Pagina 32 di 39 PrimaPrima ... 223031323334 ... UltimaUltima
Risultati da 311 a 320 di 387
  1. #311
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Chri_stian Visualizza Messaggio
    ⚠Arriva questo filmato davvero per... - Tornado in Italia | Facebook

    Impressionante

    Sent from my Mi MIX 2S using Tapatalk
    mumama
    05/01/2014: ore 00.02, +17,3 di scirocco.
    Il GW è una cagata pazzesca!!!!!!
    Dama ritorna presto. Ti aspetto.

  2. #312
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Buon venerdì a tutti
    Minima a +18,4.
    Nulla è caduto stanotte dove si continua a dormire bene senza AC.
    Attualmente, a Cerasolo Ausa di Coriano, sole e nubi 3/8, temp. +27,3, ur 56%, calma di vento.

    Romagna dal 08 al 14 luglio 2019-ms_1244_ens.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-ms_1344_ens.png
    05/01/2014: ore 00.02, +17,3 di scirocco.
    Il GW è una cagata pazzesca!!!!!!
    Dama ritorna presto. Ti aspetto.

  3. #313
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Corigliano

    L'IMPORTANZA DI IMPARARE LA CLIMATOLOGIA.

    In uno dei miei ultimi interventi ho scritto che la mancata conoscenza della climatologia italiana porta a giudizi fuorvianti che sono peraltro diametralmente opposti nel caso in cui dovessimo attraversare una fase con temperature sopra la media o sotto la media. Nel primo caso – come è successo nelle ultime due settimane – allora è comune il pensiero che “è estate e quindi è normale che faccia caldo”, mentre nel secondo caso quasi quasi ci si “scandalizza”, come è avvenuto nel mese di maggio. Si tratta di giudizi soggettivi che di fronte alla scienza non hanno alcuna valenza. Perché la scienza giudica con i numeri e non con le sensazioni. E che cosa ci dicono questi numeri? Ci dicono, per esempio, che a metà luglio le temperature minime e massime che dovremmo avere nelle nostre città italiane sono quelle riportate in tabella. Se quindi per esempio a Milano si dovesse registrare una temperatura massima di 35 °C a metà luglio, non è che… “è normale perché è estate e quindi deve fare caldo”. No. Vuol dire che a Milano con quella temperatura siamo di 6 °C oltre la media del periodo. Se a Roma ci dovessimo svegliare una mattina di metà luglio con una temperatura minima di 24 °C invece di 17 °C, vuol dire che abbiamo trascorso una notte più calda della norma di ben 7 °C. I giudizi sulle fasi meteorologiche si danno facendo questi confronti. Quante sono allora le città italiane in cui è normale avere nottate con minime a 25 °C e giornate con massime a 37 °C, come quando sopraggiunge il promontorio nord africano? Nessuna. Non c’è una sola città italiana che ha come media della temperatura minima un valore di 25 °C e come media della temperatura massima un valore di 37 °C. Vuol dire allora che l’arrivo di un’ondata di caldo dall’entroterra sahariano non è che… “Ah, finalmente arriva l’estate!”, ma che siamo di fronte a una fase meteorologica dai connotati anomali o molto anomali, a seconda di quanta aria calda viene pompata verso le nostre latitudini.

    È anche vero che, come abbiamo detto più volte, una media climatologica è fatta per starci un po’ sopra e un po’ sotto e quindi rientra nella variabilità meteorologica avere anche fasi più calde della norma: in altre parole, le avvezioni di aria sahariana fanno parte dei possibili scenari a cui possiamo andare incontro. Il problema è che queste fasi non sono bilanciate da fasi diametralmente opposte in intensità e in numero e quindi le fasi più calde della norma sono diventate di gran lunga superiori rispetto a quelle più fredde, tanto da condizionare ormai la stragrande maggioranza dei bilanci termici mensili: sono infatti nettamente superiori i mesi che a conti fatti chiudono più caldi del normale, rispetto a quelli più freddi. Anche questi conti si fanno con il confronto tra il tempo che ha fatto e il tempo che avrebbe dovuto fare. E sempre grazie a questi conti ci rendiamo conto se su lungo periodo, cioè su intervalli trentennali, è in atto un cambiamento climatico.

    Ecco, a mio modesto avviso questi sono concetti importanti che andrebbero conosciuti e imparati anche dal cittadino comune. Non serve strafare e cimentarsi su testi universitari che parlano di fisica del clima: basterebbe anche solo conoscere per ogni periodo dell'anno quei numeri in tabella per la nostra città perché fissano dei paletti e perché ci dicono per esempio quanto dovrebbe fare caldo o freddo alle nostre latitudini. Così scopriremmo da soli che ci sarebbe da… “meravigliarsi” di più se a Torino si dovesse registrare a metà luglio una temperatura massima di 34 °C (6 °C sopra la media) invece di 25 °C (3 °C sotto la media). E invece questo non succede perché siamo così “cotti” da questo stare troppo spesso in condizioni più calde del normale (effetto "rana bollita") da credere che con 25 °C faccia freddo e che 34 °C vadano bene.

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

  4. #314
    Brezza leggera L'avatar di Kojakteam
    Data Registrazione
    09/01/17
    Località
    Lo Stradone
    Messaggi
    358
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Citazione Originariamente Scritto da vigna Visualizza Messaggio
    Corigliano

    L'IMPORTANZA DI IMPARARE LA CLIMATOLOGIA.

    In uno dei miei ultimi interventi ho scritto che la mancata conoscenza della climatologia italiana porta a giudizi fuorvianti che sono peraltro diametralmente opposti nel caso in cui dovessimo attraversare una fase con temperature sopra la media o sotto la media. Nel primo caso – come è successo nelle ultime due settimane – allora è comune il pensiero che “è estate e quindi è normale che faccia caldo”, mentre nel secondo caso quasi quasi ci si “scandalizza”, come è avvenuto nel mese di maggio. Si tratta di giudizi soggettivi che di fronte alla scienza non hanno alcuna valenza. Perché la scienza giudica con i numeri e non con le sensazioni. E che cosa ci dicono questi numeri? Ci dicono, per esempio, che a metà luglio le temperature minime e massime che dovremmo avere nelle nostre città italiane sono quelle riportate in tabella. Se quindi per esempio a Milano si dovesse registrare una temperatura massima di 35 °C a metà luglio, non è che… “è normale perché è estate e quindi deve fare caldo”. No. Vuol dire che a Milano con quella temperatura siamo di 6 °C oltre la media del periodo. Se a Roma ci dovessimo svegliare una mattina di metà luglio con una temperatura minima di 24 °C invece di 17 °C, vuol dire che abbiamo trascorso una notte più calda della norma di ben 7 °C. I giudizi sulle fasi meteorologiche si danno facendo questi confronti. Quante sono allora le città italiane in cui è normale avere nottate con minime a 25 °C e giornate con massime a 37 °C, come quando sopraggiunge il promontorio nord africano? Nessuna. Non c’è una sola città italiana che ha come media della temperatura minima un valore di 25 °C e come media della temperatura massima un valore di 37 °C. Vuol dire allora che l’arrivo di un’ondata di caldo dall’entroterra sahariano non è che… “Ah, finalmente arriva l’estate!”, ma che siamo di fronte a una fase meteorologica dai connotati anomali o molto anomali, a seconda di quanta aria calda viene pompata verso le nostre latitudini.

    È anche vero che, come abbiamo detto più volte, una media climatologica è fatta per starci un po’ sopra e un po’ sotto e quindi rientra nella variabilità meteorologica avere anche fasi più calde della norma: in altre parole, le avvezioni di aria sahariana fanno parte dei possibili scenari a cui possiamo andare incontro. Il problema è che queste fasi non sono bilanciate da fasi diametralmente opposte in intensità e in numero e quindi le fasi più calde della norma sono diventate di gran lunga superiori rispetto a quelle più fredde, tanto da condizionare ormai la stragrande maggioranza dei bilanci termici mensili: sono infatti nettamente superiori i mesi che a conti fatti chiudono più caldi del normale, rispetto a quelli più freddi. Anche questi conti si fanno con il confronto tra il tempo che ha fatto e il tempo che avrebbe dovuto fare. E sempre grazie a questi conti ci rendiamo conto se su lungo periodo, cioè su intervalli trentennali, è in atto un cambiamento climatico.

    Ecco, a mio modesto avviso questi sono concetti importanti che andrebbero conosciuti e imparati anche dal cittadino comune. Non serve strafare e cimentarsi su testi universitari che parlano di fisica del clima: basterebbe anche solo conoscere per ogni periodo dell'anno quei numeri in tabella per la nostra città perché fissano dei paletti e perché ci dicono per esempio quanto dovrebbe fare caldo o freddo alle nostre latitudini. Così scopriremmo da soli che ci sarebbe da… “meravigliarsi” di più se a Torino si dovesse registrare a metà luglio una temperatura massima di 34 °C (6 °C sopra la media) invece di 25 °C (3 °C sotto la media). E invece questo non succede perché siamo così “cotti” da questo stare troppo spesso in condizioni più calde del normale (effetto "rana bollita") da credere che con 25 °C faccia freddo e che 34 °C vadano bene.Immagine


    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk
    Sante parole!!!

    Queste cose le dovrebbero insegnare a scuola assieme ad altre materie fondamentali per il futuro dei nostri giovani.

    Inviato dal mio BBE100-1 utilizzando Tapatalk

  5. #315
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Romagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_12h_030.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_12h_042.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_024.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_030.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_036.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_024.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_030.pngRomagna dal 08 al 14 luglio 2019-prec_6h_036.png
    05/01/2014: ore 00.02, +17,3 di scirocco.
    Il GW è una cagata pazzesca!!!!!!
    Dama ritorna presto. Ti aspetto.

  6. #316
    Vento moderato L'avatar di Crazymeteo
    Data Registrazione
    19/03/15
    Località
    Argenta, FE
    Età
    42
    Messaggi
    1,114
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Kojakteam Visualizza Messaggio
    Sante parole!!!

    Queste cose le dovrebbero insegnare a scuola assieme ad altre materie fondamentali per il futuro dei nostri giovani.

    Inviato dal mio BBE100-1 utilizzando Tapatalk
    Io alle medie ci provo...e anche con i colleghi!

    Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk

  7. #317
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    05/01/2014: ore 00.02, +17,3 di scirocco.
    Il GW è una cagata pazzesca!!!!!!
    Dama ritorna presto. Ti aspetto.

  8. #318
    Vento teso
    Data Registrazione
    19/06/09
    Località
    ravenna
    Età
    41
    Messaggi
    1,561
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Cosa arriva da nord?

  9. #319
    Uragano L'avatar di vigna
    Data Registrazione
    04/09/03
    Località
    CORPOLO' (RN) 70 slm
    Età
    43
    Messaggi
    34,828
    Menzionato
    76 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Grz @Konte

    CONFERMATO il passaggio instabile domani in mattinata tra le ore 08 (a partire dal Ferrarese-Ravennate) e l'ora di pranzo.
    Di nuovo temperature in calo.

    A pomeriggio il tempo pare in miglioramento abbastanza deciso con serata asciutta.

    BEL TEMPO nella giornata di domenica con rialzo delle temperature.

    NEL CORSO DI LUNEDI' FORTE PEGGIORAMENTO E TEMPORALI AL NORD E ROMAGNA DAL POMERIGGIO PROBABILMENTE.
    Di nuovo temperature in calo. Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Di seguito la mappa di youmeteo.com per domani, il grosso passerà in mare.

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

  10. #320
    Bava di vento
    Data Registrazione
    01/03/18
    Località
    Marina di Ravenna (RA)
    Età
    39
    Messaggi
    180
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 08 al 14 luglio 2019

    Bel temporalozzo ora nel ferrarese, sembra punti a sud; vediamo!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •