Pagina 3 di 54 PrimaPrima 123451353 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 536

Discussione: Monitoraggio Invasi

  1. #21
    Brezza tesa L'avatar di masinga
    Data Registrazione
    12/03/04
    Località
    Putignano (BA)
    Messaggi
    957
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Citazione Originariamente Scritto da ivanix Visualizza Messaggio



    tutte diminuite, come lecito aspettarsi, tranne Gannano che, se non sbaglio, avrà beneficiato dei sistemi entrati dal vicino Ionio.
    più pluviometri per tutti!!

  2. #22
    Vento forte L'avatar di ivanix
    Data Registrazione
    20/12/03
    Località
    Ruvo di Puglia - Corato (Ba) 260 s.l.m.
    Messaggi
    4,908
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Ma in questi casi è meglio la pioggia o la neve?

    Ruvo di Puglia 260m. slm
    Minima 158m.; Massima 672m.; Escursione Altimetrica 514m.
    Corato zona Oasi 320m. slm

  3. #23

  4. #24
    Burrasca L'avatar di Valeloco
    Data Registrazione
    25/01/06
    Località
    Locorotondo 410 mt
    Messaggi
    6,911
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Citazione Originariamente Scritto da ivanix Visualizza Messaggio
    Ma in questi casi è meglio la pioggia o la neve?

    A pari quantità immagino la neve. Entra lentamente nelle falde, non si disperde.
    Visitate il portale meteo della Valle d'Itria
    www.meteovalleditria.it

  5. #25
    Brezza tesa L'avatar di masinga
    Data Registrazione
    12/03/04
    Località
    Putignano (BA)
    Messaggi
    957
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    http://www.lagazzettadelmezzogiorno....&IDCategoria=1

    Acqua, la pioggia non basta
    da oggi altri tagli in Puglia
    BARI - L’ottimismo dell’as*****re Onofrio Introna è durato per lo spazio di tre giorni. La pioggia dello scorso weekend non ha dato gli effetti speciali: in Puglia l’emergenza idrica continua, e andrà sempre peggio. Da oggi, infatti, scattano le ulteriori riduzioni all’ero g azione: altri 350 litri al secondo in meno dall’invaso del Sinni, che portano il deficit complessivo a 1.750 litri al secondo. Il 10% del fabbisogno totale.

    L’incontro di ieri a Bari tra i responsabili delle Autorità di bacino pugliese e lucana, l’Ente irrigazione ed i gestori degli acquedotti è stato teatro di un’analisi molto preoccupata: nei prossimi giorni, infatti, c’è addirittura il rischio di non riuscire a mantenere l’attuale livello di erogazione. Le piogge dello scorso fine settimana sono servite soltanto a «risparmiare» tre giorni di erogazione dall’in - vaso del Sinni, e non hanno dato benefici significativi nemmeno all’invaso di Conza. E allora, da stamattina, l’Acquedotto pugliese darà corso alle nuove riduzioni di pressione, già annunciate a partire da lunedì scorso e poi rinviate nella speranza che la pioggia le rendesse inutili. Stavolta, però, i tecnici dell’Aqp hanno evidenziato gravi problemi: i serbatoi, è stato detto durante la riunione, sono già a livelli molto bassi, quindi un taglio di pressione potrebbe creare gravi difficoltà. Una preoccupazione simile è stata espressa anche da Acquedotto Lucano: la situazione è infatti molto critica anche in Basilicata.

    Da oggi, dunque, l’acqua potrebbe mancare negli stabili non dotati di autoclave, soprattutto ai piani alti (la pressione di rete non sarà sufficiente a spingerla oltre il secondo-terzo piano). Ma se i serbatoi si svuotano, si rischia di lasciare a secco intere città: è un po’ quello che è capitato nell’estate 2007, quando Taranto rimase senz’acqua per più di due giorni. La riunione di ieri ha affrontato anche il tema delle contromisure di emergenza. Ad Aqp è stato chiesto di accelerare l’attivazione dei nuovi pozzi collegati al Canale principale (l’acquedotto Sele-Calore), che permetteranno di potenziare la disponibilità idrica del Barese e dedicare quindi il Sinni alla Puglia meridionale. Si è poi ipotizzata la possibilità di un trasferimento d’acqua a uso potabile dalla diga di Conza, che secondo i tecnici potrebbe essere messo in atto in maniera abbastanza veloce.

    Ma è anche scoppiato un piccolo caso che riguarda l’Ilva. Allo stabilimento di Taranto spetterebbero infatti 250 litri al secondo, ma la media dell’ultimo periodo sarebbe leggermente maggiore (circa 280). L’Ente irrigazione ha però spiegato che l’Ilva non è una servita da una presa regolata ma da un canale a pelo libero su cui l’operatore ha difficoltà ad intervenire in maniera precisa, e che comunque le nuove restrizioni colpiranno anche il siderurgico. [m.scagl.]

    20/11/2008
    più pluviometri per tutti!!

  6. #26
    Brezza tesa L'avatar di masinga
    Data Registrazione
    12/03/04
    Località
    Putignano (BA)
    Messaggi
    957
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    e ora vediamo se la situazione vi e' piu' chiara.


    http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_cronache_NOTIZIA_01.php?IDCategoria=273&IDNotizia=215880


    La diga di Monte Cotugno Le foto di Tony Vece sono state scattate il 18 novembre 2008 TUTTO TRANNE CHE UN INVASO DI ACQUA







    20/11/2008
    più pluviometri per tutti!!

  7. #27
    Vento forte L'avatar di Alessio
    Data Registrazione
    01/02/05
    Località
    Putignano (BA)
    Messaggi
    4,281
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Situazione a dir poco allarmante
    Stazione WMR928NX con schermo Davis passivo+WMR300
    Record stazione dal 2005 Min -5.3° il 17/12/10 - Max +42.1° il 24/07/07

  8. #28
    Bava di vento
    Data Registrazione
    10/01/07
    Località
    Putignano (BA)
    Età
    41
    Messaggi
    115
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Scusate ma il governo sa di queste situazioni?

  9. #29
    Uragano L'avatar di Massimiliano Selvix
    Data Registrazione
    21/07/04
    Località
    Pisticci (MT)/ Toronto Ontario
    Età
    45
    Messaggi
    20,309
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Invasi

    Citazione Originariamente Scritto da masinga Visualizza Messaggio
    e ora vediamo se la situazione vi e' piu' chiara.


    http://www.lagazzettadelmezzogiorno....Notizia=215880


    La diga di Monte Cotugno Le foto di Tony Vece sono state scattate il 18 novembre 2008 TUTTO TRANNE CHE UN INVASO DI ACQUA







    20/11/2008
    In quasi 20 anni che passo di lì non ho mai visto una situazione del genere. Agghiacciante.
    "We are all star people, from the dust we came and to the dust we shall return. So let's celebrate Love. Ciao Mamma.

  10. #30
    Vento moderato
    Data Registrazione
    29/01/07
    Località
    Mondovì(CN) 422m s.l.m.
    Età
    44
    Messaggi
    1,180
    Menzionato
    0 Post(s)

    Thumbs down Re: Monitoraggio Invasi

    Citazione Originariamente Scritto da Massimiliano Selvix Visualizza Messaggio
    In quasi 20 anni che passo di lì non ho mai visto una situazione del genere. Agghiacciante.
    Certo che con questo prelievo mostruoso la vedo dura ......nonstante le precipitazioni in un mese ha perso 7 milioni di metri cubi..............

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •