Pagina 53 di 55 PrimaPrima ... 3435152535455 UltimaUltima
Risultati da 521 a 530 di 545
  1. #521
    Vento forte
    Data Registrazione
    22/07/08
    Località
    Virgilio (MN)
    Età
    40
    Messaggi
    3,334
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Per chi ha FB:

    Scenari climatici.

    In questi... - L'Avvocato dell'Atomo | Facebook


    Interessante il link al simulatore degli scenari energetici, i risultati comunque non sono nulla che non si sapesse già almeno per chi non insegue prospettive irrealizzabili (o realizzabili solo raccontando balle).

  2. #522
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    provincia di Como
    Messaggi
    474
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Le emissioni globali di CO2 legate all’energia aumenteranno entro meta secolo | QualEnergia.it

    ""La transizione verso le rinnovabili non basterà a coprire l’aumento dei consumi energetici dovuto alla sovrappopolazione e alla crescita del Pil globale. Gli scenari al 2050 dell’International Energy Outlook 2023 dell EIA, l’agenzia governativa Usa".

    Ennesima conferma che il decoupling è una leggenda e che la crescita del PIL, insieme a quella della popolazione non sono compatibili con un pianeta abitabile.
    Va beh, raga, si scherzava.
    Ultima modifica di ldanieli; 27/10/2023 alle 08:34

  3. #523
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    37
    Messaggi
    2,487
    Menzionato
    479 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da ldanieli Visualizza Messaggio
    Le emissioni globali di CO2 legate all’energia aumenteranno entro meta secolo | QualEnergia.it

    ""La transizione verso le rinnovabili non basterà a coprire l’aumento dei consumi energetici dovuto alla sovrappopolazione e alla crescita del Pil globale. Gli scenari al 2050 dell’International Energy Outlook 2023 dell EIA, l’agenzia governativa Usa".

    Ennesima conferma che il decoupling è una leggenda e che la crescita del PIL, insieme a quella della popolazione sono compatibili con un pianeta abitabile.
    Va beh, raga, si scherzava.
    Se prendi uno scenario modellato con criteri business as usual, anzi peggio che business as usual, ovviamente ti escono quei risultati.

    Prendiamo ad esempio l'Europa, dal 2006 i consumi di energia primaria sono diminuiti del 15% a fronte di un aumento del PIL del 15%, nel report invece aumentano del 10% entro il 2050. Le rinnovabili sono aumentate del 50% negli ultimi 10 anni, nel report aumentano del 50% nei prossimi 30 anni. Le emissioni sono scese del 15% negli ultimi 10 anni, nel report scendono del 3,5% nei prossimi 28 anni.


    Qualunque dato guardi di quel modello ci sono assurdità di questo tipo, anche dove il decoupling già esiste nei dati reali viene eliminato nelle proiezioni, la baseline usata implica una riduzione drastica degli investimenti in efficienza energetica e fonti rinnovabili rispetto ai livelli attuali (che non sono propriamente stellari), anche dove la crescita delle rinnovabili è molto rapida nel triennio 2022-2025 rallenta fin quasi a fermarsi entro il 2050.


    Tutti i provvedimenti normativi già messi in atto per ridurre le emissioni vengono totalmente ignorati, in pratica proiettano sul futuro la struttura attuale dell'economia modificando solo PIL e popolazione, ovvio che esca quel genere di risultati.


    Veramente imbarazzante che l'EIA pubblichi spazzatura di quelle proporzioni.

  4. #524
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    provincia di Como
    Messaggi
    474
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    ... speravo proprio di stanarti snowhaolic, perché la lettura di quell'articolo (insieme al resto delle cattive notizie che piovono da ogni fronte) non aiuta a iniziare bene la giornata.
    Grazie per il tuo contributo, voglio sperare che tu abbia ragione, ma per intanto le emissioni continuano a crescere, come le T ed il degrado degli ecosistemi, sia a livello regionale che globale.

  5. #525
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    43
    Messaggi
    4,166
    Menzionato
    88 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero


    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  6. #526
    Calma di vento
    Data Registrazione
    09/03/20
    Località
    Bologna
    Età
    35
    Messaggi
    15
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Ma la posizione verticale dei pannelli è ottimale considerando come cadano i raggi solari? Saranno efficienti?

  7. #527
    Vento moderato L'avatar di mky
    Data Registrazione
    10/08/16
    Località
    Borgnano (GO)
    Età
    54
    Messaggi
    1,032
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    la scorsa settimana sono stato ad un incontro sul consumo di suolo......
    oltre ad una parte climatica relativa alla rappresentazione della temperatura nell'olocene, ci sono stati interventi molto interessanti sulla bioagricoltura e lo stato dei suoli in ambienti antropizzati.
    A parte le solite ovvietà, su clima e cementificazione, interessante il calcolo dell'assorbimento dei CO2 di un prato chiamiamolo stabile rispetto alla stessa superficie piantumata con alberi piccoli in accrescimento, insomma dovremmo aspettare una decina di anni prima che un ettaro ripiantumato assorba la stessa quantità di CO2 di un prato.
    e da qui il discorso si è spostato sull'agrivoltaico, nuova moda di queste lande.
    e giù cazziate.....

  8. #528
    Vento teso L'avatar di Stefano Riccio
    Data Registrazione
    25/10/10
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    31
    Messaggi
    1,902
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Io per ora lo dico sottovoce ma temo sempre più che le proteste degli agricoltori e le politiche reazionarie che subito sono partite in diversi paesi (vedi incentivi sul gasolio su tutte) siano solo la prima picconata al piano sul taglio delle emissioni in Europa che rischia di collassare totalmente dopo le prossime elezioni visto dove andiamo a parare (e pure fra chi ha sostenuto il piano vedo passi indietro e gente che si sfila).
    Database dei record in Toscana: http://climaintoscana.altervista.org/
    Record assoluti: +43,1°C ad Antella il 06/08/2003; -26,0°C a Firenzuola l'08/01/1985.

  9. #529
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    51
    Messaggi
    646
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano Riccio Visualizza Messaggio
    Io per ora lo dico sottovoce ma temo sempre più che le proteste degli agricoltori e le politiche reazionarie che subito sono partite in diversi paesi (vedi incentivi sul gasolio su tutte) siano solo la prima picconata al piano sul taglio delle emissioni in Europa che rischia di collassare totalmente dopo le prossime elezioni visto dove andiamo a parare (e pure fra chi ha sostenuto il piano vedo passi indietro e gente che si sfila).
    Il problema di fondo é che la grande maggioranza di ciò che viene proposto come green é intrinsecamente meno efficiente delle tecnologie che si usano ora, quindi hanno un costo maggiore.
    Se i costi aggiuntivi vengono girati a chi ha poco margine nelle proprie attività (agricoltori, ad esempio), il loro business non sta più in piedi.
    Quindi si lamentano.
    Occorre chiedersi effettivamente se é una cosa pensata bene, visto che viene imposta dall'alto senza le adeguate coperture ed incentivi.

  10. #530
    Vento teso L'avatar di Stefano Riccio
    Data Registrazione
    25/10/10
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    31
    Messaggi
    1,902
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La lunga strada verso le emissioni zero

    Ma il problema non è mica chi si lamenta, è come reagiscono dalla politica e dai palazzi del potere, se per rispondere alle proteste foraggiano il gasolio a suon di misure reazionarie non si va da nessuna parte, anzi si va indietro, dovrebbero usarli per rendere sostenibile la transizione i soldi e fare una roba del tipo "io ti chiedo di fare la transizione ma ti do incentivi per farla e ti aiuto a coprire i costi". Che poi la transizione non è manco il vulnus principale che ha scatenato le proteste ma ovviamente non possono certo andare a toccare import o grande distribuzione, se ne guardano bene. E il problema ancora più grande è chi cavalca l'onda e sfrutta le proteste per abbattere ogni piano di transizione, ci sono personaggi e partiti che potessero farebbero la transizione indietro al carbone e così si tirano la volata per le elezioni costringendo anche altri a smarcarsi dagli impegni e rivedere i programmi (basta vedere cosa sta succedendo nel primo partito europeo...).
    Database dei record in Toscana: http://climaintoscana.altervista.org/
    Record assoluti: +43,1°C ad Antella il 06/08/2003; -26,0°C a Firenzuola l'08/01/1985.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •