Pagina 11 di 15 PrimaPrima ... 910111213 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 141
  1. #101
    Uragano L'avatar di giorgio1940
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Rimini
    Età
    83
    Messaggi
    26,110
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Citazione Originariamente Scritto da Fabry74 Visualizza Messaggio
    immagine eloquente su come sia la situazione fiumi/torrenti nelle pianure italiane. Ormai il letto dei corsi d'acqua si trova al di sopra del piano di campagna circostante, quindi nel caso in cui un argine venga eroso, o frani perchè "liquefatto" dall'intrusione di acqua nel suo interno, succede il disastro. La colpa non è imputabile al maltempo....si, è piovuto copiosamente senz'altro (non ho visto dati, se qualcuno potesse dare qualche numero...)...la colpa è dell'uomo e della sua negligenza a prevenire certe situazioni e di stupidi vincoli ambientali. I corsi d'acqua devono essere dragati periodicamente affinchè il livello del loro letto sia a inferiore a quello del piano di campagna.
    *******
    Da foto e video si evince che le rotture degli argini non sono avvenute per tracimazione.
    I cunicoli di animali, tipo tasso, hanno attivato "fontanazzi" i quali poi allargandosi provocano il cedimento argine.
    Serve monitoraggio preventivo capillare e minuzioso degli argini stessi.
    Amante della Natura:Monti,meteo,mare,una piccola margherita.....
    Non posso che dir grazie a tanto Artefice!

  2. #102
    Burrasca L'avatar di faggio58
    Data Registrazione
    16/06/05
    Località
    Fratta Terme-Bertinoro (FC)
    Età
    65
    Messaggi
    5,535
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Dopo 36 ore di precipitazioni gli argini diventano più fragili comunque. Le rotture non si sono verificate in un punto a caso, il Sillaro ha rotto proprio in corrispondenza di una curva del fiume dove la pressione era massima. È impressionante ed indicativo il fatto che il "nuovo corso" che si è creato abbia intercettato la maggior parte dell'acqua tanto che a valle il fiume era notevolmente più basso.
    Il Lamone ha rotto l'argine immediatamente prima di un ostacolo che ha creato in ulteriore accumulo di acqua ostacolando il deflusso, il ponte della ferrovia.
    Poi ci saranno stati tassi, volpi Istrici e nutrie, ma c'erano anche in passato ( a parte le nutrie ).
    È che finché tutto è tranquillo fa comodo a tutti considerare i fiumi come dei canali quindi sono stati costretti nel minor spazio possibile perché il terreno attorno faceva comodo, quindi le golene sono scomparse o coltivate, le cassa di colmata sono diventate zone edificate ecc. ecc.

    La tutela e la cura del territorio sono cose che alla politica fanno venire l' orticaria perché spesso costringono a scelte impopolari e in un paese dove si vota spesso questo non paga in termini elettorali, ed i risultati si vedono solo alla distanza. Quindi avanti così e che il cielo c'è la mandi buona.

    Inviato dal mio moto g 5G utilizzando Tapatalk

  3. #103
    Vento moderato L'avatar di Kojakteam
    Data Registrazione
    09/01/17
    Località
    Lo Stradone
    Messaggi
    1,220
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Casse di espansione efficienti e ben curate per far sfogare le piene prima di ingrossare troppo i fiumi
    Alvei con poche ostruzioni e ben progettati per sopportare ed evacuare le piene a diversi livelli e non fare arrivare onde di piena
    Argini rafforzati e piantumati (e magari trasformati in fantastiche piste ciclabili) e non deturpati da ogni specie vivente sia vegetale che animale (mi fanno ridere che un argine che deve essere largo 50 metri si apre per la tana di un tasso una nutria o un gambero killer.... fatelo 60 mt perdiana, non potremo sterminare flora e fauna vita natural durante....o aspettiamo altri 100 anni per vedere se le cose si sistemano da sole?)
    Campi agricoli limitrofi a zone a rischio usati in emergenza come ulteriori casse di espansione
    Incentivazione di sistemi di protezione per privati

    Sono tutte cose che sento blaterare da che ho memoria, ma ci vengono in mente solo dopo i disastri.

    Ho la passione della pesca e, frequentando fiumi e canali vedo con i miei occhi lo stato in cui si trovano i nostri corsi d'acqua e le "opere di manutenzione" fatte con soldi Nostri

    La cosa più agghiacciante di tutte è che proprio all'interno delle stesse autorità che dovrebbero occuparsi di queste cose non ci sono visioni comuni sulle soluzioni da adottare ne tantomeno le competenze, quindi per sicurezza non si fa nulla.

    Poi, come detto e sottolineato da altri, l'evento è stato veramente estremo e magari anche con opere importanti realizzate qualche danno accadeva comunque.....ma almeno ci avevi provato.....

  4. #104
    Burrasca L'avatar di faggio58
    Data Registrazione
    16/06/05
    Località
    Fratta Terme-Bertinoro (FC)
    Età
    65
    Messaggi
    5,535
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Un cosa che nessuno ha messo in evidenza, il Lamone prima di rompere a Bagnacavallo stava superando gli argini nella stessa località, ci sono immagini sulla pagina di emiliaromagna meteo che lo mostrano chiaramente


    344548988_3645071625724732_608977428771056175_n.jpg
    Quindi la rottura è stata sucessiva, tral'altro come sempre succede in questi casi, mors tua vita mea, l'allagamento di quella zona ha salvato tutte quelle a valle. A Mezzano Tra Ravenna e Alfonsine si aspettavano la catastrofe che non è arrivata, l'acqua si è scaricata prima. Spazi dove fare defluire le onde di piena, qualche secolo fa lo si faceva.

  5. #105
    Uragano L'avatar di Fabry74
    Data Registrazione
    27/10/08
    Località
    Pianura Pinerolese (TO)
    Messaggi
    18,406
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Citazione Originariamente Scritto da giorgio1940 Visualizza Messaggio
    *******
    Da foto e video si evince che le rotture degli argini non sono avvenute per tracimazione.
    I cunicoli di animali, tipo tasso, hanno attivato "fontanazzi" i quali poi allargandosi provocano il cedimento argine.
    Serve monitoraggio preventivo capillare e minuzioso degli argini stessi.
    si si forse mi sono espresso male...
    l'acqua non è necessario che passi sopra per far cedere un argine. Nei punti critici, come ad esempio curve forzate, l'incremento della velocità del flusso provoca erosione della sponda esterna...in più la sponda si inzuppa di acqua, anche grazie a come dici te alla presenza di tane di animali che inconsapevolmente, contribuiscono a minare la stabilità dell'argine, facilitandone la penetrazione dell'acqua al suo interno...ma il grosso problema è il livello del letto che talvolta è superiore al livello del piano di campagna che sta al di la dell'argine. Per questo motivo, l'acqua esercita una spinta maggiore sull'ergine stesso che cede più facilmente perchè la quota del battente dell'acqua è più alta ed esercita più pressione...poi se inizia ad infiltrarsi l'acqua anche alle fondamenta degli argini ecco che si manifesta il problema. ripeto: serve prevenzione e cura nel mantenere puliti i torrenti e gli argini, perchè pensarci dopo che è piovuto potrebbe essere tardi.
    A Pinerolo ha destato dei malumori la chiusura di un sottopasso per allagamenti...
    ...dopo un inverno passato in compagnia del fohn, che ha fatto volare di tutto, in un sottopasso al di sotto del piano circostante, con sponde erbose piene di ogni schifezza e arbusto, dove si raccolgono foglie e ogni immondizia buttata dai finestrini delle auto, in cui l'unico scarico sono 2 grate ai lati della strada nel punto più basso, cosa vuoi che succeda alla prima pioggia seria, se non passa nessuno a pulire prima?
    "Noi non sappiamo aver pazienza. Vogliamo l'uovo, il culo caldo e la gallina. Ma quella, appena ha fatto l'uovo se ne va, e il culo caldo non ce l'hai. So che è un pò volgare, ma è così...." 07-06-2011 G.Trapattoni

  6. #106
    Vento teso
    Data Registrazione
    25/12/10
    Località
    Ravenna - ESP
    Età
    53
    Messaggi
    1,520
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Citazione Originariamente Scritto da faggio58 Visualizza Messaggio
    Un cosa che nessuno ha messo in evidenza, il Lamone prima di rompere a Bagnacavallo stava superando gli argini nella stessa località, ci sono immagini sulla pagina di emiliaromagna meteo che lo mostrano chiaramente


    344548988_3645071625724732_608977428771056175_n.jpg
    Quindi la rottura è stata sucessiva, tral'altro come sempre succede in questi casi, mors tua vita mea, l'allagamento di quella zona ha salvato tutte quelle a valle. A Mezzano Tra Ravenna e Alfonsine si aspettavano la catastrofe che non è arrivata, l'acqua si è scaricata prima. Spazi dove fare defluire le onde di piena, qualche secolo fa lo si faceva.
    Sì c'erano, tutto però inserito nel processo di bonifica terminato nella prima metà di questo secolo: la cassa di colmata Lamone (di cui esistono ancora vestigia) è raccontata qua e nacque da una rotta pesantissima del Lamone...
    - La rotta del Lamone che cambio radicalmente Ammonite - Bonifica Lamone

  7. #107
    Burrasca L'avatar di alessandro_85
    Data Registrazione
    12/03/10
    Località
    Sarsina (FC)
    Età
    39
    Messaggi
    6,036
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Ciao ragazzi.
    Purtroppo abbiamo ricevuto una bruttissima notizia: è venuto a mancare Fabio Ferri (fabio66) di Rocca San Casciano, signore appassionato di meteorologia (soprattutto di neve) che ha partecipato attivamente ai forum meteo fin dagli albori, con le sue preziose segnalazioni da Rocca. Siamo davvero dispiaciuti perché era una gran persona. Il suo osservatorio meteo è sempre stato un punto di riferimento per le colline Forlivesi.
    È nostra intenzione portare avanti il suo progetto di monitoraggio meteo di Rocca San Casciano.
    Per chi volesse partecipare i funerali si terranno domani pomeriggio alle 14.30 a Rocca S.Casciano
    Davvero una brutta notizia. Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di alessandro_85; 04/05/2023 alle 20:23

  8. #108
    Burrasca L'avatar di faggio58
    Data Registrazione
    16/06/05
    Località
    Fratta Terme-Bertinoro (FC)
    Età
    65
    Messaggi
    5,535
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    L'ho conosciuto anni fa quando lavorava a Forli. E' veramente una brutta notizia questa.

  9. #109
    Vento moderato L'avatar di Kojakteam
    Data Registrazione
    09/01/17
    Località
    Lo Stradone
    Messaggi
    1,220
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Citazione Originariamente Scritto da alessandro_85 Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi.
    Purtroppo abbiamo ricevuto una bruttissima notizia: è venuto a mancare Fabio Ferri (fabio66) di Rocca San Casciano, signore appassionato di meteorologia (soprattutto di neve) che ha partecipato attivamente ai forum meteo fin dagli albori, con le sue preziose segnalazioni da Rocca. Siamo davvero dispiaciuti perché era una gran persona. Il suo osservatorio meteo è sempre stato un punto di riferimento per le colline Forlivesi.
    È nostra intenzione portare avanti il suo progetto di monitoraggio meteo di Rocca San Casciano.
    Per chi volesse partecipare i funerali si terranno domani pomeriggio alle 14.30 a Rocca S.Casciano
    Davvero una brutta notizia. Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
    Condoglianze alla famiglia Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Inviato dal mio BBE100-4 utilizzando Tapatalk

  10. #110
    Burrasca L'avatar di Viva la fioca
    Data Registrazione
    09/07/10
    Località
    fraz. Vaccheria di Guarene 154 s.l.m.
    Età
    32
    Messaggi
    7,136
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Romagna dal 01 al 07 maggio 2023

    Citazione Originariamente Scritto da Fabry74 Visualizza Messaggio
    immagine eloquente su come sia la situazione fiumi/torrenti nelle pianure italiane. Ormai il letto dei corsi d'acqua si trova al di sopra del piano di campagna circostante, quindi nel caso in cui un argine venga eroso, o frani perchè "liquefatto" dall'intrusione di acqua nel suo interno, succede il disastro. La colpa non è imputabile al maltempo....si, è piovuto copiosamente senz'altro (non ho visto dati, se qualcuno potesse dare qualche numero...)...la colpa è dell'uomo e della sua negligenza a prevenire certe situazioni e di stupidi vincoli ambientali. I corsi d'acqua devono essere dragati periodicamente affinchè il livello del loro letto sia a inferiore a quello del piano di campagna.
    Hai presente cosa vorrebbe dire abbassare gli alvei di migliaia di km di fiumi?? Impossibile economicamente ma controproducente per tutte le opere di attraversamento o di contenimento laterali perché si innescherebbe erosione di fondo come in buona parte dei fiumi piemontesi... La soluzione è una soltanto: casse di espansione e allargamento argini per laminazione piena in golene o pioppeti , tutto il resto sono chiacchiera perché inattuabili

    Inviato dal mio MAR-LX1B utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •