Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/02/18
    Località
    Mola di Bari (BA)
    Età
    22
    Messaggi
    1,371
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Didattica | Minimi, termiche e neve

    Prendendo spunto da un'interessante discussione in corso nella stanza dei modelli, apro questo Thread per discutere di come vari la tipologia di precipitazione a seconda delle diverse configurazioni. Chiedo ai più esperti di illuminarci sulla questione. Naturalmente per le nostre lande

  2. #2
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,787
    Menzionato
    339 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Be, è chiaro che tutto dipende dalla configurazione.
    Nel nostro emisfero l’aria si muove in senso antiorario attorno alle basse pressioni, ergo se ci troviamo sul lato orientale ci sarà la risalita di aria mite e/o assenza di raffreddamento notevole.

    A seconda poi di dove si trova l’entroterra (per le aree costiere) va da sè che è meglio avere vento da quella direzione: ergo per le coste adriatiche da W, o quelle tirreniche da N.
    Di fatto la cosa è positiva solo per le adriatiche per via della barriera montuosa che impedisce alle coste tirreniche di beneficiare a livello precipitativo dei venti da nord. Per le adriatiche un vento da ovest si realizza con minimi sull’Adriatico meridionale e/o centrale.

    Naturalmente per zone collinari e montuose il discorso diventa più vago e vario. Perché a seconda della quota e della posizione passa un mondo.
    Diciamo che con la Ionio low andrebbe bene di certo dall’alta collina in su senza guardare alla mappa geografica. Ma per bassa collina, pianura e coste dipende da tanto: isoterme negative, fin dove giungono, intensità delle precipitazioni, dew point della colonna d’aria.
    Bastano qualche decina di km per trasformare mondo neve in mondo pioggione.

  3. #3
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/02/18
    Località
    Mola di Bari (BA)
    Età
    22
    Messaggi
    1,371
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Be, è chiaro che tutto dipende dalla configurazione.
    Nel nostro emisfero l’aria si muove in senso antiorario attorno alle basse pressioni, ergo se ci troviamo sul lato orientale ci sarà la risalita di aria mite e/o assenza di raffreddamento notevole.

    A seconda poi di dove si trova l’entroterra (per le aree costiere) va da sè che è meglio avere vento da quella direzione: ergo per le coste adriatiche da W, o quelle tirreniche da N.
    Di fatto la cosa è positiva solo per le adriatiche per via della barriera montuosa che impedisce alle coste tirreniche di beneficiare a livello precipitativo dei venti da nord. Per le adriatiche un vento da ovest si realizza con minimi sull’Adriatico meridionale e/o centrale.

    Naturalmente per zone collinari e montuose il discorso diventa più vago e vario. Perché a seconda della quota e della posizione passa un mondo.
    Diciamo che con la Ionio low andrebbe bene di certo dall’alta collina in su senza guardare alla mappa geografica. Ma per bassa collina, pianura e coste dipende da tanto: isoterme negative, fin dove giungono, intensità delle precipitazioni, dew point della colonna d’aria.
    Bastano qualche decina di km per trasformare mondo neve in mondo pioggione.
    Ma un minimo sull'adriatico centrale, non rischia di innescare un richiamo caldo con vento da W?

  4. #4
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    8,136
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Be, è chiaro che tutto dipende dalla configurazione.
    Nel nostro emisfero l’aria si muove in senso antiorario attorno alle basse pressioni, ergo se ci troviamo sul lato orientale ci sarà la risalita di aria mite e/o assenza di raffreddamento notevole.

    A seconda poi di dove si trova l’entroterra (per le aree costiere) va da sè che è meglio avere vento da quella direzione: ergo per le coste adriatiche da W, o quelle tirreniche da N.
    Di fatto la cosa è positiva solo per le adriatiche per via della barriera montuosa che impedisce alle coste tirreniche di beneficiare a livello precipitativo dei venti da nord. Per le adriatiche un vento da ovest si realizza con minimi sull’Adriatico meridionale e/o centrale.

    Naturalmente per zone collinari e montuose il discorso diventa più vago e vario. Perché a seconda della quota e della posizione passa un mondo.
    Diciamo che con la Ionio low andrebbe bene di certo dall’alta collina in su senza guardare alla mappa geografica. Ma per bassa collina, pianura e coste dipende da tanto: isoterme negative, fin dove giungono, intensità delle precipitazioni, dew point della colonna d’aria.
    Bastano qualche decina di km per trasformare mondo neve in mondo pioggione.
    Nel febbraio 2009 qual era la situazione?
    Gruppo Meteo per il Nowcasting Pugliese->https://t.me/joinchat/AWWeBBx5LPSuQ1uDBQFdTA

  5. #5
    Tempesta L'avatar di Mario85
    Data Registrazione
    30/12/08
    Località
    LUCERA
    Età
    34
    Messaggi
    11,190
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Approfitto del 3d per ricordare che quando ci sono queste carte, tutto quello che ad esempio serve al foggiano per la neve, penalizza il resto della regione e viceversa...questo per dire che è quasi impossibile accontentare tutti nella stessa ondata di maltempo, serve proprio un minimo con la traiettoria perfetta che in più fasi accontenti tutti ma è quasi utopico.

  6. #6
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,787
    Menzionato
    339 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da MidMagic Visualizza Messaggio
    Ma un minimo sull'adriatico centrale, non rischia di innescare un richiamo caldo con vento da W?
    È la situazione che si verifica spesso quando traslano cavi nordatlantici lungo l’Adriatico. In quel caso infatti fa sempre più freddo al suolo di quanto le isoterme in quota consentirebbero proprio per via del vento che spira da ovest.
    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Nel febbraio 2009 qual era la situazione?
    Quella appunto. E credo anche nel Dicembre 2007

  7. #7
    Vento teso L'avatar di japigia
    Data Registrazione
    27/05/14
    Località
    Bari-Mola
    Messaggi
    1,809
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Nel febbraio 2009 qual era la situazione?
    Quel febbraio ci furono due irruzioni artiche una il 14/15 matrice artico marittima e l’altra il 18/19 artico continentale entrambe accompagnate da un bel minimo in traslazione, la prima ionio/Egeo e la seconda basso adriatico/ionico nevicata spettacolare sulla Murgia barese di sud est(gioia del colle totalizzò
    40cm) ma anche le pianure e le coste
    Didattica | Minimi, termiche e neve-3daeffc9-8c92-4685-906a-6c89c2adb0c2.pngDidattica | Minimi, termiche e neve-8609758a-4bb4-45f3-a20e-a41571a7099b.png
    In Avatar (Nevicata del 24 Marzo 2020)

  8. #8
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    8,136
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da japigia Visualizza Messaggio
    Quel febbraio ci furono due irruzioni artiche una il 14/15 matrice artico marittima e l’altra il 18/19 artico continentale entrambe accompagnate da un bel minimo in traslazione, la prima ionio/Egeo e la seconda basso adriatico/ionico nevicata spettacolare sulla Murgia barese di sud est(gioia del colle totalizzò
    40cm) ma anche le pianure e le coste
    Didattica | Minimi, termiche e neve-3daeffc9-8c92-4685-906a-6c89c2adb0c2.pngDidattica | Minimi, termiche e neve-8609758a-4bb4-45f3-a20e-a41571a7099b.png
    Grazie!!

    Fu una signora settimana anche qui, ricordo che in collina a tratti nevicò ogni giorno (non molto) dal 14 al 19.
    Gruppo Meteo per il Nowcasting Pugliese->https://t.me/joinchat/AWWeBBx5LPSuQ1uDBQFdTA

  9. #9
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,787
    Menzionato
    339 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Grazie!!

    Fu una signora settimana anche qui, ricordo che in collina a tratti nevicò ogni giorno (non molto) dal 14 al 19.
    Nel 2009 nevicò fin sulle coste, lo ricordo bene. Senza attecchire, ovviamente.

  10. #10
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    8,136
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Didattica | Minimi, termiche e neve

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Nel 2009 nevicò fin sulle coste, lo ricordo bene. Senza attecchire, ovviamente.
    Qui nevicò sia il 14 che il 19, fu una settimana meteo memorabile, forse la migliore mai vissuta (visto che nell'87 non ero neanche fra i progetti dei miei ) per freddo e dinamicità
    Gruppo Meteo per il Nowcasting Pugliese->https://t.me/joinchat/AWWeBBx5LPSuQ1uDBQFdTA

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •