Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 25 di 25
  1. #21
    Vento teso L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    61
    Messaggi
    1,947
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Castagno (Castanea sativa): una specie autoctona o esotica naturalizzata?

    Ragnarok, a parte il mio disinteresse per le questioni di indigenato, che invece appassionano te, vedo che sull'Appennino Emiliano e in Trentino Alto Adige, zone che conosco, i castagneti abbandonati tendono fortemente a regredire, lasciando il passo tipicamente a tremoli e, di qua dal Po, anche cerri.
    Ultima modifica di alnus; 04/12/2021 alle 01:08

  2. #22
    Brezza tesa L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    19
    Messaggi
    981
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Castagno (Castanea sativa): una specie autoctona o esotica naturalizzata?

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Ragnarok, a parte il mio disinteresse per le questioni di indigenato, che invece appassionano te, vedo che sull'Appennino Emiliano e in Trentino Alto Adige, zone che conosco, i castagneti abbandonati tendono fortemente a regredire, lasciando il passo tipicamente a tremoli e, di qua dal Po, cerri.
    Per forza mi interessano, capire se una pianta è lì per madre Natura o per mano dell’uomo è importante per me! Comunque appunto per il motivo che hai detto non sono troppo d’accordo con coloro che dicono che sia indigeno, altrimenti un castagneto non regredirebbe tutte le volte (o la maggior parte delle volte) che viene abbandonato a se stesso. Comunque di tremoli ne abbiamo tanti anche qua, per esempio nel parco naturale di Monte San Giacomo c’è un bellissimo castagneto abbandonato che è pieno di cerri e pioppi tremuli, dove c’è anche un nucleo spontaneo di betulla con un biotopo di più di mille piante. Ci sono andato ed è bellissimo!


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

  3. #23
    Vento teso L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    61
    Messaggi
    1,947
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Castagno (Castanea sativa): una specie autoctona o esotica naturalizzata?

    Citazione Originariamente Scritto da Ragnarok Visualizza Messaggio
    Per forza mi interessano, capire se una pianta è lì per madre Natura o per mano dell’uomo è importante per me! Comunque appunto per il motivo che hai detto non sono troppo d’accordo con coloro che dicono che sia indigeno, altrimenti un castagneto non regredirebbe tutte le volte (o la maggior parte delle volte) che viene abbandonato a se stesso. Comunque di tremoli ne abbiamo tanti anche qua, per esempio nel parco naturale di Monte San Giacomo c’è un bellissimo castagneto abbandonato che è pieno di cerri e pioppi tremuli, dove c’è anche un nucleo spontaneo di betulla con un biotopo di più di mille piante. Ci sono andato ed è bellissimo!
    Anche senza la mano umana, i popolamenti animali e vegetali cambiano di continuo e neanche troppo lentamente.

    Grazie della segnalazione di San Giacomo, quando potrò andrò a vedere

  4. #24
    Brezza tesa L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    19
    Messaggi
    981
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Castagno (Castanea sativa): una specie autoctona o esotica naturalizzata?

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Anche senza la mano umana, i popolamenti animali e vegetali cambiano di continuo e neanche troppo lentamente.

    Grazie della segnalazione di San Giacomo, quando potrò andrò a vedere
    Si sì certo, però magari dall’Asia Minore ci mettono un po’ ad arrivare in Val Panaro i castagni senza la mano dell’uomo perfetto per Monte San Giacomo, ci sono andato più volte ed è davvero bello, ci sono anche esemplari di betulla di 100 e passa anni, che è la loro età massima, ed è a poco più di 800 metri di quota


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

  5. #25
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    15,362
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Castagno (Castanea sativa): una specie autoctona o esotica naturalizzata?

    Posso dire, in Abruzzo, la zona tra Carsoli e Tagliacozzo è tutta un Castagneto, e non è coltivata.
    Ho notato sin da piccolo questa cosa

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •