Pagina 11 di 66 PrimaPrima ... 9101112132161 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 657
  1. #101
    Vento teso
    Data Registrazione
    16/11/17
    Località
    Luino (VA) 220/310 mt
    Messaggi
    1,906
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Non c'è nessuna relazione lineare tra inquinamento (quale tipo poi?) e numero di morti, può essere solo un fattore di rischio non quantificabile. Questa è pura disinformazione, come la realzione lineare tra CO2 e aumento delle temperature che fa IPC nei suoi modelli
    The average person in Europe loses two years of their life due to air pollution | World Economic Forum

    L'origine antropica dell'attuale accelerazione del riscaldamento è fuori discussione, nella letteratura scientifica. Le bufale non modificano la struttura chimica dei gas serra.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  2. #102
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,054
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    Il sequesto della CO2 è una tecnologia applicabile dall'industria petrolchimica, magari il parere di Armaroli escludeva l'utilizzo di giacimenti sotterranei già esistenti:

    Immagine


    Poi visti tanti commenti sull'altro argomento demografico:

    il principale danno economico prodotto dall’ambientalismo consiste nell’indurre a ridurre la natalità.
    Se impostiamo l’economia sui consumi individuali e prevalentemente voluttuari, una società senza figli,
    senza famiglia, fatta di individui asessuati o dalla sessualità polivalente che lavorano per consumare e consumano per lavorare è senz’altro attraente per gli operatori economici senza scrupoli.
    Ma se guardiano all’economia vera, vediamo che se non c’è la famiglia e se non si mettono al mondo figli il sistema in generale non regge:

    è di fondamentale importanza economica la famiglia che è scuola di lavoro, motivo di risparmio, ammortizzatore sociale nelle crisi,capitale sociale, educazione alle virtù civiche, trasmissione delle conoscenze e delle competenze tra le generazioni.La carenza di nuovi nati provoca mancanza di visione del futuro da parte di una società anziana, costi improduttivi, dipendenza dalle istituzioni politiche, stagnazione della creatività nel lavoro.

    La decrescita economica indica un blocco del progresso e della produzione di ricchezza, come se l’essere tutti più poveri fosse di per sé garanzia di giustizia e pace.

    Che tutti gli uomini siano uguali per dignità essenziale è vero. Ciò però non significa che siano uguali per dignità morale, né che siano uguali per condizioni di vita.

    Anche sul tema delle risorse si è imposta una falsa idea nell'opinione pubblica.
    Come sempre l'obiettivo è l'uomo: ci si è convinti che le risorse si stiano esaurendo a causa dell'eccessivo consumo, ma le cose non stanno affatto così. L'uomo consuma ma anche produce molto di più: le risorse infatti non sono definite dalla natura, come ci vogliono far credere, ma dall'uomo che con la sua intelligenza e creatività sa usare gli elementi della natura.
    Ma sia il pianeta sia il nostro tempo sono limitati, il tema del dibattito partiva un pò da questo, e se ci concentriamo solo sul clima significa mettere la testa sotto la sabbia, è il sistema nel suo insieme che dopo un pò non regge. L'uomo produce, ma finora non ha prodotto alberi o recuperato ambienti degradati se non in minima parte. Trovo invece centrata la prima parte del tuo intervento, il guaio è che si sta mirando a quel tipo di società perchè è quella che fa guadagnare più denaro a pochi capitalisti senza scrupoli mentre intanto l'ambiente dove viviamo va in malora. Il rave party di questi giorni ne è la dimostrazione plastica. La decerebrazione delle masse gioca in favore di quei pochi che sono in grado di plasmare l'opinione pubblica delle masse.

    In ogni caso, rimane il discorso di base che a meno che non vogliamo vivere in un mondo disumano, degradato e del tutto artificiale e sostanzialmente invivibile dobbiamo fare pace con i nostri appetiti e ripensare al tipo di vita che può essere considerata degna di essere vissuta. E' interessante secondo me a questo proposito il confronto tra il rave party che vediamo questi giorni e i video musicali che ho postato sul TD che si occupa del legame da meteo, atmosfera e musica.

    La musica crea l'atmosfera o l'atmosfera crea la musica?


    Li c'è proprio quella concezione diversa di vita, non basata sulla quantità (intesa come decibel, o quantità di gente, caos, mezzi di trasporto e inquinamento di ogni tipo) ma sull'armonia e sulla qualità della compagnia, della musica, di quello che si mangia e persino delle strutture architettoniche a basso o nullo impatto dove si fa lo spettacolo...

    Se poi da lì si riducono un pò di produzione e consumi perchè gli uomini hanno sviluppato maggiormente il loro cervello, ben venga!

  3. #103
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    352
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da MarcoSarto Visualizza Messaggio
    The average person in Europe loses two years of their life due to air pollution | World Economic Forum

    L'origine antropica dell'attuale accelerazione del riscaldamento è fuori discussione, nella letteratura scientifica. Le bufale non modificano la struttura chimica dei gas serra.
    Ripeto, è assolutamente impossibile correlare il numero di morti al tipo di inquinamento, chi scrive queste cose è assolutamente in malafede e non so come si possa pubblicare un articolo simile. Bisognerebbe correlarle agli innumerevoli fattori di rischio noti e ignoti, e questo è impossibile scientificamente. Come non è assolutamente accertata l'origine antropica dell'attuale riscaldamento!

  4. #104
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    provincia di Como
    Messaggi
    423
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Come non è assolutamente accertata l'origine antropica dell'attuale riscaldamento!
    senti Andi, te lo scrivo con la massima gentilezza che mi riesce: una cazzata, anche se ripetuta mille volte fino allo sfinimento, non cessa di essere una cazzata.
    Informati, ti prego, prima di scrivere altre stupidaggini in questo forum, ecchecavolo.
    Va bene che l'anonimato ti protegge, ma ci sono dei limiti.

    Lorenzo Danieli, meteorologo

  5. #105
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,054
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Mi duole dirlo, ma a me sembra che l'atteggiamento di base è proprio quello di chi vede le cose solo parzialmente e ahimè porta acqua al proprio mulino. Ognuno, sicuramente in buona fede, è sicuro che il suo punto di vista è giusto e continua a sperare di espandere sempre di più il proprio settore, e questo il sistema liberista e ultra-capitalista lo permetterà, in barba a qualsiasi principio minimo di buon senso. Invece è importante mettersi d'accordo su poche leggi immutabili e pochi punti essenziali sui quali non c'è molto da discutere e da lì ripartire.

    Il primo è appunto la geometria e le leggi matematiche dei numeri esponenziali.

  6. #106
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,907
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Ripeto, è assolutamente impossibile correlare il numero di morti al tipo di inquinamento, chi scrive queste cose è assolutamente in malafede e non so come si possa pubblicare un articolo simile. Bisognerebbe correlarle agli innumerevoli fattori di rischio noti e ignoti, e questo è impossibile scientificamente. Come non è assolutamente accertata l'origine antropica dell'attuale riscaldamento!
    Secondo il NOAA i livelli di CO2 in atmosfera hanno continuato ad aumentare infischiandosene della diminuzione delle emissioni antropiche:

    Despite pandemic shutdowns, carbon dioxide and methane surged in 2020 - Welcome to NOAA Research

  7. #107
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    352
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da ldanieli Visualizza Messaggio
    senti Andi, te lo scrivo con la massima gentilezza che mi riesce: una cazzata, anche se ripetuta mille volte fino allo sfinimento, non cessa di essere una cazzata.
    Informati, ti prego, prima di scrivere altre stupidaggini in questo forum, ecchecavolo.
    Va bene che l'anonimato ti protegge, ma ci sono dei limiti.

    Lorenzo Danieli, meteorologo
    Tu ti ritieni essere il depositario della verità vero e pensi che chi la pensa diversamente spari stupidaggini! Perchè alcuni scienziati, prof Prodi, prof Pedrocchi e molti altri sostengono che non è dimostrata l'origine antropica? Sparano anche loro stupidaggini?

  8. #108
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    49
    Messaggi
    506
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    @ldanieli @andi

    Senza nessuna polemica o tifo per l'una o l'altra fazione, sembra che l'inghippo sia che per dimostrare il riscaldamento antropico o che la CO2 sia la causa del riscaldamento, manchi la prova sperimentale.
    L'ha detto Zichichi, il prof. Prodi e tanti altri.

    Allo stato attuale, senza esperimenti confermativi, rimane solo un'ipotesi.

    Al contrario, il riscaldamento, essendoci numerose evidenze inconfutabili (dati, foto, etc...) é fuori discussione.

  9. #109
    Vento moderato
    Data Registrazione
    09/12/20
    Località
    SS
    Età
    27
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Citazione Originariamente Scritto da MeTeo72 Visualizza Messaggio
    @ldanieli @andi

    Senza nessuna polemica o tifo per l'una o l'altra fazione, sembra che l'inghippo sia che per dimostrare il riscaldamento antropico o che la CO2 sia la causa del riscaldamento, manchi la prova sperimentale.
    L'ha detto Zichichi, il prof. Prodi e tanti altri.

    Allo stato attuale, senza esperimenti confermativi, rimane solo un'ipotesi.

    Al contrario, il riscaldamento, essendoci numerose evidenze inconfutabili (dati, foto, etc...) é fuori discussione.
    In questa discussione un utente ha cercato di mettere in discussione anche il riscaldamento! Fuori discussione non direi
    E in ogni caso il principio ipse dixit non vale. Non mi pare che Prodi abbia pubblicato lavori scientifici sull'argomento, un'intervista o un articolo di giornale non lo sono. Tra l'altro Zichichi non è esperto in quest'ambito, non si capisce perché la sua opinione debba avere una qualche importanza

  10. #110
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    49
    Messaggi
    506
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Cambiamenti climatici e ambiente: punto centrale o "paravento" per l'establishment?

    Ipse dixit vale, in questo caso, poiché chi lo dice evidenzia che non ci sono prove sperimentali a sostegno della tesi, in questo caso sono quelli di "fazione opposta" che devono contraddirli portando le prove.

    Zichichi può anche non essere esperto, ma se manca l'esperimento confermativo, può dirlo, visto che é uno scienziato.
    Quanto a Prodi, sempre per dire che non esiste l'esperimento confermativo, non deve pubblicare nessun lavoro scientifico, cosa dovrebbe fare, scrivere un articolo per dimostrare sperimentalmente che non esiste un esperimento?


    O sbaglio qualche cosa?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •