Pagina 2 di 8 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 78

Discussione: Anemometer Davis 6410

  1. #11
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    70
    Messaggi
    5,120
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Ah ok grazie. Si mi riferivo al blocco escluso cavo.
    Chiedevo perché pensavo che il collegamento del cavo con il blocco dell'anemometro fosse una spina come per l'ISS. In un eventuale cambiamento di anemometro nel mio caso allora dovrei smontare pure il cavo interrato, che a questo punto mi hai detto è la via più semplice.
    Si, la ritengo la via più semplice e "pulita" sia per la sostituzione che per il tentativo di riparazione.
    Purtroppo i fili del cavo sono tutti saldati internamente sul potenziometro e per rimuovere e rimontare il potenziometro si deve fare tutto o quasi il lavoro che ho descritto.
    Se affrontassi la rimozione del cavo interrato, prenderei in considerazione la stesura e interramento di un BUON corrugato ( quello con la spirale di rinforzo) di dimensioni adeguate a farci passare il Plug RJ13 in modo che, non si sa mai, faticheresti meno della metà per mettere e togliere il cavo dati dell'anemometro.

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  2. #12
    Vento teso L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    1,921
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Si, la ritengo la via più semplice e "pulita" sia per la sostituzione che per il tentativo di riparazione.
    Purtroppo i fili del cavo sono tutti saldati internamente sul potenziometro e per rimuovere e rimontare il potenziometro si deve fare tutto o quasi il lavoro che ho descritto.
    Se affrontassi la rimozione del cavo interrato, prenderei in considerazione la stesura e interramento di un BUON corrugato ( quello con la spirale di rinforzo) di dimensioni adeguate a farci passare il Plug RJ13 in modo che, non si sa mai, faticheresti meno della metà per mettere e togliere il cavo dati dell'anemometro.

    Grazie, sì il cavo è interrato in un corrugato da elettricista in plastica, forse un po' al limite come larghezza. Penso si riesca a vedere dalle immagini della stazione in firma. Un ulteriore domanda, il cavo resiste bene agli agenti atmosferici?
    Nel dubbio la parte "emersa" adesso l'ho ricoperta con una canaletta per interni che protegge un po' dall'esposizione.

    Inviato dal mio F5321 utilizzando Tapatalk

    Da gennaio 2014 - MIN -9.1°C (28/02/2018) - MAX +37.2°C (22/07/2015)

  3. #13
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    70
    Messaggi
    5,120
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Grazie, sì il cavo è interrato in un corrugato da elettricista in plastica, forse un po' al limite come larghezza. Penso si riesca a vedere dalle immagini della stazione in firma. Un ulteriore domanda, il cavo resiste bene agli agenti atmosferici?
    Nel dubbio la parte "emersa" adesso l'ho ricoperta con una canaletta per interni che protegge un po' dall'esposizione.

    Inviato dal mio F5321 utilizzando Tapatalk
    Purtroppo dalle foto non riesco a vedere nulla, se è sulla prima foto, non me la carica...
    E' chiaro che più i cavi sono protetti e più durano ma a me quel cavo che ho all'aria aperta, a distanza di circa 6 anni, non ha fatto una "piega" è vero che la mia tratta è di soli 60 cm ed è altrettanto vero che la situazione ambientale tra noi due è completamente diversa, quest'anno ancora non ho registrato minime sotto zero
    Dicevo nel post precedente di prendere un BUON corrugato perché i soliti che si usano per i sotto traccia sono buoni per essere murati ma di solito sono collocati al riparo da umidità, piogge e possibili calpestii, invece se lo interri è più soggetto a stare nella terra umida, a fessurarsi e così invece di proteggere diventa un ... tubo dell'acqua e in questo caso il cavetto al suo interno soffre di più che se fosse all'aria libera.
    Di corrugati buoni ce ne sono, ad esempio quelli che si usano per "incamiciare" e murare i tubi del Gas resistono bene, tranne che a qualche colpo di zappa.....

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  4. #14
    Bava di vento L'avatar di bitbitline
    Data Registrazione
    26/01/08
    Località
    Parma
    Messaggi
    237
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Sulle stazioni meteorologiche Davis VP2, uno degli strumenti che maggiormente si guastano, è l'anemometro ed in particolare il suo Reed Switch ma anche la direzione può dare problemi.
    La sua manutenzione non è delle più semplici ma neanche cosa impossibile per chi possiede una discreta manualità e qualche cognizione elementare di elettronica.
    Ho pensato di fare un Reportage PDF direi completo e spero comprensibile aiutandomi soprattutto con foto commentate.
    Nel realizzarlo ho tenuto conto dei dubbi che sono stati espressi nei diversi interventi di utenti alle prese con questo anemometro.
    Appena mi sarà possibile compariranno nella sezione tecnica del mio sito i link per scaricare l'intero documento PDF (25 pagine) ed anche quello per scaricare alla massima risoluzione tutte le foto usate (circa 25 MB) ed anche qualche altra.....
    Per chi fosse interessato, per ora li anticipo solo sul forum

    Link al documento PDF

    Link alle foto

    Se qualche aspetto non è chiaro oppure se compaiono inesattezze, sarò contento di porre rimedio a tali osservazioni.

    Ciao Roberto e tanti complimenti per questa bellissima guida, spero possa essere di aiuto a chi ha praticità con saldatore e una buona manualità come te,
    visto anche l'esiguo costo di un (delicatissimo) sensore reed switch.
    C'e' pero' da considerare che Davis da fine 2013 ha effettivamente sostituito il vecchio e fragile sensore reed con un piu' "robusto" sensore Hall, che loro chiamano
    comunemente "solid state sensor" questa versione si differenzia e si riconosce da una maggiore lunghezza del corpo centrale del sensore.
    Allego a fine commento la foto. Questo ha fatto si che sia inoltre possibile cambiare la sola cartuccia cuscinetti e magnete dell'anemometro,
    (non la parte sensore) quindi ora il sensore e' formato da due parti, la parte velocità e il resto del sensore.
    Un altro motivo per cui e' stata fatto questo aggiornamento e' proprio per poter sostituire la parte dell'albero e cuscinetti perché con il tempo
    (nel giro di pochi anni) questi si usurano rendendo il sensore piu' duro nel girare e di fatto rendendo la misura non piu' accurata e spesso molto piu' imprecisa di quello che si immagina.
    Ho scritto alla fine tutto questo anche per spiegare che nel modello vecchio di cui hai documentato accuratamente , non essendo possibile questa operazione di sostituzione
    della cartuccia velocità, ci si puo' poi trovare con un sensore con il reed nuovo ma con una meccanica vecchia, con attriti, giochi e aderenze e quindi
    imprecisa, che puo' rendere poi di scarsa qualità la misura del vento e quindi in un certo senso vanificare lo sforzo fatto per rimetterlo in funzione.
    Ribadisco comunque che la tua guida è davvero perfetta per chi vuole comunque fare questa riparazione.
    Spero che anche questo mio commento possa essere utile a tanti.
    A presto, Alberto Casappa - Bit Line

    Anemometer Davis 6410-compatibility2.jpg
    Le due versioni, Reed e Hall

    Anemometer Davis 6410-7345.953_2.jpg
    Ricambio cartuccia velocità vento
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Anemometer Davis 6410-compatibility.jpg  

  5. #15
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    70
    Messaggi
    5,120
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da bitbitline Visualizza Messaggio
    Ciao Roberto e.....
    CUT
    Alberto ciao, grazie per i complimenti e per aver aggiunto il tuo contributo basato di sicuro su una tua maggior esperienza acquisita sul "campo"
    Si, di quel nuovo sensore ne avevo letto ma ora finalmente ne vedo almeno la foto, esiste!!! e gradito di sicuro anche il disegno con le diversità dei due gusci.
    Come avevamo detto, quel Reed di vetro è il tallone di Achille dell'anemometro, aver pensato di sostituirlo con un componente allo stato solido alza di molto
    l'affidabilità totale di tale strumento.
    Quel blocchetto rotante mi sembra abbia qualche analogia con quello della VUE di cui ricorda la forma, probabile che l'esperienza fatta da Davis sulle recenti VUE li
    abbia convinti a tale cambiamento.
    Alla luce di quanto hai scritto, in effetti ultimamente mi sono passati per le mani diversi anemometri della VP2 e in particolare ricordo di uno con sulle spalle un solo
    anno di "girate" che comparato con altro anemometro che avevo revisionato e a medesima distanza da una ventola, stentava a partire.
    E' esperienza di questi giorni non riportata sul mio Reportage ma il cuscinetto e la bronzina in effetti si sfilano abbastanza agevolmente dalle loro sedi ed è quello
    che ho fatto....
    Senza usare lubrificanti e dopo accurato lavaggio, in particolare del cuscinetto ma anche della bronzina e del loro asse con uno sgrassante tipo Trielina,
    l'anemometro riprende vita in termini di fluidità e facilità alla partenza ma certamente la sua "vecchiaia" rimane tutta.
    Con l'occasione e con i pezzi rimossi, si deve fare una pulizia anche delle zone prossime che poi sarebbe tutto l'interno del Vano.
    E' anche vero che ho veduto foto su di un sito Francese in cui comparivano vistose macchie di ruggine sulla superficie del cuscinetto, qualità dei cuscinetti usati del
    tutto incommentabile.....
    Posso capire il fatto inevitabile di un accumulo di sporcizia su parti in movimento e ristagnante in spazi angusti, questo, a meno di acquistare anemometri ad
    ultrasuoni, è un problema per tutte le meccaniche che di fatto, è questione di tempo, incide sulle loro prestazioni riferite al nuovo.
    Ma di ruggine su un cuscinetto inox non ne vorrei sentir parlare....
    Leggo anche che in qualche Forum compaiono sigle per acquistare bronzina e cuscinetto nuovi, certo.. stiamo sempre parlando del "fai da te" e questo approccio
    non è amato da tutti.
    Comunque sia, su questo nuovo anemometro almeno possiamo dire che la manutenzione per chi decide di farla da soli, è facilitata per via che ora c'è una cartuccia
    da rimuovere ma rimane che le cose meccaniche nel tempo sono destinate a deteriorarsi e l'anemometro non è il solo componente soggetto a questi problemi.
    Mi riferisco alla costante manutenzione del pluviometro ma anche e sopratutto per chi lo ha, a quella dello schermo ventilato in cui su un documento il motorino viene dichiarato
    come "materiale di consumo" la cui sostituzione è consigliata ogni anno.
    Insomma..... per avere una stazione in efficiente stato di funzionamento, e non mi riferisco solo a Davis, significa doverci mettere o le proprie mani o quelle di qualcun
    altro con una certa frequenza, un po come con un'automobile.... metterci solo benzina e camminarci non è una cosa sensata.
    Grazie ancora per il tuo intervento.
    Ultima modifica di Orso Polare; 26/01/2018 alle 11:45
    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  6. #16
    Bava di vento L'avatar di bitbitline
    Data Registrazione
    26/01/08
    Località
    Parma
    Messaggi
    237
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Alberto ciao, grazie per i complimenti e per aver aggiunto il tuo contributo basato di sicuro su una tua maggior esperienza acquisita sul "campo"
    Si, di quel nuovo sensore ne avevo letto ma ora finalmente ne vedo almeno la foto, esiste!!! e gradito di sicuro anche il disegno con le diversità dei due gusci.
    Come avevamo detto, quel Reed di vetro è il tallone di Achille dell'anemometro, aver pensato di sostituirlo con un componente allo stato solido alza di molto
    l'affidabilità totale di tale strumento.
    Quel blocchetto rotante mi sembra abbia qualche analogia con quello della VUE di cui ricorda la forma, probabile che l'esperienza fatta da Davis sulle recenti VUE li
    abbia convinti a tale cambiamento.
    Alla luce di quanto hai scritto, in effetti ultimamente mi sono passati per le mani diversi anemometri della VP2 e in particolare ricordo di uno con sulle spalle un solo
    anno di "girate" che comparato con altro anemometro che avevo revisionato e a medesima distanza da una ventola, stentava a partire.
    E' esperienza di questi giorni non riportata sul mio Reportage ma il cuscinetto e la bronzina in effetti si sfilano abbastanza agevolmente dalle loro sedi ed è quello
    che ho fatto....
    Senza usare lubrificanti e dopo accurato lavaggio, in particolare del cuscinetto ma anche della bronzina e del loro asse con uno sgrassante tipo Trielina,
    l'anemometro riprende vita in termini di fluidità e facilità alla partenza ma certamente la sua "vecchiaia" rimane tutta.
    Con l'occasione e con i pezzi rimossi, si deve fare una pulizia anche delle zone prossime che poi sarebbe tutto l'interno del Vano.
    E' anche vero che ho veduto foto su di un sito Francese in cui comparivano vistose macchie di ruggine sulla superficie del cuscinetto, qualità dei cuscinetti usati del
    tutto incommentabile.....
    Posso capire il fatto inevitabile di un accumulo di sporcizia su parti in movimento e ristagnante in spazi angusti, questo, a meno di acquistare anemometri ad
    ultrasuoni, è un problema per tutte le meccaniche che di fatto, è questione di tempo, incide sulle loro prestazioni riferite al nuovo.
    Ma di ruggine su un cuscinetto inox non ne vorrei sentir parlare....
    Leggo anche che in qualche Forum compaiono sigle per acquistare bronzina e cuscinetto nuovi, certo.. stiamo sempre parlando del "fai da te" e questo approccio
    non è amato da tutti.
    Comunque sia, su questo nuovo anemometro almeno possiamo dire che la manutenzione per chi decide di farla da soli, è facilitata per via che ora c'è una cartuccia
    da rimuovere ma rimane che le cose meccaniche nel tempo sono destinate a deteriorarsi e l'anemometro non è il solo componente soggetto a questi problemi.
    Mi riferisco alla costante manutenzione del pluviometro ma anche e sopratutto per chi lo ha, a quella dello schermo ventilato in cui su un documento il motorino viene dichiarato
    come "materiale di consumo" la cui sostituzione è consigliata ogni anno.
    Insomma..... per avere una stazione in efficiente stato di funzionamento, e non mi riferisco solo a Davis, significa doverci mettere o le proprie mani o quelle di qualcun
    altro con una certa frequenza, un po come con un'automobile.... metterci solo benzina e camminarci non è una cosa sensata.
    Grazie ancora per il tuo intervento.
    SI confermo, la manutenzione e' alla base di un buon funzionamento, sempre a patto che non diventi una ossessione, visto anche il livello hobbistico
    e di passione che e' poi la maggioranza dei clienti Davis.
    Pe i cuscinetti, bronzine, ecc, occorre considerare che non siamo di fronte a uno strumento che deve guidare la rotta di una nave, anche perché
    il costo sarebbe proibitivo per molti, quindi ci si deve accontentare un po' anche dei materiali già di per sé comunque di buona qualità al miglior prezzo possibile,
    ma sicuramente l'ambiente esterno in cui vengono utilizzati influisce decisamente sull'usura prematura o prolungata del prodotto.
    Considerando ora che la cartuccia velocità vento costa solo 30 euro mi sembra un ottimo passo avanti, speriamo ce ne siano anche altri in futuro !
    A presto e grazie
    Alberto

  7. #17
    Vento teso L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    1,921
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    In effetti il mio anemometro è quello nuovo.

    Inviato dal mio F5321 utilizzando Tapatalk

    Da gennaio 2014 - MIN -9.1°C (28/02/2018) - MAX +37.2°C (22/07/2015)

  8. #18
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    70
    Messaggi
    5,120
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    In effetti il mio anemometro è quello nuovo.

    Inviato dal mio F5321 utilizzando Tapatalk
    Non hai mai scritto del perché vorresti cambiare il tuo anemometro, se per necessità a seguito di rottura di qualche sua parte o se per scrupolo.......
    Perchè se è il tipo nuovo senza Reed ma con il sensore Hall, è difficilissimo che sia rotto.....
    Se invece lo vuyoi sostituire perchè le coppette ti sembra che non girino con venti "molto" deboli, allora, come suggerito da Stefano, non ti rimane che sostituire con maggiore facilità, la sola cartuccia dei cuscinetti, operazione che immagino sia fattibile senza tirare gù tutto l'anemometro ma... dipende dalla tua situazione installativa.

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  9. #19
    Vento teso L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    1,921
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Non hai mai scritto del perché vorresti cambiare il tuo anemometro, se per necessità a seguito di rottura di qualche sua parte o se per scrupolo.......
    Perchè se è il tipo nuovo senza Reed ma con il sensore Hall, è difficilissimo che sia rotto.....
    Se invece lo vuyoi sostituire perchè le coppette ti sembra che non girino con venti "molto" deboli, allora, come suggerito da Stefano, non ti rimane che sostituire con maggiore facilità, la sola cartuccia dei cuscinetti, operazione che immagino sia fattibile senza tirare gù tutto l'anemometro ma... dipende dalla tua situazione installativa.

    No no assolutamente, chiedevo semplicemente a titolo informativo per capire. Tutta la stazione è nuova. :-)

    Almeno adesso so come muovermi in caso di necessità, perché l' anemometro è la parte più complessa della mia installazione, tra cavo interrato, canalette, ecc. Tra le componenti della stazione è quello che vedo più complesso nel mio caso.

    Da gennaio 2014 - MIN -9.1°C (28/02/2018) - MAX +37.2°C (22/07/2015)

  10. #20
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/11/10
    Località
    Barcellona P.G.
    Età
    44
    Messaggi
    81
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Anemometer Davis 6410

    Ciao a tutti, ma il modello 6410 per la Vp2 che si va ad acquistare ora avrebbe questo nuovo sistema visto sopra al posto del reed collocato in quella posizione molto delicata da estrarre ? Oppure si corre il rischio comunque
    di acquistare stesso modello ma magari ante 2013. Purtroppo dopo 7 anni di onorata carriera il mio anemometro ha smesso in maniera del tutto casuale ed improvvisa di visualizzare la velocità mentre la direzione la rileva tranquillamente. Da 3 giorni che ce l'ho giù e sto facendo tutte le prove più immediate e rapide ma non ne vuole più sapere di ripartire mentre prima lo faceva dopo qualche ora dalla sua interruzione. La pulizia non ha prodotto effetti concreti e non ho prove certe ancora che sia il reed. Fra le varie ipotesi è possibile il danneggiamento del plug ad esempio che manifesti quest'anomalia o dal problema, comune a molti, è chiaramente il reed ?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •