Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    15,420
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Anche su molti testi scientifici si parla molto del massimo medievale (temperature più elevate che oggi), però, a quanto ho capito, recentemente la scienza ha ridimensionato la cosa, dicendo sarebbe stata una cosa limitata a un continente.
    La cosa ha scatenato forti polemiche anche in una recente puntata di una trasmissione TV.
    Insomma, la questione com'è?

  2. #2
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    4,382
    Menzionato
    133 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)


  3. #3
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    359
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Mi piacerebbe capire con quale precisione si possa costruire quel grafico, se ovviamente non disponiamo di misurazioni attendibili sicuramente fino al 800. Ovviamente ciò viene affermato dalla solita parte di scienziati ampiamente schierati nel modo che sappiamo. Ci sono vari scritti (solo di quelli disponiamo) che parlano di vie del commercio aperte anche d'inverno attraverso i passi alpini per fare un esempio

  4. #4
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,485
    Menzionato
    142 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    E' una questione annosa, che spesso si perde in mille polemiche tra AGW e anti-AGW.

    Alla base di tutto c'è un enorme equivoco che va appianato immediatamente.
    Quando si parla di Periodo Caldo Medievale (e lo si fa da almeno 20-30 anni) si parla di "periodo più caldo rispetto ad oggi". Ma oggi cosa vuol dire esattamente? Vuol dire il periodo 1961-1990, il periodone "classico" delle vecchie medie di riferimento. E questa è già la primissima cosa da tenere in conto, perchè tra l'oggi di adesso e l'oggi '61-90 c'è già un abisso climatico.
    Posto questo, le ricerche climatiche scientifiche possono sicuramente dare un'ottima approssimazione del clima dell'epoca (coadiuvato anche dalle cronache) anche con una certa precisione, ma hanno il limite di non riuscire a ricostruire o ad intercettare brevissimi periodi/ondate molto fredde o molto calde. Per fare un'esempio, un singolo mese, o due-tre settimane, con anomalie simil-giugno 2003 e suoi vari picchi termici non può essere intercettato con precisione. Si possono rilevare stagioni/anni caldi o freddi, ma periodi brevi purtroppo no.
    Quello che è indubbio è che il Periodo Caldo Medievale è stato più caldo sia del periodo precedente sia di quello successivo e che, facendo un riassunto di tutte le principali ricerche climatologiche, potrebbe essere stato come l'oggi '61-90 o addirittura leggermente più caldo.
    Ma, come detto, tra il periodo 1961-1990 e quello odierno c'è un abisso.

    Le cronache dell'epoca che parlano di caldo, siccità estrema e Alpi sgombre dalla neve (e ve ne furono diversi di inverni descritti così: il 1158/1159, il 1259/1260, vado a memoria, e diversi altri) non vuol dire che non siano attendibili, ma difficilmente danno un'idea del clima generale.
    Proprio nel cuore del Periodo Caldo Medievale (ma in seguito anche dopo) spesso le cronache ci narravano di inverni secchissimi e caldi seguiti da inverni gelidi, così gelidi da far gelare i fiumi.
    La mia modesta opinione è che il PCM fu un periodo meno caldo dell'attuale (sui livelli, diciamo, '61-90 o '71-00) ma con un'alternanza climatica molto pronunciata, che poteva vedere stagioni molto calde e stagioni molto fredde in un ciclo continuo. Per fare un'esempio, è come se chiudessimo una stagione a +4° di anomalia dalle medie, la successiva a -5, quella dopo di nuovo a +3, quella dopo ancora a -6°, ecc.ecc. Il risultato è che, come medie, il periodo può anche essere relativamente non freddo, ma avere in sè picchi di caldo e freddo estremo.
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #5
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    4,382
    Menzionato
    133 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Mi piacerebbe capire con quale precisione si possa costruire quel grafico, se ovviamente non disponiamo di misurazioni attendibili sicuramente fino al 800. Ovviamente ciò viene affermato dalla solita parte di scienziati ampiamente schierati nel modo che sappiamo. Ci sono vari scritti (solo di quelli disponiamo) che parlano di vie del commercio aperte anche d'inverno attraverso i passi alpini per fare un esempio
    Sono tutti dati ricavati dalle carote di ghiaccio antartiche e groenlandesi, dendrocronologia ecc.
    C'è un sito del NOAA che raccoglie tutti questi dati.
    Chiunque può prendere i dati e rielaborarli.

  6. #6
    Vento forte L'avatar di basso_piave
    Data Registrazione
    08/05/09
    Località
    Silea/Roncade
    Età
    40
    Messaggi
    3,862
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    io rimango un po' basito da questa ricostruzione:
    1) lo 0 posto in corrispondenza della piccola era glaciale (...)
    2) piccola era glaciale che prosegue per tutto l'800
    3) periodo caldo medioevale più freddo di quanto c'era prima
    4) dall'anno 0 al 1200 la temperatura è rimasta sostanzialmente costante
    5) tra optimum medioevale e piccola era glaciale cambiano circa 3 decimi di grado: la credo una ricostruzione sostanzialmente falsa o falsata.
    Credi alla neve solo sotto le 48 ore!!

  7. #7
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    41
    Messaggi
    2,227
    Menzionato
    100 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    è letterelmente da quando esistono le ricostruzioni multiproxy dell'emisfero nord (e sono ormai oltre 20 anni) che l'mca è più freddo del periodo recente e nel frattempo le temperature globali sono aumentate di altri 0.4-0.5°C (quelle dell'emisfero nord o talvolta dei soli extratropici a cui si riferiscono molte ricostruzioni anche più) la scienza non ha ridimensionato di recente, è quella fatta di aneddoti che era sbagliata 20 anni fa e continua ad esserlo.

  8. #8
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    4,382
    Menzionato
    133 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Dimenticavo, il grigio è proprio la barra di errore. Comunque è un lavoro di 20 anni fa.

  9. #9
    Vento teso L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    61
    Messaggi
    1,976
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Il massimo medievale (caldo del medioevo)

    Ötzi non lascia spazio a dubbi.
    Sarebbe sicuramente sparito completamente, se nel medioevo ci fosse stato anche solo caldo come adesso.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •