Pagina 4 di 11 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 107
  1. #31
    Uragano
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    34
    Messaggi
    20,888
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Ia decade incresciosa, dal 2002 in avanti, cioè da quando registro dati, seconda solo a quella del 2018: +3.35 sulla 1991-2020

    Prima parte dell'inverno che ha veramente pochi precedenti a Napoli, molto simile al 2000-01 o 1955-56 (si, avete letto bene). Speriamo cambi bruscamente ...


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  2. #32
    Vento teso L'avatar di MarcoT
    Data Registrazione
    25/08/20
    Località
    Marghera (VE)
    Età
    19
    Messaggi
    1,782
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Dopo i primi 15 giorni, a Venezia Tessera l'anomalia termica sulla 1981-2010 finale è ancora di +5,2°C ossia +4,8°C su 1991-2020. Il 2014 è per ora secondo ma nei prossimi giorni ritornerà a essere il più caldo.

  3. #33
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    25
    Messaggi
    2,668
    Menzionato
    554 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Prima decade qualcosa di sensazionale anche qui a Bellinzona Nord con un'anomalia di +5.2°C sulla 91/20 e batte pure di 0.1°C l'omologa del 2019 dopata dal favonio (non solo ritenevo impensabile una tale decade allora, ma ritenevo impensabile che potesse essere anche battuta). Parliamo di livelli sopramedia per novembre... Negli ultimi 20 anni sono pochissime le decadi che superano i +5°C di anomalia, purtroppo non ho ancora statistiche approfondite prima del 2017 magari @Perlecano ha qualche idea.

    Ma poi che ambizioni può avere un mese che parte con un +5°C decadale?... come 4 anni fa non sarà neanche sufficiente una fase invernale per buttarlo fuori dai primi posti (e se va in un certo modo forse neanche dal primo, ma è presto)...

    Abbiamo già citato le minime che si sono avvicinate ai record di sempre di gennaio, e probabilmente per non essere favoniche lo sono anche largamente con valori sui 6-7°C...). Massime che poi hanno spesso superato 10°C senza favonio (cosa veramente notevole), poi però il 5 è arrivato pure lui a portare un 16.4°C abbastanza rilevante.

    Non finisce qui perché poi si segnala che dal 29 dicembre al 10 gennaio nessuna minima è stata negativa (+0.6°C) e la serie di 13 giornate consecutive è nettamente un record nella mia serie ventennale per un periodo invernale (in precedenza serie di 8-9 due volte nel 2014). Poi dove anche per miracolo è riuscito a fare una gelata, è stata comunque lievissima ed è forse comunque la più alta di sempre per la prima decade di gennaio nelle zone di pianura.

    Di periodi caldi ne abbiamo visti parecchi ultimamente, ma questo veramente è di uno scalino ancora superiore.
    Vedo che giugno 2003 da te ha chiuso a +4,4 °C sulla 91/20, penso che la seconda decade possa aver chiuso sopra il +5 °C, almeno al livello della prima decade del gennaio in corso. Aprile 2011 comunque da me ha una prima decade fuori di testa, oltre i +6 °C sulla 91/20; da te, anche avesse fatto anomalie più contenute, dubito si sia riusciti a stare sotto i +5 °C. Ci sono discrete probabilità di un sopramedia pari o superiore al +5 °C sulla 91/20 anche per la seconda decade di aprile 2007, secondo me.

    Da me poi ha avuto anomalie di circa +5,4 °C sulla 91/20 anche la terza decade di ottobre 2022, so però che dalle tue parti si è trattato sì di un mese caldissimo, da record, ma non proprio di una mostruosità come in ampie aree del Nordovest italiano. La seconda di giugno 2022, a circa +4,9/+5,0 °C da me, so che è stata un fatto molto localizzato, dunque di sicuro da te l'anomalia fu molto inferiore (domanda: quindi da te dal 2017 le uniche due decadi sopra il +5 °C sulla 91/20 sono la prima di gennaio 2019 e la prima di gennaio 2023, o ce ne sono state altre in altri periodi dell'anno? Chiedo per curiosità).
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  4. #34
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    31
    Messaggi
    36,348
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Giunti al giro di boa di metà mese, la situazione di questo Gennaio a Ferrara è SENZA PRECEDENTI.

    La media mensile si attesta su uno spaventoso 5,8/10,5°C. Giusto per darvi l'idea di cosa stiamo parlando, siamo perfettamente in linea con la media mensile 1971-00 di NOVEMBRE !!!

    Rispetto alla 1981-2010 finale di Gennaio, pari a 0,2/5,2°C circa, siamo a qualcosa come +5,45°C di scarto ! Un dato che, se fosse quello mensile, collocherebbe Gennaio 2023 come il mese più caldo in assoluto come anomalie sulla 1981-2010, strappando letteralmente il primato e con margine a mesate tipo Giugno o Agosto 2003.

    Già solo il fatto che la media minime sia superiore alla media delle massime...

    A questo si aggiunge che Dicembre ha chiuso a +2,4°C dalla media 1981-2010, quindi la prima metà dell'inverno 2022-2023 è di gran lunga la più calda di tutti i tempi a Ferrara (almeno dal 1951 ad oggi), roba da rendere imbarazzante perfino il 2006-2007 a confronto, con uno spaventoso +3,4° sulla 1981-2010 per tutta la prima metà invernale !

    *****

    La situazione non è diversa a Ghedi, dove la I decade ha chiuso a +6,0° sulla 1991-2020 e finora il mese viaggia a +4,8° sulla media mensile 1991-2020.

    Nota: credo che almeno per Ghedi due righe le si debba spendere sulla portata della fase di caldo che ci sta accompagnando da metà Dicembre in avanti.

    Orbene: fino al giorno 16/12 l'inverno a Ghedi era in perfetta media 1991-2020 progressiva; da allora abbiamo inanellato un sopra media altissimo e persistente, con la conseguenza che la prima metà dell'inverno chiude a Ghedi a +3,1° dalla 1991-2020, praticamente un dato simile a Ferrara !! Eppure, appena 30 giorni fa eravamo in perfetta media stagionale


    Vediamo ora di quanto riuscirà a recuperare Gennaio nelle due stazioni nei prossimi giorni: è certo che chiuderemo sotto sia al 2007, che al 2014 che al 2018 ma...di quanto sotto?
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  5. #35
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    19,919
    Menzionato
    931 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Qui molto meglio, come sempre l'anticiclone attutuisce le anomalie positive rispetto ad altre lande, e d'altro canto siamo stati lontani dai massimi anche in termini di isoterme che si sono invece concentrate sull'Europa centro-occidentale, sebbene abbiano indubbiamente interessato anche il Sud Italia.



    L'inverno 2022-23 è attualmente il secondo più caldo dal 1951, dietro soltanto di qualche decimo all'inverno 2000-01.
    Queste le medie del periodo 1 Dic-15 Gen a Brindisi Casale (anomalie rispetto alla progressiva):

    media min: 8,8° (+1,3° dalla 81/10)
    media max: 16,1° (+2,2° dalla 81/10)
    media tot: 12,4° (+1,7° dalla 81/10)

    E' la seconda più calda metà di inverno meteorologico dal 1951, includendo anche le seconde metà stagionali (16 Gen-28/29 Feb), superata soltanto dalla prima metà dell'inverno 2000-01 di +0,2°: evidentemente la prima metà di Gennaio 2023 è stata leggermente migliore rispetto all'analoga del Gennaio 2001 visto e considerato che al 31/12 l'inverno 2022-23 presentava un leggerissimo vantaggio (meno di un decimo) sul concorrente che aveva appena battuto per il Dicembre più caldo dopo una lotta entusiasmante all'ultimo decimo.


    La media min è la meno anomala, anche se la sua posizione rispetto alla serie storica non è meno importante: più calde, infatti, furono solo le medie minime delle prime metà di inverno meteorologico 1963-64, 1995-96 e 2004-05. Quarto posto, dunque, per la media minime più alta per la prima metà di inverno meteorologico dal 1951.


    La media max è fortemente anomala, ed è stata letteralmente spinta verso il basso dagli ultimi 5 gg che hanno ripristinato una parvenza di media stagionale dopo che per 40 gg le anomalie medie sono state nell'ordine dei +2,5° o più.
    E' la seconda più alta media max per la prima metà di inverno meteorologico dal 1951, dietro solo all'inverno 2000-01.




    In atmosfera situazione di eccezionalità assoluta
    , non serve nemmeno scomodare le serie storiche per sapere già a prima vista che è l'inverno più caldo, fino a questo momento, dall'inizio delle rilevazioni (proprio l'inverno 1953-54, con il primo radiosondaggio che fu lanciato il 20/11/1953):

    • 850 hPa: 5,7° (+3,7° dalla 81/10)
    • 700 hPa: -2,4° (+3,6° dalla 81/10)
    • 500 hPa: -19,4° (+3,2° dalla 81/10)
    • ZT: 2644 m (+679 m dalla 81/10)


    Le anomalie sono calcolate rispetto ad una media ponderata data da quella di Dicembre + quella di Gennaio applicata per i primi 15 gg. La prima e la seconda metà di Gennaio, infatti, non dovrebbero differire di molto in quanto a media, che a sua volta non dovrebbe differire troppo dalla mensile 81/10 che ho a disposizione (a differenza di quelle decadali, che dovrei correggere).


    Si viaggia su anomalie da altra stagione, c'è poco da aggiungere. Per la precisione è stata una prima metà di inverno meteorologico che climaticamente è più confacente ad un Novembre 81/10, rispetto al quale anzi la media troposfera (quota isobarica dei 700 hPa + quota dello ZT) si è tenuta persino lievemente sopra (circa +80 m lo ZT, +0.3° la T700).




    Non starò a snocciolare ulteriori dati, credo che l'infinita mole già elencata per ogni decade dal 1° Dicembre sia di per sè ben più che sufficiente nonchè pienamente esplicativa della situazione avutasi.
    Mi limiterò in questa sede ad evidenziare soltanto che:

    • al suolo nessuna temperatura è scesa ancora sotto i 5,4° e ciò costituisce il nuovo record di tardività, che non verrà stabilito almeno fino alla notte tra Venerdì e Sabato, per un totale di 14 gg oltre il precedente primato di tardività che spettava all'inverno 1963-64 (prima min sotto i 5,4° il 7/1)
    • la max più bassa finora registrata è stata 13° il 12 Dic, essa già di per sè costituiva la seconda più alta massima più bassa a Dicembre dal 1951, figuriamoci se non sia dunque record dal 1951 per la prima metà di inverno meteorologico per la massima più bassa la più alta
    • a 850 hPa nessuna isoterma è ancora scesa sotto -1°, e prima di qualche giorno fa non lo aveva fatto nemmeno sotto lo zero, sfiorato a fine Nov e il 12 Dic, ma nulla di più; anche in questo caso nuovo record di tardività, battuto peraltro dopo solo due anni (era stato già riscritto dall'inverno 2020-21)
    • lo ZT più basso è stato 1365 m fatto qualche giorno fa, record di tardività per lo ZT più basso il più alto per la prima metà d'inverno meteorologico dal 1951


    In medio-alta troposfera invece l'ondata di qualche giorno fa ha determinato picchi che finalmente hanno infranto i binari da record che stavano percorrendo, e a quanto pare la situazione di mancanza di picchi minimi sotto i -28° a 500 hPa e sotto i -10° a 700 hPa era molto meno rara rispetto a quanto fosse l'assenza di isoterme sotto zero o sotto -1° a 850 hPa, o sotto i 1400 m per lo ZT, tanto che si possono trovare alcuni precedenti.

    Si rileva dunque come sia in bassa troposfera (non a caso sono le isoterme a 850 hPa e anche le quote più basse dello ZT, che appunto si registrano in bassa troposfera, a risentire dei record) che persiste la situazione più eccezionale.
    Tale continuerà ad essere ancora per qualche giorno, ma l'inverno finalmente, dal 20, promette di estendersi anche al suolo e in bassa atmosfera dopo le sue prime apparizioni negli scorsi giorni alle quote più alte.

  6. #36
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    16/07/22
    Località
    Trieste - Salzano (Ve)
    Età
    56
    Messaggi
    757
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Seconda decade di gennaio che sta facendo rientrare leggermente l'anomalia iniziale, la prima decade ha chiuso a +5.1° dalle 06/22 a Salzano, questa seconda attualmente ha un'anomalia di "solo" +1.7°, mese che al 16 ha un'anomalia di +3.9°, recuperato quindi 1.2°. Il gennaio più caldo rimane il 2014 con 7.1° di media mensile (questo a ieri ha una media di 7.8°). Facile pensare che le prossime 2 settimane dovrebbero smorzare ulteriormente l'anomalia.
    Altra grossa anomalia una sola minima negativa in 17 giorni, a pari merito per adesso con il 2014, che però alla fine chiuse con solo 2 minime sotto zero. Gennaio dovrebbe avere circa 15-16 minime negative di media.

    A Trieste invece, la situazione è cambiata pochissimo rispetto alla I decade, passati da un'anomalia di +5.3° a +4.0° per la II, dopo 16 giorni anomalia a +4.6°, allo stato attuale sarebbe di gran lunga il gennaio più caldo di sempre, davanti al 2014 che chiuse con un'anomalia di +3.9°.
    Anche in questo caso, facile pensare che alla fine il 2014 rimarrà il gennaio più caldo dal 1869.
    Nessuna minima sotto i 5°, la media minime è a ieri pari alla media massime del mese di febbraio ovvero 8.5°. Non servono ulteriori commenti a proposito.

  7. #37
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    19,919
    Menzionato
    931 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Ero totalmente consapevole già Domenica scorsa, prima della fase mite di questi giorni, che al suolo nella prima parte della settimana avrebbe fatto caldo, anche molto caldo, per la stagione, ma sinceramente non mi attendevo nemmeno lontanamente di stabilire i dati eccezionali che si sono visti nella giornata di ieri!
    Quando sono andato a controllare stanotte, dopo l'arrivo del fronte freddo che ha segnato la fine del prefrontale, la posizione rispetto alla serie storica delle temperature registrate ieri 18 Gennaio, sono infatti rimasto non solo sorpreso, ma letteralmente sconvolto!


    Dopo aver rilevato la sesta notte più calda a Gennaio dal 1951, con una minima notturna di 14.1°, il ritardo con cui è giunto il fronte freddo (solo dopo l'1 del 19 Gennaio) ha fatto sì che la minima delle 24 h per il 18/1 fosse altissima, 14.2°, addirittura a +0,1° dalla minima della notte precedente poichè i 14.1° erano stati misurati poco prima dell'1, ora che in inverno segna il momento di "passaggio" tra due giorni consecutivi per il mondo dell'aeronautica.

    E' stata la seconda minima più alta a Gennaio dal 1951, a soli -0.4° dal record del 3/1/1997 quando, in una giornata molto simile dominata da moderate/forti correnti meridionali, la minima delle 24 h fu 14,6°.


    Il dato piomba letteralmente come un fulmine a ciel sereno anche per me: da un lato, infatti, la memoria mi aveva ingannato, perchè credevo che ci fossero state più minime sopra i 14° a Gennaio; dall'altro lato non mi aspettavo che la minima non venisse per nulla ritoccata, in quanto confidavo che l'aria fredda avrebbe sfondato tra le 23 e la mezzanotte!
    Il sospetto di qualcosa di rilevante, comunque, l'ho avuto fin dal principio, perchè so bene come sia decisamente più semplice stabilire una notte tra le più calde di sempre piuttosto che riuscire a fare lo stesso per la minima delle 24 h, in particolar modo nei mesi più freddi dell'anno, quelli che possono contare su una maggiore dinamicità atmosferica che fa sì che molto raramente le minime notturne non vengano rimaneggiate nel corso del resto della giornata.
    Ne deriva che la persistenza temporale sopra i 13/14° a Gennaio sia complesso perduri oltre le 36 h, e ancor meno probabile, tale da rasentare l'eccezionalità, è che tale periodo venga ad inglobare le 24 h convenzionali (da mezzanotte alle 24), spesso invece taglia due giornate consecutive (per esempio dalle 10 di mattina del giorno x alle 20 di sera del giorno x+1) tale per cui nessuna di esse (nè il giorno x, nè il giorno x+1) alla fine riesce a stabilire una minima giornaliera molto elevata.



    Ovviamente, premessa questa minima (che è, altrettanto ovviamente, nuovo record di minima giornaliero per il 18/1 e nuovo record di minima più alta per la seconda decade di Gennaio dal 1951) e considerando che la massima aveva comunque raggiunto i 17,6° (decisamente meno eccezionali ma pur sempre elevati per la stagione), è stato d'obbligo valutare anche la media grezza giornaliera.
    Con una media grezza di 15,9° il 18/1/2023 costituisce la decima giornata più calda di Gennaio dal 1951, riuscendo per questione di decimi ad entrare anche in questa top 10, che vede peraltro tutti anni dal 1995 in poi - tranne il 1970 - con una media di 2-3 giornate tanto o più calde a Gennaio per decennio (2 negli anni 90, 3 negli anni 2000, 3 negli anni 2010).
    Il 2023 è il settimo anno ad avere una giornata con una media grezza di almeno 15,9° già a Gennaio, dopo 1970, 1995, 1997, 2001, 2010 e 2016 (che detiene il record con ben 3 giornate sopra quella media).





    E' straordinario, a ben rifletterci, con quale disarmante facilità si sia riusciti a trarre una statistica di caldo eccezionale da una configurazione che a primo impatto sembrava un banale prefrontale, inferiore in entità rispetto al freddo che portava al seguito e che si renderà evidente nei prossimi giorni. Invece, ancora una volta, l'epoca climatica attuale ribadisce quanto una fase sopra media, persino quando appare poco rilevante (in quota non è stata una scaldata significativa), possa nascondere podi e record e sminuire qualsiasi successiva fase sotto media.
    Ultima modifica di burian br; 19/01/2023 alle 19:56

  8. #38
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini / Montechiarugolo (PR) 110m
    Età
    26
    Messaggi
    16,810
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Al 18/1 mese a +5.6°C sulla 61-90, +4.9°C sulla 81-10 e +4.0°C sulla 91-20

    Con la terza decade dovrebbe scendere sicuro sotto al 2014, molto probabilmente anche sotto al 2018.

    Il terzo posto contro la coppia 2001/2015 se lo può giocare in base a come saranno gli ultimi giorni del mese.
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  9. #39
    Vento teso L'avatar di MarcoT
    Data Registrazione
    25/08/20
    Località
    Marghera (VE)
    Età
    19
    Messaggi
    1,782
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Ancora a +4,8°C sulla 1981-2010 finale dopo 18 giorni. La seconda decade dovrebbe chiudere a +2,5°C che vuol dire anche +2,1°C sulla 1991-2020. Per ora l’inverno peggiore di sempre, anche se probabilmente resterà il 2013-2014 alla fine di tutto perché febbraio 2014 fu un abominio ripugnante e la vedo difficile batterlo. 2019-2020, 2006-2007 e 2000-2001 vedremo, difficile battere stagioni così terribili ma mi aspetto di tutto e per ora ci siamo. Ci vorrebbe un febbraio freddo per tenerle davanti.

  10. #40
    Vento teso L'avatar di MarcoT
    Data Registrazione
    25/08/20
    Località
    Marghera (VE)
    Età
    19
    Messaggi
    1,782
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2023: Anomalie termiche e pluviometriche

    Tra l’altro dopo venti giorni di questo pseudo novembre, ben zero giornate hanno chiuso in media o sotto, sia considerando la 1981-2010 sia la 1991-2020, ma anche considerando la 2011-2020. Ieri circa 1°C sopra media su 1981-2010 ed è stata la giornata più fredda di tutto il mese. Da inizio inverno sì e no 5 giornate hanno chiuso in media progressiva, tutte a dicembre. Gennaio è ancora a +1°C da dicembre, solo ieri è sceso sotto la 1971-2000 di novembre, per dire.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •