Pagina 4 di 23 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 229

Discussione: AGW e Change Climatici

  1. #31
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    956
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    Scusa ma dove hai letto questa cosa nelle ricerche che citi (che non sono di serie B ma neanche di scettici anzi):

    Valerie Masson-Delmotte — IPCC

    Nei carotaggi non c'è nessuna concentrazione di co2 maggiore del livello attuale, l'aumento avvenuto nel corso di diversi milleni alla fine dell'ultima era glaciale è pari a quello che oggi le attività umane hanno causato in pochi decenni partendo da livelli già più elevati dell'interglaciale.

    Per trovare un livello di co2 simile al presente (ma con grandi incertezze appunto perchè non c'è una serie continua degli ice core ma solo un singolo valore di 2.7 milioni di anni fa e pure quello è di soli 300ppm..) si deve tornare al medio pliocene, il fatto che ci siano state quelle ampie variazioni climatiche vuole appunto dire che il clima è sensibile ai forcing radiativi infatti i cicli glaciali sono uno dei metodi con cui si stima la sensibilità climatica.
    l'agw poi ricordiamo che è solo all'inizio, ci vogliono millenni per raggiungere l'equilibrio e quella che vediamo oggi è solo la risposta rapida transiente, nel paleoclima invece quella di equilibrio.

    se il clima del passato fosse stato stazionario nonostante le variazioni nella co2/cicli orbitalici etc. allora vorrebbe dire che ci sono forti feedback negativi a mitigare le variazioni di temperatura e non ci sarebbe nulla di cui preoccuparsi a parte l'acidificazione degli oceani.

    Immagine
    Se non ricordo male però nel lontano passato (i periodi esatti non me li ricordo) la conc di co2 hanno raggiunto diverse migliaia di ppm...tra l'altro se non erro non sempre l'elevata conc di co2 ha sempre corrisposto a periodi particolarmente caldi.

  2. #32
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    956
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da Gilberto Visualizza Messaggio
    Per quel poco che ne so, questo coincide con l'idea che mi sono fatto della situazione. Aggiungo solo che non dovrebbe essere necessaria la paura del GW per smettere di inquinare il pianeta: dovremmo smettere a prescindere. Il sistema terrestre è delicato e stravolgerlo in qualsivoglia modo non può che essere una cattiva idea, riscaldamento globale o meno.

    L'attività solare è scesa recentemente, ma di quanto rispetto al passato non so se si sappia di preciso. Anche senza andare troppo lontano nel passato, secondo certe ricostruzioni sembra che siamo ancora su livelli parecchio alti. Ad esempio questa è una ricostruzione (aggiornata al 2017) dell'irradiamento solare (TSI) degli ultimi 400 anni.

    Allegato 510311

    Si vede che siamo molto più vicini ai massimi che ai minimi. Inoltre, anche se non ho un modello sotto mano, immagino che ci voglia del tempo perché la terra rilasci il calore accumulato.

    A questo proposito ho una domanda alla quale forse qualcuno (elz? ) sa rispondere. Non so se fosse una "voce da forum", ma mi sembra di aver letto da qualche parte che in linea generale il ciclo ENSO è legato ai cicli solari. È vera questa cosa? Ho letto anche (in un post di elz recente) una bella spiegazione del fatto che gli episodi di El Nino "servono" alla terra per liberare calore nell'atmosfera (e quindi nello spazio). Il fatto che recentemente gli episodi di El Nino siano molto più frequenti dei La Nina, potrebbe dipendere appunto dal fatto che recentemente la terra ha accumulato più calore a causa (in parte) del recente massimo solare e che adesso lo sta disperdendo nello spazio? Si hanno ricostruzioni dei cicli ENSO degli ultimi secoli per compararli col ciclo solare?
    Grazie
    Il ciclo ENSO sembra effettivamente legato ai cicli solari, ma più come timing che come intensità. Tra l'altro le oscillazioni ENSO+ non corrispondono affatto con i massimi solari, bensì a 3-4 anni di distanza dal massimo oppure a qualche anno di distanza dal minimo...in generale però quando l'attività solare è elevata prevale ENSO-

    In assenza di trend legato alla CO2 può essere che ENSO+ contribuisca durante i periodi di bassa attività solare a "scaricare" in atmosfera e poi nello spazio il calore in eccesso degli oceani, ma probabilmente ora prevalgono gli effetti antropici che fanno si che questa perdita sia bilanciata ampiamente dall'effetto di assorbimento nella banda dello spettro dei GHG...

    In effetti a me sembra che il fenomeno ENSO tenda più che altro a favorire il raggiungimento dell'equilibrio in caso di sbilancio radiativo: vale a dire che se il clima si riscalda l'ENSO favorisce l'accelerazione del riscaldamento e viceversa.

  3. #33
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,625
    Menzionato
    73 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Il punto fondamentale è quello citato da Gilberto ovvero non dovrebbe servire lo spettro del GW per inquinare meno.... Chi parla di Kyoto e tutti i successivi inutili consessi, a me personalmente fa ridere perché, appunto, non sono serviti assolutamente a nulla... Se tutti i soldi spesi per quegli inutili simposi internazionali fossero stati spesi per sensibilizzare ed educare i popoli al rispetto dell'ambiente, sarebbe stato MOLTO più utile... Bisognava aspettare che i mari e il pianeta fossero invasi dalla plastica per sensibilizzare i popoli ad usarne di meno??.... Gli interessi economici ci sono eccome, ci sono anche in questo preciso tempo con un tam tam mediatico senza precedenti sul GW per spingere il mercato dell'autorrazione elettrica sempre e comunque in mano agli stessi potentati economici, così come il contenimento delle emissioni è stato fatto ad arte solo ed esclusivamente nei co fronti dei paesi emergenti per non farli emergere, altro che non contano i soldi!... E non è complottismo, per nulla, in questo dannato mondo tutto ruota intorno ad interessi economici e i media fanno esclusivamente il gioco dei potentati economici.
    Ah, di anni ne ho 56 e sono laureato in economia e studio amatorialmente fisica dell'atmosfera da un pó di anni.

  4. #34
    Bava di vento
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    47
    Messaggi
    170
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Gli interessi economici legati alla CO2 si chiamano quote verdi o quote di CO2 o certificati, etc.
    Non sono altro che la monetizzazione delle emissioni di CO2, chi risparmia sulle emissioni può vendere le proprie quote ad altri.
    Il lato negativo di questo è che le sostanze veramente inquinanti che devastano gli ecosistemi non se le fila nessuno, la plastica, le polveri sottili e molte alte.
    La CO2 non inquina, è fondamentale per la fotosintesi clorofilliana e per tanti processi chimici che avvengono in natura, occorrerebbe ripensare a quelle che sono le vere priorità del pianeta a questo punto.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  5. #35
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    32
    Messaggi
    16,617
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Bravissimo. Quanti morti ci sono ogni anno nelle grandi città, per malattie polmonari e tumori dovuti all'inuquinamento atmosferico? tantissime. E basterebbe convertire semplicemente il parco veicolare a benzina+gpl o benzina+metano.
    Gli inquinantissimi particolati diesel sarebbero azzerati. Il benzene diverrebbe irrisorio perchè prodotto solo all'avviamento.

  6. #36
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    57 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    l'anidride carbonica (l'eccesso di) è un inquinante, necessario per la vita non vuol dire che qualunque concentrazione è benefica, anche l'ossigeno ha causato un estinzione di massa.

    E anche il greening della terra non è evidente a causa di differenze tra i vari dataset, ma è chiaro che una parte significativa è dovuta all'intensificazione delle coltivazioni e alla massiccia piantumazione in cina per contrastare la desertificazione inoltre secondo il 2° studio sotto il trend nella NDVI si è invertito negli ultimi 20 anni, la fertilizzazione da co2 funziona fino a che non si vedono gli effetti del riscaldamento indotto dalla stessa:

    Human Activity in China and India Dominates the Greening of Earth | NASA

    Increased atmospheric vapor pressure deficit reduces global vegetation growth | Science Advances

    Riduzione degli altri inquinanti e gas serra non sempre vanno di pari passo, la riduzione delle emissioni di zolfo ha fatto emergere più riscaldamento e alcune misure per ridurre le emissioni di co2 possono creare altri problemi (biofuel,consumo metalli ad es.)

  7. #37
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,625
    Menzionato
    73 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da MeTeo72 Visualizza Messaggio
    Gli interessi economici legati alla CO2 si chiamano quote verdi o quote di CO2 o certificati, etc.
    Non sono altro che la monetizzazione delle emissioni di CO2, chi risparmia sulle emissioni può vendere le proprie quote ad altri.
    Il lato negativo di questo è che le sostanze veramente inquinanti che devastano gli ecosistemi non se le fila nessuno, la plastica, le polveri sottili e molte alte.
    La CO2 non inquina, è fondamentale per la fotosintesi clorofilliana e per tanti processi chimici che avvengono in natura, occorrerebbe ripensare a quelle che sono le vere priorità del pianeta a questo punto.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Perfetto... Ma l'unica preoccupazione mediatica scientifica è la Co2, tutto estremamente ridicolo.

  8. #38
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,625
    Menzionato
    73 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Parlando di Watts di Antony Watts.
    In assoluto uno dei più famosi climatologi al mondo, che da sempre è impegnato contro i dati manipolati da IPCC e NOA su commissione dell'ONU per favorire il mercato mondiale dei Carbon Credit e centinaia di miliardi annuali di finanziamento agli enti scientifici preposti alla lotta alla CO2.
    Se si vuol fare una lettura interessante leggete i documenti del Climategate che nel 2009 hanno scoperchiato il vaso di Pandora sulle mail che hanno certificato la falsificazione dei dati da parte dei serristi.
    Una sorta di WikiLeaks in ambito climatico, prima combattuta aspramente e negli anni successivi completamente insabbiata dai media.
    D'altronde sono mail reali tra scienziati del settore che furono hackerate. Circa uguale alla fine che ha fatto Assange...
    Dopodiché dobbiamo pensare che i quattrini non contino e che l'unico dannato problema del pianeta sia la CO2??... Tutto amplificato alla massima potenza per distrarre la popolazione mondiale dai veri disastri del pianeta ovviamente provocati e avallato dai grandi poteri economici.

  9. #39
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,625
    Menzionato
    73 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Tutto ciò nulla toglie al GW che è realtà provata dai numeri ma che sia tutto ed unicamente causato dalla CO2 e quindi antropico, è semplicemente risibile e fortemente voluto per i motivi sopra espressi.... Soldi.

  10. #40
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    4,374
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    l'anidride carbonica (l'eccesso di) è un inquinante, necessario per la vita non vuol dire che qualunque concentrazione è benefica, anche l'ossigeno ha causato un estinzione di massa.
    Perdona Elz, ma essendo ambito biologico posso dirti che l'anidride carbonica, prima di divenire inquinante, dovrebbe raggiungere concentrazioni di decine di migliaia di ppm. Già solo nelle nostre stanze da letto dovrebbe essere attorno alle 1000 ppm, e una tale concentrazione (la cosidetta, volgarmente, "aria consumata") non ha praticamente alcun effetto rilevante sul cervello e sul funzionamento fisiologico del corpo umano.

    Non vedo come potrebbe averne sulle piante, visto che la CO2 è loro "cibo".

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •