Pagina 45 di 51 PrimaPrima ... 354344454647 ... UltimaUltima
Risultati da 441 a 450 di 504
  1. #441
    Vento teso
    Data Registrazione
    15/05/20
    Località
    Milano Famagosta Parco Sud
    Età
    52
    Messaggi
    1,525
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Fioriture varie.
    Rose nel piazzale dell'Esselunga di viale Famagosta (foto di domenica)
    Falso gelsomino (Trachelospermum jasminonides, foto di ieri)
    Limone (stamani sul terrazzino sul tetto)
    Ulivo prossimo a fiorire (stamani sul terrazzino sul tetto)

    Buona giornata.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  2. #442
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    3,904
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Foto di qualche giorno fa sui 1000 metri


    IMG_20220514_134915.jpg
    Enorme cerro
    IMG_20220514_135221.jpg
    Pero selvatico in fioritura
    IMG_20220514_140107.jpg
    E grosso branco di cinghiali, appena si sono accorti di me ne sono usciti una 30ina
    IMG_20220511_154055.jpg
    Che sfiga, crepo!

  3. #443
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    3,904
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Su abete bianco, uno di quelli che ho piantato.
    È cocciniglia?

    IMG_20220517_164337.jpg
    Che sfiga, crepo!

  4. #444
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    San Vittore Olona (MI), Rosolini (S
    Età
    35
    Messaggi
    1,133
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Il tiglio che ho piantato a febbraio nel mio terreno incolto che presto diventerà giardino di Santa Maria Del Focallo sta atticchendo benone, avevo piantato un pioppo ma il vento l'ha buttato giù (colpa mia che non ho aggiunto un ulteriore sostegno conoscendo la zona molto ventosa). Il problema di questa zona non è tanto il clima ma il terreno che è completamente sabbioso, la stessa sabbia che c'è in spiaggia. Poche cose riescono ad attecchire bene se non si fanno interventi ai terreni, faticano gli ulivi e pure le palme e crescono bene solo le acacie saligne che sono infestanti e spontanee, i tamerici, le viti e il pino di Norfolk (che si adatta bene soprattutto per le temperature estive non troppo alte) e anche le canne comuni nei punti ricchi di acqua. Riguardo le erbacee ho notato che crescono praticamente solo forasacco e avena selvatica in modo abbondante e sono già secche poi c'è la gramigna in questo periodo che cresce verde al di sotto di esse.
    PS. Vedo spesso questo tipo di malva (in foto) ma non sono riuscito a identificare la specie precisa.

  5. #445
    Calma di vento L'avatar di Ppierpi
    Data Registrazione
    27/12/19
    Località
    Potenza
    Messaggi
    41
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Buongiorno,
    ecco le foto degli abeti che stanno cominciando proprio in questi giorni ad aprire le loro gemme:

    abete argentato
    20220519_085746.jpg

    abete del Caucaso (abies Nordmanniana)
    20220519_085830.jpg

    abete rosso
    20220519_085812.jpg

    intanto segnalo anche l'inizio della fioritura delle robinie alle quote più basse della città, le ho viste ieri a circa 650m ma non sono riuscito a fare la foto dato che ero in macchina. Quelle che si trovano più in alto hanno per ora solo le foglie ma, considerate le previsioni, credo che "esploderanno" a breve.

  6. #446
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    San Vittore Olona (MI), Rosolini (S
    Età
    35
    Messaggi
    1,133
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Trovato il nome della pianta che ho fotografato al mare da me, si chiama malvone maggiore o anche curiosamente malva veneta o malva arborea. Pianta diffusa nelle zone costiere sabbiose occidentali europee sia dell'Oceano che del Mediterraneo dall'Irlanda alla Spagna, Nord Africa e Grecia e diffusa anche in Italia. Il suo habitat ideale sono le dune sabbiose e tollera molto bene la salsedine.
    Su Wikipedia inglese ho letto questa cosa curiosa e riporto la traduzione automatica:

    I semi di malva arborea possono essere trasportati tra aree costiere separate dal frutto galleggiante e gli uccelli marini sono considerati un probabile mezzo di diffusione. I semi sono racchiusi in una custodia esterna impermeabile e possono rimanere vitali per anni, anche dopo un'immersione prolungata in acqua salata. [12]

    Il recente aumento dell'areale della malva tra le isole scozzesi ha sollevato preoccupazioni sul fatto che stia spostando la vegetazione autoctona e stia riducendo le popolazioni di pulcinella di mare ( Fratercula arctica ) nelle aree colpite. La pianta forma densi popolamenti lungo le coste dell'isola che inibiscono la riproduzione e fanno sì che le pulcinelle di mare abbandonino le loro tane. [21] [22]

    Si pensa che la sua diffusione tra le isole australiane negli ultimi decenni riduca la biodiversità, la ritenzione del suolo e l'habitat degli uccelli marini. Secondo uno studio, "Le sterne crestate e del Caspio che nidificano all'aperto sono chiuse dalla chioma, mentre i pinguini ( Eudyptula minor ) e le sterne brigliate ( Sterna anaethetus ) sono esclusi dalla mancanza di sottobosco". [12]

    In Nuova Zelanda si è stabilito in diverse isole dominate da uccelli marini dove è considerata una grave erbaccia ecologica e per le quali esistono programmi di eradicazione attivi, come nell'isola di North Brother nello Stretto di Cook.
    Scheda IPFI, Acta Plantarum Malva_arborea

  7. #447
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,997
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Grosso esemplare di acero di monte in vaso di "seconda generazione", ossia nato da semi di piante che avevo seminato io a fine anni ottanta e che dopo qualche anno , hanno prodotto semi fertili.( il capostipite ce l'ho ancora)
    Qui intorno ci sono diversi esemplari spontanei insieme agli aceri campestri.

    20220520_072550.jpg

  8. #448
    Vento teso L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    61
    Messaggi
    1,981
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Foto di qualche giorno fa sui 1000 metri


    IMG_20220514_134915.jpg
    Enorme cerro
    IMG_20220514_135221.jpg
    Pero selvatico in fioritura
    IMG_20220514_140107.jpg
    E grosso branco di cinghiali, appena si sono accorti di me ne sono usciti una 30ina
    IMG_20220511_154055.jpg
    Gran bei posti!
    Nella prima è la Gallinola?
    Nell'ultima sulla destra bei saliconi!

  9. #449
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    3,904
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Gran bei posti!
    Nella prima è la Gallinola?
    Nell'ultima sulla destra bei saliconi!
    No, è il Monte Mutria lato Guardiaregia, paese con 1500mm medi annui.

    Google Maps

    Zona ricca di sorgenti e molto varia, bosco fitto da un lato alternato a zone con ampie radure (quelle in foto, spesso private) in cui prevalgono le rosacee ed utilizzate come pascolo, oasi wwf e con diversi sentieri cai.
    Da google vedi anche l'invaso di arcichiaro, sempre a mezzo servizio, mai capito il perchè.
    Il giro completo percorrendo tutta la cresta è di 25km con 900m di dislivello, ci vuole una giornata intera.

    La Gallinola invece è quasi completamente spoglia, più interna e più esposta, la vedi da qui.

    Google Maps
    Che sfiga, crepo!

  10. #450
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    3,904
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    E' la mia zona preferita, proprio per la varietà di condizioni e di vegetazione, per fare passeggiate ed approfondire le mie conoscenze di botanica, ancora scarse ma vado migliorando.
    Ho appena scoperto il nome della tecnica che utilizzo per i miei "prelievi" quando non è possibile da seme o piantine.
    Riproduzione per propaggine, la mia ovviamente naturale.
    Ora sono alle prese con maggiociondolo, sorbus aria e pero selvatico. Tra l'altro quest'ultimo, vedasi foto, è davvero spettacolare in fiore.

    Il punto di riferimento è questo, sorgente e piccola area attrezzata per picnic.

    Google Maps

    Che sfiga, crepo!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •