Pagina 212 di 225 PrimaPrima ... 112162202210211212213214222 ... UltimaUltima
Risultati da 2,111 a 2,120 di 2248
  1. #2111
    Calma di vento L'avatar di marzioali
    Data Registrazione
    10/12/17
    Località
    Cuneo b.gesso
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Sa, facciamo una piccola disamina sul clima dell'W Cuneese (ma anche W Piemonte) di pianura in inverno.
    L'evento di ieri porta a dare un'occhiata e a cercare di capire perchè, come altre volte accade, ad W nevica di meno.
    Il fattore sfiga esiste, sicuro, ma in realtà un motivo profondo esiste, ed è orografico e dunque climatico.

    Faccio un pò di approssimazioni, giusto per dare un'idea generale: solitamente l'inverno è la stagione nella quale prevalgono sostanzialmente due tipi di configurazioni: perturbazioni atlantiche con fronti da W/SW (anche da NW ma lasciamole da parte perchè lasciano tutti in ombra) e minimi bassi, talvolta innescati da irruzioni fredde.
    Guardiamo una situazione tipica: il fronte da S-SW, classicone.
    Ad W abbiamo la barriera alpina, che raggiunge i suoi massimi ad W e grosso modo digrada procedendo verso SE alcune eccezioni a parte (massicci di Argentera e Gelas). Come sappiamo essa funge da "muro", e lo fa tanto meglio laddove è più alta, mentre scherma di meno dove è più bassa.
    Risultato?
    Allegato 556153

    Si vede molto bene che nel lato E della provincia, sul Savonese, Astigiano e Alessandrino i rilievi immediatamente a SW non sono così alti tale da schermare in maniera decisa le precipitazioni, e dunque esse sfondano bene verso NE. Mano a mano che si procede verso NW - rimanendo sempre in pianura, nelle valli è diverso perchè sfonda - le precipitazioni faticano a scavalcare la barriera, e proprio nell'angolo NW della Granda e nel Pinerolese incontrano il massimo della difficoltà: hanno rilievi imponenti over 3000, una serie di valli orientate W-E immediatamente a S (con le loro dorsali) e non godono della "classica" rotazione da S, che in genere avviene verso il Piemonte Centrale.
    Questo si traduce anzitutto in precipitazioni inferiori, meno organizzate e più discontinue. E precipitazioni più deboli e meno omogenee comportano un'omotermia minore, poichè la colonna d'aria non riesce a sistemarsi a dovere, e dunque una quota neve tendenzialmente più alta. In queste situazioni invece le Langhe, il Roero, il Sud Astigiano & co sono favorite: precipitazioni decise, continue, che si traducono in una colonna d'aria migliore e dunque quota neve sensibilmente più bassa.
    Per questo, se parliamo di zone basse. in media, ad W tende a nevicare e a precipitare di meno che ad E. Con queste configurazioni "tipiche", ovvio, arrivasse la sciroccata del secolo su una -8° a 850hPa sarebbe un altro discorso

    Ma guardiamo un pò di pluviometria nel cuore dell'inverno, ossia nel mese di gennaio (2000-2019), e facciamo un pò di confronti a parità di latitudine.
    W: Villanova Solaro (267m.): 26.7mm, E: Castellinaldo (325m.): 37.6mm
    W: Saluzzo-San Lorenzo (535m.): 27.4mm, E: Treiso (376m.): 35.5mm e Rodello (415m.): 37.4mm
    W: Brossasco (580m.): 34.5mm, E: Roddino (500m.): 39.7mm
    W: Dronero-Pratavecchia (575m.): 39.9mm, E: Belvedere Langhe (550m.): 41.7mm
    W: Cuneo (575m.): 45.0mm, E: Ceva (410m.): 50.1mm

    Come si vede, in linea generale la piovosità aumenta comunque procedendo verso S, ma il divario W-E tra pianura/pedemontana occidentale e E Cuneese si vede. Ed è vero che si parla di pochi mm medi (5-10mm), ma attenzione che sono medi, ossia tengono conto anche delle entrate da E o da E-SE nelle quali le zone orientali hanno visto poco o nulla, e quelle occidentali invece un bel pò.
    C'è poi anche il discorso famoso del borino, ossia, in caso di minimi bassi, un richiamo da N-NE al suolo "favonizzato" sulla pedemontana occidentale, che inibisce le precipitazioni e distrugge la colonna d'aria, un fenomeno che per ragioni orografiche difficilmente si presenta a SE del Tanaro e della Stura.
    Grazie veramente. Sempre precise le tue spiegazioni.

  2. #2112
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,236
    Menzionato
    101 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da marzioali Visualizza Messaggio
    Grazie veramente. Sempre precise le tue spiegazioni.
    Troppo buono, grazie

    Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk

  3. #2113
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,236
    Menzionato
    101 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Stamattina sole, nuvole e fohn furioso, con +10°.
    Ora si sta coprendo tutto per sfondamento da W-NW.
    Dalle webcam vedo virghe giusto sopra Pietraporzio, mentre nevica al Maddalena.
    Una decina/quindicina di cm dovrebbe farli sul confine, ottimo!
    Lou soulei nais per tuchi

  4. #2114
    Bava di vento L'avatar di CheccoLau
    Data Registrazione
    02/01/21
    Località
    Saluzzo (CN)
    Età
    20
    Messaggi
    86
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Sa, facciamo una piccola disamina sul clima dell'W Cuneese (ma anche W Piemonte) di pianura in inverno.
    L'evento di ieri porta a dare un'occhiata e a cercare di capire perchè, come altre volte accade, ad W nevica di meno.
    Il fattore sfiga esiste, sicuro, ma in realtà un motivo profondo esiste, ed è orografico e dunque climatico.

    Faccio un pò di approssimazioni, giusto per dare un'idea generale: solitamente l'inverno è la stagione nella quale prevalgono sostanzialmente due tipi di configurazioni: perturbazioni atlantiche con fronti da W/SW (anche da NW ma lasciamole da parte perchè lasciano tutti in ombra) e minimi bassi, talvolta innescati da irruzioni fredde.
    Guardiamo una situazione tipica: il fronte da S-SW, classicone.
    Ad W abbiamo la barriera alpina, che raggiunge i suoi massimi ad W e grosso modo digrada procedendo verso SE alcune eccezioni a parte (massicci di Argentera e Gelas). Come sappiamo essa funge da "muro", e lo fa tanto meglio laddove è più alta, mentre scherma di meno dove è più bassa.
    Risultato?
    Allegato 556153

    Si vede molto bene che nel lato E della provincia, sul Savonese, Astigiano e Alessandrino i rilievi immediatamente a SW non sono così alti tale da schermare in maniera decisa le precipitazioni, e dunque esse sfondano bene verso NE. Mano a mano che si procede verso NW - rimanendo sempre in pianura, nelle valli è diverso perchè sfonda - le precipitazioni faticano a scavalcare la barriera, e proprio nell'angolo NW della Granda e nel Pinerolese incontrano il massimo della difficoltà: hanno rilievi imponenti over 3000, una serie di valli orientate W-E immediatamente a S (con le loro dorsali) e non godono della "classica" rotazione da S, che in genere avviene verso il Piemonte Centrale.
    Questo si traduce anzitutto in precipitazioni inferiori, meno organizzate e più discontinue. E precipitazioni più deboli e meno omogenee comportano un'omotermia minore, poichè la colonna d'aria non riesce a sistemarsi a dovere, e dunque una quota neve tendenzialmente più alta. In queste situazioni invece le Langhe, il Roero, il Sud Astigiano & co sono favorite: precipitazioni decise, continue, che si traducono in una colonna d'aria migliore e dunque quota neve sensibilmente più bassa.
    Per questo, se parliamo di zone basse. in media, ad W tende a nevicare e a precipitare di meno che ad E. Con queste configurazioni "tipiche", ovvio, arrivasse la sciroccata del secolo su una -8° a 850hPa sarebbe un altro discorso

    Ma guardiamo un pò di pluviometria nel cuore dell'inverno, ossia nel mese di gennaio (2000-2019), e facciamo un pò di confronti a parità di latitudine.
    W: Villanova Solaro (267m.): 26.7mm, E: Castellinaldo (325m.): 37.6mm
    W: Saluzzo-San Lorenzo (535m.): 27.4mm, E: Treiso (376m.): 35.5mm e Rodello (415m.): 37.4mm
    W: Brossasco (580m.): 34.5mm, E: Roddino (500m.): 39.7mm
    W: Dronero-Pratavecchia (575m.): 39.9mm, E: Belvedere Langhe (550m.): 41.7mm
    W: Cuneo (575m.): 45.0mm, E: Ceva (410m.): 50.1mm

    Come si vede, in linea generale la piovosità aumenta comunque procedendo verso S, ma il divario W-E tra pianura/pedemontana occidentale e E Cuneese si vede. Ed è vero che si parla di pochi mm medi (5-10mm), ma attenzione che sono medi, ossia tengono conto anche delle entrate da E o da E-SE nelle quali le zone orientali hanno visto poco o nulla, e quelle occidentali invece un bel pò.
    C'è poi anche il discorso famoso del borino, ossia, in caso di minimi bassi, un richiamo da N-NE al suolo "favonizzato" sulla pedemontana occidentale, che inibisce le precipitazioni e distrugge la colonna d'aria, un fenomeno che per ragioni orografiche difficilmente si presenta a SE del Tanaro e della Stura.
    Grazie, davvero molto interessante ed istruttivo. Quindi per capire, l'ideale per queste zone passa per forza da temperature molto basse che mitigano le condizioni che sarebbero altrimenti sfavorevoli di un minimo molto basso?

  5. #2115
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,236
    Menzionato
    101 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da CheccoLau Visualizza Messaggio
    Grazie, davvero molto interessante ed istruttivo. Quindi per capire, l'ideale per queste zone passa per forza da temperature molto basse che mitigano le condizioni che sarebbero altrimenti sfavorevoli di un minimo molto basso?
    Certamente partire da temperature molto basse è un bel vantaggio, ma in generale per il Saluzzese/Pinerolese occorrono proprio altre configurazioni: minimi che sprofondano bene e correnti decise da E-SE, in modo da avere effetto stau e dunque precipitazioni decise e continue.
    Ma con i fronti da W/SW, SW e SSW è abbastanza difficile avere grandi nevicate in zona. Chiaro entrano in gioco anche mille altri fattori (temperatura, correnti alle altre quote, intensità dello sfondamento, canale precipitativo, ecc.ecc.), ma a grandissime linee siamo lì.
    Ci vogliono correnti con componenti orientali.

    Non a caso guarda che differenza precipitativa c'è fra Saluzzo e Alba proprio in primavera e inizio estate, ossia nella stagione nella quale prevalgono i peggioramenti di stampo sciroccale:

    Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021-saluzzo.jpg

    Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021-alba.jpg

    da marzo a giugno Saluzzo si becca più di 100mm in più di Alba, mica bruscolini. Mentre nel trimestre invernale (nonostante la piovosità sia quasi uguale) c'è uno spiccato minimo in gennaio, dovuto proprio a peggioramenti di questo tipo (SW-SSW).
    E questo minimo molto marcato è presente in tutto il Saluzzese di pianura e si estende verso il Pinerolese e in generale la pianura Alto Cuneese/Basso Torinese.
    Lou soulei nais per tuchi

  6. #2116
    Vento forte L'avatar di ArgenteraBest
    Data Registrazione
    23/11/07
    Località
    San Chiaffredo - Busca CN - 500 msl
    Età
    36
    Messaggi
    4,817
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Sembra sfondare molto bene. Montagne sparite.

  7. #2117
    Vento forte L'avatar di Luca02
    Data Registrazione
    21/02/11
    Località
    Asti 155 m / Antey 1140 m
    Età
    24
    Messaggi
    4,416
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Alba ha 33 mm medi a gennaio? giusto qualche dato in zona di questo assurdo gennaio

    Monforte: 130.6 mm
    Roddi: 128.6 mm
    Barolo 128.4 mm
    Meteo Monferrato, Langhe e Roero: www.datimeteoasti.it

  8. #2118
    Vento forte L'avatar di ArgenteraBest
    Data Registrazione
    23/11/07
    Località
    San Chiaffredo - Busca CN - 500 msl
    Età
    36
    Messaggi
    4,817
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Quei dati pluvio invernali dici che sono corretti Valter anche se non tutti i pluvio sono riscaldati? Come funziona?

  9. #2119
    Vento forte L'avatar di Luca02
    Data Registrazione
    21/02/11
    Località
    Asti 155 m / Antey 1140 m
    Età
    24
    Messaggi
    4,416
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da Freney17 Visualizza Messaggio
    25cm esatti di evento e nel prato 53cm mentre a nord 68cm, pendio sud pieno 20cm Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Mamma mia che differenza tra valle Pesio, Casotto ecc nevicherà tanto, ma altrettanto velocemente se ne va ma quindi prima di questa nevicata i pendii a sud erano senza neve?
    Meteo Monferrato, Langhe e Roero: www.datimeteoasti.it

  10. #2120
    Brezza tesa L'avatar di Raffaele hiver96
    Data Registrazione
    12/03/13
    Località
    Fossano (CN)
    Età
    24
    Messaggi
    583
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Basso Piemonte CN-AL-AT Gennaio 2021

    Raffaele Di Febbraro - YouTube
    Il mio canale, dove ci sono i video della nevicata di ieri e non.
    Buona visione.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •