Pagina 12 di 17 PrimaPrima ... 21011121314 ... UltimaUltima
Risultati da 111 a 120 di 170
  1. #111
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Il 22 Giugno segna simbolicamente l'inizio del declino estivo, da oggi in avanti infatti le giornate tornano ad accorciarsi. Come si sa, però, le stagioni meteorologiche non seguono precisamente l'astronomia ma risentono di un certo lag temporale, ecco quindi che se sul lato astronomico inizia la fase discendente per quella meteorologica si è ancora ai nastri di partenza. Questo fatto pesa psicologicamente e fisicamente come un macigno, perchè le condizioni si stanno aggravando sempre più: il basso Adriatico ormai ha raggiunto temperature delle acque superficiali prossime ai 26°, un valore che l'anno scorso si raggiunse a metà Luglio e che in altri anni si raggiungeva comunque nei primi giorni di Luglio; le prospettive dei modelli sono nefaste, con la tregua che è stata praticamente cancellata e una nuova forte irruzione d'aria calda alle porte.
    La situazione, in poche parole, è già grave, e si devono ancora affrontare due mesi interi: se qualche forzante meteorologica non interverrà a mettere la parole fine a questa vera e propria sciagura non ho nemmeno voglia di pensare come si sarà messi nella prima metà di Agosto.



    La giornata di oggi è stata l'esempio più lampante di quanto la stagione sia già a livelli critici che in altre annate sarebbero stati normali solo nel momento peggiore, e si badi che per riferimento sto adottando gli anni pre-2021.
    La notte di ieri si era aperta con un dew point mai visto sopra i 24°, poi una sottile brezza di terra attivatasi dopo mezzanotte ha limato la temperatura ma non l'umidità. La temperatura è rapidamente scesa a 24°, ma l'alto carico di umidità non ha consentito chissà quale ulteriore calo: la minima notturna è stata 22,9° con ur sempre vicina al 90%.

    Al mattino la brezza di mare ha faticato ad innescarsi, lo ha fatto molto tardi verso le 10. In assenza della brezza, anche a Brindisi che sorge sulla costa adriatica la temperatura ha preso ad impennarsi senza ritegno, e così già prima delle 10 la temperatura aveva raggiunto i 33° fin sulla costa.
    Alle 10-11 la brezza si è attivata e gradualmente ha esteso il suo abbraccio fino alla periferia: è proprio tra le 9,30 e le 11 che si è registrata la massima su tutta la città, comprese tra i 33° dell'aeroporto (nona giornata di calore) e i 35,6° di S.Elia (12esima giornata di calore). Il notevole divario tra le massime dell'aeroporto e quelle del resto della città, superiori ai 34° e persino nei settori più lontani dal mare anche ai 35°, è spiegabile con la diversa tempistica di arrivo della brezza.


    Da quando è giunta la brezza è stata afa, con associazioni T-dp assolutamente inedite per essere al giorno dopo il solstizio d'estate.
    La brezza da est alle 13 circa ha subito un brusco viraggio a vento da NNW, un preludio di quell'abbassamento termico purtroppo piuttosto blando che dovrebbe concretizzarsi nelle prossime ore. Il maestrale non ha fatto che acuire l'afa, in quanto ha raffreddato più efficientemente la città a costo però di un ulteriore aumento del dew point. E così il pomeriggio è trascorso surreale, sotto un cielo biancastro per la fitta coltre di sabbia sahariana in sospensione, ventilato da un vivace vento che però era caldo e umido già a pelle. Il dew point è aumentato a sfiorare i 24°, e a poco serviva che la temperatura si era però abbassata fino a 27° all'ora del tramonto.


    La serata è stata una sauna all'aperto: la temperatura è scesa a 26° e infine a 25°, ma l'ur non ha fatto che salire ancora e ancora, superando il 90%. Il maestrale soffia quasi moderato, avendo subito un rinforzo rispetto ad inizio serata.
    In questo momento l'aeroporto ha emanato il SYNOP con i valori registrati all'1 di notte, la temperatura è 25° con il dp a 24°, il vento che c'è allevia sicuramente la calura ma lascia quel senso di appicciaticcio addosso che mai avrei pensato di sperimentare già al 23 Giugno.




    Il mese si approssima alla fine, e con un'ultima settimana che potrebbe essere calda già solo per il mare ormai compromesso le probabilità che Giugno finisca su un livello analogo al 2022 salgono a dismisura. Se così fosse, sarebbe l'ennesimo ulteriore balzo in alto di un trend preoccupante che Giugno ha assunto dal 2017 e che di anno in anno sta vedendo la situazione ulterioremente precipitare in un baratro senza fondo.

  2. #112
    Vento forte L'avatar di japigia
    Data Registrazione
    27/05/14
    Località
    Mola di Bari
    Messaggi
    3,575
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Qui a sorpresa una buona minima di 19,4ºC ur 44% , finalmente il
    cielo si è ripulito da quella cappa di sabbia

  3. #113
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Aria radicalmente diversa stamattina: in questo momento 27°, il dp è crollato a 16° e nelle prime ore di luce era addirittura sceso a 12° (!!) e anche solo visivamente si nota l'aria di qualità nettamente superiore visto che il cielo è di un azzurro brillante.
    Soffia un moderato maestrale che acuisce l'impressione che sia una giornata totalmente diversa dalle precedenti.

    La minima, purtroppo, è stata ancora alta, 23.1°, risentendo praticamente fino all'alba ancora di condizioni molto umide con il ricambio che è giunto a ridosso del sorgere del sole.

  4. #114
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Dopo una notte ancora all'insegna di un'altissima umidità, all'alba le condizioni sono radicalmente cambiate: l'ur è crollata sotto al 50%, il dp è sceso repentinamente di quasi 10° arrivando addirittura a 12° (impensabile che la sera prima ce ne fossero 24°!), un intenso vento da ponente poi virato da maestrale ha iniziato a soffiare portando aria fresca e limpida che ha ripulito il cielo ridonandogli dopo giorni il suo colore azzurro brillante. A tutti gli effetti, è stata una mattina totalmente agli antipodi rispetto ai giorni scorsi, da autentica bella stagione di una volta.


    La sorpresa di una simile mattinata, capace ancora alle 11-12 di mantenere inusuali condizioni di clima fresco e relativamente secco, va ben oltre lo shock dovuto al contrasto lampante con le mattinate precedenti: nuovamente, infatti, la situazione meteorologica latitava di valide spiegazioni per spiegare l'assoluta eccezionalità di quanto stava avvenendo. In effetti, qualcosa in comune con i giorni scorsi la mattinata la aveva ancora avuta.
    A dimostrazione di quanto al suolo la situazione fosse completamente fuori la norma basta considerare che ancora alle 12Z i radiosondaggi di Galatina misuravano a 850 hPa valori superiori ai 21°, e stando ai modelli la stessa cosa poteva dirsi sulla verticale di Brindisi. Il radiosondaggio, peraltro, si riferiva ad un momento di diverse ore successivo all'inizio della situazione eccezionale, quando la massa d'aria era già ben più ritirata.

    Per venire a capo dell'ennesimo mistero e capire come possa esserne scaturita una mattinata da bella estate pur avendo il mare caldissimo ed in testa ancora una massa d'aria molto calda è stato necessario studiare le mappe dei modelli. Dalla loro visione è emerso che il tutto è riconducibile ad una "azione a distanza" per il tramite del vento di ponente: detto in poche parole, nei bassi strati la massa d'aria più fresca è giunta prima sotto quell'intenso flusso da ponente che discendeva dagli Appennini dauni laddove le isoterme in quota erano già ben più basse (14° a 850 hPa già alle 8). Sopra i 900 hPa (1000 m), invece, le correnti erano ancora da SW e molto calde. Questo quadro, visibile nei modelli, è confermato anche dalle stesse rilevazioni delle 12Z del radiosondaggio di Galatina.



    Dopo mezzogiorno il vento ha virato da tramontana e con questo cambio di direzione ha preso sempre più forza la componente marittima: l'ur si è iniziata ad alzare, il dp ha fatto altrettanto, ma la temperatura è rimasta costante sui 27°. Nel pomeriggio, dopo un'inaspettata parentesi mattutina che è parsa estrapolata da chissà quale altra dimensione temporale, si è tornati a contatto con la realtà di questo mese, fatta da un mare caldissimo e che in quanto tale non ha che potuto generare afa: il dp è tornato sopra i 21°, persino sopra i 22° nel tardo pomeriggio, e con esso si è tornati a sudare e ad avvertire disagio.

    Le massime di giornata sono tornate ovunque sotto i 30°, tra i 28,2° dell'aeroporto e i 29,1° di S.Elia.



    La serata è trascorsa finora umida ma ventosa, con temperatura tra i 24° e i 25° a seconda della distanza dalla costa.
    Il vento da nord continuerà a soffiare tutta la notte, ipotizzo dunque una minima sopra i 24° che potrebbe persino entrare nella top 40 delle più calde dal 1951 per Giugno.

  5. #115
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Segnalo che ieri sera, verso le 21:15, si è vista una sorta di nube luminosa nel cielo del Sud Italia, tra cui anche della Puglia. Era una "nube nottilucente artificiale", dovuta al vapore acqueo rilasciato dal secondo stadio del razzo Falcon9 che stava liberando dei satellite Starlink. Io personalmente non l'ho avvistata, ho letto un articolo in proposito, per chiunque avesse delle webcam andrei a dare un'occhiata.

    Le nubi nottilucenti sono vere e proprie nubi costituite da cristalli di ghiaccio a quote di decine di km (anche 80 km), laddove la quantità di acqua è virtualmente zero per via delle pressioni bassissime. I motivi per cui a quelle quote talora vi sia una tale quantità di acqua da generare delle nubi resta un mistero, l'aggettivo con cui vengono definite (nottilucenti) è dovuto al fatto che sono illuminate dal sole dato che all'altezza alla quale si trovano il sole non va o non è ancora andato sotto l'orizzonte come invece avvenuto al suolo.

  6. #116
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Gli effetti della rinfrescata su gran parte d'Italia ancora tardano a sentirsi qui in questo remoto angolo della penisola. Sul tacco d'Italia, infatti, ancora stazionano isoterme elevate per quanto siano decisamente inferiori rispetto ai giorni scorsi, e tuttavia il solo fatto che ancora si rimanga sopra la +17/+18 in quota su gran parte del bacino del basso Adriatico, dal quale provenivano oggi le correnti, non permette di godere appieno di un sano ricambio dell'aria.


    La minima, come già pensavo ieri sera, è stata aberrante: con 24.4°, è la terza minima di Giugno 2024 sopra i 24° e l'ennesima notte tra le 40 più calde di Giugno degli ultimissimi anni, andando a piazzarsi tra 25esima e 35esima posizione assieme ad un'altra decina circa di notti che hanno avuto la stessa identica minima.

    Autocito quel che scrissi due anni fa commentando una minima similare (24,5°) per evidenziare l'assurdità della situazione che ormai si vive, dove, come dico sempre, ciò che era eccezionale è divenuto normale e ciò che era normale è divenuto eccezionale:

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    La minima notturna di oggi, con 24.5°, rientra pienamente nella top 50 delle notti più calde mai registrate dal 1951 nel mese di Giugno.

    Giusto per far capire quanto sia cambiato il clima, riporto quanto scrivevo due settimane fa:

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    E ora il dato più scioccante: dal 1951 al 1993 SOLO UNA VOLTA la minima di Giugno superò i 24°, era il 30/6/1963 (24.4°).
    Fino al 2002 (solo 20 anni fa!!) solo 3 volte (oltre al 30/6/1963 anche il 27 e 28/6/1994; tra l'altro il 27/6/1994 fu 24° la minima, ovvero un decimo più bassa di quella di ieri!).
    Dal 1951 al 2002, in ben 52 anni, solo 2 volte si era vista a Giugno una minima più alta di quella di ieri.


    E' da annotare come la minima di oggi, 24.5°, sia superiore a qualunque minima mai registrata fino al 2002 nel mese di Giugno, se dovesse restare come minima di giornata; come notte solo quella del 30/6/1963 fece pochissimo meglio (o peggio, dipende dai punti di vista) con 24,6°.
    La parte sottolineata, a meno che entro le prossime 2 ore non si riesca a ritoccare la minima, varrebbe anche per oggi.


    Durante il giorno il maestrale ha determinato condizioni afose con dp sopra i 22° a fronte però di temperature più fresche, ancora sui 26° alle 11 e poco sopra i 27° anche durante il pomeriggio. Il cielo era di un azzurro spiccato, si notava qualche cirro e l'apice di alcuni cumulonembi guardando verso est, direzione Albania.
    Mare di un blu meraviglioso, calmo.

    Le massime di giornata sono state comprese tra i 27,8° dell'aeroporto e i 29,2° a S.Elia.



    La serata è stata il trionfo dell'afa, e col venir meno della ventilazione come tipico della sera ciò ha accentuato la sensazione di disagio. Simili serate sono più tipiche negli ultimi anni di Luglio o di Agosto, e nonostante in quota l'ondata di calore fosse finita si è comunque sperimentata al 24 Giugno.
    Il dew point è tornato a lambire i 23°, con temperatura tra i 25° e i 26°.

    Da poco si è attivata una brezza di terra, leggermente più secca (ur 70% all'aeroporto), la temperatura è sui 26°.

  7. #117
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,997
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Il Salento e il basso Adriatico restano ancora ai margini, qui non c'è stata alcuna fase fresca ma al contrario prosegue la fase calda iniziata poco dopo la metà di Giugno, semplicemente in bassa troposfera staziona aria leggermente meno calda (a 850 hPa isoterme tra la +18 e la +20). Un cambiamento dovrebbe intervenire da domani sera, con l'arrivo di isoterme più fresche nella notte successiva, ma sarà sempre poca cosa, briciole, e con il mare ridotto ad un brodo non mi stupirei se le medie non dovessero abbassarsi di un granchè, peraltro il tutto sarà della durata di 24 h scarse. Ormai la strada per battere il 2022 è spianata, sarà una lotta all'ultimo decimo, a maggior ragione in vista dell'ennesima botta rovente vista dai modelli a cavallo tra fine Giugno e primi di Luglio.



    La notte è stata ancora una volta molto umida e mite, in compenso la minima è stata più bassa dei giorni scorsi visto che a soffiare è stata la brezza di terra, con 22.2° all'aeroporto. La minima di ieri resta sopra i 24°, un valore che è superiore a qualunque minima salvo una (30/6/1963) registrata nell'intera seconda metà del Novecento, fino al 2002: ci si renda conto di quale cambiamento epocale si è consumato negli ultimi 21 anni!


    Il mattino ha visto un elemento differente rispetto ai giorni scorsi: il cielo, infatti, appariva coperto da nubi medio-alte che hanno persino apportato deboli pioviggini. Si trattava di una Warm Conveyor Belt accompagnata da una certa dose di pulviscolo sahariano (tanto per cambiare negli ultimi mesi) il quale si è reso evidente nel pomeriggio tingendo il cielo di un color latte nonostante le nubi alte fossero ormai scorse.


    Fino alle 12 la ventilazione è stata meridionale, solo nel pomeriggio si è attivata una tesa ventilazione settentrionale da tramontana che sta resistendo anche ora. Il vento da sud mattutino, nonostante la nuvolosità, è riuscito a far salire le massime sopra i 30° ovunque: 30,1° all'aeroporto (decima giornata di calore) e 31° a S.Elia (12esima giornata di calore).
    Aria secca al mattino, umida nel pomeriggio con afa però nella norma brindisina (dp mai sopra i 22°) e lontana dagli eccessi dei pomeriggi passati.



    Attualmente 25°, tramontana vivace che dona sollievo.

  8. #118
    Vento forte L'avatar di japigia
    Data Registrazione
    27/05/14
    Località
    Mola di Bari
    Messaggi
    3,575
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Giornata calda ma dinamica , con un breve rovescio di pioggia che comunque non è riuscita a far scattare il pluvio ( qualche decimo di mm) ma ha bagnato le strade regalando quel profumo
    Caratteristico di ozono nell’aria, è rimasto nuvoloso per buona parte del primo pomeriggo, ma dopo è tornato il sole in un contesto ventilato, T max 30º min 22ºC

  9. #119
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    19,204
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Segnalo che ieri sera, verso le 21:15, si è vista una sorta di nube luminosa nel cielo del Sud Italia, tra cui anche della Puglia. Era una "nube nottilucente artificiale", dovuta al vapore acqueo rilasciato dal secondo stadio del razzo Falcon9 che stava liberando dei satellite Starlink. Io personalmente non l'ho avvistata, ho letto un articolo in proposito, per chiunque avesse delle webcam andrei a dare un'occhiata.

    Le nubi nottilucenti sono vere e proprie nubi costituite da cristalli di ghiaccio a quote di decine di km (anche 80 km), laddove la quantità di acqua è virtualmente zero per via delle pressioni bassissime. I motivi per cui a quelle quote talora vi sia una tale quantità di acqua da generare delle nubi resta un mistero, l'aggettivo con cui vengono definite (nottilucenti) è dovuto al fatto che sono illuminate dal sole dato che all'altezza alla quale si trovano il sole non va o non è ancora andato sotto l'orizzonte come invece avvenuto al suolo.
    https://youtu.be/KzQTea5Pb6M

  10. #120
    Vento forte L'avatar di japigia
    Data Registrazione
    27/05/14
    Località
    Mola di Bari
    Messaggi
    3,575
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2024 Puglia: pronti alla sofferenza?


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •