Pagina 750 di 757 PrimaPrima ... 250650700740748749750751752 ... UltimaUltima
Risultati da 7,491 a 7,500 di 7564
  1. #7491
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Oggi in Italia 7 lievi scosse di Ml 2.1 e Ml 2.2 a Castelsantangelo sul Nera (MC), a Bronte (CT) e Milo (CT), nello Stretto di Messina (Reggio di Calabria e Messina), nell'Aquilano a Barete (AQ), a Borgo Pace (PU).

    Nel mondo 3 violente scosse nell'Oceano Pacifico a largo della Nuova Caledonia, la prima di Mw 6.0 seguita da quella più forte di Mw 7.5 e ben 23 repliche tra Ml 5.0 e Ml 5.9 di cui una fortissima di Mw 6.6, era stato diramato l'allarme tsunami con la popolazione fatta evacuare, allerta tsunami poi rientrata.

    6.0 155km ESE of Tadine, New Caledonia 2018-12-05 04:14:36 (UTC) 10.0 km
    7.5 168km ESE of Tadine, New Caledonia 2018-12-05 04:18:08 (UTC) 10.0 km
    6.6 192km ESE of Tadine, New Caledonia 2018-12-05 06:43:04 (UTC) 10.0 km

    Ieri sera Ml 5.1 in Indonesia, oggi Ml 5.1 nelle Filippine, Ml 5.3 a Vanuatu e Ml 5.5 in Cile
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  2. #7492
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Stasera ore 20.06 evento sismico di Ml 3.5 nel Mar Tirreno centrale ad una profondità di 48 Km, poi abbiamo una lieve scossa di Ml 2.0 in Calabria a Vallelonga (VV).

    Nel mondo 10 scosse tra Ml 5.0 e Ml 5.5 di cui 6 repliche a largo della Nuova Caledonia e le Isole Loyalty, le altre scosse hanno avuto epicentro a Vanuatu, in Indonesia, vicino la costa del Peru centrale e nelle Filippine.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  3. #7493
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Oggi scossa di Ml 3.4 nel Mar Tirreno meridionale e 3 lievi scosse tra Ml 2.0 e Ml 2.7 ad Aisone (CN), nella Costa Siciliana nord-orientale (Messina), a Bonefro (CB).

    Nel mondo 4 scosse tra Ml 5.0 e Ml 5.7 di cui 3 sono repliche nell'Oceano Pacifico a largo della Nuova Caledonia, l'altra scossa invece è stata registrata a Tonga.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  4. #7494
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Oggi 4 scosse tra Ml 2.1 e Ml 2.9 di cui 3 avvenute in mare, a Chiusdino (SI), nel Mar Tirreno meridionale, nel Canale di Sicilia meridionale e nel Mar Ionio settentrionale.

    Nel mondo 5 scosse tra Ml 5.0 e Ml 5.2 in Giappone, in Indonesia e 3 repliche nell'Oceano Pacifico a largo della Nuova Caledonia.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  5. #7495
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Oggi 7 scosse lievi tra Ml 2.0 e Ml 2.6 a Pieve Torina (MC) e Visso (MC), nell'Aquilano a Barete (AQ), a Gangi (PA), è tornata la lieve scossa nella zona del Vesuvio a Massa di Somma (NA), ad Urago d'Oglio (BS), a Lugnano in Teverina (TR).

    Nel mondo 3 scosse tra Ml 5.1 e Ml 5.4 di cui una replica di Ml 5.1 nell'Oceano Pacifico a largo della Nuova Caledonia, le altre due scosse a Taiwan e a 210 Km da Port Hardy in Canada.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  6. #7496
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Oggi 2 scosse lievi di Ml 2.5 a Pumenengo (BG) e Ml 2.3 a 5 Km da Amatrice (RI).

    Nel mondo tra ieri sera e stamattina 2 scosse di Ml 5.0 a Vanuatu e Ml 5.1 alle Isole del Principe Edoardo tra Sudafrica ed Antartide.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  7. #7497
    Calma di vento
    Data Registrazione
    10/12/18
    Località
    Catania
    Messaggi
    11
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Ieri è stato l'anniversario di un terremoto molto violento, registrato il 10 dicembre 1542 nella Sicilia sud-orientale. Ma ne approfitto per ricordare un altro sisma, vissuto da me in diretta, sempre nel mese di dicembre. Sono trascorsi quasi 28 anni da quella notte tra il mercoledì 12 e il giovedì 13 dicembre 1990. La notte di Santa Lucia. Si preparava la festa patronale a Siracusa, città natale della santa. Ho ricordi molto vivi e chiari di quella sera e di quella notte. Abitavo in un comune etneo, a 4 km da Catania, salendo verso l'Etna. In quell'anno andavo al primo superiore. Erano venuti dei parenti dall'Argentina, esattamente domenica 9 dicembre, per trattenersi fino alla fine delle festività natalizie e assistere anche alla festa di Santa Lucia. Lui cugino di mia madre, non si erano mai conosciuti, poichè lo zio di mia madre si trasferì molto giovane a Buenos Aires. Questo cugino venne insieme alla moglie, anche lei nata in Argentina ma da genitori di origine siracusana, desiderosa quindi di vedere la festa di Santa Lucia nella città delle sue origini. I due figli di 22 e 24 anni in quell'occasione rimasero, invece, in Argentina. Fu una sorpresa per tutti noi, solo mio fratello maggiore era al corrente di questo incontro con i parenti argentini. Fu lui ad organizzare il tutto. Ebbene, quel mercoledì 12 dicembre, di sera, eravamo stati a Taormina per cena, con questi parenti. Poi li riaccompagnammo nel loro albergo, in centro a Catania. Già a mezzanotte eravamo rientrati a casa. L'indomani si lavorava e c'era la scuola per me. Con i parenti argentini c'eravamo accordati per andare la sera del 13 dicembre a Siracusa, in occasione della festa di Santa Lucia. Andai a letto intorno a mezzanotte, euforico per la serata trascorsa. All'1,24 si scatenò la scossa. Mi sembrava di sognare, non capivo cosa stesse succedendo. Sentii il rumore di alcuni oggetti cadere sopra l'armadio. Accesi la luce mentre cadeva il piccolo albero di Natale addobbato sopra la scrivania. Il lampadario che oscillava tremendamente. Il letto si scuoteva. Alzandomi dal letto sentivo ancora ballare il pavimento sotto i piedi. Non ho avuto la percezione della durata, tra inizio e fine. Il sisma ebbe una durata di 44 secondi. All'epoca non c'era l'uso e la diffusione dei cellulari. Quindi da subito iniziarono le telefonate notturne a parenti e amici sparsi tra i vari comuni e la città. Non c'erano in uso i social network e whatsapp, per cui le notizie si diffondevano molto lentamente e solo con il telefono. Dopo un primo sopralluogo dentro e fuori casa, verificammo che non c'erano lesioni a prima vista e si era verificata solo la caduta di qualche tegola dal tetto, più spostamento e caduta di oggetti dentro casa, sopra i mobili e dentro le vetrine. Ricordo i pastori del presepe, praticamente tutti caduti. Immediatamente ci siamo recati dai parenti argentini, nel loro hotel. A Catania, subito dopo la scossa, sembrava mezzogiorno più che le 2 di notte! Tutta la città sveglia! Le strade e le piazze piene di gente, raccolta fuori per paura. Via Etnea era con tutte le case illuminate e mi fece impressione vedere tutta la via ricoperta da calcinacci, tegole e intonaco che si erano staccati dagli edifici più storici. I parenti argentini li trovammo nella piazza antistante l'albergo. Praticamente tutti i clienti erano fuori. Avevano il pensiero di avvertire i due figli e gli altri parenti in Argentina. Ma le linee telefoniche erano in tilt nei primi momenti. Ed erano in piazza anche perchè in un palazzo di cinque piani vicino all'albergo, proprio al quinto piano, 4 ragazze studentesse universitarie fuori sede erano rimaste chiuse dentro il loro appartamento, poichè il portone era rimasto bloccato dopo la scossa. Quindi ricordo le scene di panico di quelle ragazze affacciate da un piccolo balcone di quel palazzo. Intanto non si aveva ancora la certezza neanche di dove fosse stato l'epicentro. Una pattuglia di carabinieri di passaggio disse che l'epicentro era stato registrato a Ustica. Per cui, se già a Catania si era sentito con quella violenza, figuriamoci a Palermo! Chiamammo alcuni amici che vivevano a Palermo. Loro avevano sentito la scossa, distintamente, ma altri loro amici, in un comune vicino a Palermo, non avevano avvertito nulla. Palermo città risente ed ha risentito di tutti i terremoti avvenuti nella Sicilia orientale, incluso questo del 1990. Evidentemente la particolare conformazione del terreno, esalta le onde sismiche anche di terremoti molto lontani. Solo verso le 4 del mattino, quindi quasi tre ore dopo, cominciarono a circolare notizie fondate, tramite tg locali in edizione straordinaria. L'epicentro non fu a Ustica ma a largo di Augusta. Nei paesi etnei la scossa fu avvertita in modo netto e violento, ma la percezione rispetto a Catania fu diversa. Mentre nei paesi etnei si pensò inizialmente che il sisma fosse collegato all'Etna (che in quei giorni aveva avuto la sua solita attività, senza particolari picchi), invece a Catania si pensò subito ad altro. La città risente raramente delle scosse vulcaniche che, invece, sono ben avvertite lungo i paesi etnei. Infatti l'Etna fu quasi subito scagionata. Intanto arrivavano le notizie anche dei primi morti accertati a Carlentini, provincia di Siracusa, ad appena 19 km in linea d'aria dalla zona sud di Catania città. Fu proprio a Carlentini dove ci furono vittime, in totale 17. Fu annullata anche la festa della patrona a Siracusa. Andando all'aspetto più dettagliato della scossa, la magnitudo fu di 5.64 Richter, con effetti fino al settimo-ottavo grado Mercalli. L'epicentro fu in mare, appena a largo tra il Golfo di Catania e Augusta. I comuni più vicini all'epicentro furono, appunto, Augusta (dove si ebbero gli effetti maggiori, in ordine di danni, oltre ad un piccolo maremoto che colpì il porto), Lentini, Carlentini, Francofonte, Villasmundo, Priolo, Sortino, Floridia, Catania e Siracusa. L'epicentro in mare fu ad appena 20 km in linea d'aria da Catania. Ma la città non registro nè vittime, nè feriti nè crolli. Impensabile, subito dopo i primi momenti. Gli effetti sulla città furono calcolati intorno al sesto grado della scala Mercalli. La scossa fece più danni tra i comuni etnei della fascia ionica, Acireale in testa, a nord-est di Catania. Danni furono registrati in un territorio compreso in una linea di congiunzione tra Taormina e Gela, prendendo in pieno le province di Catania, Siracusa e Ragusa. Il sisma fu ben avvertito praticamente in tutta l'isola, tranne nella zona del trapanese. Palermo città ne risentì con un grado 6 della scala Mercalli, a ben 189 km in linea d'aria dall'epicentro! Scossa avvertita pure nel sud della Calabria.
    Il sisma del 1990 è avvenuto nel quadro complesso relativo alla faglia ibleo-maltese. Ed è da considerarsi un sisma "intermedio" rispetto a quello del 1169 e del 1693. Infatti, tra di due terremoti citati vi fu quello di cui oggi ricade l'anniversario, ovvero quello del 10 dicembre 1542.
    Per quanto riguarda la magnitudo dei quattro terremoti, questi sono i valori registrati:
    4 febbraio 1169 magnitudo 6.50
    10 dicembre 1542 magnitudo 6.68
    11 gennaio 1693 magnitudo 7.32
    13 dicembre 1990 magnitudo 5.61
    Per quanto riguarda il sisma del 1169 si ritiene possa aver avuto una magnitudo più elevata, non meno del 7.0, quasi gemello di quello del 1693. Ancora c'è dibattito relativo a questa possibilità. Le cronache del tempo parlano di un evento catastrofico, con un violento maremoto scatenato che colpì fino a Messina.
    Qui di seguito le mappe INGV dei quattro terremoti in questione. Le mappe mostrano sia la magnitudo delle scosse, sia quella relativa agli effetti registrati sulle singole località, con la scala Mercalli di confronto sotto riportata.
    Prima mappa, sisma 13 dicembre 1990:
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DBMI15/eq/19901213_0024_000
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DB...3_0024_000.jpg
    Seconda mappa, sisma 11 gennaio 1693:
    CPTI15-DBMI15
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DB...1_1330_000.jpg
    Terza mappa sisma 10 dicembre 1542:
    CPTI15-DBMI15
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DB...0_1515_000.jpg
    Quarta mappa sisma 4 febbraio 1169:
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DB...90204_0700_000
    https://emidius.mi.ingv.it/CPTI15-DB...4_0700_000.jpg
    IT_67809 Catania 37.502 15.087 10
    IT_68070 Lentini 37.285 14.999 10
    IT_68001 Modica 36.858 14.761 10
    IT_68105 Siracusa 37.073 15.286 9
    IT_67679 Piazza Armerina 37.384 14.368 7-8
    IT_66973 Messina 38.185 15.555 7
    IT_72238 Santi Pietro e Paolo d'Agrò IB 37.948 15.309 D
    IT_65695 Reggio di Calabria 38.108 15.647 6



    Grado Effetti
    I. IMPERCETTIBILE Non avvertito dalle persone se non in circostanze particolari. Rilevato solo dagli strumenti.
    II. MOLTO LEGGERO Avvertito negli interni solo da poche persone, per lo più nei piani alti delle case e da persone in posizione particolarmente favorevole.
    III. LEGGERO Avvertito negli interni dove gli oggetti pendenti oscillano. Vibrazioni come se passassero camion leggeri. È possibile stimarne la durata. Può non essere riconosciuto come un terremoto.
    IV. MODERATO Gli oggetti sospesi oscillano in modo prolungato. Vibrazioni come se passassero camion pesanti, oppure sensazione di colpo secco come quello di una palla pesante contro un muro. Le automobili ferme oscillano. Finestre, piatti, bicchieri e porte vibrano. Al limite superiore del IV grado, le pareti di legno e gli infissi si incrinano.
    V. ABBASTANZA FORTE Avvertito anche esternamente. Le persone che dormono si svegliano. I liquidi oscillano e a volte traboccano. Piccoli oggetti instabili si muovono e si ribaltano. Le porte si aprono e si chiudono. Imposte e quadri si muovono. Gli orologi a pendolo si fermano (o cominciano a funzionare se sono fermi) e cambiano periodo di oscillazione. Cadono calcinacci dai muri.
    VI. FORTE Avvertito da tutti. Finestre, piatti e bicchieri si rompono. Cadono libri dagli scaffali e quadri alle pareti. I mobili si muovono o si rovesciano. Le costruzioni fragili si incrinano. Piccole campane (come quelle delle chiese e delle scuole) suonano. Gli alberi e i cespugli ondeggiano.
    VII. MOLTO FORTE Difficile reggersi in equilibrio. Avvertito anche da quelli che sono alla guida di un'automobile. I mobili si rompono. Camini fragili si rompono alla base. Cadono intonaci, mattoni non ben fissati, cornicioni. Qualche incrinatura nelle costruzioni in pietra. Si formano onde, l'acqua nelle pozzanghere s'intorbida di fango. Piccole frane e avvallamenti nei banchi di sabbia e ghiaia. Campane grandi suonano. Sono danneggiati canali d'irrigazione in cemento.
    VIII. ROVINOSO La guida delle automobili è difficile. Danni alle costruzioni in pietra; collasso parziale. Qualche danno a stucchi e a qualche muro in mattoni. Oscillazioni o crollo di camini, ciminiere, monumenti, serbatoi sospesi. Gli edifici oscillano sulle fondamenta; i tramezzi cadono. Cadono le statue dai piedestalli. Si spezzano i rami degli alberi. Il flusso e la temperatura di sorgenti e pozzi cambiano. Si formano fratture nel terreno umido e in forte pendenza. Si possono avere vittime.
    IX. DISTRUTTIVO Panico generale. Costruzioni in pietra fortemente danneggiate, a volte con collasso totale; costruzioni in mattoni fortemente danneggiate. Gli edifici crollano o sono spostati dalle fondamenta. Forti danni ai serbatoi. Le tubature interrate si rompono. Si formano fratture cospicue nel terreno. In aree alluvionali sono spruzzati in aria sabbia e fango: si formano crateri di sabbia. Le vittime cominciano ad essere numerose.
    X. COMPLETAMENTE DISTRUTTIVO La maggioranza delle costruzioni è distrutta. Le strutture in legno, anche se ben costruite, e i ponti sono distrutti. Forti danni alle dighe, ai canali d'irrigazione e agli argini. Grandi frane. Invasione di acqua proveniente da canali, fiumi, laghi ecc. Sabbia e fango sono spostati orizzontalmente sulle spiagge e nelle regioni pianeggianti. Le rotaie sono leggermente incurvate.
    XI. CATASTROFICO Le dighe si rompono. Le rotaie sono fortemente incurvate. Le tubature interrate sono rese completamente inutilizzabili. Si aprono voragini nel suolo. Le comunicazioni sono interrote. Si ha un gran numero di vittime.
    XII. COMPLETAMENTE CATASTROFICO Danno quasi totale. Grandi massi di roccia spostati. La morfologia del paesaggio è alterata. Oggetti lanciati in aria. Non resiste alcun manufatto. Può causare migliaia di vittime.

  8. #7498
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Ben Trovato Danielect, finalmente qui !!!

    Intanto oggi 5 lievi scosse in Italia tra Ml 2.0 e Ml 2.3 a Maletto (CT) e Randazzo (CT), a Castelsantangelo sul Nera (MC), ad Amatrice (RI), a Solopaca (BN) e una scossa lieve di Ml 2.0 in Francia, sulla costa francese.

    Nel mondo forte sisma di Mw 7.1 nelle Isole Sandwich Meridionali :

    7.1 48km N of Bristol Island, South Sandwich Islands 2018-12-11 02:26:32 (UTC) 164.7 km

    Altre 4 scosse tra Ml 5.0 e Ml 5.3 di cui 3 scosse in Indonesia ed una in Russia, Penisola di Kamchatka al confine con la Siberia.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  9. #7499
    Brezza tesa L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila (AQ) fraz. Roio Piano792mt
    Età
    46
    Messaggi
    705
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Stasera scossa di Ml 3.0 a Gangi (PA) e sempre in Sicilia 3 lievi scosse tra Ml 2.0 e Ml 2.2 probabilmente legate all'attività dell'Etna, a Zafferana Etnea (CT), Trecastagni (CT) e Riposto (CT), poi scossa di Ml 2.4 a Faenza (RA).

    Nel mondo Mw 6.3 nella dorsale oceanica antartica nell'Oceano Pacifico meridionale :

    6.3 Pacific-Antarctic Ridge 2018-12-12 13:13:58 (UTC) 10.0 km

    Poi Ml 5.1 a Tonga e Ml 5.3 a Viskoi Island nella Georgia del Sud ed Isole Sandwich Meridionali.
    Nato a Roma, casa di famiglia Roma zona Garbatella 20 metri slm (trasferito da Roma il 17/12/2011). Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  10. #7500
    Vento moderato L'avatar di Edonati
    Data Registrazione
    12/02/12
    Località
    VERRUA SAVOIA
    Età
    54
    Messaggi
    1,044
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio sismico in Italia e nel mondo: qui!

    Citazione Originariamente Scritto da Ivan 72 Visualizza Messaggio
    Stasera scossa di Ml 3.0 a Gangi (PA) e sempre in Sicilia 3 lievi scosse tra Ml 2.0 e Ml 2.2 probabilmente legate all'attività dell'Etna, a Zafferana Etnea (CT), Trecastagni (CT) e Riposto (CT), poi scossa di Ml 2.4 a Faenza (RA).Nel mondo Mw 6.3 nella dorsale oceanica antartica nell'Oceano Pacifico meridionale :6.3 Pacific-Antarctic Ridge 2018-12-12 13:13:58 (UTC) 10.0 kmPoi Ml 5.1 a Tonga e Ml 5.3 a Viskoi Island nella Georgia del Sud ed Isole Sandwich Meridionali.
    Una nuova scossa di 3.5 sempre a Gangi (PA) questa notte, identica profondità di quella da 3.0

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •