C (nuovo record, battuti i 1.6°C del tre e quattro gennaio 2022)/11.7°C, terzo posto fra le più basse.
    • Radiazione solare media 2484 KJ\mq, -1447 dalla media, estremi 616/6948 KJ\mq, ottavo posto fra le meno soleggiate.
    • Caduti 61.3 mm in due giorni.
    • Pressione media 1011.8 hPa, +5.1 hPa dalla media 1994/2020, estremi 992.7/1020.2 hPa, ottavo posto su trenta fra le più alte insieme al 2006.
    • Media ad 850 hPa 3°C, +3.1°C dalla media 1991/2020, estremi -1.3°C/8°C, quinto posto su 42 tra le più calde, due valori negativi e tre sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2545 metri, +951 dalla media, estremi 1533/3620 metri, nuova media record positiva (battuto il 2020 di 132 metri), cinque valori inferiori ai duemila metri ed undici superiori ai 2500 (di cui tre sopra i tremila ed uno oltre i 3500).

    Inizio anno caldissimo sia al suolo che in quota; al suolo, in particolare per minime e medie, si sono avute anomalie altissime e direi folli.
    Quasi tutta la decade ha visto la prosecuzione del clima instauratosi nella seconda parte di dicembre: in pianura cielo spesso coperto con nebbia e qualche pioviggine, sereno e caldo in alta montagna.
    Le temperature minime e medie, stante la persistente copertura nuvolosa e le poche pause, sono state elevatissime; riguardo le temperature minime, questa decade è al primo posto tra quelle di gennaio (batte il periodo 11-20 gennaio 2014 di tre decimi) e segue solo di un decimo quella più calda di tutto l’inverno (che è la prima di dicembre 2006).
    Se consideriamo lo scarto dalla propria media, essa è quella che ha lo scarto positivo più elevato anche considerando tutte quelle degli altri mesi (in questo caso è davanti alla coppia 21-30 novembre 2002 e 11-20 gennaio 2014); essa ha anche il maggior scarto in valore assoluto, per cui possiamo dire che questa decade è stata la più anomala in assoluto almeno dal 1991 in poi.
    Nel caso delle temperature medie, questa decade è sempre prima fra quelle di gennaio (batte sempre il periodo 11-20 gennaio 2014 di tre decimi) ed è sesta assoluta fra quelle invernali; il suo scarto dalla media è il secondo assoluto, segue di un decimo quello del periodo 21-30 novembre 2002.
    Gran caldo anche in quota: la temperatura non ha raggiunto picchi molto alti a differenza del 2022, ma la persistenza di valori ben sopra lo zero ha portato la decade a pochi decimi dal record decadale.
    Lo zero termico, stante i molti valori elevati (di cui uno addirittura sopra i 3500 metri, soglia estiva) è stato da record.
    È passata una sola perturbazione, tra domenica otto e lunedì nove: stante il caldo preesistente essa non ha quasi portato neve a bassa quota, ma ha avuto il merito di portare piogge ingenti e diffuse.
    Per il resto, l’escursione termica ed il soleggiamento sono stati bassi mentre la pressione atmosferica è stata elevata; da segnalare il nuovo record negativo di escursione termica, che ha avvicinato moltissimo quello mensile ed assoluto (0.8°C il 14 dicembre 2000 ed il 21 gennaio 2007).
    Riassumendo, questa decade entrerà nella storia.
    Discussione che raccoglie medie e statistiche sulle grandezze in quota (principalmente medie ad 850 hPa, quota ZT, geopotenziali a 500 hPa) di Udine:
    http://forum.meteotriveneto.it/showt...tiche-in-quota

  9. #29
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,962
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Che a solo un anno di distanza dalla già calda prima decade di Gennaio 2022 anche il 2023 si sarebbe potuto aprire in questo modo era davvero improbabile, ma i tempi del GW sono ravvicinati, e come già accaduto per la terza decade di Giugno nel 2022 nulla impedisce dati nuovamente così eccezionali si possano ripetere appena l'anno successivo.


    Climaticamente la prosecuzione del caldissimo Dicembre 2022 in atmosfera, e meteorologicamente l'appendice finale della fase anticiclonica della seconda metà mensile fino al 3, la prima decade di Gennaio ha visto condizioni molto calde per il periodo sia al suolo sia in troposfera (specialmente quest'ultima), e solo negli ultimi due giorni è giunto il primo serio accenno di inverno del 2023 e il secondo della stagione.




    Di seguito le medie della prima decade di Gennaio 2023 a Brindisi Casale:

    media min: 7,9° (+1,5° dalla decadale 71/00)
    media max: 15,6° (+2,6° dalla decadale 71/00)
    media tot: 11,75° (+2,05° dalla decadale 71/00)

    Chiude a +1,8° dalla decadale 81/10 e +1,7° dalla decadale 91/20. Non ho calcolato la decadale 2011-20 per mancanza di diversi dati e per una sovrastima nelle massime nel 2016, che dovrei correggere ma che mi porterebbe via molto tempo.


    Per quanto mite, non è neppure nella top 5 delle più calde prime decadi di Gennaio. Il regime anticiclonico favorevole alle inversioni notturne, unito a venti predominanti dai quadranti settentrionali durante il giorno, hanno limato di molto le anomalie positive.
    La media massime però è altissima se rapportata, appunto, alla ventilazione diurna che è si è avuta. Non ne avrei avuto bisogno, ma per eccesso di zelo ho comunque controllato l'intera serie storica e posso certificare ora in maniera definitiva che non esiste precedente, non è mai successo in qualunque Gennaio degli ultimi 72 anni che le massime, sotto vento dal mare/vento da nord, fossero superiori alla soglia dei 15°. Addirittura, fatte salve due massime di 15.3° e 15.4°, ad inizio mese le massime sono state tra i 15,7° e i 16°! E' aldilà di qualsiasi immaginazione, normalmente la media max sotto vento dal mare dovrebbe assestarsi, anche sotto isoterme molto miti, al di sotto dei 14,5° (come accadde appunto lo scorso anno)!

    Per dare un'idea chiara, ci sono diversi mesi di Gennaio che non hanno mai superato i 16°, alcuni persino i 15.5°; inoltre massime del genere si osservano a Gennaio in condizioni standard in presenza di blandi prefrontali con annessa risalita mite.


    La media massime è stata dunque la più anomala, chiudendo in perfetta continuità con le anomalie iper-positive (+2,5/+3°) che si sono viste anche in tutte le precedenti 3 decadi di Dicembre.
    Soltanto il rientro in media a seguito del fronte freddo del 10 ha impedito di stabilire quella che altrimenti sarebbe stato un certo record: la massima più bassa della decade, infatti, è stata stabilita proprio il 10, con 13.6° (contro i 15,3° di max più bassa dei precedenti 9 gg). Ciononostante si tratta comunque della quinta massima più bassa la più alta tra tutte le prime decadi di Gennaio dal 1951, in realtà un terzo posto per valore assoluto in quanto si pone dietro ad un primo posto condiviso da ben 3 anni (1963, 1999, 2014) con la stessa massima più bassa in prima decade (14°), ed un secondo posto occupato dal 2003 con una massima decadale più bassa di 13,8°.



    Un record però la prima decade di Gennaio 2023 riesce a strapparlo: la giornata più "fredda", infatti, è stata quella dell'8, con una media grezza giornaliera di 11,1° che rappresenta il nuovo record per la più calda giornata più "fredda" della prima decade di Gennaio tra tutte le prime decadi dal 1951. Battuta, di appena +0.1°, la prima decade di Gennaio 1963, che ebbe come giorno più "freddo" il 4 con una media grezza di 11°.
    E' interessante, in proposito, constatare come più giornate di questa prima decade del 2023 si siano tenute su quella media giornaliera minima: il 2 (11.15°), il 6 (11.2°), il 7 (11.2°), l'8 (11.1°) e pure il 10 (11.15°)!




    Atmosfera- In atmosfera è stata letteralmente un'altra stagione.
    Queste sono state le medie (da me ricostruite per la verticale di Brindisi; anomalie rispetto alla mensile 81/10) alle varie quote:

    • 850 hPa: 5,5° (+4,1° dalla 81/10)
    • 700 hPa: -1,3° (+5,2° dalla 81/10)
    • 500 hPa: -19,2° (+4,1° dalla 81/10)
    • ZT: 2916 m (+1023 m dalla 81/10)


    Ad un solo anno di distanza dalla già eccezionale prima decade di Gennaio 2021 si vengono a riscrivere nuovamente gli annali:

    • terzo posto per la più alta media termica a 850 hPa per la prima decade di Gennaio dal 1973, dietro solo a 2001 e 2022, e a pari merito con il 2018; da notare come 3 dei 4 anni sul podio siano recentissimi (2018, 2022 e ovviamente 2023)
    • addirittura nuovo record per la più alta media termica a 700 hPa per la prima decade di Gennaio dal 1973; da osservare come il precedente record fosse del 2018, seguito a -0,05° dal 2022 (l'anno scorso!), per cui in questo caso non solo tutti gli anni del podio sono recentissimi, ma addirittura il 2022 aveva già sfiorato il record che è stato di gran lunga riscritto dal 2023!
    • secondo posto per la più alta media termica a 500 hPa per la prima decade di Gennaio dal 1973, a pari merito con il 2001; davanti per soli +0,2° la prima decade del 1982
    • di gran misura nuovo record per la più alta media dello ZT in prima decade di Gennaio dal 1973; come già successo a 700 hPa (e d'altronde, effettivamente, lo ZT è stato talmente elevato da collocarsi all'incirca alla quota gpt dei 700 hPa, per cui è ovvio che ambedue siano da record) i precedenti primati erano del 2018 e del 2022 (quest'ultimo dietro al 2018 di 50 m) e sono stati pesantemente riscritti dal 2023 di +230/+280 m!


    Medie così elevate non potevano che competere persino con le altre decadi mensili, impresa già riuscita peraltro anche l'anno scorso:

    • quarto posto per la più alta media termica a 850 hPa per una qualunque decade di Gennaio dal 1973, a pari merito con la prima del 2018 e dietro, oltre alle già citate prime decadi di 2001 e 2022, anche alla seconda decade di Gennaio 1993 (concorrente inatteso vista l'ondata della prima decade)
    • secondo posto per la più alta media termica a 700 hPa per una qualunque decade di Gennaio dal 1973, a pari merito con la seconda decade del 2007 e dietro solo alla già citata seconda decade del 1993, l'unica decade della storia di Gennaio ad aver superato a 700 hPa lo zero
    • quarto posto per la più alta media termica a 500 hPa per una qualunque decade di Gennaio dal 1973, a pari merito con la prima del 2001 e dietro, oltre alla prima del 1982, anche alle seconde decadi del 1993 e del 2007
    • secondo posto per la più alta media dello ZT per una qualunque decade di Gennaio dal 1973, sempre dietro alla seconda del 1993, che ebbe come media dello ZT lo strabiliante valore di 3142 m



    A differenza del 2022, sono mancati picchi massimi record, con la sola eccezione della quota isobarica dei 500 hPa dove il 2/1 si sono toccati i -14,4° a costituire la seconda più alta temperatura a 500 hPa in prima decade di Gennaio dal 1973, la sesta o settima considerando tutte le decadi mensili dal 1973.

    Sono mancati anche picchi minimi significativi perchè elevati, questo per via della perturbazione di fine decade che ha determinato un afflusso d'aria fredda e bassi gpt.


    Parlando di gpt, la decade si è distinta per un campo di alta pressione eredità del forte campo dell'ultima decade di Dicembre.
    Nonostante i bassi gpt degli ultimi due giorni, i livelli sostenuti dalla prima settimana del mese hanno inevitabilmente portato a stabilire:

    • il quarto posto per la più alta media della quota gpt 850 hPa (1544 m) in prima decade di Gennaio dal 1973
    • il secondo posto per la più alta media della quota gpt 700 hPa (3114 m) in prima decade di Gennaio dal 1973
    • il secondo posto per la più alta media della quota gpt 500 hPa (5706 m) in prima decade di Gennaio dal 1973


    Notevoli in questo caso i picchi massimi raggiunti dalle altezze gpt:

    • quinto posto (evita il sesto di solo 1 m!) per la più alta quota gpt 850 hPa (1616 m) in prima decade di Gennaio dal 1973
    • terzo posto ex aequo con il 2005 per la più alta quota gpt 700 hPa (3199 m) in prima decade di Gennaio dal 1973
    • nuovo record per la più alta quota gpt 500 hPa (5820 m) in prima decade di Gennaio dal 1973





    La prima decade di Gennaio inaugura il 2023 già con folli anomalie positive, specialmente in atmosfera. Al suolo sono rilevanti ma non eccezionali, ed è da considerare che esse sono per lo più eredità di un autunno del tutto privo, dal 25 Settembre, del minimo episodio freddo degno di questo nome. In altri inverni, nonostante non si possa dire che la massa d'aria in quota non fosse a sua volta da record o quasi, il mare meno caldo avrebbe significato almeno 1° in meno nella media max, e dunque una media grezza almeno mezzo grado più bassa.
    Non è andata male come al Nord Italia o nel resto d'Europa, specialmente Mittleuropa, dove ho letto anomalie folli e mai viste (+7/+8° dalla mensile, e si parla della prima decade di Gennaio per cui rispetto alla decadale è probabilmente anche di più considerando che potrebbe essere in alcune zone la più fredda decade del mese!), ma non è andata neppure bene, specialmente visto il trascorso di Dicembre.
    In atmosfera, per l'appunto, è stata la quarta decade chiusa a +4/+5° dalla media pressochè a tutte le quote, credo che non esista alcun precedente nella serie storica! Letteralmente 40 giorni di pura follia climatica, di cui gli ultimi 20 sono l'apice.
    E' come se Novembre si fosse allungato a dismisura fino a prendersi non solo Dicembre ma anche Gennaio, e peraltro le medie rilevate nelle ultime 4 decadi sono state spessissimo addirittura sopra (!!!!) la 81/10 mensile di Novembre!

    Le previsioni lasciano trasparire una seconda decade più vicina alle medie, anche se presumo chiuderà sopra un po' perchè di freddo vero non ce ne sarà sullo scenario mediterraneo, un po' per sfortuna con i venti e un po' per via del mare caldo. Sarà in questo senso un periodo istruttivo.
    La speranza è che l'inverno sappia mostrarsi finalmente dopo essere rimasto nascosto per troppo tempo.
    Ultima modifica di burian br; 12/01/2023 alle 15:02

  10. #30
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Preonzo), TI, Svizzera
    Età
    25
    Messaggi
    4,800
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da zione Visualizza Messaggio
    Pronti…via ed è subito record qui a Sondrio: la 1^ decade di questo gennaio, con medie di +1.9/+9.3, ha letteralmente asfaltato ogni anomalia positiva relativa a gennaio, sia dal 2003 ovvero da quando rilevo i dati ma, dando un occhio anche ai dati storici, anche dal 1971 e probabilmente da sempre !

    +5.6º sulla decadale di riferimento (1981-10), battuta quindi anche la 2^ del 2007 che chiuse a +5.1º.

    Impressionante soprattutto l’anomalia sulle Tmin che è quasi di +7º (sette gradi !!), ricordo che qui la 1^ di gennaio con -4.9 di media delle Tmin è il periodo più freddo dell’anno.
    In passato (recente peraltro…) c’era stata ancora la 1^ decade del 2018 che era stata “folle” sempre riguardo le Tmin chiudendo con una media di +1.0, quest’anno abbiamo quindi raggiunto in tal senso picchi credo impensabili qui x il periodo…..

    Notevole ovviamente anche il valore delle Tmax, ma qui in passato e sempre riguardo la 1^ decade alcune volte ci siamo già almeno avvicinati (+8.1 nel 2005, +8.3 nel 2015, +9.1 nel 2019 e +8.3 nel 2020, tanto per citare le più alte).

    Ripeto, autentica follia a livello termico quello vissuto qui in questi primi 10 gg di gennaio, pazzesco davvero !

    24.5 mm dal pluvio, praticamente già la metà dei mm attesi nell’intero mese.


    Prima decade qualcosa di sensazionale anche qui a Bellinzona Nord con un'anomalia di +5.2°C sulla 91/20 e batte pure di 0.1°C l'omologa del 2019 dopata dal favonio (non solo ritenevo impensabile una tale decade allora, ma ritenevo impensabile che potesse essere anche battuta). Parliamo di livelli sopramedia per novembre... Negli ultimi 20 anni sono pochissime le decadi che superano i +5°C di anomalia, purtroppo non ho ancora statistiche approfondite prima del 2017 magari @Perlecano ha qualche idea.

    Ma poi che ambizioni può avere un mese che parte con un +5°C decadale?... come 4 anni fa non sarà neanche sufficiente una fase invernale per buttarlo fuori dai primi posti (e se va in un certo modo forse neanche dal primo, ma è presto)...

    Abbiamo già citato le minime che si sono avvicinate ai record di sempre di gennaio, e probabilmente per non essere favoniche lo sono anche largamente con valori sui 6-7°C...). Massime che poi hanno spesso superato 10°C senza favonio (cosa veramente notevole), poi però il 5 è arrivato pure lui a portare un 16.4°C abbastanza rilevante.

    Non finisce qui perché poi si segnala che dal 29 dicembre al 10 gennaio nessuna minima è stata negativa (+0.6°C) e la serie di 13 giornate consecutive è nettamente un record nella mia serie ventennale per un periodo invernale (in precedenza serie di 8-9 due volte nel 2014). Poi dove anche per miracolo è riuscito a fare una gelata, è stata comunque lievissima ed è forse comunque la più alta di sempre per la prima decade di gennaio nelle zone di pianura.

    Di periodi caldi ne abbiamo visti parecchi ultimamente, ma questo veramente è di uno scalino ancora superiore.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •