Pagina 299 di 323 PrimaPrima ... 199249289297298299300301309 ... UltimaUltima
Risultati da 2,981 a 2,990 di 3227
  1. #2981
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,046
    Menzionato
    251 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    No, non sono i vulcani:

    Frequently Asked Questions on Arctic sea ice | Arctic Sea Ice News and Analysis



    Have undersea volcanoes caused the Arctic sea ice decline?

    A recent study discovered active volcanoes on the floor of the Arctic Ocean, and some people have wondered if they are causing sea ice to melt.

    While volcanic eruptions surely warmed the ocean in the immediate vicinity of the eruptions, the amount of heat they produced compared to the large volume of the Arctic Ocean is small. The Arctic Ocean covers 14 million square kilometers (5.4 million square miles), about 1 ½ times the size of the United States or 58 times the size of the United Kingdom. In its deepest spots, the Arctic Ocean is 4,000 to 5,500 meters (13,000 to 18,000 feet) deep. The heat from the volcanoes would have dispersed over an enormous volume and had little effect on ocean temperature, much as a bucket of boiling water emptied into a lake would have little effect on the lake’s temperature.

    Second, the eruptions would have introduced heat deep below the sea ice that floats on the ocean surface. The tops of even the tallest undersea volcanoes are more than 1,000 meters (3,000 feet) deep. The Arctic Ocean is strongly stratified, which prevents layer mixing and makes it difficult for any deep water, even deep water warmed by heat from volcanoes, to reach the surface and melt the ice. This layering results from a strong density gradient: water layers near the surface are less salty and therefore less dense, while bottom waters are the densest. Unlike most oceans, where density gradients are determined by both salinity and temperature, Arctic Ocean waters are heavily stratified primarily because of variations in salinity.
    Mamma mia, davvero una università italiana ha pubblicato una roba di quel tipo?

    Vulcani che vomitano magma, nubi ardenti a 500 m/s che sono una velocità impossibile per le nubi ardenti in atmosfera, figurarsi per un vulcano sottomarino posto a profondità tali che eruzioni di tipo esplosivo sono impossibili per l'eccessiva pressione, un campionario di ignoranza veramente sconcertante.

    Senza contare il banale calcolo riportato nell'articolo da te citato, i vulcani sono semplicemente troppo piccoli per avere un effetto significativo su un oceano.

    La fisica di base e la matematica, queste sconosciute (e in una facoltà scientifica è grave).

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  2. #2982
    Bava di vento L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    05/08/20
    Località
    FE
    Messaggi
    235
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Tale studio non si trova, si riportano notizie frammentate e qualche articolo, ma voglio approfondire questa questione.

    Voi parlate di ciclicità, quanto basta alla memoria per parlare di Corrente del Golfo.
    Che rallenterebbe o rallenterà per forza, se volete, in caso di scioglimento totale dei ghiacci marini artici.

    Poi se vedete ciò che accade in Groenlandia, avremo nevicate cospicue all'interno delle aree continentali artiche. E deficit di nevicate persistenti lungo le aree costiere.
    Questa è una supposizione.

    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-smb_combine_sm_day_en.png

    Connettiamo il tutto ad un altro punto, il calo di SSN (Sun Spot Number) nell'attività solare.
    Ultima modifica di Sandro; 22/08/2020 alle 01:05

  3. #2983
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,981
    Menzionato
    435 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Mamma mia, davvero una università italiana ha pubblicato una roba di quel tipo?

    Vulcani che vomitano magma, nubi ardenti a 500 m/s che sono una velocità impossibile per le nubi ardenti in atmosfera, figurarsi per un vulcano sottomarino posto a profondità tali che eruzioni di tipo esplosivo sono impossibili per l'eccessiva pressione, un campionario di ignoranza veramente sconcertante.

    Senza contare il banale calcolo riportato nell'articolo da te citato, i vulcani sono semplicemente troppo piccoli per avere un effetto significativo su un oceano.

    La fisica di base e la matematica, queste sconosciute (e in una facoltà scientifica è grave).

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Ho pensato lo stesso anch’io. Per poco vomitavo io, non i vulcani...

    Tra l’altro è stato scritto da un docente universitario di climatologia...penoso.

  4. #2984
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini / Montechiarugolo (PR) 110m
    Età
    24
    Messaggi
    16,271
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Siamo nel podio dei minimi più bassi con l'area, superati tutti tranne il 2012 e 2016.
    L'estensione ha scavalcato il 2017 e 2018 ed è ora al 7° posto assoluto e secondo posto per questa data.
    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-arctic_graph_full-3-.png
    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-graph-ads-nipr-vishop-jaxa-20-08-21-1-.jpg
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  5. #2985
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    31
    Messaggi
    21,408
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Citazione Originariamente Scritto da baccaromichele Visualizza Messaggio
    Siamo nel podio dei minimi più bassi con l'area, superati tutti tranne il 2012 e 2016.
    L'estensione ha scavalcato il 2017 e 2018 ed è ora al 7° posto assoluto e secondo posto per questa data.
    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-arctic_graph_full-3-.png
    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-graph-ads-nipr-vishop-jaxa-20-08-21-1-.jpg
    A meno di clamorosi eventi che spostino l'equilibrio, non credo che possa cambiare più di tanto e insidiare il 2012, così come non credo che possa arrivare al livello del 2016, equivarrebbe allo stop pressochè immediato della fusione, cosa improbabile.

    Più che altro, ciò che mi preoccupa molto, più anche del 2012 e del 2016, è quell'area di ghiaccio così sottile vicina al nord della Groenlandia, che almeno nel 2012 e 2016 non era presente, e al cui posto c'era almeno una zona di ghiaccio pluriennale bello spesso, in quella che dovrebbe essere la zona più resistente di tutte allo scioglimento, anche secondo i modelli sull'evoluzione futura della fusione.

    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-cattura.png

  6. #2986
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    993
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Concordo. Il minimo del 2012 non credo che verrà superato e, diciamo la verità, ogni anno che passa da quell'evento (ormai sono 8 anni quindi non pochissimi), si spera che quello possa essere stato il punto minimo di sempre da quando misuriamo l'estensione dei ghiacci artici. Quanto alle preoccupazioni di Simo 89, credo che il ghiaccio poco denso a nord della Groenlandia dipenda solo dai venti che ogni anno spingono o allontanano il ghiaccio dalle coste. L'anno scorso, ad esempio, le Svalbard erano intrappolate nel ghiaccio sul loro lato est in piena estate. Quest'anno, invece, va meglio sul versante nord di altre isole dell'arcipelago canadese. Le considerazioni sulla perdita del ghiaccio pluriennale....purtroppo le conosciamo.
    Ultima modifica di Ghiacciovi; 22/08/2020 alle 17:02

  7. #2987
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    993
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Ormai, a fine agosto, l'inclinazione dei raggi gioca a nostro favore.......... e di notte si và già bene sotto zero in ampie regioni. Vedremo da qui a metà settembre quanto se ne scioglierà ancora....speriamo ben poco.
    Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...-22agosto.png

  8. #2988
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    31
    Messaggi
    21,408
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Citazione Originariamente Scritto da Ghiacciovi Visualizza Messaggio
    Concordo. Il minimo del 2012 non creda che verrà superato e, diciamo la verità, ogni anno che passa da quell'evento (ormai sono 8 anni quindi non pochissimi), si spera che quello possa essere stato il punto minimo di sempre da quando misuriamo l'estensione dei ghiacci artici. Quanto alle preoccupazioni di Simo 89, credo che il ghiaccio poco denso a nord della Groenlandia dipenda solo dai venti che ogni anno spingono o allontanano il ghiaccio dalle coste. L'anno scorso, ad esempio, le Svalbard erano intrappolate nel ghiaccio sul loro lato est in piena estate. Quest'anno, invece, va meglio sul versante nord di altre isole dell'arcipelago canadese. Le considerazioni sulla perdita del ghiaccio pluriennale....purtroppo le conosciamo.
    Beh ne dobbiamo macinare ancora di tempo per essere tranquilli sul fatto che un minimo stile 2012 non possa più ricapitare. Per dire, dopo il minimo molto esteso del 1979, ancora nel 1996 si registrò un minimo molto simile a quello di ben 17 anni prima, che però fu un fuoco di paglia, perchè sia nel 1995 che nel 1997 si registrarono (soprattutto nel 1995) le estensioni - all'epoca - più basse di sempre.
    Il che significa che i minimi assoluti possono ripresentarsi anche dopo 10-15 anni di relativa e apparente stabilità della situazione.

    Però concordo sul fatto che, stavolta, mi sembra ci sia proprio una barriera fisica che sia più difficile da scavalcare, nel senso che mi pare @burian br, grande appassionato di queste tematiche, aveva postato un articolo (nel td della paleoclimatologia, in un'altra sezione del forum) dove diceva che persino nell'Eemiano, interglaciale avvenuto 125.000 anni fa, tra i più caldi degli ultimi milioni di anni, le temperature al polo erano molto simili ad ora, sintomo che probabilmente oltre un certo limite è difficile che si vada, a meno proprio di un riscaldamento parossistico.

  9. #2989
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,981
    Menzionato
    435 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Beh ne dobbiamo macinare ancora di tempo per essere tranquilli sul fatto che un minimo stile 2012 non possa più ricapitare. Per dire, dopo il minimo molto esteso del 1979, ancora nel 1996 si registrò un minimo molto simile a quello di ben 17 anni prima, che però fu un fuoco di paglia, perchè sia nel 1995 che nel 1997 si registrarono (soprattutto nel 1995) le estensioni - all'epoca - più basse di sempre.
    Il che significa che i minimi assoluti possono ripresentarsi anche dopo 10-15 anni di relativa e apparente stabilità della situazione.

    Però concordo sul fatto che, stavolta, mi sembra ci sia proprio una barriera fisica che sia più difficile da scavalcare, nel senso che mi pare @burian br, grande appassionato di queste tematiche, aveva postato un articolo (nel td della paleoclimatologia, in un'altra sezione del forum) dove diceva che persino nell'Eemiano, interglaciale avvenuto 125.000 anni fa, tra i più caldi degli ultimi milioni di anni, le temperature al polo erano molto simili ad ora, sintomo che probabilmente oltre un certo limite è difficile che si vada, a meno proprio di un riscaldamento parossistico.
    Oddio, non so se il 2012 sia quella barriera fisica invalicabile. Diciamo però che io non mi immagino un Artico privo di ghiacci nemmeno nel 2100, e nemmeno a Settembre. Questo proprio sulla base di quei studi, anche se devo riconoscere che secondo me i modelli climatici sottostimano l'impatto delle temperature estive in Artico durante l'Eemiano.

  10. #2990
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    4,710
    Menzionato
    172 Post(s)

    Predefinito Re: Artico verso l'abisso... eppure lo dicevamo che...

    teoricamente ,
    se la rilevante fusione dei ghiacciai Artici in particolare dal 1997/1998 e' causata in conseguenza di dinamiche Solari e Oceaniche e intrinseche fasi cicliche

    esempio la forte fusione dei ghiacciai Artici che c' e stata anche fra gli anni '30 e inizio anni '50 ,

    seguito poi dall incremento dei ghiacciai fra gli anni '60 e '70 ,

    fasi cicliche
    in seguito alle dinamiche Solari e Oceaniche , l attuale bassa attivita Solare , Oceani mediamente piu freddi in futuro per eventi NINA , e AMO -
    periodi associati ENSO - AMO - , anche i ghiacciai Artici potrebbero tendenzialmente incrementare nei prossimi anni
    in particolare dal 2025/2026

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •