Pagina 20 di 27 PrimaPrima ... 101819202122 ... UltimaUltima
Risultati da 191 a 200 di 264
  1. #191
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    4,985
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Ci vorrà ancora tempo prima che mettano le foglie i faggi in alto, per ora le hanno messe solo quelli più in basso intorno ai 1000 metri. Nowcasting Vegetale 2021-img_20210505_090830.jpg

  2. #192
    Vento fresco
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    2,613
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Monte Mutria e il lago artificiale di Arcichiaro ieri.
    Si nota benissimo il limite dei faggi che sono entrati in fase vegetativa.

    Nowcasting Vegetale 2021-img_20210504_111104.jpg

    Nowcasting Vegetale 2021-img_20210504_115050.jpg

  3. #193
    Vento fresco
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    2,613
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Vedi Alnus, quel bosco di abeti bianchi che a tratti diventa una faggeta abetina, è raro perché non piantato dall'uomo, ha degli esemplari enormi, dei veri giganti, che sembrano sequoie, nella parte più bassa e fresca ad 800 m.
    Si estende sui monti poco elevati che divifono la media vsl di Sangro in Abruzzo dal Molise.
    In un bosco raro di abeti, non si fovrebbd fare ptoduzione di legname ma solo proteggere l'ambiente boschivo da qualsiasi manomissione.
    Quei monti non hanno una piovosità troppo elevata ,essendo posti sul versante adriatico e quindi l'abetina è didlocata, con precisione chirurgica, solo sui versanti nord ed est tra gli 800 e 1500 m. di quota, mentre i versanti sud ed ovest sono.privi di boschi ,oltre i 900 m. ( dove arrivano le querce) perché sono pendii troppo aridi per i faggi e gli abeti.
    Quindi quel bosco primigrnio, con abeti vecchi di diversi secoli, è un bosco relitto r raro.
    Il taglio forse avrà pretesti silvocolturali ma è stato uno scempio.
    Ovvio che non hanno toccato i patriarchi.
    Se non sbaglio quella è pure unaxriserva.
    I tagli.li sveva fatti direttamente la firestale quslche anno fa.
    Prima dell'autunno andrò a dare un'occhiata.
    A mio modo di vedere la produzione di legname la devono fare solo sui boschi artificiali, non sulle foreste relitte.
    Se non ho capito male ti riferisci alle abetaie che vanno dalla zona alta di Agnone verso Pescopennataro e poi da li verso Rosello oppure risalendo verso Prato gentile dove da abetaia pura si passa al misto fino alla faggeta pura.
    In realtà gli abeti sono diffusi in tutta la zona, mi sembra di aver già parlato della riserva integrale di Collemeluccio, dove si raccolgono ancora i semi sugli alberi e puoi solo camminare sui sentieri con i porcini che ti fanno ciao

    Google Maps



    oppure Monte di mezzo

    Google Maps

    ma in generale crescono spontanei ovunque come qui nei pressi di Carovilli in cerreta

    Google Maps

  4. #194
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    4,985
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Comunque la cosa curiosa è che nonostante la quercia sia più resistente al freddo rispetto al faggio, si trova a quote più basse da noi.
    Il faggio non si spinge troppo a nord e troppo ad est in Europa mentre la quercia si.

  5. #195
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,781
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Se non ho capito male ti riferisci alle abetaie che vanno dalla zona alta di Agnone verso Pescopennataro e poi da li verso Rosello oppure risalendo verso Prato gentile dove da abetaia pura si passa al misto fino alla faggeta pura.
    In realtà gli abeti sono diffusi in tutta la zona, mi sembra di aver già parlato della riserva integrale di Collemeluccio, dove si raccolgono ancora i semi sugli alberi e puoi solo camminare sui sentieri con i porcini che ti fanno ciao

    Google Maps



    oppure Monte di mezzo

    Google Maps

    ma in generale crescono spontanei ovunque come qui nei pressi di Carovilli in cerreta

    Google Maps




    Si mi riferisco alla abetina di Rosello e Rojo del Sangro nella valle del torrente Turcano.

  6. #196
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,781
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    In questo caso (è forse l'abetina di Rosello?) sono d'accordo con te. Se ci sono rari abeti di interesse ambientale particolare, è ovvio che non si pensi alla produzione.
    Ma allora quei tagli avevano un intento di mantenimento e miglioramento per i "patriarchi".
    Magari hanno fatto bene, ma non vorrei che avessero fatto come in tanti posti dell'Appennino emiliano, dove con la storia delle matricine fanno più danni che altro. Infatti un fusto che è cresciuto per tanti anni nel folto e si trova d'improvviso isolato, ha grandi possibilità di schiantarsi per vento e neve. La sua unica esigenza era di allungarsi verso l'alto, per non farsi rubare il suo piccolo fazzoletto di cielo dai fusti circostanti. Perciò il tronco è esile e debole, d'altra parte a sorreggerlo pensavano appunto gli alberi attorno. Che d'un tratto vengono completamente a mancare.
    E' tutta una questione di misura: se togli una minoranza di piante va bene, ma se lasci in piedi un fusto ogni venti o trenta, come hanno fatto qui per le matricine, quelle finiscono quasi sempre male. E il colpo d'occhio non ne giova affatto
    È proprio come dici nella seconda parte del tuo post.
    I patriarchi stanno più in basso e fortunatamente non li hanno toccati, a 800 m. mentre salendo intorno ai 1000 c'è il grosso dell'abetina.
    In quei monti la faggeta si estende fin sotto le vette a 1500 m. Ma con esemplari sempre più bassi e magri, non per il freddo ma per l'aridità estiva, non sempre compensata dai temporali, mentre negli impluvi più bassi , a prescindere dalle piogge estive, il terreno rimane più fresco e permette la crescita di esemplari più grandi, forse nati al tempo della peg, perché oggi al di fuori delle forre, a 750 metri crescono le latifoglie e non più gli abeti (carpini cerri ecc).
    Ultima modifica di EnnioDiPrinzio; 05/05/2021 alle 23:07

  7. #197
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,781
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Citazione Originariamente Scritto da dennis96 Visualizza Messaggio
    In che zona precisamente tra Abruzzo e Molise?
    Abetina di Rosello

  8. #198
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,781
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Intanto il castagno in vaso (dopo le energiche potature dell'anno scorso è più contenuto rispetto agli anni scorsi).
    Per quieto vivere con i condomini...

    Nowcasting Vegetale 2021-20210506_082830.jpg
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Nowcasting Vegetale 2021-20210506_082324.jpg  

  9. #199
    Vento fresco
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    2,613
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Comunque la cosa curiosa è che nonostante la quercia sia più resistente al freddo rispetto al faggio, si trova a quote più basse da noi.
    Il faggio non si spinge troppo a nord e troppo ad est in Europa mentre la quercia si.
    Se dici solo quercia dici poco e niente, che sono svariati tipi.

    Per il faggio la cosa più importante è l'umidità media e le precipitazioni distribuite, che non trova nei climi troppo continentali.

    Fagus sylvatica L. {ID 3132} - Faggio occidentale - Forum Acta Plantarum

  10. #200
    Vento fresco
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    2,613
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting Vegetale 2021

    Piccoli pini d'Aleppo nati attorno il lago di Guardialfiera

    Nowcasting Vegetale 2021-img_20210505_154556.jpg

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •