Ho provato a sentire anche DCS Italia, perchŔ sul loro sito ho letto che se il prodotto presenta difetti/malfunzionamenti bisogna fare richiesta a DCS Italia per rispedirlo indietro tenendo presente che viaggia a spese del cliente.
Io gli ho fatto notare che la legge parla chiaro circa il fatto che se il prodotto non Ŕ perfettamente funzionante o presenti qualche magagna, il cliente deve rispedirlo indietro a spese del venditore.
Loro mi hanno risposto

"Se parliamo di difetti palesi facilmente visibili e riscontrabili subito ha
perfettamente ragione, Ŕ scontato, ma se il malfunzionamento (di questo
parliamo)viene rilevato successivamente con l'utilizzo, allora entrano in
vigore le nostre condizioni di vendita, fermo restando la garanzia ecc.. "

Si beh, ma funziona cosi?
Allora io cosa devo fare, appena arriva il fattorino scarto la scatola, ci infilo le pile e vedo se funziona bene?
Se il guasto lo rilevo il giorno dopo appena comincio ad usarla? O anche se me ne accorgo dopo 1-2 mesi devo rispedirlo indietro a mie spese?
In fin dei conti la legge dice che nei primi 6 mesi risponde il venditore (quindi comprese le spese di spedizioni per la restituzione, la riparazione, la mano d'opera o eventualmente la sostituzione, e le spese di spedizione per il rientro al cliente del prodotto), dopo i 6 mesi Ŕ cura del cliente dimostrare che il danno era antecedente ai primi 6 mesi...