Pagina 61 di 63 PrimaPrima ... 11515960616263 UltimaUltima
Risultati da 601 a 610 di 624
  1. #601
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    455
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Ragazzi scusate l'ot però mi sto davvero chiedendo se la betulla bianca (betula pendula) cresca spontanea o no nella mia regione....il dubbio sorge dal fatto che in questo documento: https://www.researchgate.net/profile...lla-bianca.pdf
    c'è scritto che non è sicuro che la betulla sia spontanea in Emilia Romagna, però essendo stato in questa riserva a pochi km da casa mia: Appennino Modenese - Sito Ufficiale di informazione turistica
    mi sono chiesto come fosse possibile che nell'altro documento non fosse stata inserita. Inoltre all'interno di questo bosco relitto di betulle c'è un cartello dove ci sono scritte le stazioni dove è riscontrabile la betulla nella mia regione: "Vengono censiti in Appennino 29 nuclei di betulla fra Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo e Campania. In Emilia Romagna si hanno dati per 5 nuclei : Campigna (FC), Bosco del Corniglio (PR), Bocca dei Ravari (BO), Bosco del Faeto e Bosco delle Betulle di Monte San Giacomo di Zocca (MO)."

    Mi affido a voi
    Vicino a casa dei miei in provincia di Parma ci sono parecchi esemplari di betula (non sono sicurissimo della specie ma credo sia proprio b. pendula), tra i 250m e i 500m di quota. Stanno anche colonizzando i pochi terreni spogli privi di bosco che resistono sulle colline.
    La posizione più o meno è questa.
    Google Maps
    Potrebbero essere una specie diversa? Non sono mai riuscito ad identificarle con certezza
    Se mi capita di andarci faccio qualche foto, alcuni esemplari sono veramente maestosi, saranno almeno 15 metri di altezza.

    È una zona molto interessante dal punto di vista botanico, con un misto molto ricco di specie diverse, questa primavera ho visto anche esemplari di corniolo.

    In generale comunque credo ci possano essere parecchi nuclei di betulla bianca non censiti, soprattutto se di minori dimensioni. È una specie che si diffonde facilmente come l'olmo ed è abbastanza adattabile, con l'abbandono di molti terreni agricoli collinari e montani negli ultimi 30-40 anni potrebbe avere trovato buone opportunità di espansione.

  2. #602
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    697
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Vicino a casa dei miei in provincia di Parma ci sono parecchi esemplari di betula (non sono sicurissimo della specie ma credo sia proprio b. pendula), tra i 250m e i 500m di quota. Stanno anche colonizzando i pochi terreni spogli privi di bosco che resistono sulle colline.
    La posizione più o meno è questa.
    Google Maps
    Potrebbero essere una specie diversa? Non sono mai riuscito ad identificarle con certezza
    Se mi capita di andarci faccio qualche foto, alcuni esemplari sono veramente maestosi, saranno almeno 15 metri di altezza.

    È una zona molto interessante dal punto di vista botanico, con un misto molto ricco di specie diverse, questa primavera ho visto anche esemplari di corniolo.

    In generale comunque credo ci possano essere parecchi nuclei di betulla bianca non censiti, soprattutto se di minori dimensioni. È una specie che si diffonde facilmente come l'olmo ed è abbastanza adattabile, con l'abbandono di molti terreni agricoli collinari e montani negli ultimi 30-40 anni potrebbe avere trovato buone opportunità di espansione.
    Lo penso anch'io, l'importante è che sia spontanea nella nostra regione. Comunque per le betulle che hai visto o è betula pendula o betula pubescens, la seconda è ancora più microterma e alpina

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  3. #603
    Brezza leggera L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est
    Messaggi
    436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Vicino a casa dei miei in provincia di Parma ci sono parecchi esemplari di betula (non sono sicurissimo della specie ma credo sia proprio b. pendula), tra i 250m e i 500m di quota. Stanno anche colonizzando i pochi terreni spogli privi di bosco che resistono sulle colline.
    La posizione più o meno è questa.
    Google Maps
    Potrebbero essere una specie diversa? Non sono mai riuscito ad identificarle con certezza
    Se mi capita di andarci faccio qualche foto, alcuni esemplari sono veramente maestosi, saranno almeno 15 metri di altezza.

    È una zona molto interessante dal punto di vista botanico, con un misto molto ricco di specie diverse, questa primavera ho visto anche esemplari di corniolo.

    In generale comunque credo ci possano essere parecchi nuclei di betulla bianca non censiti, soprattutto se di minori dimensioni. È una specie che si diffonde facilmente come l'olmo ed è abbastanza adattabile, con l'abbandono di molti terreni agricoli collinari e montani negli ultimi 30-40 anni potrebbe avere trovato buone opportunità di espansione.
    La zona che mostri nel link è ben poco adatta alle betulle.
    Se ce ne sono veramente, è una cosa eccezionale!
    Con tutto il rispetto, tu ti intendi di alberi? Li sai riconoscere?
    Se sì, allora complimenti per la segnalazione!
    Se no, è assai probabile che si tratti di pioppi grigi o tremoli, queste sì specie pioniere in forte espansione nella collina e montagna emiliane.

  4. #604
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    455
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    La zona che mostri nel link è ben poco adatta alle betulle.
    Se ce ne sono veramente, è una cosa eccezionale!
    Con tutto il rispetto, tu ti intendi di alberi? Li sai riconoscere?
    Se sì, allora complimenti per la segnalazione!
    Se no, è assai probabile che si tratti di pioppi grigi o tremoli, queste sì specie pioniere in forte espansione nella collina e montagna emiliane.
    Sai Alnus ora mi fai venire il dubbio, probabilmente hai ragione, non mi ha mai convinto del tutto questa identificazione che avevo fatto parecchi anni fa (quando ero giovane e inesperto).
    Sono solo un campagnolo a cui piace conoscere le piante che incontra, in genere riconosco abbastanza ma sicuramente posso sbagliare. In quel caso non mi sembrava fossero pioppi tremuli, erano diversi dagli altri esemplari che avevo visto in zona ma in effetti vedo che la specie ha una certa variabilità, ci sono esemplari con il tronco più bianco e le foglie più allungate e dentate.
    O magari quelle che avevo guardato più attentamente erano betulle domestiche inselvatichite che si trovavano in una zona particolarmente fresca e umida e poi ho dato per scontato che lo fossero anche gli altri senza guardarli attentamente. Si trovano piante inusuali in quei boschi, c'è anche un boschetto di bambù che certamente non è autoctono.

  5. #605
    Brezza leggera L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est
    Messaggi
    436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Oggi (o per meglio dire ieri) ho risalito un sentiero desueto sul versante NW del Corno d'Aquilio, margine Ovest dell'altopiano carsico (calcare) della Lessinia, molto ripido sulla Vallagarina, dai 200 ai 1.500 m. Partenza da Borghetto ed arrivo sul Corno. Bosco di altezza media 10 - 15 m, ma con nclei di faggio ed abete sui 20 m.
    E' fantastica la varietà di alberi che si trovano consociati, specialmente in bassa quota.
    A 250 m vedi già fianco a fianco tassi e faggi e carpini neri ed ornielli e roveri ed agrifogli.
    I tassi sono tantissimi fino agli 800 m con portamento veramente da abeti, ma nessun grande esemplare, perchè evidentemente sono una espansione recente. Qualche sparuto leccio fino ai 600 m. Tantissimi sorbi montani a tutte le quote, poi aceri di monte dai 400 m fin su, aceri ricci dai 700 m. Anche ostrye ed ornielli e faggi presenti dai 200 ai 1.500 m. Nessun castagno. Nessun cerro. Pochi pini silvestri sui 600 m. Qualche tiglio selvatico, qualche betulla verrucosa sulle radure sommitali a fianco delle poche roverelle, qui soverchiate in numero dalle roveri (ebbene sì), a loro volta presenti a tutte le quote, ma più numerose sotto i 1.000 m.
    Un bel nucleo di abeti maturi ai 1.200 - 1.400 m nel tratto di sentiero più ripido tra le pareti rocciose verticali (quelle incombenti sulle aree di servizio Adige Est ed Adige Ovest della A22). In cima, sul bordo del grande tavolato erboso, pochi larici e pochi pecci. Tremoli dai 700 m in su, qualche nocciolo e oltre i 1.000 m qualche salicone. Il faggio è presente a tutte le quote ma più massicciamente sopra i 700 m.
    Credo che per numero di individui il vincitore sia (come quasi sempre) il carpino nero.
    Ultima modifica di alnus; 05/11/2018 alle 01:33

  6. #606
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/10/11
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    34
    Messaggi
    2,960
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Segnali d'autunno finalmente ben visibili, quantomeno da un punto di vista vegetativo (sebbene con un po' di ritardo).

  7. #607
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,704
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Tigli in veste autunnale, come altre specie, nonostante le temperature ancora molto miti

  8. #608
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,456
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Questo pino di Aleppo è il più vecchio di tutta Lanciano e dovrebbe essere l'ultimo ancora in piedi di quelli piantati in questo viale nella seconda metà del 700.
    Leggendo dei vecchi manoscritti (del 1780-1800) si narra che questa strada allora fuori città, venisse chiamata viale dei pini, perché era stata ornata da un doppio filare di pini piantati da pochi anni.

    Nowcasting vegetazione anno 2018-img_20181110_103327_1541883412655.jpg
    Ultima modifica di EnnioDiPrinzio; 10/11/2018 alle 21:58

  9. #609
    Brezza leggera L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est
    Messaggi
    436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Questo pino di Aleppo è il più vecchio di tutta Lanciano e dovrebbe essere l'ultimo ancora in piedi di quelli piantati in questo viale nella seconda metà del 700.
    Leggendo dei vecchi manoscritti (del 1780-1800) si narra che questa strada allora fuori città, venisse chiamata viale dei pini, perché era stata ornata da un doppio filare di pini piantati da pochi anni.

    Nowcasting vegetazione anno 2018-img_20181110_103327_1541883412655.jpg
    Stupendo!
    Altro che cedri! (scusate ma io i cedri non li digerisco)

  10. #610
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    697
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetazione anno 2018

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    (scusate ma io i cedri non li digerisco)
    Io invece i pini domestici

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •