Pagina 13 di 21 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 207
  1. #121
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,175
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Citazione Originariamente Scritto da David Gilmour Visualizza Messaggio
    Allegato 526882

    i Colori più belli dell'anno.
    Concordo Andrea.
    Quella è una quercia americana.

    E complimenti ad Ennio e agli altri, questo TD è sempre più bello ed interessante!

    Io in Gargano ci sono stato solo nell'estate 2010, ma purtroppo non ho potuto visitare le faggete (neanche quella di Ischitella ) perchè ero coi miei figli di 10 e 14 anni, che non volevano allontanarsi dalla costa. Però ho apprezzato molto le pinete litoranee a pino d'Aleppo.

  2. #122
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,227
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Come oramai sapete ( non è la prima volta che posto foto di casa mia) i contrasti del Gargano, appena esposti, si possono ricreare anche in un normalissimo terrazzo di casa, basta che abbia esposizioni contrapposte .
    Anzi i microclimi sui terrazzi sono anche più estremi per il riverbero delle pareti esposte al sole o l'effetto turbolenza del vento sugli spigoli.
    Qui il contrasto tra esposizione a sud-est con ricreata la vegetazione simil mediterranea ( leccio, thuja orientale, cipresso, ginepro rosso, olivastri, rosmarino , palma nana, e svoltato l'angolo, a nord-est un faggio ed un acero ( oltre a castagno abete e betulla non inquadrati).
    L'abete ( bianco) dopo 30 anni di onorato servizio in vaso, sempre in forma e con notevole produzione di pigne, è stato attaccato l'anno scorso da formiche ed afidi ed è quasi morto.( ma sta rigermogliando)
    In ogni caso quando avevo congeniato questi contrasti sul balcone, non conoscevo ancora il Gargano: mi sono ispirato alla Liguria dove sono nato ed ho passato l'infanzia.
    Lì bastano.due totnanti per passare dai pini mediterranei ai castagneti ed alle faggete.

    Lato sud est:

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200429_083808.jpg

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200429_084244.jpg



    Lato nord est:

    Acero
    Nowcasting Vegetazione 2020-20200429_084406.jpg

    Faggio
    Nowcasting Vegetazione 2020-20200429_084213.jpg
    Aiuta il clima di Lanciano che appartenendo alla fascia vegetazionale delle quercie a foglia caduca si colloca a metà tra la vegetazione mediterranea vera e propria ( che però inizia solo a Termoli) e la faggeta ( che si trova sui monti vicini).

  3. #123
    Brezza tesa L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    17
    Messaggi
    922
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Pochi parlano della faggeta depressa del Contrafforte Pliocenico...non capisco perché...a mio parere, con i suoi 150 metri di altitudine minima e a pochi km dalla pianura, è la faggeta più depressa d’Italia


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

  4. #124
    Tempesta violenta L'avatar di Marco*
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    31
    Messaggi
    13,790
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Bellissime le tue foto.
    Tra l'altro mi sembra di ricordare, in foresta anche la presenza di esemplari di tasso molto vecchi.
    Invece in foresta c'è anche un'area dove sono state introdotte conifere montane di varia origine ( pecci e larici) che anche loro arrivano ad essere slanciati ed in ottima forma.
    Sui pendii esposti a nord, tra i laghi di Lesina e Varano, al di sopra della fascia della pineta litoranea a pino di Aleppo, c'è quella delle roverelle, molto comuni, più a nord, sulle colline abruzzesi costiere ( ove manca però la fascia delle pinete spontanee, dato che quelle intorno a Pescara risalgono a piantagioni di epoca spagnola), più a nord il pino di Aleppo ritorna spontaneo ed autoctono sul Conero e non si spinge oltre salvo poi ritornare nell'Istria .
    Sui tassi ti confermo la loro presenza in foresta umbra. Ci sono molti esemplari monumentali.
    Le conifere montane furono introdotte non solo in foresta umbra ma anche nelle altre piccole realtà forestali del nord della regione (Anche sul Monte Cornacchia, Subappennino Dauno, per esempio) anche se non sarei sicurissimo sui larici.

    Le roverelle si trovano spontanee fino al livello del mare sul versante nord del promontorio, dove la maggiore piovosità lo consente. Sul versante sud invece ci sono foreste di pino d'aleppo maestose, con esemplari monumentali che si spingono fino ai 400/500 metri, dove iniziano a mischiarsi alle latifoglie caducifoglie che comunque già appaiono a partire dai 200 metri circa, nei valloni più ombreggiati.


    **Always looking at the sky**

  5. #125
    Vento forte L'avatar di egidio69
    Data Registrazione
    22/12/06
    Località
    pianfei (cn) 470m
    Età
    50
    Messaggi
    4,246
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    anche le ultime piante stanno mettendo le foglie
    cominciano a fiorire le robinie
    da casa vedo i faggi verdi sui monti fino a 1500 metri circa e neve dai 1600-1700
    anno 2008:1176 mm
    anno 2009:1222,5 mm
    anno 2010:1265 mm
    ...Always looking at the sky...

  6. #126
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,227
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Inizia il periodo delle effimere fioriture delle piante grasse: questa mattina sul terrazzo

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_083950.jpg

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_084020.jpg
    Ultima modifica di EnnioDiPrinzio; 02/05/2020 alle 05:46

  7. #127
    Vento fresco L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    2,090
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020



    il primo è un NOCE DEL CAUCASO (Pterocarya fraxinofilia)

  8. #128
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    33
    Messaggi
    16,649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Inizia il periodo delle effimere fioriture delle piante grasse: questa mattina sul terrazzo

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_083950.jpg

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_084020.jpg
    che meraviglia. ripaga l'attesa.
    Io mi sto dilettando su un piccolo balconcino del bagno a mettere mesembrantemi/delospermi o comunque azioacacee vari colori in vasi a parete

  9. #129
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,005
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Inizia il periodo delle effimere fioriture delle piante grasse: questa mattina sul terrazzo

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_083950.jpg

    Nowcasting Vegetazione 2020-20200501_084020.jpg
    Bellissimi gli echinopsis in fiore!

  10. #130
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,005
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetazione 2020

    Citazione Originariamente Scritto da Marco* Visualizza Messaggio
    Sui tassi ti confermo la loro presenza in foresta umbra. Ci sono molti esemplari monumentali.
    Le conifere montane furono introdotte non solo in foresta umbra ma anche nelle altre piccole realtà forestali del nord della regione (Anche sul Monte Cornacchia, Subappennino Dauno, per esempio) anche se non sarei sicurissimo sui larici.

    Le roverelle si trovano spontanee fino al livello del mare sul versante nord del promontorio, dove la maggiore piovosità lo consente. Sul versante sud invece ci sono foreste di pino d'aleppo maestose, con esemplari monumentali che si spingono fino ai 400/500 metri, dove iniziano a mischiarsi alle latifoglie caducifoglie che comunque già appaiono a partire dai 200 metri circa, nei valloni più ombreggiati.
    I larici però, pure se in quota, mi pare strano.
    Dato che soffre i lunghi periodi caldi e secchi, che io sappia

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •