Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 52
  1. #11
    Vento forte L'avatar di Dave
    Data Registrazione
    14/06/06
    Località
    Torino / Muzzano (BI)
    Messaggi
    4,027
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Lavoro monumentale, Dave, bravo!
    Curioso che in un forum di meteorologia siamo in pochissimi a guardare i dati, e invece ci basiamo sul "eh ma mi ricordo"

    Tra l'altro, cosa molto importante, vedo che tu sei partito dal 1998/1999 o giù di lì.
    Invito tutti a guardare cosa segnavano i (pochi) nivometri presenti ai primi di marzo degli anni 1989, 1990, 1995, così, a sentimento

    Questo è una di quelle stagioni in cui l'innevamento pre-nevicate primaverili è molto scarso, ma è praticamente in perfetta linea con quanto avvenuto negli ultimi anni: non ci sono grandi differenze tra l'innevamento odierno e quello dello stesso periodo nel 2020 e nel 2019.
    Per cui nulla di trascendentale o di inaudito: anzi, ci sarebbe da stupirsi del contrario.
    Azz hai ragione, mancano i dati dei primi anni 90 perche' sono nel campo altezza massima e non neve al suolo.

    Per questo tipo di statistica direi che sono equivalenti, appena riesco integro, spero di poter ancora editare i post.

  2. #12
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,317
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da Dave Visualizza Messaggio
    Azz hai ragione, mancano i dati dei primi anni 90 perche' sono nel campo altezza massima e non neve al suolo.

    Per questo tipo di statistica direi che sono equivalenti, appena riesco integro, spero di poter ancora editare i post.
    Confermo, sono la stessa cosa per questo.
    Appena riesco vado a ripescare quello che avevo scritto sugli inverni tragici delle Alpi Occidentali... ma quelli tragici seri: 1988/1989, 1989/1990, 1994/1995, 2006/2007, 2015/2016 fino alla prima settimana di febbraio, 2018/2019, 2019/2020... anche il 1996/1997 non ha scherzato, peggio ancora il 1998/1999... ora ripesco e vedremo...
    Lou soulei nais per tuchi

  3. #13
    Vento forte L'avatar di Dave
    Data Registrazione
    14/06/06
    Località
    Torino / Muzzano (BI)
    Messaggi
    4,027
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Integrato dati, purtroppo sono poche le stazioni con dati precedenti al 98 quando e' cambiato il metodo di misurazione e i piu' vecchi sono del 90.

    Comunque qualche altro inverno pessimo e' venuto fuori

  4. #14
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,317
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da Dave Visualizza Messaggio
    Integrato dati, purtroppo sono poche le stazioni con dati precedenti al 98 quando e' cambiato il metodo di misurazione e i piu' vecchi sono del 90.

    Comunque qualche altro inverno pessimo e' venuto fuori
    Beeeello eh il '95?
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #15
    Vento forte L'avatar di Dave
    Data Registrazione
    14/06/06
    Località
    Torino / Muzzano (BI)
    Messaggi
    4,027
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Beeeello eh il '95?
    Siccome questi li ho cercati a mano, ero allibito: Barcenisio e Bardonecchia che battono Pancani e Terme di Valdieri ha del clamoroso

  6. #16
    Vento forte L'avatar di Marco_70
    Data Registrazione
    21/01/15
    Località
    Torino/Salbertrand
    Età
    50
    Messaggi
    3,077
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Ribadisco il mio punto di vista.
    In montagna è importante avere le nevicate consistenti tra inizio Novembre e metà Dicembre, in quel caso di riffa o di raffa a 2000m la mantieni sino a fine Aprile, anche con scaldate o fonate epocali. Vedasi ciò che è successo ad Est quest'anno, o la scorsa stagione o la 2016/17, che per me rimarrà indelebile.
    E visto che sono stati tirati in ballo i ghiacciai. Vedasi stagioni 2008/09 - 2009/10 - 2013/14 ad est, metrate di neve in Inverno; ma se ti fa una delle tante estati degli anni 2000, non ti porti a casa niente....

  7. #17
    Vento forte L'avatar di alessandro84
    Data Registrazione
    19/08/15
    Località
    pianezza (to)
    Età
    36
    Messaggi
    3,298
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da Marco_70 Visualizza Messaggio
    Ribadisco il mio punto di vista.
    In montagna è importante avere le nevicate consistenti tra inizio Novembre e metà Dicembre, in quel caso di riffa o di raffa a 2000m la mantieni sino a fine Aprile, anche con scaldate o fonate epocali. Vedasi ciò che è successo ad Est quest'anno, o la scorsa stagione o la 2016/17, che per me rimarrà indelebile.
    E visto che sono stati tirati in ballo i ghiacciai. Vedasi stagioni 2008/09 - 2009/10 - 2013/14 ad est, metrate di neve in Inverno; ma se ti fa una delle tante estati degli anni 2000, non ti porti a casa niente....
    Perfettamente d'accordo, purtroppo qua paghiamo le mancate nevicate pesanti autunnali che formano il fondo e non vengono spazzolate dal vento; di annate peggiori di questa ce ne sono state a bizzeffe, semmai l'anomalia dall'autunno in avanti è stata la ripetitività delle medesime configurazioni che hanno sempre favorito le alpi dall'Alto Piemonte verso est, qui l'unico episodio favorevole è il metro di polvere arrivato a inizio Gennaio che è stato prontamente spazzolato via, in pratica è come non fosse neanche venuto da una certa quota in su

  8. #18
    Burrasca forte L'avatar di millibar71
    Data Registrazione
    22/09/03
    Località
    torino est
    Età
    49
    Messaggi
    9,876
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Citazione Originariamente Scritto da alessandro84 Visualizza Messaggio
    Perfettamente d'accordo, purtroppo qua paghiamo le mancate nevicate pesanti autunnali che formano il fondo e non vengono spazzolate dal vento; di annate peggiori di questa ce ne sono state a bizzeffe, semmai l'anomalia dall'autunno in avanti è stata la ripetitività delle medesime configurazioni che hanno sempre favorito le alpi dall'Alto Piemonte verso est, qui l'unico episodio favorevole è il metro di polvere arrivato a inizio Gennaio che è stato prontamente spazzolato via, in pratica è come non fosse neanche venuto da una certa quota in su

    E' un contesto meteorologico ciclico tra annate buone e meno buone. Io mi soffermerei sull'evidenza dei fatti che ci indica un manto nevoso che dura di meno a qualsiasi quota. La primavera ci dirà il fieno in cascina che si riuscirà a mettere sui ghiacciai, saranno le temperature estive a decidere quanta neve riuscirà a conservarsi.

  9. #19
    Bava di vento L'avatar di CheccoLau
    Data Registrazione
    02/01/21
    Località
    Saluzzo (CN)
    Età
    21
    Messaggi
    99
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Secondo me quest'anno la cosa più sorprendente è soprattutto il numero di occasioni mancate, ci troviamo ad avere la stessa neve in quota di annate ben poco movimentate. Poi correggetemi se sbaglio, ma io per la mia zona ho avuto quest'impressione.
    Per il resto grazie mille e complimenti per il lavorone

  10. #20
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    23
    Messaggi
    1,373
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento alpi occidentali al 01/03

    Però ragazzi, non credo che ci sia troppo da minimizzare analizzando i dati di certi settori (Alpi Graie in particolare): dati come i 34 cm al rifugio Gastaldi o i 7 al vicino lago la Torre a 2360 metri rasentano il limite dello "scandaloso" e anche le serie postate dimostrano come ben pochi anni hanno fatto peggio.

    Non ci si poteva aspettare molto di più perchè sono mancate le nevicate autunnali? Senza dubbio. Si tratta di valori mai visti prima? Ovviamente no. Può ritenersi eccezionale un periodo di alta pressione con eventuale presenza di un'ondata di caldo pesante a febbraio, con tutte le conseguenze del caso sul manto nevoso? Ovviamente no. Si tratta di valori sempre normali, anche prendendo l'accezione di normalità di quanto avvenuto nel nuovo millennio o nell'ultimo decennio? Sinceramente per me no, infatti gli anni che al 1 marzo (e ripeto al 1 marzo, poi si valuterà a fine stagione) hanno fatto peggio si contano sulla dita della mano (2016 e 2019 e tra l'altro solo localmente). Voglio dire, l'anno scorso non c'era certo un innevamento eccezionale in questo periodo, ma di sicuro era comunque migliore di quest'anno nella maggior parte dei luoghi (certo, per le nevicate autunnali, non sto mica dicendo che questo inverno ha fatto più schifo dello scorso solo per l'innevamento in quota e vorrei ben vedere; ma io sto parlando e analizzando solo i dati di neve al suolo all'inizio della primavera).
    ,

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •