Pagina 54 di 59 PrimaPrima ... 4445253545556 ... UltimaUltima
Risultati da 531 a 540 di 585
  1. #531
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    4,282
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da frankie986 Visualizza Messaggio
    Sai se è composto da gramigna?
    Erba che dall'ultimo taglio è ricresciuta, e si, c'è anche gramigna rossa.

    IMG_20220812_114636.jpg

    Perchè ti interessava in particolare?
    Ultima modifica di TreborSnow; 12/08/2022 alle 17:49
    Che sfiga, crepo!

  2. #532
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    S.V.O. (MI) / S.M. Del Focallo (RG)
    Età
    36
    Messaggi
    1,389
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Erba che dall'ultimo taglio è ricresciuta, e si, c'è anche gramigna rossa.

    IMG_20220812_114636.jpg

    Perchè ti interessava in particolare?
    È una delle erbe estive per eccellenza che resiste bene anche alla siccità.

  3. #533
    Burrasca L'avatar di Enrico_3bmeteo
    Data Registrazione
    06/03/03
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    6,611
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Qua invece foto dal secondo sopralluogo ad Abetito (e alta probabilità di essere il primo "carotatore" di betulla delle Marche ). Posto magnifico con potenzialità enormi: castagne, nocciole,noci, al 90% di sicurezza anche roveri (devo aspettare che le ghiande siano mature per capirlo.. servirebbero analisi genetiche per capire poi se sono ibridi). Molti tigli, pioppi tremuli, lamponi, more di vario tipo (Rubus), zona funghiva e MIRTILLI che sono molto rari nelle Marche appunto perchè vogliono terreni acidi (solo sulla Laga.. e in queste zone). Oltre a ciò i soliti faggi e le magnifiche betulle, le signorine del bosco, relitti glaciali.
    Secondo le nostre prime ipotesi potrebbero esserne così tante a causa dell'abbandono dei pascoli, da loro colonizzati insieme al pioppo tremulo essendo specie eliofile e pioniere. Le si trova in radura ma anche in bosco in popolamento quasi puro (raro, rarissimo). Ritrovata anche rinnovazione abbondante. Su alcune piante schiantate sollevando la zolla ho potuto osservare vera e propria "renella" (molto atipico per chi come me vede sempre terreni argillosissimi.
    Soliti problemi dell'abbandono di praterie: brachipodio e asfodelo diffusissimi e perdite di Habitat/specie pabulari (brometo). Successione vegetazionale portata avanti non solo dal solito ginepro ma anche dalla erica arborea (acidofila). Bello constatare come nonostante l0annata queste zone siano comunque quasi acquitrinose e aiutate nelle ultime 2 settimane dai primi temporali che portano vere e proprie "irrigazioni di soccorso". In questa zona solo i tigli ho visto sofferenti per la pioggia mancante. P.s. la foto della carotatura si riferisce ad un Salix caprea (prima volta che ne vedo uno ed era di dimensioni enormi). Betulla più grande con niente meno di 63 cm DBH
    Interessante il ritrovamento di betulle ad Abetito. Ci sono stato tanti anni fa a cercare l'abete (ne vedo due nella foto assieme ad un pino - sembra) ma non trovai nulla di autoctono. Tu ne hai trovati autoctoni ?

  4. #534
    Burrasca L'avatar di Enrico_3bmeteo
    Data Registrazione
    06/03/03
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    6,611
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Qua invece foto dal secondo sopralluogo ad Abetito (e alta probabilità di essere il primo "carotatore" di betulla delle Marche ). Posto magnifico con potenzialità enormi: castagne, nocciole,noci, al 90% di sicurezza anche roveri (devo aspettare che le ghiande siano mature per capirlo.. servirebbero analisi genetiche per capire poi se sono ibridi). Molti tigli, pioppi tremuli, lamponi, more di vario tipo (Rubus), zona funghiva e MIRTILLI che sono molto rari nelle Marche appunto perchè vogliono terreni acidi (solo sulla Laga.. e in queste zone). Oltre a ciò i soliti faggi e le magnifiche betulle, le signorine del bosco, relitti glaciali.
    Secondo le nostre prime ipotesi potrebbero esserne così tante a causa dell'abbandono dei pascoli, da loro colonizzati insieme al pioppo tremulo essendo specie eliofile e pioniere. Le si trova in radura ma anche in bosco in popolamento quasi puro (raro, rarissimo). Ritrovata anche rinnovazione abbondante. Su alcune piante schiantate sollevando la zolla ho potuto osservare vera e propria "renella" (molto atipico per chi come me vede sempre terreni argillosissimi.
    Soliti problemi dell'abbandono di praterie: brachipodio e asfodelo diffusissimi e perdite di Habitat/specie pabulari (brometo). Successione vegetazionale portata avanti non solo dal solito ginepro ma anche dalla erica arborea (acidofila). Bello constatare come nonostante l0annata queste zone siano comunque quasi acquitrinose e aiutate nelle ultime 2 settimane dai primi temporali che portano vere e proprie "irrigazioni di soccorso". In questa zona solo i tigli ho visto sofferenti per la pioggia mancante. P.s. la foto della carotatura si riferisce ad un Salix caprea (prima volta che ne vedo uno ed era di dimensioni enormi). Betulla più grande con niente meno di 63 cm DBH
    il mirtillo lo ricordo anche sotto il Vettore, lato sud-est, in mezzo alla faggeta. Non ricordo il toponimo preciso del posto

  5. #535
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    877
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico_3bmeteo Visualizza Messaggio
    il mirtillo lo ricordo anche sotto il Vettore, lato sud-est, in mezzo alla faggeta. Non ricordo il toponimo preciso del posto
    Arquata? Oppure in qualche propaggine della Laga

  6. #536
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    877
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico_3bmeteo Visualizza Messaggio
    Interessante il ritrovamento di betulle ad Abetito. Ci sono stato tanti anni fa a cercare l'abete (ne vedo due nella foto assieme ad un pino - sembra) ma non trovai nulla di autoctono. Tu ne hai trovati autoctoni ?
    Ciao, non lo ho trovato se non qualche individuo sottobosco. Ho visto più tassi che abeti bianchi. Solo qualche vecchio impiantato. Dovrò chiedere a qualche locale magari.
    Un tempo sicuramente più diffusi.. Per esempio in Val di Castro vicino al Monte San Vicino fino al '700 '800 ce ne erano molti perché piantati dai monaci in alcune "cartoline" disegnate nel '700 si vedevano bene nella composizione vegetale la presemza di conifrre tra i faggi

  7. #537
    Burrasca L'avatar di Enrico_3bmeteo
    Data Registrazione
    06/03/03
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    6,611
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Ciao, non lo ho trovato se non qualche individuo sottobosco. Ho visto più tassi che abeti bianchi. Solo qualche vecchio impiantato. Dovrò chiedere a qualche locale magari.
    Un tempo sicuramente più diffusi.. Per esempio in Val di Castro vicino al Monte San Vicino fino al '700 '800 ce ne erano molti perché piantati dai monaci in alcune "cartoline" disegnate nel '700 si vedevano bene nella composizione vegetale la presemza di conifrre tra i faggi
    Anche io chiesi ai locali. Andai anche a Piantabete ma non trovai nulla
    C'è anche il Fosso dell'Abetella, sopra Acquasanta Terme, ma anche lì nulla
    Quelli piantati non mi interessano

  8. #538
    Burrasca L'avatar di Enrico_3bmeteo
    Data Registrazione
    06/03/03
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    6,611
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Arquata? Oppure in qualche propaggine della Laga
    Nella zona di Colle Galluccio

  9. #539
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    877
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico_3bmeteo Visualizza Messaggio
    Nella zona di Colle Galluccio
    Perfetto andró pure li e risalirò il monte Ceresa da quel lato. Magari trovo qualcje altra betulla anche se dubito vedrò un betulleto grosso come quello di Abetito (su cui probabilmente farò la tesi).
    P.s. comunque probabile ci siano mirtilli in quella zona da te descritta in quanto é anch'essa in una propaggine dei flysch della Laga

  10. #540
    Calma di vento L'avatar di Ppierpi
    Data Registrazione
    27/12/19
    Località
    Potenza
    Messaggi
    44
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale 2022

    Buongiorno a tutti,
    ecco qualche foto della scorsa settimana di faggi e pini loricati nel parco nazionale del Pollino scattate sul versante Lucano del parco
    20220806_104038.jpg
    faggi (quota 1900m ca.)

    20220806_112556.jpg 20220806_112709.jpg 20220806_115443.jpg
    pini loricati (tra i 2000m e i 2100m ca.) sono alberi che in Italia si trovano solamente nel parco del Pollino.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •