Visualizza Risultati Sondaggio: Qual è la posizione geografica dell'Emilia Romagna

Partecipanti
23. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Nord

    22 95.65%
  • Centro

    1 4.35%
Pagina 4 di 12 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 117
  1. #31
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Il faggio è arrivato in Italia all'inizio dell'Olocene, da Est, quasi sicuramente dai Balcani, i depositi pollinici più antichi, che risalgono a circa 10.000 anni fa, sono stati trovati in Cilento e nelle Prealpi venete.
    Già se non sbaglio dopo l'ultima glaciazione si era espanso anche dal sud Italia

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  2. #32
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Ma in qualche modo bisognerà pure sapere grossomodo la distribuzione in Europa della foresta decidua, della Taiga, della foresta mediterranea ecc ma se vengono fatti errori così nelle mappe globalmente riconosciute come ottime non è ancora presente una mappa che rappresenta la giusta distribuzione dei buoni....
    Nessuno possiede una mappa del genere?

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  3. #33
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Direi di no, nelle Prealpi i querceti a roverella hanno un'estensione molto minore e soprattutto non hanno lo stesso corteggio floristico di quelli appenninici, gli ostrieti sono abbastanza diffusi nella fascia prealpina, però mancano dal Biellese verso ovest e sono diversi da quelli che si osservano ad esempio nella media Val Taro, tra l'altro ci sono moltissime specie a distribuzione mediterranea che hanno nella fascia collinare a Sud della Via Emilia il loro limite di distribuzione settentrionale. Le uniche aree con vegetazione submediterranea a Nord del Po sono quelle attorno ai laghi dell'insubria (ma si tratta di fasce strettissime e discontinue), i sistemi collinari (ex vulcanici) del Veneto, come gli Euganei e i Berici e i ciglioni carsici del Friuli orientale e della Venezia Giulia...
    In realtà secondo questa mappa anche buone zone delle Prealpi ci rientrano...è la mappa della vegetazione naturale in Europa di Bohn...che ve ne pare? Non è un po' ristretta la fascia a vegetazione mediterranea (foto 2)?Posizione geografica dell'Emilia Romagna-screenshot_20180327-170502.jpgPosizione geografica dell'Emilia Romagna-screenshot_20180327-170506.jpg

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  4. #34
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,934
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da Giovanni78 Visualizza Messaggio
    Perché ad esempio può nevicare con retrogressioni da E. Cosa impossibile in Piemonte ad esempio.
    Per quanto riguarda il clima comunque non ha senso secondo me dividere in nord-centro-sud.
    Ha più senso fare Alpi-Pianura Padana- coste tirreniche e adriatiche, isole etc.
    Ma assolutamente no
    In Piemonte nevica eccome per le retrogressioni da E grazie allo sbarramento delle Alpi Occidentali, soprattutto sulle pedemontane tra Biella e Mondovì.
    Discorso diverso per il Verbano-Cusio-Ossola e in generale le pianure (Vercellese, Novarese) e Astigiano e Alessandrino.
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  5. #35
    Vento teso
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,929
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ma assolutamente no
    In Piemonte nevica eccome per le retrogressioni da E grazie allo sbarramento delle Alpi Occidentali, soprattutto sulle pedemontane tra Biella e Mondovì.
    Discorso diverso per il Verbano-Cusio-Ossola e in generale le pianure (Vercellese, Novarese) e Astigiano e Alessandrino.
    Con le retrogressioni da NE nevica anche in Val Bormida, Val d'Erro e alta Val d'Orba e può perfino nevicare, sebbene in modo debole e intermittente, nel tratto costiero tra Voltri e Vado Ligure (13-14 dicembre 2001, 1-3 febbraio 2012), diciamo che con il NE non nevica solo nelle aree che restano sottovento ai rilievi e non nevica (in genere) in alto Veneto e Friuli occidentale e centrale, poi è ovvio che ci sono zone in cui l'intensità delle precipitazioni può essere amplificata dal fattore "stau" e aree in cui ciò non avviene, perché mancano i rilievi. Infine c'è una bella differenza tra l'essere "bersaglio" della retrogressione (dicembre 2001) e l'essere totalmente ai margini (gennaio 2017).

  6. #36
    Vento teso
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,929
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    In realtà secondo questa mappa anche buone zone delle Prealpi ci rientrano...è la mappa della vegetazione naturale in Europa di Bohn...che ve ne pare? Non è un po' ristretta la fascia a vegetazione mediterranea (foto 2)?Posizione geografica dell'Emilia Romagna-screenshot_20180327-170502.jpgPosizione geografica dell'Emilia Romagna-screenshot_20180327-170506.jpg
    Se guardi bene la prima cartina, nel complesso della vegetazione submediterranea e supramediterranea ci sono fatti rientrare anche i cosiddetti "Boschi pannonici di roverella", presenti nella Bassa Austria (soprattutto nel Burgenland) e in moltissime zone dell'Ungheria, può essere un'approssimazione discutibile, ma ha senso se operi una classificazione valida su scala continentale (a livello nazionale in questo tipo di consorzi ci rientrano in parte anche i boschi di roverella delle Prealpi centrali e orientali e del Friuli orientale, ed ecco spiegato il colore usato nella cartina).

    No, la seconda mappa con la distribuzione dei consorzi di sclerofille mediterranee (che include formazioni diversissime tra loro, dagli arbusteti pre-desertici alle foreste di leccio del piano mesomediterraneo) è assolutamente corretta, ad esempio in Liguria la fascia dove quel tipo di vegetazione è presente è veramente stretta (10-12 Km in Val Roya, 6-7 Km nella zona di Albenga, 0-2 Km nel Genovese, 0-4 Km nel Tigullio e nello Spezzino) ed è fortemente influenzata dall'altitudine. Anche la vegetazione sublitoranea dell'alta Toscana (dal confine SP/MS) alla foce dell'Arno è essenzialmente submediterranea e i consorzi fortemente termofli, con prevalenza di specie sempreverdi, sono comunque confinati in aree ristrette, ad esempio nelle poche zone di costa rocciosa tra Viareggio e Massa e sulle pendici rocciose calcaree, esposte a mezzogiorno, delle Apuane e di alcuni rilievi collinari (es. Monti di Oltreserchio, Monti pisani). La vegetazione torna poi ad essere tipicamente mediterranea (lecceta, sughereta, macchia alta e gariga) a Sud di Livorno e anche a notevole distanza dalla costa (ad esempio in Maremma) mentre nell'Agro Romano la fascia delle sclerofille tende nuovamente a restringersi. Diciamo che la vegetazione mediterranea in senso stretto diventa prevalente, anche nell'entroterra, solamente a Sud di Gaeta.
    Quando rappresenti fasce territoriali larghe 5-10 Km in una mappa, concepita su scala continentale, queste fasce diventano praticamente invisibili.
    Ultima modifica di galinsoga; 28/03/2018 alle 09:51

  7. #37
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Se guardi bene la prima cartina, nel complesso della vegetazione submediterranea e supramediterranea ci sono fatti rientrare anche i cosiddetti "Boschi pannonici di roverella", presenti nella Bassa Austria (soprattutto nel Burgenland) e in moltissime zone dell'Ungheria, può essere un'approssimazione discutibile, ma ha senso se operi una classificazione valida su scala continentale (a livello nazionale in questo tipo di consorzi ci rientrano in parte anche i boschi di roverella delle Prealpi centrali e orientali e del Friuli orientale, ed ecco spiegato il colore usato nella cartina).

    No, la seconda mappa con la distribuzione dei consorzi di sclerofille mediterranee (che include formazioni diversissime tra loro, dagli arbusteti pre-desertici alle foreste di leccio del piano mesomediterraneo) è assolutamente corretta, ad esempio in Liguria la fascia dove quel tipo di vegetazione è presente è veramente stretta (10-12 Km in Val Roya, 6-7 Km nella zona di Albenga, 0-2 Km nel Genovese, 0-4 Km nel Tigullio e nello Spezzino) ed è fortemente influenzata dall'altitudine. Anche la vegetazione sublitoranea dell'alta Toscana (dal confine SP/MS) alla foce dell'Arno è essenzialmente submediterranea e i consorzi fortemente termofli, con prevalenza di specie sempreverdi, sono comunque confinati in aree ristrette, ad esempio nelle poche zone di costa rocciosa tra Viareggio e Massa e sulle pendici rocciose calcaree, esposte a mezzogiorno, delle Apuane e di alcuni rilievi collinari (es. Monti di Oltreserchio, Monti pisani). La vegetazione torna poi ad essere tipicamente mediterranea (lecceta, sughereta, macchia alta e gariga) a Sud di Livorno e anche a notevole distanza dalla costa (ad esempio in Maremma) mentre nell'Agro Romano la fascia delle sclerofille tende nuovamente a restringersi. Diciamo che la vegetazione mediterranea in senso stretto diventa prevalente, anche nell'entroterra, solamente a Sud di Gaeta.
    Quando rappresenti fasce territoriali larghe 5-10 Km in una mappa, concepita su scala continentale, queste fasce diventano praticamente invisibili.
    Ma in definitiva quindi tu sembra buona questa mappa di vegetazione per il continente europeo? A me sembra molto più accurata rispetto a quella del WWF, per esempio sulle Alpi non viene evidenziata un'unica vegetazione per tutto il distretto Alpino e prealpino (alle porte di Milano quella classificazione mette già le foreste di conifere alpine)...!

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  8. #38
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Se guardi bene la prima cartina, nel complesso della vegetazione submediterranea e supramediterranea ci sono fatti rientrare anche i cosiddetti "Boschi pannonici di roverella", presenti nella Bassa Austria (soprattutto nel Burgenland) e in moltissime zone dell'Ungheria, può essere un'approssimazione discutibile, ma ha senso se operi una classificazione valida su scala continentale (a livello nazionale in questo tipo di consorzi ci rientrano in parte anche i boschi di roverella delle Prealpi centrali e orientali e del Friuli orientale, ed ecco spiegato il colore usato nella cartina).

    No, la seconda mappa con la distribuzione dei consorzi di sclerofille mediterranee (che include formazioni diversissime tra loro, dagli arbusteti pre-desertici alle foreste di leccio del piano mesomediterraneo) è assolutamente corretta, ad esempio in Liguria la fascia dove quel tipo di vegetazione è presente è veramente stretta (10-12 Km in Val Roya, 6-7 Km nella zona di Albenga, 0-2 Km nel Genovese, 0-4 Km nel Tigullio e nello Spezzino) ed è fortemente influenzata dall'altitudine. Anche la vegetazione sublitoranea dell'alta Toscana (dal confine SP/MS) alla foce dell'Arno è essenzialmente submediterranea e i consorzi fortemente termofli, con prevalenza di specie sempreverdi, sono comunque confinati in aree ristrette, ad esempio nelle poche zone di costa rocciosa tra Viareggio e Massa e sulle pendici rocciose calcaree, esposte a mezzogiorno, delle Apuane e di alcuni rilievi collinari (es. Monti di Oltreserchio, Monti pisani). La vegetazione torna poi ad essere tipicamente mediterranea (lecceta, sughereta, macchia alta e gariga) a Sud di Livorno e anche a notevole distanza dalla costa (ad esempio in Maremma) mentre nell'Agro Romano la fascia delle sclerofille tende nuovamente a restringersi. Diciamo che la vegetazione mediterranea in senso stretto diventa prevalente, anche nell'entroterra, solamente a Sud di Gaeta.
    Quando rappresenti fasce territoriali larghe 5-10 Km in una mappa, concepita su scala continentale, queste fasce diventano praticamente invisibili.
    Ma in definitiva quindi tu sembra buona questa mappa di vegetazione per il continente europeo? A me sembra molto più accurata rispetto a quella del WWF, per esempio sulle Alpi non viene evidenziata un'unica vegetazione per tutto il distretto Alpino e prealpino (alle porte di Milano quella classificazione mette già le foreste di conifere alpine)...!

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  9. #39
    Vento teso
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,929
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Già se non sbaglio dopo l'ultima glaciazione si era espanso anche dal sud Italia
    Sì, le attestazioni più antiche, che risalgono grossomodo a quasi 10.000 anni fa, riguardano da un lato la Lessinia (Veneto) dall'altro l'area al confine tra la Campania (provincia di Salerno) e la Basilicata (provincia di Potenza) che corrispondono a due corridoi di penetrazione di entità balcaniche in Italia. Nei depositi pollinici dell'Appennino Ligure (Beigua, Val d'Aveto, Gottero) il faggio compare verso il 4000 a.C., ossia 3500-4000 anni dopo.

  10. #40
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    711
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Posizione geografica dell'Emilia Romagna

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Sì, le attestazioni più antiche, che risalgono grossomodo a quasi 10.000 anni fa, riguardano da un lato la Lessinia (Veneto) dall'altro l'area al confine tra la Campania (provincia di Salerno) e la Basilicata (provincia di Potenza) che corrispondono a due corridoi di penetrazione di entità balcaniche in Italia. Nei depositi pollinici dell'Appennino Ligure (Beigua, Val d'Aveto, Gottero) il faggio compare verso il 4000 a.C., ossia 3500-4000 anni dopo.
    OK e per la mappa?

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •