Pagina 9 di 62 PrimaPrima ... 78910111959 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 620
  1. #81
    Bava di vento L'avatar di Verkho
    Data Registrazione
    17/04/09
    Località
    Ponte nelle Alpi (BL
    Età
    59
    Messaggi
    73
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Comunque,riducendo in tutto e per tutto,io credo che i posti che potrebbero fare il botto sono Gardetta,Conca delle Carsene,Conca Biecai e Piaggia Bella. Certo parlando di altitudine entrano in gioco il Col Longet e il Vallonasso di Stroppia (siamo oltre i 2600m),però come conformazione non sono proprio il top.
    Il Vallonasso di Stroppia avrebbe un'altitudine e una conformazione della conca molto buone per super-minime, ma resta il dubbio per quei ripidi versanti occidentali dove ci sono i ghiaioni. Purtroppo per verificare se tali versanti scaricano troppo bisogna monitorare la conca quando c'è neve e con temperature quasi invernali (sono queste le condizioni ideali per le "valanghe di aria fredda", altrimenti c'è il rischio che in estate e ad inizio autunno non ci siano e voi vi illudete).

    Un dubbio, per finire, su "Il Profondo": attenzione che se nella dolina si accumula neve a causa del vento diventa quasi impossibile piazzare un palo sul suo fondo (bisognerebbe metterne uno molto alto ed allungarlo man mano). La neve laggiù potrebbe raggiungere accumuli spaventosi...

  2. #82
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,315
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da Verkho Visualizza Messaggio
    Il Vallonasso di Stroppia avrebbe un'altitudine e una conformazione della conca molto buone per super-minime, ma resta il dubbio per quei ripidi versanti occidentali dove ci sono i ghiaioni. Purtroppo per verificare se tali versanti scaricano troppo bisogna monitorare la conca quando c'è neve e con temperature quasi invernali (sono queste le condizioni ideali per le "valanghe di aria fredda", altrimenti c'è il rischio che in estate e ad inizio autunno non ci siano e voi vi illudete).

    Un dubbio, per finire, su "Il Profondo": attenzione che se nella dolina si accumula neve a causa del vento diventa quasi impossibile piazzare un palo sul suo fondo (bisognerebbe metterne uno molto alto ed allungarlo man mano). La neve laggiù potrebbe raggiungere accumuli spaventosi...
    Considerando la nevosità della zona,purtroppo (o meno male) è un bel problema da affrontare
    Lou soulei nais per tuchi

  3. #83
    Direttivo MeteoNetwork L'avatar di gabri-cn
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Mondovì (Cuneo)
    Età
    35
    Messaggi
    20,593
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Allora ragazzi. Pronti??? Abbiamo l'appoggio ed il patrocinio della Provincia di Cuneo Sto infatti attendendo la dichiarazione ufficiale che mi arriverà via posta come da prassi, ma proprio ieri mi ha cordialmente scritto la Presidente Gianna Gancia in persona per comunicarmelo ed ufficializzarmelo
    Dopo l'appoggio dell'Università di Pisa, ora c'è pure quello della Provincia Sono al settimo cielo Con un patrocinio universitario e soprattutto uno provinciale, il lavoro di permessi ed autorizzazioni dovrebbe essere notevolmente più agevole
    Ora ultimo passo prima dell'acquisto del materiale e dell'inizio delle perlustrazioni: i territori che vogliamo monitorare..
    Appena mi arriverà come detto il patrocinio "scritto", andrò di persona ad incontrare sindaci ed amministratori locali. Nel dettaglio direi:

    - Comune di Roccaforte Mondovì (Rocche Biecai)

    - Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro (Conca delle Carsene)

    - Comune di Canosio (Altopiano della Gardetta)

    - Comune di Briga Alta (Piaggia Bella, Gola della Chiusetta e penso Pian Ballaur)

    - Comune di Ormea (Dolina Il Profondo che se non erro è nel territorio di Viozene)

    - Comune di Valdieri (Valasco)

    - Comune di Pontechianale (Col du Longet)

    - Comune di Acceglio (Vallonasso di Stroppia)

    - Comune di Entracque (Pagarì e Sabbione)

    Dimentico qualcosa??
    Mondovì Sud, quartiere dell'Altipiano. 416m s.l.m.

    Webcam in real time: http://www.meteosystem.com/webcam/mondovi/mondovi.jpg

    ...always looking at the sky...

  4. #84
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,315
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da gabri-cn Visualizza Messaggio
    Allora ragazzi. Pronti??? Abbiamo l'appoggio ed il patrocinio della Provincia di Cuneo Sto infatti attendendo la dichiarazione ufficiale che mi arriverà via posta come da prassi, ma proprio ieri mi ha cordialmente scritto la Presidente Gianna Gancia in persona per comunicarmelo ed ufficializzarmelo
    Dopo l'appoggio dell'Università di Pisa, ora c'è pure quello della Provincia Sono al settimo cielo Con un patrocinio universitario e soprattutto uno provinciale, il lavoro di permessi ed autorizzazioni dovrebbe essere notevolmente più agevole
    Ora ultimo passo prima dell'acquisto del materiale e dell'inizio delle perlustrazioni: i territori che vogliamo monitorare..
    Appena mi arriverà come detto il patrocinio "scritto", andrò di persona ad incontrare sindaci ed amministratori locali. Nel dettaglio direi:

    - Comune di Roccaforte Mondovì (Rocche Biecai)

    - Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro (Conca delle Carsene)

    - Comune di Canosio (Altopiano della Gardetta)

    - Comune di Briga Alta (Piaggia Bella, Gola della Chiusetta e penso Pian Ballaur)

    - Comune di Ormea (Dolina Il Profondo che se non erro è nel territorio di Viozene)

    - Comune di Valdieri (Valasco)

    - Comune di Pontechianale (Col du Longet)

    - Comune di Acceglio (Vallonasso di Stroppia)

    - Comune di Entracque (Pagarì e Sabbione)

    Dimentico qualcosa??
    Evvaiii!!

    No,direi che non dimentichi niente!! I posti più importanti sono quelli!!
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #85
    Vento moderato
    Data Registrazione
    29/01/07
    Località
    Mondovì(CN) 422m s.l.m.
    Età
    46
    Messaggi
    1,180
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da gabri-cn Visualizza Messaggio
    Allora ragazzi. Pronti??? Abbiamo l'appoggio ed il patrocinio della Provincia di Cuneo Sto infatti attendendo la dichiarazione ufficiale che mi arriverà via posta come da prassi, ma proprio ieri mi ha cordialmente scritto la Presidente Gianna Gancia in persona per comunicarmelo ed ufficializzarmelo
    Dopo l'appoggio dell'Università di Pisa, ora c'è pure quello della Provincia Sono al settimo cielo Con un patrocinio universitario e soprattutto uno provinciale, il lavoro di permessi ed autorizzazioni dovrebbe essere notevolmente più agevole
    Ora ultimo passo prima dell'acquisto del materiale e dell'inizio delle perlustrazioni: i territori che vogliamo monitorare..
    Appena mi arriverà come detto il patrocinio "scritto", andrò di persona ad incontrare sindaci ed amministratori locali. Nel dettaglio direi:

    - Comune di Roccaforte Mondovì (Rocche Biecai)

    - Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro (Conca delle Carsene)

    - Comune di Canosio (Altopiano della Gardetta)

    - Comune di Briga Alta (Piaggia Bella, Gola della Chiusetta e penso Pian Ballaur)

    - Comune di Ormea (Dolina Il Profondo che se non erro è nel territorio di Viozene)

    - Comune di Valdieri (Valasco)

    - Comune di Pontechianale (Col du Longet)

    - Comune di Acceglio (Vallonasso di Stroppia)

    - Comune di Entracque (Pagarì e Sabbione)

    Dimentico qualcosa??
    Complimenti per il lavoro Gabry, molti meteoappassionati cuneesi e non te ne saranno grati!!!!!
    ___________________________________
    [I].......un inverno senza neve è un come un bel fiore che non sboccia mai.......[/I]

  6. #86
    Calma di vento
    Data Registrazione
    01/06/10
    Località
    Scozia
    Messaggi
    4
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Se sei interessato a doline nell'intera prov di Cuneo, ce ne sono in effetti diverse. Se il tuo interesse e' specifico per doline di dimensioni notevoli allora forse un po' meno.
    Anni fa ho lavorato per la mia tesi nella Valle di Palanfre'. Li ci sono piccole doline e inghiottitoi in abbondanza, cosi' come ce ne sono nell'adiacente Valle del Sabbione e, rimanendo nel Bacino del Gesso, ne trovi ancora nella Valle di Desertetto.
    Se poi ti sposti piu' a N, nel Bacino della Stura, anche qui hai diversi esempi di doline per esempio nel Vallone dell'Arma o quella (bellissima) sopra il cono di Bersezio.
    Ancora piu' a Nord c'e' la Gardetta..
    Insomma, ne hai quante vuoi di conche di origine carsica, piu' o meno ovunque hai affioramenti di gessi o calcari.
    Spero di esserti stato utile,
    Matteo

  7. #87
    Calma di vento
    Data Registrazione
    01/06/10
    Località
    Scozia
    Messaggi
    4
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Mi ero fermato al primo post, poi me li sono letti tutti. Mi pare un progetto molto interessante, anche se forse nel forum non ci sono tutte le info. Io sono geomorfologo ed ho lavorato per diversi anni sulle Alpi Marittime. Prima di finire quassu' in un Universita' scozzese (Aberdeen) ero a Pisa. Per questo sarei curioso di sapere chi e' coinvolto nel progetto a Pisa (Rapetti? Federici? Ribolini?). Comunque, se avete bisogno di una mano a distanza e, in particolare, se avete bisogno di assistenza GIS, fatevi vivi. Matteo

  8. #88
    Direttivo MeteoNetwork L'avatar di gabri-cn
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Mondovì (Cuneo)
    Età
    35
    Messaggi
    20,593
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da Vaisalal Visualizza Messaggio
    Mi ero fermato al primo post, poi me li sono letti tutti. Mi pare un progetto molto interessante, anche se forse nel forum non ci sono tutte le info. Io sono geomorfologo ed ho lavorato per diversi anni sulle Alpi Marittime. Prima di finire quassu' in un Universita' scozzese (Aberdeen) ero a Pisa. Per questo sarei curioso di sapere chi e' coinvolto nel progetto a Pisa (Rapetti? Federici? Ribolini?). Comunque, se avete bisogno di una mano a distanza e, in particolare, se avete bisogno di assistenza GIS, fatevi vivi. Matteo
    Caro Matteo ti ringrazio moltissimo per l'eventuale aiuto. Vista la tua conoscenza e la tua formazione sono certo che diverrai utilissimo
    Appena raggiungerai i 10msg nel forum ti invio un pvt con i miei recapiti, così eventualmente ti "disturbo" per ulteriori informazioni
    Per quanto riguarda l'Università di Pisa, la mia principale referente è la Prof.ssa Marta Pappalardo. Nel progetto in questione sarebbe altresì coinvolto proprio il Prof. Adriano Ribolini che, come magari saprai già, da qualche anno sta monitorando la Gardetta con dei data logger ed ha fatto altresì delle prospezioni geofisiche per individuare la presenza del permafrost.
    Sempre con l'Università di Pisa c'è poi in ballo una conferenza meteorologica (che spero di riuscire ad organizzare per il prossimo autunno-inverno, dopo aver ovviamente trovato patrocini e fondi)proprio sui ghiacciai della Alpi Marittime e sui loro recenti cambiamenti nella quale interverrebbero presumibilmente (oltre alla Pappalardo ed a Ribolini) anche i Prof.ri Carlo Baroni, Roberto Federici e Monica Bini.
    Mondovì Sud, quartiere dell'Altipiano. 416m s.l.m.

    Webcam in real time: http://www.meteosystem.com/webcam/mondovi/mondovi.jpg

    ...always looking at the sky...

  9. #89
    Calma di vento
    Data Registrazione
    01/06/10
    Località
    Scozia
    Messaggi
    4
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Bene,
    quello e' il gruppo dove lavoravo e con cui tuttora collaboro. Siete in buone mani! Fra due settimane, tra l'altro, dovrei essere in giro da quelle parti con Adriano Ribolini.
    Vicino alla Gardetta, al Passo Margherina, abbiamo 3 termometri a due diverse profondita' e su lati opposti (N e S) su alcune formazioni calanchive (versanti ad erosione accelerata). Li abbiamo posizionati nel 2006 e Adriano ne ha raccolto i dati negli ultimi due anni. So che almeno uno dei datalogger si e' nel frattempo spento, ma gli altri qualcosa hanno raccolto. Sara' poi interessante confrontare questi dati con quelli raccolti da voi e con quelli della stazione meteo alla Gardetta..
    A presto allora,
    Matteo

  10. #90
    Presidente MeteoNetwork L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    13/06/02
    Località
    Mantova
    Età
    50
    Messaggi
    4,203
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Zone e conche fredde cuneesi

    Citazione Originariamente Scritto da gabri-cn Visualizza Messaggio
    Caro Matteo ti ringrazio moltissimo per l'eventuale aiuto. Vista la tua conoscenza e la tua formazione sono certo che diverrai utilissimo
    Appena raggiungerai i 10msg nel forum ti invio un pvt con i miei recapiti, così eventualmente ti "disturbo" per ulteriori informazioni
    Per quanto riguarda l'Università di Pisa, la mia principale referente è la Prof.ssa Marta Pappalardo. Nel progetto in questione sarebbe altresì coinvolto proprio il Prof. Adriano Ribolini che, come magari saprai già, da qualche anno sta monitorando la Gardetta con dei data logger ed ha fatto altresì delle prospezioni geofisiche per individuare la presenza del permafrost.
    Sempre con l'Università di Pisa c'è poi in ballo una conferenza meteorologica (che spero di riuscire ad organizzare per il prossimo autunno-inverno, dopo aver ovviamente trovato patrocini e fondi)proprio sui ghiacciai della Alpi Marittime e sui loro recenti cambiamenti nella quale interverrebbero presumibilmente (oltre alla Pappalardo ed a Ribolini) anche i Prof.ri Carlo Baroni, Roberto Federici e Monica Bini.
    Vista la necessità, ho abilitato Matteo (che ringrazio per i suoi interventi) ai messaggi privati, si fa senza aspettare i 10 post
    Marco Giazzi, Presidente MeteoNetwork

    Esiste quindi la possibilità di creare una realtà completamente nuova partendo da zero ma con forze nuove che abbiano voglia di divertirsi e lavorare. (Marco Giazzi, 27 Marzo 2002)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •