Pagina 3 di 15 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 141
  1. #21
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    15,363
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Che è un vulcano con una storia eruttiva pazzesca, l'eruzione più potente avvenuta (ignimbrite campana, 39 mila anni fa) ha sepolto tutto il sud Italia e buona parte dell'Europa orientale.
    Due terzi della Campania verrebbero resi inabitabili per decenni se avvenisse una eruzione simile.

    Immagine


    Per fortuna tutto il vulcanismo quaternario italiano della fascia tirrenica ha perso forza nei millenni e questo probabilmente vale anche per Campi Flegrei, ma in quella posizione anche una VEI0 sarebbe problematica, mezzo milione di persone vive dentro la caldera dell'ignimbrite campana. Anche senza arrivare alle eruzioni colossali come quelle di 39 mila e 15 mila anni fa ha fatto diverse eruzioni che nel contesto moderno sarebbero catastrofiche.
    Ho letto su più libri che i Campi Flegrei possono ancora dare eruzioni di un VEI elevato.
    Tra le Isole dell'Egeo non so se c'è qualche candidato a breve ma non credo (Santorini, non si dimentichi, all'epoca della civiltà micenea saltò letteralmente in aria)

  2. #22
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/12/09
    Località
    San Giorgio a Cremano (NA)
    Messaggi
    735
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    non so se ne abbiate già parlato ma, sempre a proposito di vulcani sottomarini, il Marsili?

  3. #23
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,309
    Menzionato
    365 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Che è un vulcano con una storia eruttiva pazzesca, l'eruzione più potente avvenuta (ignimbrite campana, 39 mila anni fa) ha sepolto tutto il sud Italia e buona parte dell'Europa orientale.
    Due terzi della Campania verrebbero resi inabitabili per decenni se avvenisse una eruzione simile.

    Immagine


    Per fortuna tutto il vulcanismo quaternario italiano della fascia tirrenica ha perso forza nei millenni e questo probabilmente vale anche per Campi Flegrei, ma in quella posizione anche una VEI0 sarebbe problematica, mezzo milione di persone vive dentro la caldera dell'ignimbrite campana. Anche senza arrivare alle eruzioni colossali come quelle di 39 mila e 15 mila anni fa ha fatto diverse eruzioni che nel contesto moderno sarebbero catastrofiche.
    cioè, fammi capire, il secondo vulcano più potente (se non erro il primo è Yellowstone) è esploso 39k anni fa, poi 15k anni fa...cioè dopo circa 15k anni
    che non sia il momento, per grazia divina, che già i problemi attuali sono sufficienti

    Ora, scherzi a parte, oltre a saltare parte della Campania e non so che altro, quali danni farebbe nel resto del paese?
    perché ad esempio mi aspetterei terremoti tostarelli, ma anche come quantità di cenere che cade, gas tossici, la banale onda d'urto e relativi tsunami...
    sapresti "disegnarmi" uno scenario plausibile? o comunque qualche video/ricostruzione che conosci (ma anche per gli altri) che ritenete affidabile?
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #24
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,447
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Ho letto su più libri che i Campi Flegrei possono ancora dare eruzioni di un VEI elevato.
    Tra le Isole dell'Egeo non so se c'è qualche candidato a breve ma non credo (Santorini, non si dimentichi, all'epoca della civiltà micenea saltò letteralmente in aria)
    Secondo me Santorini è un buon candidato, non erutta dagli 50 quindi l'energia per fare un eruzione VEI 4 ce l'ha, inoltre non essendo molto alta l'isola può benissimo fare un eruzione stile Hunga Tonga
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  5. #25
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,447
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    cioè, fammi capire, il secondo vulcano più potente (se non erro il primo è Yellowstone) è esploso 39k anni fa, poi 15k anni fa...cioè dopo circa 15k anni
    che non sia il momento, per grazia divina, che già i problemi attuali sono sufficienti

    Ora, scherzi a parte, oltre a saltare parte della Campania e non so che altro, quali danni farebbe nel resto del paese?
    perché ad esempio mi aspetterei terremoti tostarelli, ma anche come quantità di cenere che cade, gas tossici, la banale onda d'urto e relativi tsunami...
    sapresti "disegnarmi" uno scenario plausibile? o comunque qualche video/ricostruzione che conosci (ma anche per gli altri) che ritenete affidabile?
    Se dovesse fare un eruzione stile 39000 anni fa oltre a un boato assurdo la nuvola che scaturirebbe, se dovesse esserci un giornata secca, si potrebbe benissimo vederla fin dai nostri appennini, poi si lo Tsunami sarebbe devastante, per non parlare dei flussi piroclastici che si stima siano stati alti 1500 metri, della cenere che cadrebbe in grandi quantità, diciamo che parte del centro sarebbe cancellata e inabitabile per anni e anni
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  6. #26
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,447
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    cioè, fammi capire, il secondo vulcano più potente (se non erro il primo è Yellowstone) è esploso 39k anni fa, poi 15k anni fa...cioè dopo circa 15k anni
    che non sia il momento, per grazia divina, che già i problemi attuali sono sufficienti

    Ora, scherzi a parte, oltre a saltare parte della Campania e non so che altro, quali danni farebbe nel resto del paese?
    perché ad esempio mi aspetterei terremoti tostarelli, ma anche come quantità di cenere che cade, gas tossici, la banale onda d'urto e relativi tsunami...
    sapresti "disegnarmi" uno scenario plausibile? o comunque qualche video/ricostruzione che conosci (ma anche per gli altri) che ritenete affidabile?
    Ah
    Il campi flegrei ha prodotto 3 grandi eruzioni non 2, è stata scoperta recentemente

    Comunque tranquillo, le possibilità di un eruzione di quella potenza è nulla
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  7. #27
    Brezza leggera L'avatar di JippaLippa
    Data Registrazione
    20/05/19
    Località
    Napoli
    Età
    22
    Messaggi
    323
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    cioè, fammi capire, il secondo vulcano più potente (se non erro il primo è Yellowstone) è esploso 39k anni fa, poi 15k anni fa...cioè dopo circa 15k anni
    che non sia il momento, per grazia divina, che già i problemi attuali sono sufficienti

    Ora, scherzi a parte, oltre a saltare parte della Campania e non so che altro, quali danni farebbe nel resto del paese?
    perché ad esempio mi aspetterei terremoti tostarelli, ma anche come quantità di cenere che cade, gas tossici, la banale onda d'urto e relativi tsunami...
    sapresti "disegnarmi" uno scenario plausibile? o comunque qualche video/ricostruzione che conosci (ma anche per gli altri) che ritenete affidabile?
    La mappa postata da Snowaholic già ritrae le isopache associate all'eruzione; quindi come estensione e spessore dei depositi da caduta già ti puoi fare un'idea; sostanzialmente sud italia ed est europa sepolti da centimetri di thepra.

    Per effetti come tsunami in realtà probabilmente non fu tanta roba; se avesse causato tsunami significativi ne avremmo trovato traccia; non è impossibile che qualche onda si sia generata, ma niente di importante, in oltre che io sappia nessun paper ne parla.

    Per l'onda d'urto si do
    vrebbe stimare l'energia dell'eruzione ed anche qua che io sappia nessuno lo ha fatto; ma si può speculare. Il Krakatoa ha sprigionato, si stima, 200 megatoni di energia, 4 volte l'energia della bomba atomica più potente mai creata.

    Diciamo che i campi Flegrei potenzialmente potrebbero a
    ver superato i 10000 megatoni (stima proprio a naso); l'onda d'urto avrebbe potuto causare danni fino a Roma se questo fosse il caso. va detto però che in realtà l'eruzione dell'Ignimbrite avvene in due fasi; uno di colonna sostenuta (insomma la classica eruzione pliniana con innalzamento della colonna eruttiva, che probabilmente raggiunse i 40 chilometri) a cui segui il collasso della caldera con riversamento di enormi quantità di magma dal bacino sottostante verso la superficie e questa fase fu la più violenta con generazione di flussi piroclastici che spazzarono via l'attuale provincia di Napoli e Caserta, ma non fu un solo unico botto.

    Purtroppo ricostruzioni
    video o grafiche non ce ne sono; ma come idea generale direi che se accadesse oggi vaste aree del sud Italia diverrebbe di fatto inabitabile per minimo qualche anno (la Campania più o meno permanentemente su scala di una vita umana) a causa delle ceneri. Il resto dell'Italia ne risentirebbe come effetti climatici (molto dibattuti, alcuni studi indicato raffreddamenti minimi, altri parlando di anche più di 4°C in meno sull'Europa per diversi anni).

    EDIT: Aggiungo qualche altra postilla, L'eruzione dei campi flegrei è ben lontana dall'essere la seconda più potente ed anche Yellowstone non detiene questo Primato, bensì è il Toba un
    vulcano indonesiano che eruttò 73000 anni fa e secondo alcune teorie (controverse) fece quasi estinguere la neonata razza umana. In realtà ci sarebbe una roba ancora più grande nell'Oligocene (27 milioni di anni fa); la Garita, che è l'eruzione più grande che si conosca ma ormai quel complesso vulcanico è morto e sepolto

    Poi il concetto di
    vulcano più potente è un po' fumoso, ogni eruzione fa storia a se ed ogni vulcano può cambiare il suo tipo di attività tra un periodo e l'altro.
    Ultima modifica di JippaLippa; 20/01/2022 alle 00:57
    Avatar: Il paradiso

  8. #28
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,447
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da JippaLippa Visualizza Messaggio
    La mappa postata da Snowaholic già ritrae le isopache associate all'eruzione; quindi come estensione e spessore dei depositi da caduta già ti puoi fare un'idea; sostanzialmente sud italia ed est europa sepolti da centimetri di thepra.

    Per effetti come tsunami in realtà probabilmente non fu tanta roba; se avesse causato tsunami significativi ne avremmo trovato traccia; non è impossibile che qualche onda si sia generata, ma niente di importante, in oltre che io sappia nessun paper ne parla.

    Per l'onda d'urto si do
    vrebbe stimare l'energia dell'eruzione ed anche qua che io sappia nessuno lo ha fatto; ma si può speculare. Il Krakatoa ha sprigionato, si stima, 200 megatoni di energia, 4 volte l'energia della bomba atomica più potente mai creata.

    Diciamo che i campi Flegrei potenzialmente potrebbero a
    ver superato i 1000 megatoni (stima proprio a naso); l'onda d'urto avrebbe potuto causare danni fino a Roma se questo fosse il caso. va detto però che in realtà l'eruzione dell'Ignimbrite avvene in due fasi; uno di colonna sostenuta (insomma la classica eruzione pliniana con innalzamento della colonna eruttiva, che probabilmente raggiunse i 40 chilometri) a cui segui il collasso della caldera con riversamento di enormi quantità di magma dal bacino sottostante verso la superficie e questa fase fu la più violenta con generazione di flussi piroclastici che spazzarono via l'attuale provincia di Napoli e Caserta, ma non fu un solo unico botto.

    Purtroppo ricostruzioni
    video o grafiche non ce ne sono; ma come idea generale direi che se accadesse oggi vaste aree del sud Italia diverrebbe di fatto inabitabile per minimo qualche anno (la Campania più o meno permanentemente su scala di una vita umana) a causa delle ceneri. Il resto dell'Italia ne risentirebbe come effetti climatici (molto dibattuti, alcuni studi indicato raffreddamenti minimi, altri parlando di anche più di 4°C in meno sull'Europa per diversi anni).
    È anche vero che quasi la metà della caldera di 39000 è sotto al mare, mi pare strano che non ci sia stato uno tsunami, a meno che 39000 anni fa per colpa dell'era glaciale il mare era più basso e quindi tutta la caldera era sulla terraferma
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  9. #29
    Brezza leggera L'avatar di JippaLippa
    Data Registrazione
    20/05/19
    Località
    Napoli
    Età
    22
    Messaggi
    323
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da HeavyMetal Visualizza Messaggio
    È anche vero che quasi la metà della caldera di 39000 è sotto al mare, mi pare strano che non ci sia stato uno tsunami, a meno che 39000 anni fa per colpa dell'era glaciale il mare era più basso e quindi tutta la caldera era sulla terraferma
    Sicuramente qualche onda si formò, comunque vedi, mi hai aiutato a focalizzare un dettaglio abbastanza rilevante; cioè che 39000 anni fa la linea di costa era molto retrocessa ad oggi, quindi grazie al cacchio che non abbiamo depositi da tsunami; adesso starebbero sott'acqua

    Il mio professore di stratigrafia penso che l'ho evocato dall'inferno con questa fesseria che ho detto
    Avatar: Il paradiso

  10. #30
    Vento forte L'avatar di luca_mo
    Data Registrazione
    03/10/10
    Località
    Modena
    Età
    28
    Messaggi
    4,933
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da JippaLippa Visualizza Messaggio
    La mappa postata da Snowaholic già ritrae le isopache associate all'eruzione; quindi come estensione e spessore dei depositi da caduta già ti puoi fare un'idea; sostanzialmente sud italia ed est europa sepolti da centimetri di thepra.

    Per effetti come tsunami in realtà probabilmente non fu tanta roba; se avesse causato tsunami significativi ne avremmo trovato traccia; non è impossibile che qualche onda si sia generata, ma niente di importante, in oltre che io sappia nessun paper ne parla.

    Per l'onda d'urto si do
    vrebbe stimare l'energia dell'eruzione ed anche qua che io sappia nessuno lo ha fatto; ma si può speculare. Il Krakatoa ha sprigionato, si stima, 200 megatoni di energia, 4 volte l'energia della bomba atomica più potente mai creata.

    Diciamo che i campi Flegrei potenzialmente potrebbero a
    ver superato i 1000 megatoni (stima proprio a naso); l'onda d'urto avrebbe potuto causare danni fino a Roma se questo fosse il caso. va detto però che in realtà l'eruzione dell'Ignimbrite avvene in due fasi; uno di colonna sostenuta (insomma la classica eruzione pliniana con innalzamento della colonna eruttiva, che probabilmente raggiunse i 40 chilometri) a cui segui il collasso della caldera con riversamento di enormi quantità di magma dal bacino sottostante verso la superficie e questa fase fu la più violenta con generazione di flussi piroclastici che spazzarono via l'attuale provincia di Napoli e Caserta, ma non fu un solo unico botto.

    Purtroppo ricostruzioni
    video o grafiche non ce ne sono; ma come idea generale direi che se accadesse oggi vaste aree del sud Italia diverrebbe di fatto inabitabile per minimo qualche anno (la Campania più o meno permanentemente su scala di una vita umana) a causa delle ceneri. Il resto dell'Italia ne risentirebbe come effetti climatici (molto dibattuti, alcuni studi indicato raffreddamenti minimi, altri parlando di anche più di 4°C in meno sull'Europa per diversi anni).

    EDIT: Aggiungo qualche altra postilla, L'eruzione dei campi flegrei è ben lontana dall'essere la seconda più potente ed anche Yellowstone non detiene questo Primato, bensì è il Toba un
    vulcano indonesiano che eruttò 73000 anni fa e secondo alcune teorie (controverse) fece quasi estinguere la neonata razza umana. In realtà ci sarebbe una roba ancora più grande nell'Oligocene (27 milioni di anni fa); la Garita, che è l'eruzione più grande che si conosca ma ormai quel complesso vulcanico è morto e sepolto

    Poi il concetto di
    vulcano più potente è un po' fumoso, ogni eruzione fa storia a se ed ogni vulcano può cambiare il suo tipo di attività tra un periodo e l'altro.
    Toba mi pare abbastanza verosimile come ricostruzione, da quel che so sono stati anche analizzati i foraminiferi che sono microorganismi marini molto utili per datazioni e ricostruzioni anche molto antiche. Secondo queste analisi la temperatura degli OCEANI crollò di 5 gradi.
    "Una NAO persistentemente negativa può favorire il wave break del VPS ed indebolirlo con conseguente predisposizione del pattern AO-, introducendo così una sorta di feedback che si ripercuote sul segno della stessa NAO e sulle SSTA atlantiche."

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •