Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 50
  1. #31
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    57
    Messaggi
    5,106
    Menzionato
    108 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da m.toso Visualizza Messaggio
    Immaginavo ci fosse questo problema, ho letto qualcosa sul forum in qualche discussione.
    Sono molto indeciso sul da farsi in quanto non vorrei investire molto su questa vecchia Davis. Piuttosto vorrei risparmiare qualche euro per sostituirla del tutto in futuro. Ne guadagnerei con: trasmissione wireless (ora ho la cablata che mi limita moltissimo sul suo posizionamento), il sensore TH più accurato, pluviometro monobascula, aerocone, anemometro a cartuccia, etc. Gli unici euro che ODIEREI spendere sono quelli per il datalogger. Il mio brevetto con il raspberry non funzionerebbe in quanto le nuove console hanno il firmware blindato. Avrei a disposizione un datalogger seriale davis originale (sempre del 2009) ma dubito sia compatibile con le nuove console blindate. Che fastidio!
    Bando alle ciance: io avrei a disposizione un secondo sensore TH identico a quello montato. C'è qualcosa che posso fare per "ricondizionarlo"?
    Ciao,
    rispondo solo all'ultima parte del tuo messaggio, con la presunzione di essere di aiuto

    la "deviazione" dalla taratura di fabbrica, a cui sono sottoposti "tutti" i sensirion originali, o meglio tutti i sensori, viene chiamata drift

    i datasheet dei sensori "seri" dichiarano il drift che, mediamente, per i sensirion è inferiore a 0,04°C/anno sulla temperatura e di 0,5%/anno sull'umidità
    andando ad eseguire un semplice moltiplicazione di tali dati x 12 anni ci può dare un'idea

    si tratta di stime assolutamente approssimative, senza alcuna valenza, senza alcuna certezza, solo una taratura professionale può stabilire in che stato si trovi il sensore, ma un'idea è già possibile farsela

    Per tentativi di ripristino alle condizioni originali, esiste una procedura ufficiale, che non garantisce alcunchè, ma non la vedo fattibile su un sensore Davis, la basetta che lo ospita non reggerebbe il processo di "cottura" del sensore

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  2. #32
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    3,576
    Menzionato
    115 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    In rete dovresti trovare come saltare la blindatura. Viene fatto, il wifidatalogger2 è un ESP8266 e lo fa.
    Vedi qui
    Raspberry Pi / Davis Vantage Pro2 weather station - Page 2 - Raspberry Pi Forums
    e il pdf del thread qui
    http://meteo.annoyingdesigns.com/DavisSPI.pdf
    Edit: aggiungo che si tratta di simulare una particolare memoria SPI da cui viene letto un seriale. Ciò può essere simulato da diversi microcontrollori, anche un Arduino. Occhio ai livelli, se non sbaglio l'Arduino dovrebbe essere una versione a 3.3V, ad esempio un Arduino mini a 8MHz 3.3v, un clone cinese costa un paio di euro.
    Ultima modifica di zoomx; 14/02/2021 alle 14:04

  3. #33
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/06/20
    Località
    Premariacco (UD)
    Età
    30
    Messaggi
    113
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da m.toso Visualizza Messaggio
    Sono molto indeciso sul da farsi in quanto non vorrei investire molto su questa vecchia Davis. Piuttosto vorrei risparmiare qualche euro per sostituirla del tutto in futuro. Ne guadagnerei con: trasmissione wireless (ora ho la cablata che mi limita moltissimo sul suo posizionamento), il sensore TH più accurato, pluviometro monobascula, aerocone, anemometro a cartuccia, etc.
    Sto maturando sempre più l'idea che, per l'uso che ne voglio fare io, l'acquisto di una Davis nuova è economicamente non giustificabile.
    Attualmente ho una Davis del 2007 che mi limita un sacco nel suo posizionamento in quanto cablata.
    Per questo confronto ho avuto modo di conoscere il mondo Ecowitt e rendermi conto di quanto sia facile gestire e manipolare i relativi dati. Avrei la possibilità di separare, senza costosi dispositivi, l'anemometro (sul tetto) dal resto dei sensori.
    Schermo Davis e WH32EP che possiedo già, pluviometro e anemometro da acquistare. In più ci guadagno sensore UV e radiazione solare che in casa Davis mi sarebbero costati un occhio della testa.
    Sono sicuro che il prodotto Davis sia più collaudato e più adatto ad applicazioni aziendali (dove 300 o 1300 euro non cambiano molto), ma mi chiedo se questo ragionamento valga anche per me, un amatore che deve ponderare bene i suoi acquisti dal punto di vista economico.

  4. #34
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    57
    Messaggi
    5,106
    Menzionato
    108 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da m.toso Visualizza Messaggio
    Sto maturando sempre più l'idea che, per l'uso che ne voglio fare io, l'acquisto di una Davis nuova è economicamente non giustificabile.
    Attualmente ho una Davis del 2007 che mi limita un sacco nel suo posizionamento in quanto cablata.
    Per questo confronto ho avuto modo di conoscere il mondo Ecowitt e rendermi conto di quanto sia facile gestire e manipolare i relativi dati. Avrei la possibilità di separare, senza costosi dispositivi, l'anemometro (sul tetto) dal resto dei sensori.
    Schermo Davis e WH32EP che possiedo già, pluviometro e anemometro da acquistare. In più ci guadagno sensore UV e radiazione solare che in casa Davis mi sarebbero costati un occhio della testa.
    Sono sicuro che il prodotto Davis sia più collaudato e più adatto ad applicazioni aziendali (dove 300 o 1300 euro non cambiano molto), ma mi chiedo se questo ragionamento valga anche per me, un amatore che deve ponderare bene i suoi acquisti dal punto di vista economico.
    Ti faccio i miei complimenti, ragionamento che fila perfettamente e che quoto interamente

    fai molta attenzione proprio al discorso "manipolazione dei dati" con ecowitt non è così semplice come con Davis

    in termini di prestazioni pure, posso dirti che un accoppiata wh-ep e un ottimo schermo sono in grado di darti prestazioni superiori ad una vp2 standard e vicine a quella ventilata se lo schermo rientra tra i passivi "top" del momento

    per il sensore UV e radiazione solare posso dire che le prestazioni sono oneste, si deve trovare un attimo l'offset corretto, purtroppo ecowitt non può fare miracoli, il sensore UV e radiazione solare non è un vero sensore dedicato,come invece lo è il Davis, ed il suo costo è difatti ampiamente giustificato, restituisce dei dati basati su calcoli matematici, si tratta di valori stimati, ma discretamente realistici dopo un lavoro di "affinamento"

    Come anemometro non posso dire che davis onestamente sia superiore, soprattuto nel caso si utilizzi la ws80, anche il pluviometro della ecowitt, seppure molto economico, tiene tranquillamente il passo della vp2

    Nessuno dei due sistemi è in grado di fornire prestazioni assolute e al di sopra di ogni sospetto, ma l'aspetto economico, che inevitabilmente impatta con esigenze personali, familiari etc, diventa preponderante

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  5. #35
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/06/20
    Località
    Premariacco (UD)
    Età
    30
    Messaggi
    113
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    fai molta attenzione proprio al discorso "manipolazione dei dati" con ecowitt non è così semplice come con Davis
    Il mio ingresso nel mondo delle stazioni meteo è da informatico (faccio questo come lavoro). Sia i dati della Davis che i dati dell'Ecowitt li gestisco da me e non sto facendo affidamento ai vari software e datalogger di cui leggo nel forum.
    Con la Davis ho dovuto allestire un raspberry, con interfacce hardware e software "home made" (vedasi progetto WOSPI). E' stato relativamente complicato, ma ammetto che sono io che amo cercarmi queste rogne Avrei potuto acquistare qualche datalogger già pronto ma non è che siano proprio economici.
    Con il solo gateway Ecowitt invece posso inviare i dati ogni minuto ad un mio server web (in casa o sul web) e farne quello che voglio in termini di memorizzazione e visualizzazione. Qualche riga in codice PHP, un po' di pazienza ed è fatta. Spesa 0 escluso il gateway (che in ogni caso è economico)! Senza contare che di serie ci sono le interfacce standard verso Wunderground ed il cloud Ecowitt.

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    per il sensore UV e radiazione solare posso dire che le prestazioni sono oneste, si deve trovare un attimo l'offset corretto, purtroppo ecowitt non può fare miracoli, il sensore UV e radiazione solare non è un vero sensore dedicato,come invece lo è il Davis, ed il suo costo è difatti ampiamente giustificato, restituisce dei dati basati su calcoli matematici, si tratta di valori stimati, ma discretamente realistici dopo un lavoro di "affinamento"
    Questa parte mi spaventa: come faccio a stabilire un offset? Dovrei avere un riferimento..


    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Come anemometro non posso dire che davis onestamente sia superiore, soprattutto nel caso si utilizzi la ws80
    Qua ho qualche dubbio in più.
    Già solo la parola "ultrasonico" ti fa venire voglia di acquistare un ws80 A parte gli scherzi: ho letto varie discussioni sul forum a riguardo e ho visto le comparative di Ivano fra WS80 e WS68.
    Da quel che ho capito un anemometro ad ultrasuoni permette di raggiungere accuratezze maggiori e misurare i valori di vento bassi che un anemometro a coppette non sarebbe in grado di rilevare. Da quanto ho capito è più delicato: in caso di gelo o di precipitazioni molto forti potrebbe misurare valori non realistici. Uno a coppette ha la sua inerzia iniziale da superare, ma la sua semplicità lo rende più affidabile. Uno a coppette però deve fare i conti con cuscinetti e relativa usura.
    Per il discorso del gelo ho visto che ci sono anche dei riscaldatori, ma nel tetto non avrei corrente elettrica.
    C'è anche il discorso intervallo di campionamento: la WS68 ha 17 secondi, la WS80 5 secondi. Con la WS68 ho maggiore possibilità di "perdere" valori estremi. Guardando però gli excel comparativi di Ivano ho visto che i valori massimi e i valori medi di vento e raffica non sono poi così distanti.
    La ragione mi dice WS68, l'istinto mi dice WS80.

    Il mio obiettivo, da perseguire senza vincoli di tempo, è raggiungere una configurazione affidabile con un'installazione più a norma possibile da poter inserire nella rete meteonetwork.
    Al momento sto desistendo in quanto
    - sto ancora valutando le prestazioni del vecchio sensore Davis
    - odio il punto in cui l'ho installata (sopra il tetto del garage, 2 metri sopra la carta catramata) e a cui sono vincolato in quanto devo avere wifi e corrente elettrica a disposizione. L'unica cosa comoda è che manutenzione e ispezioni sono facilissime
    - alla prima occasione (domani o fra n anni) cambierò casa e quindi dovrei rivedere tutto da capo.

    Consigli per testare schermo ventilato 24h-img_2440.jpg
    Ultima modifica di m.toso; 23/02/2021 alle 20:14

  6. #36
    Vento teso L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    50
    Messaggi
    1,869
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da m.toso Visualizza Messaggio
    Il mio ingresso nel mondo delle stazioni meteo è da informatico (faccio questo come lavoro). Sia i dati della Davis che i dati dell'Ecowitt li gestisco da me e non sto facendo affidamento ai vari software e datalogger di cui leggo nel forum.
    Con la Davis ho dovuto allestire un raspberry, con interfacce hardware e software "home made" (vedasi progetto WOSPI). E' stato relativamente complicato, ma ammetto che sono io che amo cercarmi queste rogne Avrei potuto acquistare qualche datalogger già pronto ma non è che siano proprio economici.
    Con il solo gateway Ecowitt invece posso inviare i dati ogni minuto ad un mio server web (in casa o sul web) e farne quello che voglio in termini di memorizzazione e visualizzazione. Qualche riga in codice PHP, un po' di pazienza ed è fatta. Spesa 0 escluso il gateway (che in ogni caso è economico)! Senza contare che di serie ci sono le interfacce standard verso Wunderground ed il cloud Ecowitt.



    Questa parte mi spaventa: come faccio a stabilire un offset? Dovrei avere un riferimento..




    Qua ho qualche dubbio in più.
    Già solo la parola "ultrasonico" ti fa venire voglia di acquistare un ws80 A parte gli scherzi: ho letto varie discussioni sul forum a riguardo e ho visto le comparative di Ivano fra WS80 e WS68.
    Da quel che ho capito un anemometro ad ultrasuoni permette di raggiungere accuratezze maggiori e misurare i valori di vento bassi che un anemometro a coppette non sarebbe in grado di rilevare. Da quanto ho capito è più delicato: in caso di gelo o di precipitazioni molto forti potrebbe misurare valori non realistici. Uno a coppette ha la sua inerzia iniziale da superare, ma la sua semplicità lo rende più affidabile. Uno a coppette però deve fare i conti con cuscinetti e relativa usura.
    Per il discorso del gelo ho visto che ci sono anche dei riscaldatori, ma nel tetto non avrei corrente elettrica.
    C'è anche il discorso intervallo di campionamento: la WS68 ha 17 secondi, la WS80 5 secondi. Con la WS68 ho maggiore possibilità di "perdere" valori estremi. Guardando però gli excel comparativi di Ivano ho visto che i valori massimi e i valori medi di vento e raffica non sono poi così distanti.
    La ragione mi dice WS68, l'istinto mi dice WS80.

    Il mio obiettivo, da perseguire senza vincoli di tempo, è raggiungere una configurazione affidabile con un'installazione più a norma possibile da poter inserire nella rete meteonetwork.
    Al momento sto desistendo in quanto
    - sto ancora valutando le prestazioni del vecchio sensore Davis
    - odio il punto in cui l'ho installata (sopra il tetto del garage, 2 metri sopra la carta catramata) e a cui sono vincolato in quanto devo avere wifi e corrente elettrica a disposizione. L'unica cosa comoda è che manutenzione e ispezioni sono facilissime
    - alla prima occasione (domani o fra n anni) cambierò casa e quindi dovrei rivedere tutto da capo.

    Consigli per testare schermo ventilato 24h-img_2440.jpg
    oddio quel fondo nero , non è davvero il massimo potresti fare come me e mettere l'erbetta sintetica sotto Consigli per testare schermo ventilato 24h-erbetta-sint-.jpg la scelta tra ws68 e ws80 è normale che l'istinto ti porta a scegliere la ws80 , ma la ws68 va davvero bene , la differenza di prezzo c'è , se devi prenderla solo per usarla come anemometro , conviene prendere la ws68,

  7. #37
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/06/20
    Località
    Premariacco (UD)
    Età
    30
    Messaggi
    113
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Quel fondo scuro è terribile, sì. Ma se passo a Ecowitt sposto tutto dove c'è vera erba!

    Ottimo il tuo consiglio per l'anemometro: terrò conto, in quanto dovrà fare solo e soltanto l'anemometro.

  8. #38
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/06/20
    Località
    Premariacco (UD)
    Età
    30
    Messaggi
    113
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    la scelta tra ws68 e ws80 è normale che l'istinto ti porta a scegliere la ws80 , ma la ws68 va davvero bene , la differenza di prezzo c'è , se devi prenderla solo per usarla come anemometro , conviene prendere la ws68,
    Approfitto ancora della tua presenza... Quali sono le tue conclusioni sul lungo intervallo di campionamento del ws68 rispetto al ws80 o a una davis? Le differenze sono sostanziali?
    Sei mai riuscito a raggiungere i limiti della ws80? (Ghiaccio, grandi intemperie..)

    Grazie
    Matteo


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  9. #39
    Vento teso L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    50
    Messaggi
    1,869
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    ciao Matteo,il discorso è semplice , tutto sta a che importanza tu dai al rilevamento del vento, se per te questo parametro è importante , prendi la ws80 , se invece ti basta avere dei valori tanto per avere una stima dell'andamento del vento prendi la ws68, è chiaro che il fatto che rileva ogni 17 secondi può perdere parecchi valori rispetto alla ws80, ma sei hai visto i confronti che ho fatto tra i due sensori , alla fine è piu' che accettabile la ws68 , inoltre per quanto riguarda la rilevazione della radiazione solare ed UV è molto piu' lineare e preciso rispetto alla ws80 , infatti io per i miei grafici uso i valori di rad e UV uso la ws68 , per i limiti atmosferici , escludo il ghiaccio ma con forti acquazzoni grandine e forte vento fino a 118 km/h ha resistito tranquillamente , ultimo aspetto considera la differenza di prezzo , che non è del tutto un dettaglio da poco

  10. #40
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/06/20
    Località
    Premariacco (UD)
    Età
    30
    Messaggi
    113
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Consigli per testare schermo ventilato 24h

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    ciao Matteo,il discorso è semplice , tutto sta a che importanza tu dai al rilevamento del vento, se per te questo parametro è importante , prendi la ws80 , se invece ti basta avere dei valori tanto per avere una stima dell'andamento del vento prendi la ws68, è chiaro che il fatto che rileva ogni 17 secondi può perdere parecchi valori rispetto alla ws80, ma sei hai visto i confronti che ho fatto tra i due sensori , alla fine è piu' che accettabile la ws68
    Un'ulteriore domanda sull'intervallo di campionamento in generale, non necessariamente relativa agli anemometri Ecowitt. Ma prendo ad esempio proprio il WS80 ed il WS68.
    Uno ha frequenza di campionamento 5 secondi e l'altro 17. Ma che senso hanno questi intervalli se poi i dati vengono inviati solo ogni minuto ai server esterni? Il dato che viene inviato ai server esterni è quello corrente o c'è un'elaborazione che viene fatta dal gateway?

    Esempio:
    x è l'istante in cui il gateway invia i dati al server, T è l'intervallo di invio dei dati al server (mettiamo conto 1 minuto). Raggiunto l'istante x, il gateway cosa fa? Invia:
    1) il dato rilevato al momento x
    2) o il dato massimo rilevato nell'intervallo [x-T, T]
    3) o qualche altra elaborazione dei dati rilevati nell'intervallo [x-T, x] ?

    Mi rendo conto che sto andando un po' off topic, ma se dovessi fare una nuova discussione per ogni domanda che mi sorge, intaserei il forum!

    Grazie
    Matteo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •