Pagina 6 di 9 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 82

Discussione: evoluzione di una Vp2

  1. #51
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Raffaello
    Data Registrazione
    19/05/09
    Località
    Scandriglia(RI)
    Età
    49
    Messaggi
    875
    Menzionato
    93 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Beh le professionali utilizzano trasmettitori che hanno caratteristiche migliori di quelle più a basso prezzo. La trasmissione wifi è proprietaria fino al ricevitore che solitamente è un datalogger che poi ha le uscite convenzionali 232,485,ecc.

    Ad esempio il CR6 della Campbell.
    O il CR300 WiFi

    Con migliori intendo stabilità in frequenza, reiezione delle spurie, protezione dai noises, ecc. Il che porta ad avere un segnale più stabile e antenne più performanti senza paura di saturare il ricevitore

    Inviato dal mio Mi Note 10 utilizzando Tapatalk

  2. #52
    Bava di vento L'avatar di MatteoPV
    Data Registrazione
    12/06/18
    Località
    Zavattarello (PV)
    Età
    46
    Messaggi
    223
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da Raffaello Visualizza Messaggio
    @MatteoPV , purtroppo è la fisica che conta in questo caso. Non è necessario avere strumenti di precisione per sapere che qualsiasi oggetto sottoposto alla radiazione solare tenderà ad aumentare la propria temperatura con l'aumentare della radiazione stessa. Non esistono schermature passive che possano sottostimare. Inoltre, la parola sottostimare è utilizzata in maniera impropria.
    La cosiddetta sottostima avviene solo e solamente in particolarissime condizioni meteorologiche in cui la ventola degli schermi solari a ventilazione forzata, usati in maniera impropria, tende ad aspirare anche particelle di pioggia più fredde dell'aria circostante che vanno a toccare il sensore di temperatura.

    Se ti interessa sapere come è stato progettato il Barani MeteoShield Pro, leggi qui:
    MeteoShield Professional New

    Se invece, vuoi fare una lettura veloce e capire come si misura la temperatura atmosferica e quali fenomeni fisici intervengono "intorno" ai termometri e agli schermi solari, leggi qui:
    Il rilevamento della temperatura atmosferica
    E tutti i documenti correlati.
    "non è necessario avare strumenti di riferimento" Perfetto , bastava dirlo subito.

    Infatti è tutta questione di business , non di strumenti. Ma la cosa è lampante , chiarissima.

    Va bene cosi'

  3. #53
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    57
    Messaggi
    4,338
    Menzionato
    88 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da MatteoPV Visualizza Messaggio
    "non è necessario avare strumenti di riferimento" Perfetto , bastava dirlo subito.

    Infatti è tutta questione di business , non di strumenti. Ma la cosa è lampante , chiarissima.

    Va bene cosi'
    ma no, forse non hai ben interpretato il messaggio di @Raffaello
    in ambito metrologico si usano dei sensori, denominati sensori campione, di elevatissime accuratezza e precisione, che vengono sistematicamente tarati su un certo numero di punti fissi, questi punti fissi vengono scelti in base al range del sensore e al tipo di utilizzo che si andrà a fare.
    Si porta poi, con estrema cura (il sensore campione non ama essere sballottolato) in camera climatica e lo si usa per verificare le prestazioni del nostro termometro, o stazione metereologica che sia.

    Una volta in aria libera, in atmosfera, diventa difficile stabilire se il temometro restituirà un valore di temperatura esattamente pari a quello dell'aria, questo per i trasferimenti termici a cui è sottoposto, e l'errore radiativo, di entità variabile, è purtroppo uno di questi, tanto migliore sarà la schermatura che utilizzeremo, tanto minore sarà l'errore radiativo, ecco perchè, in condizioni di radiazione solare presente e ventilazione naturale debole uno schermo passivo non può in nessun caso far registrare al sensore al suo interno una temperatura inferiore a quella dell'aria che lo attraversa.

    se ti basta questo bene, io non ho intenzione di perdere altro tempo con chi non vuol capire, non vuole apprendere e interviene solo per punzecchiare, se vuoi costruire un dibattito siamo tutti pronti, io, con le mie modeste conoscenze, per primo, se devi trollare vallo a fare altrove

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

  4. #54
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Raffaello
    Data Registrazione
    19/05/09
    Località
    Scandriglia(RI)
    Età
    49
    Messaggi
    875
    Menzionato
    93 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da MatteoPV Visualizza Messaggio
    "non è necessario avare strumenti di riferimento" Perfetto , bastava dirlo subito.

    Infatti è tutta questione di business , non di strumenti. Ma la cosa è lampante , chiarissima.

    Va bene cosi'
    Non ho capito cosa intendi. Forse sarebbe il caso che ti spiegassi meglio.

    Io ho cercato di spiegarti in maniera tecnica e scientifica come funzionano le cose.

    Poi sta a te credere in ciò che desideri. Un po come funziona con coloro che credono nella terra piatta.


    Inviato dal mio Mi Note 10 utilizzando Tapatalk

  5. #55
    Moderatore MeteoNetwork Forum
    Data Registrazione
    04/06/02
    Località
    MeteoNetwork
    Messaggi
    1,547
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da MatteoPV Visualizza Messaggio
    "non è necessario avare strumenti di riferimento" Perfetto , bastava dirlo subito.

    Infatti è tutta questione di business , non di strumenti. Ma la cosa è lampante , chiarissima.

    Va bene cosi'
    Se sei qui per condividere l'esperienza sulla strumentazione meteo, bene quindi. Se sei qui per far polemica gratuita che non serve a nessuno prenderemo provvedimenti.
    Moderatore MeteoNetwork Forum

  6. #56
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    57
    Messaggi
    4,338
    Menzionato
    88 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Cercando, per l'ennesima volta, di rientrare in tema, mi sarei orientato su una soluzione nata per il fissaggio degli ombrelloni
    le sue dimensioni mi rassicurano, la facilità di spostamento anche, cosa che per me, che soffro di un problema articolare, è certamente un vantaggio

    evoluzione di una Vp2-schermata-2020-07-15-22-12-11.png

    d'altronde, come già avevo detto, l'altezza totale sarà limitata a 2,5 mt circa ed il pluviometro rimarrà a poche decine di cm da terra

    se poi non va la userò in giardino per altri scopi

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

  7. #57
    Vento fresco L'avatar di Nevizio
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Pianeta Terra (per il momento...)
    Messaggi
    2,904
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    La cosa piu' triste di tutta questa storia è che malgrado si impieghi tantissimo tempo anche adare spiegazione scientifiche c'e' sempre qualcuno che mette tutto da parte e va vanti nei propi credo con il paraocchi come i cavalli,spesso senza neanche un abbozzo di spiegazione a supporto delle propie tesi,io credo che utenti come Raffaello e Mauro invece siano una risorsa nel campo della strumentazione si vede da un km quando impegno dedizione e passione impiegano alla ragione del cercare di migliorare il piu' possibile il monitoraggio,poi alla fine pero' ne beneficiamo tutti,anche coloro che fanno ostruzionismo frontale gratuito,personalmente invece mi sento solo di ringraziarli per tutto cio' che ci hanno fatto capire e imparare,personalmente non mi vergogno di dire che fino a qualche tempo fa per esempio io non sapevo nemmeno dell'esistenza della metrologia....

  8. #58
    Vento fresco L'avatar di Nevizio
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Pianeta Terra (per il momento...)
    Messaggi
    2,904
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Cercando, per l'ennesima volta, di rientrare in tema, mi sarei orientato su una soluzione nata per il fissaggio degli ombrelloni
    le sue dimensioni mi rassicurano, la facilità di spostamento anche, cosa che per me, che soffro di un problema articolare, è certamente un vantaggio

    evoluzione di una Vp2-schermata-2020-07-15-22-12-11.png

    d'altronde, come già avevo detto, l'altezza totale sarà limitata a 2,5 mt circa ed il pluviometro rimarrà a poche decine di cm da terra

    se poi non va la userò in giardino per altri scopi

    Mauro
    Mauro a dire la verità quelle basi nere non mi convincono molto di certo verranno colpite dalla radiazione solare con ovvi svantaggi in termini di rilevamento al limite pitturandoli di bianco forse potrebbe essere una soluzione.

  9. #59
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    57
    Messaggi
    4,338
    Menzionato
    88 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    Mauro a dire la verità quelle basi nere non mi convincono molto di certo verranno colpite dalla radiazione solare con ovvi svantaggi in termini di rilevamento al limite pitturandoli di bianco forse potrebbe essere una soluzione.
    Rispondo "al volo" prima di andare al lavoro,
    grazie per le belle parole del post precedente, tutti apprendiamo da tutti, la condivisione del sapere deve essere un obbligo morale in un forum e non esistono professori, tutti abbiamo da imparare.

    Tornando sui binari e sul tema si, ho postato la prima innagine che mi è apparsa nella ricerca, esistono di vari colori e di certo prenderei il kit bianco

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

  10. #60
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Raffaello
    Data Registrazione
    19/05/09
    Località
    Scandriglia(RI)
    Età
    49
    Messaggi
    875
    Menzionato
    93 Post(s)

    Predefinito Re: evoluzione di una Vp2

    Mauro, anche verde. Il verde assorbe la radiazione rossa, inoltre, non trattiene tanto calore e nemmeno riemette la radiazione allo stesso modo del bianco per l'effetto albedo.

    Se non li trovassi, colorali tu.



    Inviato dal mio Mi Note 10 utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •