Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 31
  1. #11
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,182
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da nikkolos Visualizza Messaggio
    Nel mio caso se invece spinge aria dall’alto in che modo sballa diciamo la rilevazione? Ad ogni modo mi basta invetire le polarità e aspira ma tecnicamente come mai meglio che aspira rispetto a cambiare aria dello schermo dall’alto? Grazie delle informazioni sono curioso e sto cercando di capire bene il funzionamento dello schermo solare Davis
    Mauro saprà di sicuro darti una risposta più tecnica ma a me viene in mente che a partire dal basso...... prima viene l'apertura entrata aria, poi viene il sensore e sopra al tutto c'è la ventola e relativo motore per cui l'aria che salendo sfiora il sensore non è influenzata dal possibile riscaldamento del motore.
    Anche sul fatto che per invertire il senso di rotazione del motore basta invertire le polarità, che tecnicamente è corretto, starei con qualche dubbio...... se guardi sul bordo delle ventole da raffreddamento dei PC noterai che sono sempre stampigliate due frecce, una indica la direzione del flusso e l'altra indica il senso di rotazione della ventola per cui se si vuole nvertire il flusso, si deve girare di 180° tutta la ventola.
    Nel caso del motore "originale" Davis, se hai visto/letto il thread che ti avevo indicato, avrai notato che all'interno del motore, sul rotore, ci sono "incastrati" tre condensatori elettrolitici che come saprai, sono polarizzati per cui se gli mandi tensione contraria, possono scoppiare..... non uccidono nessuno ma il danno è assicurato....

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  2. #12
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Quindi per essere sicuro di alimentare in modo corretto il motore devo smontare la ventola e rispettare le polarità come sono sono disegnate, dall’esterno non esiste un controllo per verificare la giusta polarità della tensione che sto inviando?

  3. #13
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    No, la ventola deve aspirare aria dal basso, quindi in estrazione
    Mauro

    un motore esattamente compatible come dimensioni e come caratteristiche tecniche è questo:
    RF-500TB-18280-R: Nichibo Taiwan : 3 Volt DC Motor - 2104 Rpm 1-3 Volt Range : Electromechanical
    ordinandolo ora arriva a fine ottobre? non c'e' un rivendotore in italia? un saluto

  4. #14
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    1,631
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Mauro saprà di sicuro darti una risposta più tecnica ma a me viene in mente che a partire dal basso...... prima viene l'apertura entrata aria, poi viene il sensore e sopra al tutto c'è la ventola e relativo motore per cui l'aria che salendo sfiora il sensore non è influenzata dal possibile riscaldamento del motore.
    Anche sul fatto che per invertire il senso di rotazione del motore basta invertire le polarità, che tecnicamente è corretto, starei con qualche dubbio...... se guardi sul bordo delle ventole da raffreddamento dei PC noterai che sono sempre stampigliate due frecce, una indica la direzione del flusso e l'altra indica il senso di rotazione della ventola per cui se si vuole nvertire il flusso, si deve girare di 180° tutta la ventola.
    Nel caso del motore "originale" Davis, se hai visto/letto il thread che ti avevo indicato, avrai notato che all'interno del motore, sul rotore, ci sono "incastrati" tre condensatori elettrolitici che come saprai, sono polarizzati per cui se gli mandi tensione contraria, possono scoppiare..... non uccidono nessuno ma il danno è assicurato....

    come sempre concordo, Roberto è sempre un "luminare" su questi aspetti

    scendendo in profondità la risposta rischia di essere lunga e noiosa, comunque, cercando di semplificare al massimo, quando abbiamo a che fare con schermature a ventilazione naturale esistono regole ferree che lasciano poco spazio all'inventiva, tali regole vanno rispettate se si aspira a un risultato soddisfacente

    parlando di ventilazione attiva le scuole di pensiero sono molte e le possibilità di sperimentazione pressocchè infinite, ogni soluzione puiò portare a differenti risultati, anche qui, però, vigono alcune regole.

    Se la ventola è posizionata in alto, essa deve necessariamente aspirare aria, questo consente l'ingresso di aria a temperatura naturale (dal basso) che investe il sensore e sosituisce l'aria calda all'interno della camera sensore che viene espulsa dal lato superiore, mettere in alto una ventola in immissione è sbagliato perchè:

    - si corre il rischio di immettere nella camera sensore aria pescata nella zona inferiore dei piatti superiori, che sono quelli che, in condizioni di radiazione solare importante, tendono a scaldarsi per primi e di più
    - il motore della ventola genera, seppur di scarsa entità, calore, in immisione tale calore andrà a colpire il sensore

    se la ventola viene posizionata in basso allora dovrà essere in immissione, l'aria che entrerà nella camera sensore sarà quella naturale e tenderà a sostituire l'aria più calda presente che verrà espulsa superiormente.

    Personalmente non amo quest'ultima soluzione, si corre il rischio, in caso di ventilazione a regimi sostenuti e con ventole particolarmente efficienti, di andare a pescare aria dal basso non coerente con quella presente ad altezza schermo, il flusso forzato tende a generare un rimescolamento dei primi strati superiori al terreno che può portare ad aspirare aria con caratteristiche termiche differenti da quelle presenti all'altezza dello schermo evidentemente alterando il risultato.
    dimenticavo, in questo caso rimane il problema del calore generato dalla ventola che andrà ad investire il sensore

    Ricordiamo sempre che un sensore di temperatura NON misura mai il misurando, in questo caso l'aria, ma se stesso

    Mauro
    Ultima modifica di capriccio; 14/07/2019 alle 13:09
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  5. #15
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    cavolo siete dei grandi, oggi smonto lo schermo e verifico questa cosa, la mia ventola e' in alto e pertanto dovra aspirare aria, e quindi smonto e devo sentire l'aria salire con la ventola montata esatto?

  6. #16
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    1,631
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da nikkolos Visualizza Messaggio
    cavolo siete dei grandi, oggi smonto lo schermo e verifico questa cosa, la mia ventola e' in alto e pertanto dovra aspirare aria, e quindi smonto e devo sentire l'aria salire con la ventola montata esatto?
    si, avvicinando la mano alla parte superiore devi sentire l'aria spinta dalla ventola
    ps, i "grandi" sono altri

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  7. #17
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    fidatevi che siete grandi, mi avete aiutato molto in questo ultimo anno, consigli, trucchi, info tecniche, ci sono pochissime persone che conoscono questa materia .... e trovare gente come voi per me e' stato favoloso, imparo ogni giorno e sono felice di fare parte di questa comunita' , vi ringrazio davvero tanto !!!!

  8. #18
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Ho verificato ed in effetti spingeva aria in giù , ho invertito le polarità e ora la ventola aspira aria dallo schermo , così è corretto vero? La ventola è in cima allo schermo e devo dire per ora non noto cambiamenti , in che condizioni la inversione di direzione dell’aria si sarebbe notata di più? Un saluto e grazie

  9. #19
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    1,631
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da nikkolos Visualizza Messaggio
    Ho verificato ed in effetti spingeva aria in giù , ho invertito le polarità e ora la ventola aspira aria dallo schermo , così è corretto vero? La ventola è in cima allo schermo e devo dire per ora non noto cambiamenti , in che condizioni la inversione di direzione dell’aria si sarebbe notata di più? Un saluto e grazie
    Allora, ti stai addentrando in un campo delicato, come noterai abbiamo parlato di teorie, di metodologie e di approcci che non portano a stravolgimenti nell'immediato.
    detto ciò certamente le ore che precedono la sera sono le meno indicate, dopo le 18/18,30, anche in pieno periodo estivo, l'inclinazione dei raggi solari permette ai piatti dello schermo di "raffreddarsi" o perlomeno di allinearsi alla reale temperatura dell'aria, questa è una cosa facilmente verificabile se hai una pistola termometrica.

    Di conseguenza, come peraltro nelle ore notturne (con opportuni distinguo), la direzione del flusso di ventilazione diventa ininfluente, o meglio, meno importante.

    Segui sempre la regola che non possiamo effettuare nessun tipo di raffronto, come spesso si legge, con stazioni vicine o con situazioni di giornate precedenti, un sensore di temperatura, ovunque sia inserito, non misura la temperatura dell'aria ma quella di un'infinità di trasferimenti termici, che siano per radiazione diretta, diffusa, riflessa, per conduzione o per irraggiamento.

    Un raffronto minimamente scientifico richiederebbe minimo diue sensori identici, con caratteristiche identiche, con identica dinamica, linearità, accuratezza e precisione, installati in due postazioni gemelle, ad identica altezza da terra, identica esposizione e distanti tra loro non più di 1 metro e facendo attenzione che, nell'arco del giorno, il posizionamento non vada a creare ombreggiamenti indesiderati tra le due stazioni, ecco, a questo punto si può cominiciare a trarre qualche conclusione che abbia una base scientifica.

    Mauro
    Ultima modifica di capriccio; 14/07/2019 alle 20:36
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  10. #20
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/04/18
    Località
    Genova
    Età
    41
    Messaggi
    82
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: informazione tecnica davis pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Allora, ti stai addentrando in un campo delicato, come noterai abbiamo parlato di teorie, di metodologie e di approcci che non portano a stravolgimenti nell'immediato.
    detto ciò certamente le ore che precedono la sera sono le meno indicate, dopo le 18/18,30, anche in pieno periodo estivo, l'inclinazione dei raggi solari permette ai piatti dello schermo di "raffreddarsi" o perlomeno di allinearsi alla reale temperatura dell'aria, questa è una cosa facilmente verificabile se hai una pistola termometrica.

    Di conseguenza, come peraltro nelle ore notturne (con opportuni distinguo), la direzione del flusso di ventilazione diventa ininfluente, o meglio, meno importante.

    Segui sempre la regola che non possiamo effettuare nessun tipo di raffronto, come spesso si legge, con stazioni vicine o con situazioni di giornate precedenti, un sensore di temperatura, ovunque sia inserito, non misura la temperatura dell'aria ma quella di un'infinità di trasferimenti termici, che siano per radiazione diretta, diffusa, riflessa, per conduzione o per irraggiamento.

    Un raffronto minimamente scientifico richiederebbe minimo diue sensori identici, con caratteristiche identiche, con identica dinamica, linearità, accuratezza e precisione, installati in due postazioni gemelle, ad identica altezza da terra, identica esposizione e distanti tra loro non più di 1 metro e facendo attenzione che, nell'arco del giorno, il posizionamento non vada a creare ombreggiamenti indesiderati tra le due stazioni, ecco, a questo punto si può cominiciare a trarre qualche conclusione che abbia una base scientifica.

    Mauro
    Davvero molto interessante! Considerate che ho notato che cambiando la rotazione della ventola ho notato un aumento della umidità registrata e un allineamento rispetto alle stazioni vicine che mi ha quasi stupito , forse prendere aria dall’alto e forse il poco calore
    Del motore rendeva meno umida l’aria dentro lo schermo ? Ad ogni modo più cerco risposte e più escono domande su un semplice schermo solare attivo o passivo dove la maggior parte delle persone lo monta
    e fine... io no... mi piace capire come
    Funziona e trovare ogni miglioria per rendere la rilevazione la più reale possibile .... grazie della spiegazione mi sto addentrando e capisco in un terreno molto interessante ma anche molto impegnativo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •