Pagina 10 di 55 PrimaPrima ... 8910111220 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 545
  1. #91
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    32
    Messaggi
    27,436
    Menzionato
    438 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    L'auto elettrica non porta nessuna innovazione tecnologica, il motore elettrico è sempre esistito ma non adatto alla libera motilità (schiavi della presa di corrente e dei tempi di ricarica); adesso è stato imposto in nome dell'estremismo ambientalista, è un'altra cosa rispetto al progresso tecnologico
    praticamente mio nonno parlerebbe così se fosse vivo.
    mo arrivi tu, dall'alto di chissà quali competenze, a dirci che non è adatto alla libera mobilità
    eppure ci sono nel mondo già ad ora milioni e milioni di automobili elettriche che vanno in giro normalmente senza enormi catastrofi.
    il problema semmai è il loro costo, al momento.

    la frase top è:il motore elettrico è sempre esistito.
    anche quello a diesel, effettivamente dagli anni '20 ad adesso non è cambiato di una virgola
    eh va beh, di fronte a cotanto sapere non vale nemmeno la pena rispondere.
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #92
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    37
    Messaggi
    2,487
    Menzionato
    479 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Avrei una domanda in proposito: data la maggiore efficienza del motore elettrico rispetto a quello a scoppio, anche se la produzione d'energia elettrica restasse prevalentemente, nel 2035-2040, da combustibile fossile, ci sarebbe alla fine un guadagno in termini di impatto ambientale?
    Dipende da quale combustibile fossile, con il carbone no, con il gas che produce la metà di CO2 sì.

    Qui c'è un interessante comparatore degli stati USA, prova a confrontare West Virginia e Vermont.

    Alternative Fuels Data Center: Emissions from Electric Vehicles


    Poi quando consideri l'inquinamento dovuto alla produzione di una macchina elettrica i conti diventano molto più complicati, dipende da quanti km percorri e come viene prodotta la batteria. Ma il processo di produzione dell'auto elettrica sta diventando sempre meno inquinante, la produzione di CO2 di una macchina a combustione invece ha limiti fisici insuperabili, quindi nei prossimi anni questo elemento diventerà sempre meno rilevante.

  3. #93
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    32
    Messaggi
    27,436
    Menzionato
    438 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    sì, riuscissimo a levare totalmente il carbone sarebbe già un grosso passo avanti..
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #94
    Banned
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    507
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    praticamente mio nonno parlerebbe così se fosse vivo.
    mo arrivi tu, dall'alto di chissà quali competenze, a dirci che non è adatto alla libera mobilità
    eppure ci sono nel mondo già ad ora milioni e milioni di automobili elettriche che vanno in giro normalmente senza enormi catastrofi.
    il problema semmai è il loro costo, al momento.

    la frase top è:il motore elettrico è sempre esistito.
    anche quello a diesel, effettivamente dagli anni '20 ad adesso non è cambiato di una virgola
    eh va beh, di fronte a cotanto sapere non vale nemmeno la pena rispondere.
    Ah certo il motore diesel non è cambiato, il biturbo BMW o altri da 400 CV con emissioni bassissime di veri inquinanti (non CO2) sono uguali al diesel aspirato anni 50 da 30 Cv, per piacere non diciamo eresie

  5. #95
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,939
    Menzionato
    980 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sì, riuscissimo a levare totalmente il carbone sarebbe già un grosso passo avanti..
    Paradossalmente stanno implementando a pieno regime quest'anno le centrali a carbone , per via della crisi energetica. Lo so perchè una delle sei italiane è in località Cerano, a 10 km a sud di Brindisi.
    E' prevista la conversione a centrale a gas nel 2025, spero non trasli nel tempo per via delle complicanze storiche recenti.

  6. #96
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,939
    Menzionato
    980 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    L'auto elettrica non porta nessuna innovazione tecnologica, il motore elettrico è sempre esistito ma non adatto alla libera motilità (schiavi della presa di corrente e dei tempi di ricarica); adesso è stato imposto in nome dell'estremismo ambientalista, è un'altra cosa rispetto al progresso tecnologico
    "Estremismo ambientalista" non si può sentire, dai. Anzitutto i motori a combustibili fossili sono causa di tumori in città per via degli inquinanti prodotti, quindi passare ad una conversione ad un motore più pulito gioverebbe alla salute prima ancora che al clima, quindi anche se non "credi" (e sinceramente mi domando come sia possibile visto l'andamento) al GW antropico dovresti essere d'accordo con questo processo per una ragione salutistica.
    In secondo luogo, mi spiace ma porre un freno alle emissioni deve essere una priorità se vogliamo lasciare un mondo migliore ai nostri figli e nipoti, visto come sta cambiando il clima (basti pensare all'estate).

  7. #97
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    32
    Messaggi
    27,436
    Menzionato
    438 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Ah certo il motore diesel non è cambiato, il biturbo BMW o altri da 400 CV con emissioni bassissime di veri inquinanti (non CO2) sono uguali al diesel aspirato anni 50 da 30 Cv, per piacere non diciamo eresie
    sei talmente limitato che non riesci manco a cogliere l'ironia
    ti svelo un segreto: da quando ho la patente ho solo macchine 2.0 TDI, non lo dire a nessuno però eh

    esattamente come si è evoluto il motore diesel, lo fa quello elettrico e quando leggo frasi come le tue del tipo: ma quelle progresso tecnologico, il motore elettrico esiste da sempre, mi vien voglia di strapparmi gli occhi.
    fermo restando che il limite del motore elettrico sono le batterie, non il motore in sé.
    ti svelo un altro segreto: le prime auto elettriche avevano autonomie di poche decine di km a stare larghi.
    nel giro di un decennio si è arrivati ad oltre 500km e nel giro di un altro decennio avranno autonomie che i motori a combustione se le sognano (chiaro, a patto di mettere serbatoi da 100 litri).
    e tu sei capace a dire che non c'è progresso tecnologico?
    ma ti guardi attorno? lo vedi come si sono evoluti smartphone, elettrodomestici, PC, QUALSIASI cosa? ti ricordo che 10 anni fa circa uscivano i primi smartphone con autonomia ridicola, schermi e fotocamere peggio mi sento e capacità di calcolo di un topo da laboratorio.
    adesso, in soli DIECI anni hai in mano un computer, macchina fotografica, Storage il tutto in poche centinaia di grammi.

    lo stesso vale per l'automotive. identico.
    le tue parole sono solo per partito preso senza un minimo riscontro con la realtà.
    Si vis pacem, para bellum.

  8. #98
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    37
    Messaggi
    2,487
    Menzionato
    479 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da Kojakteam Visualizza Messaggio
    Io, visto questo grafico, porrei la domanda su una scala diversa.

    Allegato 597794

    Anche sostituendo TUTTO il parco circolante del mondo (non solo quello Europeo, 750mln Vs restanti 7250 mln ) quanta CO2 risparmieremmo?

    Stando al grafico il trasporto su strada (pesante e privato è tutto insieme) incide per un 11.9%.

    Considerando anche un aumento di emissioni di CO2 da parte delle industrie produttrici di auto elettriche (dati dicono che una BEV appena prodotta ha già inquinato quanto una termica in 30k km) quanta CO2 risparmiamo veramente?
    Quello è il dato globale, che risente del piccolo dettaglio che il 90% degli abitanti del pianeta non possiede un'automobile, ma tutti mangiano e quasi tutti utilizzano la corrente elettrica.

    In Europa la situazione è molto diversa, purtroppo ourworldindata non consente di fare quel tipo di grafico per altre zone, ma sullo stesso argomento si possono fare questi.

    ghg-emissions-by-sector (4).jpg
    ghg-emissions-by-sector.jpg

    Se guardiamo alla nostra situazione è molto diversa da quella media globale, la produzione di energia elettrica pesa molto meno e i trasporti molto di più, come in tutti i paesi industrializzati. Visto che noi non viviamo in Cina o in Uganda, mettere i trasporti al centro della riduzione delle emissioni è perfettamente logico.

    Poi ci sono anche casi limite come la Francia, in cui i trasporti sono di gran lunga la prima fonte di emissioni.

    ghg-emissions-by-sector (2).jpg

  9. #99
    Vento moderato L'avatar di Kojakteam
    Data Registrazione
    09/01/17
    Località
    Lo Stradone
    Messaggi
    1,219
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Quello è il dato globale, che risente del piccolo dettaglio che il 90% degli abitanti del pianeta non possiede un'automobile, ma tutti mangiano e quasi tutti utilizzano la corrente elettrica.

    In Europa la situazione è molto diversa, purtroppo ourworldindata non consente di fare quel tipo di grafico per altre zone, ma sullo stesso argomento si possono fare questi.

    ghg-emissions-by-sector (4).jpg
    ghg-emissions-by-sector.jpg

    Se guardiamo alla nostra situazione è molto diversa da quella media globale, la produzione di energia elettrica pesa molto meno e i trasporti molto di più, come in tutti i paesi industrializzati. Visto che noi non viviamo in Cina o in Uganda, mettere i trasporti al centro della riduzione delle emissioni è perfettamente logico.

    Poi ci sono anche casi limite come la Francia, in cui i trasporti sono di gran lunga la prima fonte di emissioni.

    ghg-emissions-by-sector (2).jpg
    Ma io sono anche d'accordo sul mettere al centro della riduzione delle emissioni il trasporto sia la strada giusta in paesi con le condizioni simili alle nostre.

    Mi sorgono solo dei dubbi sulle iniziative intraprese, tipo vietare una tecnologia per legge.

    Prima di arrivare a porre tali limiti penso che si potrebbe fare molto altro:
    - piste ciclabili
    - eliminare completamente il traffico privato in tutte le città
    - abbiamo 8000 km di coste e abbiamo uno sputo di scali commerciali (e investendo su questo aspetto avremmo accesso anche alle rotte del commercio internazionale che preferiscono circumnavigare l'Europa fino alla Germania o i Paesi Bassi pur di non fermarsi in Italia)
    - corsie, strade e percorsi dedicati al traffico pesante per migliorare la viabilità (e magari migliorare la distribuzione delle aziende per aiutare anche i trasporti)
    - le ferrovie cavolo....da quanto si parla di interscambio gomma-ferro? 25 anni? ma gli investimenti sono ancora ridicoli (approvarono una deroga sulla portata massima ammissibile al trasporto dei coil di acciaio pur di non spendere un euro in ferrovie....)
    - anche, molto banalmente, ridurre i consumi di energia elettrica (con tecnologie più efficienti e "rinunciando" a qualcosa tipo alcuni paesi o medie città illuminate a giorno anche in piena notte...)

    Ma di tutto questo non si vede nulla, e nemmeno se ne parla, viene solo "spinta al massimo" l'auto elettrica come fosse la panacea per tutta la CO2 del mondo.

    Mi piacerebbe sentire parlare anche di altro ecco.

    Inviato dal mio BBE100-4 utilizzando Tapatalk

  10. #100
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    32
    Messaggi
    27,436
    Menzionato
    438 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da Kojakteam Visualizza Messaggio
    Ma io sono anche d'accordo sul mettere al centro della riduzione delle emissioni il trasporto sia la strada giusta in paesi con le condizioni simili alle nostre.

    Mi sorgono solo dei dubbi sulle iniziative intraprese, tipo vietare una tecnologia per legge.

    Prima di arrivare a porre tali limiti penso che si potrebbe fare molto altro:
    - piste ciclabili
    - eliminare completamente il traffico privato in tutte le città
    - abbiamo 8000 km di coste e abbiamo uno sputo di scali commerciali (e investendo su questo aspetto avremmo accesso anche alle rotte del commercio internazionale che preferiscono circumnavigare l'Europa fino alla Germania o i Paesi Bassi pur di non fermarsi in Italia)
    - corsie, strade e percorsi dedicati al traffico pesante per migliorare la viabilità (e magari migliorare la distribuzione delle aziende per aiutare anche i trasporti)
    - le ferrovie cavolo....da quanto si parla di interscambio gomma-ferro? 25 anni? ma gli investimenti sono ancora ridicoli (approvarono una deroga sulla portata massima ammissibile al trasporto dei coil di acciaio pur di non spendere un euro in ferrovie....)
    - anche, molto banalmente, ridurre i consumi di energia elettrica (con tecnologie più efficienti e "rinunciando" a qualcosa tipo alcuni paesi o medie città illuminate a giorno anche in piena notte...)

    Ma di tutto questo non si vede nulla, e nemmeno se ne parla, viene solo "spinta al massimo" l'auto elettrica come fosse la panacea per tutta la CO2 del mondo.

    Mi piacerebbe sentire parlare anche di altro ecco.

    Inviato dal mio BBE100-4 utilizzando Tapatalk
    concordo su alcuni aspetti, non su altri.
    -piste ciclabili: l'italia non è un paese dove si usa la bici e non glielo insegni di certo adesso. qui ne hanno fatte a migliaia di km e non è cambiato nulla. per invogliare a usare la bici le piste ciclabili sono l'ultimo di tanti punti, comunque.
    -traffico privato in città: per eliminarlo ci vuole una rete di servizi pubblici all'altezza. Tolta Milano (dove comunque è pesantemente sottostimata) le altre grandi città sono in mezzo ad una strada, letteralmente. fai il confronto tra km di metropolitana a Roma con le altre capitali europee e vedi subito la disparità ENORME.

    per il resto ci sta, la cosa più eclatante è il trasporto su rotaia. è da quando son nato che ne sento parlare ma, di fatto, non è cambiata pressoché una virgola.
    Si vis pacem, para bellum.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •