Pagina 7 di 15 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 141
  1. #61
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,601
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    L'ultima eruzione della Chaine des Puys risale al 4040 a.C., tutto il resto d'Europa dorme da più di diecimila anni.
    E mi sembra anche normale, visto che non si trova in una zona di incontro tra placche tettoniche.

    Allegato 583755

    Gli unici vulcani europei che possono ancora eruttare sono quelli più meridionali (Stromboli, Etna, Vesuvio, Campi Flegrei & co.). Tutto ciò che è a N è destinato a dormire ancora per diverso tempo.
    Chiaro, quello dei vulcani centro europei è un po’un rischio residuo, come un tanto discusso ipotetico VEI 7> di Yellowstone che dovrebbe cadere nell’ordine di milioni di anni. Non c’è comunque chiarezza se si tratti di vulcani completamente spenti, inoltre hotspot ci possono essere anche lontano dai confini delle placche tettoniche, anche se ovviamente meno frequente che lungo la cintura di fuoco.
    Di concreta c’è la questione mediterranea, soprattutto napoletana, dove non servirebbe un VEI6 per dare grossi problemi.

  2. #62
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    34
    Messaggi
    2,125
    Menzionato
    423 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    ma quindi c'è davvero possibilità che eruttino i campi flegrei?
    Altroché, non nel brevissimo termine ma è un vulcano ad alto rischio per i prossimi anni.
    Nell'articolo che ho citato ieri analizzano questo genere di trend anche su altre grandi caldere simili come Yellowstone e Rabaul, ci sono molti segnali di aumento dell'attività vulcanica che in casi analoghi hanno portato ad una eruzione.
    Fa ancora in tempo a fermarsi, già negli anni 80 sembrava fosse molto vicino ad una eruzione poi non è successo niente, ma non potrà proseguire in questo modo.

    Comunque anche per un gigante come Campi Flegrei la maggior parte delle eruzioni è di piccole dimensioni, non mi aspetterei niente di colossale.

  3. #63
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,428
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    La prima fase è stata esplosiva, anche nelle ricostruzioni dell'INGV è presente una prima fase pliniana ma non è quella che ha dimensioni eccezionali, i volumi maggiori sono stati nelle fasi successive. Non ti servono 100 km³ di magma eruttato per arrivare a 40 Km, ne possono bastare 2-3. Inoltre con le quantità di calore che ci sono in gioco in eruzioni di quelle dimensioni la convezione dovuta al calore ha un ruolo centrale nel mantenere la colonna eruttiva, più della potenza delle esplosioni in sè. Parliamo di roba grande 10 volte Laki nel caso dell'ignimbrite campana, eruttati molto più rapidamente, la quantità di calore in gioco è inimmaginabile.

    Nel caso di Toba addirittura sembra che non ci sia stata affatto una fase pliniana iniziale The Toba Supereruption | VolcanoCafe


    Per ora a livello di sismicità e velocità di incremento del livello del suolo siamo lontani dalla crisi degli anni 80, ma si partiva già da un livello più alto (non sono però riuscito a trovare dati sulla subsidenza del periodo 1985-2005 o serie continuative dagli anni 70 ad oggi). Vediamo come evolve la situazione, se continua questo trend di accelerazione del sollevamento ci sarà parecchio movimento nei prossimi mesi, sono molto curioso di vedere il bollettino di gennaio che uscirà tra un paio di settimane con anche i dati completi della sorveglianza geochimica.
    Sì intendevo il livello del suolo non della velocità d'innalzamento del suolo
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  4. #64
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,310
    Menzionato
    141 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Altroché, non nel brevissimo termine ma è un vulcano ad alto rischio per i prossimi anni.
    Nell'articolo che ho citato ieri analizzano questo genere di trend anche su altre grandi caldere simili come Yellowstone e Rabaul, ci sono molti segnali di aumento dell'attività vulcanica che in casi analoghi hanno portato ad una eruzione.
    Fa ancora in tempo a fermarsi, già negli anni 80 sembrava fosse molto vicino ad una eruzione poi non è successo niente, ma non potrà proseguire in questo modo.

    Comunque anche per un gigante come Campi Flegrei la maggior parte delle eruzioni è di piccole dimensioni, non mi aspetterei niente di colossale.
    Non vorrei sbagliarmi (ho letto Wikipedia, quindi sai che fonte ), ma mi pare di aver capito che i Campi Flegrei negli ultimi vent'anni sono in parziale fermento, e si sono osservati innalzamenti e abbassamenti di suolo, unito a deboli attività sismiche, il che farebbe presagire ad una possibile eruzione in un futuro neanche poi così lontano
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #65
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,428
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    La prima fase è stata esplosiva, anche nelle ricostruzioni dell'INGV è presente una prima fase pliniana ma non è quella che ha dimensioni eccezionali, i volumi maggiori sono stati nelle fasi successive. Non ti servono 100 km³ di magma eruttato per arrivare a 40 Km, ne possono bastare 2-3. Inoltre con le quantità di calore che ci sono in gioco in eruzioni di quelle dimensioni la convezione dovuta al calore ha un ruolo centrale nel mantenere la colonna eruttiva, più della potenza delle esplosioni in sè. Parliamo di roba grande 10 volte Laki nel caso dell'ignimbrite campana, eruttati molto più rapidamente, la quantità di calore in gioco è inimmaginabile.

    Nel caso di Toba addirittura sembra che non ci sia stata affatto una fase pliniana iniziale The Toba Supereruption | VolcanoCafe


    Per ora a livello di sismicità e velocità di incremento del livello del suolo siamo lontani dalla crisi degli anni 80, ma si partiva già da un livello più alto (non sono però riuscito a trovare dati sulla subsidenza del periodo 1985-2005 o serie continuative dagli anni 70 ad oggi). Vediamo come evolve la situazione, se continua questo trend di accelerazione del sollevamento ci sarà parecchio movimento nei prossimi mesi, sono molto curioso di vedere il bollettino di gennaio che uscirà tra un paio di settimane con anche i dati completi della sorveglianza geochimica.

    L'anno scorso sembra stesse rallentando la crescita ma ora sta accelerando
    Rispetto agli anni 2012/2015 l'area dei terremoti si è allargata da così


    A così


    Forse complice il maggior bradisismo rispetto a quegli anni o forse perché l'accumulo di magma è più grande e quindi forse il cratere che potrebbe aprirsi in fututo sarà più grande

    Inoltre ho trovato questo grafico che rappresenta il bradisismo dal 1905 al 2019
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  6. #66
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    34
    Messaggi
    2,125
    Menzionato
    423 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da HeavyMetal Visualizza Messaggio
    L'anno scorso sembra stesse rallentando la crescita ma ora sta accelerando
    Rispetto agli anni 2012/2015 l'area dei terremoti si è allargata da così
    Immagine


    A così
    Immagine


    Forse complice il maggior bradisismo rispetto a quegli anni o forse perché l'accumulo di magma è più grande e quindi forse il cratere che potrebbe aprirsi in fututo sarà più grande

    Inoltre ho trovato questo grafico che rappresenta il bradisismo dal 1905 al 2019
    Immagine
    Molto interessante la serie di lungo termine, grosso modo siamo tornati ai massimi degli anni 80 in effetti, considerato che da ottobre 2018 avrà preso ancora una quarantina di cm (poca roba comunque per questo tipo di caldera).

    A livello sismico c'è stato un costante aumento di sismicità sia in termini di numero sia di intensità dei terremoti, anche la profondità è diventata progressivamente maggiore (in particolare per quelli nel golfo di Pozzuoli).

    Campi_flegrei_terremoti.jpg

    Da fine 2019 e per tutto il 2020 c'erano stati terremoti anche più intensi, peraltro associati ad un forte aumento di emissioni di gas magmatici, ma era stata una fase temporanea. Il fatto che il sollevamento abbia invece accelerato mi fa pensare che anche la pausa del segnale sismico e geochimico sia destinata a durare poco.

  7. #67
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    25
    Messaggi
    6,082
    Menzionato
    33 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Insomma mi par di capire che i campi flegrei siano più inquieti di quanto ritenessi. A questo punto un’eruzione di medio-piccola entità potrebbe anche avvenire in un futuro non troppo lontanto, di questo passo…

  8. #68
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,428
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    Insomma mi par di capire che i campi flegrei siano più inquieti di quanto ritenessi. A questo punto un’eruzione di medio-piccola entità potrebbe anche avvenire in un futuro non troppo lontanto, di questo passo…
    Entro i prossimi 30 anni è probabile, se continua così
    Poi magari potrebbe arrestarsi oppure peggiorare nel modo peggior possibile, questo nessuno lo sa e lo può sapere
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  9. #69
    Vento moderato L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    19
    Messaggi
    1,428
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Molto interessante la serie di lungo termine, grosso modo siamo tornati ai massimi degli anni 80 in effetti, considerato che da ottobre 2018 avrà preso ancora una quarantina di cm (poca roba comunque per questo tipo di caldera).

    A livello sismico c'è stato un costante aumento di sismicità sia in termini di numero sia di intensità dei terremoti, anche la profondità è diventata progressivamente maggiore (in particolare per quelli nel golfo di Pozzuoli).

    Campi_flegrei_terremoti.jpg

    Da fine 2019 e per tutto il 2020 c'erano stati terremoti anche più intensi, peraltro associati ad un forte aumento di emissioni di gas magmatici, ma era stata una fase temporanea. Il fatto che il sollevamento abbia invece accelerato mi fa pensare che anche la pausa del segnale sismico e geochimico sia destinata a durare poco.
    M se la profondità è maggiore vuol dire che le scosse oltre ad essere causate dai gas all'interno è causato dal magma
    C'è una lenta intrusione di magma??
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

    "We are Motörhead. And we play rock and roll."

  10. #70
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    34
    Messaggi
    2,125
    Menzionato
    423 Post(s)

    Predefinito Re: La prossima eruzioni VEI 6, vulcani candidati

    Citazione Originariamente Scritto da HeavyMetal Visualizza Messaggio
    M se la profondità è maggiore vuol dire che le scosse oltre ad essere causate dai gas all'interno è causato dal magma
    C'è una lenta intrusione di magma??
    Possibile, è anche quanto ipotizzato in questo articolo di un paio di anni fa

    AAAS

    We suggest that this behavior is consistent with the presence of water-saturated conditions in the upper crustal phonolitic reservoir, which facilitates the accommodation of volatile-rich recharge magmas without leading to an eruption, promoting reservoir growth (51). Hence, we propose that the subvolcanic plumbing system at Campi Flegrei is currently entering a new build-up phase, potentially culminating, at some undetermined point in the future, in a large volume eruption.

    Considera che la riserva principale a 7-8 km di profondità, quella superficiale circa 3.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •