Pagina 5 di 23 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 229

Discussione: AGW e Change Climatici

  1. #41
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    3,710
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Parlando di Watts di Antony Watts.
    In assoluto uno dei più famosi climatologi al mondo, che da sempre è impegnato contro i dati manipolati da IPCC e NOA su commissione dell'ONU per favorire il mercato mondiale dei Carbon Credit e centinaia di miliardi annuali di finanziamento agli enti scientifici preposti alla lotta alla CO2.
    Se si vuol fare una lettura interessante leggete i documenti del Climategate che nel 2009 hanno scoperchiato il vaso di Pandora sulle mail che hanno certificato la falsificazione dei dati da parte dei serristi.
    Una sorta di WikiLeaks in ambito climatico, prima combattuta aspramente e negli anni successivi completamente insabbiata dai media.
    D'altronde sono mail reali tra scienziati del settore che furono hackerate. Circa uguale alla fine che ha fatto Assange...
    Dopodiché dobbiamo pensare che i quattrini non contino e che l'unico dannato problema del pianeta sia la CO2??... Tutto amplificato alla massima potenza per distrarre la popolazione mondiale dai veri disastri del pianeta ovviamente provocati e avallato dai grandi poteri economici.
    Credo sia stato gonfiato il Climategate dai media. Non dimostra di certo falsificazioni eclatanti al fine di mostrare la realtà di un GW che non c'era.

    Da Wiki si può leggere cosa successo e le indagini con le conclusioni:

    Climatic Research Unit email controversy - Wikipedia

  2. #42
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Perdona Elz, ma essendo ambito biologico posso dirti che l'anidride carbonica, prima di divenire inquinante, dovrebbe raggiungere concentrazioni di decine di migliaia di ppm. Già solo nelle nostre stanze da letto dovrebbe essere attorno alle 1000 ppm, e una tale concentrazione (la cosidetta, volgarmente, "aria consumata") non ha praticamente alcun effetto rilevante sul cervello e sul funzionamento fisiologico del corpo umano.

    Non vedo come potrebbe averne sulle piante, visto che la CO2 è loro "cibo".
    inquinante non è solo qualcosa che influisce direttamente negativamente sulla salute umana, wiki dà questa definizione:

    "A pollutant is a substance or energy introduced into the environment that has undesired effects, or adversely affects the usefulness of a resource"


    definizione molto ampia, la co2 acidifica gli oceani ed il riscaldamento impatta anche le piante, in una serra con condizioni controllate la fertilizzazione da co2 può aumentare le rese e le piante ne possono beneficiare anche a concentrazioni molto elevate ma nel mondo reale cambiano molte altre cose, l'articolo che ho postato sopra mostra che l'aumento nel deficit della pressione di vapore stà influendo negativamente.

  3. #43
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    3,710
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    inquinante non è solo qualcosa che influisce direttamente negativamente sulla salute umana, wiki dà questa definizione:

    "A pollutant is a substance or energy introduced into the environment that has undesired effects, or adversely affects the usefulness of a resource"


    definizione molto ampia, la co2 acidifica gli oceani ed il riscaldamento impatta anche le piante, in una serra con condizioni controllate la fertilizzazione da co2 può aumentare le rese e le piante ne possono beneficiare anche a concentrazioni molto elevate ma nel mondo reale cambiano molte altre cose, l'articolo che ho postato sopra mostra che l'aumento nel deficit della pressione di vapore stà influendo negativamente.
    L'acidificazione degli oceani è l'unico sensato motivo per cui può essere considerata inquinante. Ma sulla terraferma (si parlava di greening) è una definizione azzardata.
    Sull'impatto del riscaldamento sulle piante, non saprei. Semplicemente la flora si sposterà più a nord se adatta a climi freddi. La vita si adatta ai cambiamenti. E non vedo una catastrofe ambientale ancora fuori (gli alberi che c'erano 100 anni fa sono ancora lì).

  4. #44
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da Gilberto Visualizza Messaggio
    A questo proposito ho una domanda alla quale forse qualcuno (elz? ) sa rispondere. Non so se fosse una "voce da forum", ma mi sembra di aver letto da qualche parte che in linea generale il ciclo ENSO è legato ai cicli solari. È vera questa cosa? Ho letto anche (in un post di elz recente) una bella spiegazione del fatto che gli episodi di El Nino "servono" alla terra per liberare calore nell'atmosfera (e quindi nello spazio). Il fatto che recentemente gli episodi di El Nino siano molto più frequenti dei La Nina, potrebbe dipendere appunto dal fatto che recentemente la terra ha accumulato più calore a causa (in parte) del recente massimo solare e che adesso lo sta disperdendo nello spazio? Si hanno ricostruzioni dei cicli ENSO degli ultimi secoli per compararli col ciclo solare?
    Grazie
    questo articolo suggerisce una tendenza simil la nina durante i massimi solari con appunto un aumento del calore che entra nell'oceano ed un successivo riscaldamento con 2 anni di lag, ma è un impatto modesto ed i trend recenti sono opposti, declino dell'attività solare mentre l'enso ha un trend verso la nina.

    http://www.cgd.ucar.edu/ccr/publicat...ience_2009.pdf

    I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

  5. #45
    Bava di vento
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    47
    Messaggi
    157
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    inquinante non è solo qualcosa che influisce direttamente negativamente sulla salute umana, wiki dà questa definizione:

    "A pollutant is a substance or energy introduced into the environment that has undesired effects, or adversely affects the usefulness of a resource"


    definizione molto ampia, la co2 acidifica gli oceani ed il riscaldamento impatta anche le piante, in una serra con condizioni controllate la fertilizzazione da co2 può aumentare le rese e le piante ne possono beneficiare anche a concentrazioni molto elevate ma nel mondo reale cambiano molte altre cose, l'articolo che ho postato sopra mostra che l'aumento nel deficit della pressione di vapore stà influendo negativamente.
    Non mi sembra che il ph degli oceani acidificati dall’aumento di CO2 stia consumando o corrodendo i pesci.
    La plastica invece sta facendo danni enormi, probabilmente a tutta la catena alimentare, uomo compreso.
    In quanto alle piantumazioni sono fatte unicamente per accedere ai certificati sulle emissioni di CO2 o per introdurre una voce negativa sul bilancio delle emissioni, nella maggior parte dei casi.
    Una distorsione causata dalla lotta alle emissioni di CO2 basata unicamente sugli interessi economici.

    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di MeTeo72; 22/08/2019 alle 06:47

  6. #46
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    25
    Messaggi
    938
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici


  7. #47
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,423
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da MeTeo72 Visualizza Messaggio
    Non mi sembra che il ph degli oceani acidificati dall’aumento di CO2 stia consumando o corrodendo i pesci.
    La plastica invece sta facendo danni enormi, probabilmente a tutta la catena alimentare, uomo compreso.
    In quanto alle piantumazioni sono fatte unicamente per accedere ai certificati sulle emissioni di CO2 o per introdurre una voce negativa sul bilancio delle emissioni, nella maggior parte dei casi.
    Una distorsione causata dalla lotta alle emissioni di CO2 basata unicamente sugli interessi economici.

    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    E anche su questo un quote grande come una casa...che poi, suvvia, non scherziamo, non è che da 200/250 ppm siamo passati a 3000/5000 ppm, bensi siamo intorno a 400 ppm ...di un gas che rappresenta lo 0.012% dell'atmosfera terrestre !...ora che abbia minimamente aumentato l'acidità degli oceani forse anche si, ma tutto il resto ovvero "inquinamento" è risibile. Così come è fortemente discutibile , lo ripeto da anni, che l'unico motivo del GW sia legato all'aumento di un gas che , ripeto, rappresenta lo 0.012%.

  8. #48
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da MeTeo72 Visualizza Messaggio
    Non mi sembra che il ph degli oceani acidificati dall’aumento di CO2 stia consumando o corrodendo i pesci.
    La plastica invece sta facendo danni enormi, probabilmente a tutta la catena alimentare, uomo compreso.
    In quanto alle piantumazioni sono fatte unicamente per accedere ai certificati sulle emissioni di CO2 o per introdurre una voce negativa sul bilancio delle emissioni, nella maggior parte dei casi.
    Una distorsione causata dalla lotta alle emissioni di CO2 basata unicamente sugli interessi economici.

    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    non mi sembra... gli impatti dell'aciificazione sono qualcosa in più di "non si corrodono i pesci"
    http://www.igbp.net/download/18.3056...FULL-lorez.pdf

    Species-specific impacts of ocean acidification have been seen in laboratory and field studies on organisms from the poles to the tropics.
    Many organisms show adverse effects, such as reduced ability to form and maintain shells and skeletons, as well as reduced survival, growth,abundance and larval development.

    Conversely, evidence indicates that some organisms tolerate ocean acidification and that others, such as some seagrasses, may even thrive.„

    Within decades, large parts of the polar oceans will become corrosive to the unprotected shells of calcareous marine organisms.

    Changes in carbonate chemistry of the tropical ocean may hamper or prevent coral reef growth within decades.

    The far-reaching effects of ocean acidification are predicted to impact food webs, biodiversity, aquaculture and hence societies.

    Species differ in their potential to adapt to new environments. Ocean chemistry may be changing too rapidly for many species or populations to adapt through evolution.]

    ma gli impatti della co2 sulle temperature e tutte le sue conseguenze bastano ed avanzano a renderne l'eccesso un inquinante.

    le piantumazioni in cina sono fatte per combattere la desertificazione non c'entrano niente gli interessi economici.

  9. #49
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    E anche su questo un quote grande come una casa...che poi, suvvia, non scherziamo, non è che da 200/250 ppm siamo passati a 3000/5000 ppm, bensi siamo intorno a 400 ppm ...di un gas che rappresenta lo 0.012% dell'atmosfera terrestre !...ora che abbia minimamente aumentato l'acidità degli oceani forse anche si, ma tutto il resto ovvero "inquinamento" è risibile. Così come è fortemente discutibile , lo ripeto da anni, che l'unico motivo del GW sia legato all'aumento di un gas che , ripeto, rappresenta lo 0.012%.
    ma cosa c'entra la percentuale, prova ad aggiungere lo 0.012% di esafluoruro di zolfo e poi vediamo dove finiscono le t globali, contano le caratteristiche del gas e quanto ne è già presente, la gran parte dell'atmosfera è quasi del tutto trasparente alla radiazione IR, ossigeno e azoto hanno in condizioni di cielo sereno un effetto serra di 0.28 W/m2 più o meno lo stesso causato dall'aumento di co2 dal 2009 al 2018, alle attuali concentrazioni 21ppm di co2 sono pari a ~ 990.000 ppm di o2+n2.

  10. #50
    Bava di vento
    Data Registrazione
    09/08/15
    Località
    bergamo
    Età
    46
    Messaggi
    115
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: AGW e Change Climatici

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    ma cosa c'entra la percentuale, prova ad aggiungere lo 0.012% di esafluoruro di zolfo e poi vediamo dove finiscono le t globali, contano le caratteristiche del gas e quanto ne è già presente, la gran parte dell'atmosfera è quasi del tutto trasparente alla radiazione IR, ossigeno e azoto hanno in condizioni di cielo sereno un effetto serra di 0.28 W/m2 più o meno lo stesso causato dall'aumento di co2 dal 2009 al 2018, alle attuali concentrazioni 21ppm di co2 sono pari a ~ 990.000 ppm di o2+n2.
    Tu mi complichi la vita e pensare che sui numeri pensavo di non essere male.
    cmq complimenti per la preparazione.
    ma semplificando molto, tralasciando le curve di riscaldamento e raffreddamento naturali, mi pare matematicamente evidente che l’impatto antropico sia causa di incremento esponenziale del riscaldamento e che senza tale modifica, non vi sia alcuna possibilità di rallentamento naturale.
    per tale motivo, visto che resto scettico nella vera volontà di fare qualcosa, non resta che subire tale incremento continuo.

    a parte domanda stupida, volutamente provocatoria (ma fatta per sincera stima) cosa possiamo rispondere fact based, non alla gente del bar, ma a scienziati o studiosi esperti, che sostengono un trend potenzialmente inverso provocato da cause naturali?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •