Pagina 136 di 151 PrimaPrima ... 3686126134135136137138146 ... UltimaUltima
Risultati da 1,351 a 1,360 di 1504
  1. #1351
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/11
    Località
    cessometeo (RO)
    Età
    40
    Messaggi
    3,747
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Cade qualche sparuto fiocco.

  2. #1352
    Uragano L'avatar di Marc0
    Data Registrazione
    18/11/05
    Località
    Vicino a cris28
    Età
    37
    Messaggi
    44,505
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Io domani soffro, troppo ad est

    Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
    Atlantico ad Est, Russia ad ovest, ed il gioco è fatto.

  3. #1353
    Vento moderato
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Felino (pr)
    Età
    26
    Messaggi
    1,272
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Citazione Originariamente Scritto da fedebale Visualizza Messaggio
    Il titano esagera sempre, quello che prevede titano puoi dividerlo per 2

  4. #1354
    Brezza leggera L'avatar di gianlubob
    Data Registrazione
    25/06/09
    Località
    maranello (MO)
    Messaggi
    398
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    ciao ragazzi! ier leggevo un editoriale di lorenzo catania.. e spiegava bene come domani purtroppo saremo molto a rischio di pioggia gelata per colpa delle quote attorno ai 1800/2000mt.. ora abetone monte gomito preoccupante con già -4 in salita e dew point a -5

  5. #1355
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    31
    Messaggi
    21,367
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Chi è sotto l'appennino può stare tranquillo, fidati che in questi casi 50-60 km in linea d'aria con lo spartiacque appenninico in mezzo sono tantissimi, ho già visto fare 12 ore di neve con omotermia totale da qui al crinale appenninico e 0°C gradi anche al Cerreto, ondate di freddo tra l'altro molto meno forti di questa.
    Aggiungiamoci inoltre che i modelli tendono a sottostimare la resistenza che oppone il freddo continentale alle correnti calde e il gioco è fatto: qui da noi il cuscino sarà marmoreo, soprattutto in casi come questo dove lo correnti sono da SE.
    Chiaro, il rischio pioggia gelata c'è ed è molto probabile che possa a intervalli sostituire la neve, ma vi ripeto, in ormai 14 anni di esperienza ne ho viste parecchie di configurazioni molto più al limite in cui è nevicato (24 novembre 2008, 28 novembre 2008, 24 gennaio 2009, 1° dicembre 2010 le più clamorose) e non c'era stata nessuna ondata fredda continentale prima di queste, di sicuro non sotto una -5/-6, stavolta siamo in una botte non di ferro, ma di più, dal punto di vista termico.

    L'unica cosa di cui ho qualche dubbio sono le precipitazioni, speriamo di non essere troppo in ombra, queste depressioni atlantiche con correnti aperte e minimi sulla Francia mi lasciano sempre un po' perplesso...

  6. #1356
    Vento moderato
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Felino (pr)
    Età
    26
    Messaggi
    1,272
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Chi è sotto l'appennino può stare tranquillo, fidati che in questi casi 50-60 km in linea d'aria con lo spartiacque appenninico in mezzo sono tantissimi, ho già visto fare 12 ore di neve con omotermia totale da qui al crinale appenninico e 0°C gradi anche al Cerreto, ondate di freddo tra l'altro molto meno forti di questa.
    Aggiungiamoci inoltre che i modelli tendono a sottostimare la resistenza che oppone il freddo continentale alle correnti calde e il gioco è fatto: qui da noi il cuscino sarà marmoreo, soprattutto in casi come questo dove lo correnti sono da SE.
    Chiaro, il rischio pioggia gelata c'è ed è molto probabile che possa a intervalli sostituire la neve, ma vi ripeto, in ormai 14 anni di esperienza ne ho viste parecchie di configurazioni molto più al limite in cui è nevicato (24 novembre 2008, 28 novembre 2008, 24 gennaio 2009, 1° dicembre 2010 le più clamorose) e non c'era stata nessuna ondata fredda continentale prima di queste, di sicuro non sotto una -5/-6, stavolta siamo in una botte non di ferro, ma di più, dal punto di vista termico.

    L'unica cosa di cui ho qualche dubbio sono le precipitazioni, speriamo di non essere troppo in ombra, queste depressioni atlantiche con correnti aperte e minimi sulla Francia mi lasciano sempre un po' perplesso...
    Ma come si formano queste zone d’ombra???! E quali zone sono più a rischio?!

  7. #1357
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    37
    Messaggi
    6,463
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Credo che sulle precipitazioni sapremo cosa accade...solo domenica Come al solito ogni LAM è diverso dall'altro, sapere in anticipo quello che ci prende è un terno al lotto... Comunque sono un po' più ottimista per il Veneto, l'UR non è più così bassa e non credo che ci sarà bora secca-tutto. Tra l'altro, con queste temperature potrebbe benissimo fare 1mm = 2cm come conversione acqua/neve.
    Si, io per la zona non sono particolarmente ottimista nel vedere neve dall'inizio alla fine ad essere sincero . Il rischio di intrusione della bora nei bassi strati, stando ad alcuni LAM come ad esempio il MOLOCH-ISAC (che mi sembra performi piuttosto bene ultimamente), e' piuttosto alto da domani pomeriggio, e nelle zone centro-orientali questo e' un grosso problema (qualche settimane fa' ha fatto piu' danni della grandine, in senso figurato ovviamente):

    Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018-v950_011.jpg

    Pero' come giustamente dici vedremo domani/venerdi, meglio lasciare la sfera di cristallo agli oracoli altrimenti sai che suicidi di massa... Ad ogni modo, sono da novembre ad oggi tra quelli che ha visto piu' neve (io sono contento dei miei 12/13 cm visti da novembre 2017, altroche') , ma baratterei voltentieri un po' di quella prevista domani per la mia zona con cm consistenti a coloro che non la vedono da anni.
    Ultima modifica di Gio83Gavi; 28/02/2018 alle 14:26

  8. #1358
    Bava di vento L'avatar di Disiaco
    Data Registrazione
    21/01/15
    Località
    Costamezzana(PR) 205 slm
    Messaggi
    74
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Oggi più caldo di ieri, scioglie anche all'ombra. Cielo poco nuvoloso +0,9°

  9. #1359
    Vento moderato
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Felino (pr)
    Età
    26
    Messaggi
    1,272
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Disiaco Visualizza Messaggio
    Oggi più caldo di ieri, scioglie anche all'ombra. Cielo poco nuvoloso +0,9°
    credo sia anche normale,io ancora reggo ma per poco -0,2 gradi

  10. #1360
    Tempesta violenta L'avatar di SIMOdena
    Data Registrazione
    01/02/08
    Località
    Saliceta San Giuliano (fraz.MO)
    Messaggi
    14,339
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Emilia, basso Veneto, bassa Lombardia 16 - 28 febbraio 2018

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Chi è sotto l'appennino può stare tranquillo, fidati che in questi casi 50-60 km in linea d'aria con lo spartiacque appenninico in mezzo sono tantissimi, ho già visto fare 12 ore di neve con omotermia totale da qui al crinale appenninico e 0°C gradi anche al Cerreto, ondate di freddo tra l'altro molto meno forti di questa.
    Aggiungiamoci inoltre che i modelli tendono a sottostimare la resistenza che oppone il freddo continentale alle correnti calde e il gioco è fatto: qui da noi il cuscino sarà marmoreo, soprattutto in casi come questo dove lo correnti sono da SE.
    Chiaro, il rischio pioggia gelata c'è ed è molto probabile che possa a intervalli sostituire la neve, ma vi ripeto, in ormai 14 anni di esperienza ne ho viste parecchie di configurazioni molto più al limite in cui è nevicato (24 novembre 2008, 28 novembre 2008, 24 gennaio 2009, 1° dicembre 2010 le più clamorose) e non c'era stata nessuna ondata fredda continentale prima di queste, di sicuro non sotto una -5/-6, stavolta siamo in una botte non di ferro, ma di più, dal punto di vista termico.

    L'unica cosa di cui ho qualche dubbio sono le precipitazioni, speriamo di non essere troppo in ombra, queste depressioni atlantiche con correnti aperte e minimi sulla Francia mi lasciano sempre un po' perplesso...
    Ricordo che il 1 dicembre 2010 nevicava in pianura (anche qui), con +3 sul Cerreto
    Io concordo con te Simo, ho visto nevicate con situazioni al limitissimo, cuscino molto più debole di questo e con correnti meridionali più forti.


    Avatar: Modena dopo una nevicata
    http://salicetameteo.altervista.org/


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •