Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25
  1. #11
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    51
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da Blackfox Visualizza Messaggio
    Per dire..in questo momento sta spirando un venticello (10-12 km h dimedia) che aiuta parecchio a ridurre gli errori di rilevamento dovuti agli schermi passivo..... il TH della Vue rileva +31.7°C, l' altro (un sensore Froggit) in schermo Davis 7714 giusto 31.8°C
    Un sensore froggit a scatoletta nel Davis 7714 ? se è così non fidarti di quei valori,

  2. #12
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    Località
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    14,931
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    Un sensore froggit a scatoletta nel Davis 7714 ? se è così non fidarti di quei valori,
    Ti dirrò....sicuramente è più lento del Davis nell' adeguarsi ai cambiamenti termici, ma le numerose prove fatte mi indicano una buona prestazione complessiva del sistema, poi non sono un " maniaco delle rilevazioni"...per me 2-3 decimi di differenza son trascurabili
    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione tsc009 rete MNW-CEM quota 158 m slm; Il sito meteo:**Rignano meteo_dati meteo on line**






  3. #13
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    51
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da Blackfox Visualizza Messaggio
    Ti dirrò....sicuramente è più lento del Davis nell' adeguarsi ai cambiamenti termici, ma le numerose prove fatte mi indicano una buona prestazione complessiva del sistema, poi non sono un " maniaco delle rilevazioni"...per me 2-3 decimi di differenza son trascurabili
    L'unico modo per fare un Davis 7714 performante è questo -received_244260520298544.jpeg anch'io le ho provate tutte -20191029_172104-1-.jpg-img_20200221_102447.jpg e ti assicuro che non parliamo di 2/3 decimi

  4. #14
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    58
    Messaggi
    5,420
    Menzionato
    120 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Porto il mio poverissimo contributo
    sono stato sempre, perlomeno fino a un pò di tempo fa, attento addirittura al decimo, poi, pian piano, con l'avvenuta crescita della consapevolezza di certi aspetti, ho iniziato a vedere le cose in maniera un poco diversa

    Sono molto più attento ad osservare una tendenza, e una "ripetibilità" di una performance più che al dato in se, e credo sia un passo che, prima o poi, tocchi qualunque appassionato che voglia evolvere le proprie conoscenze in questo campo.

    I decimi, i centesimi, sono importanti in un processo adiabatico

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  5. #15
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    51
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Porto il mio poverissimo contributo
    sono stato sempre, perlomeno fino a un pò di tempo fa, attento addirittura al decimo, poi, pian piano, con l'avvenuta crescita della consapevolezza di certi aspetti, ho iniziato a vedere le cose in maniera un poco diversa

    Sono molto più attento ad osservare una tendenza, e una "ripetibilità" di una performance più che al dato in se, e credo sia un passo che, prima o poi, tocchi qualunque appassionato che voglia evolvere le proprie conoscenze in questo campo.

    I decimi, i centesimi, sono importanti in un processo adiabatico

    Mauro
    Si si son pur sempre decimi , ma tu sai benissimo la differenza tra uno scatolotto dentro il Davis ed una sonda dentro il Davis

  6. #16
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    58
    Messaggi
    5,420
    Menzionato
    120 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    Si si son pur sempre decimi , ma tu sai benissimo la differenza tra uno scatolotto dentro il Davis ed una sonda dentro il Davis
    Certo, lo so perfettamente, si tratta di una somma di costanti di tempo, nulla di più

    il fatto è che, in assenza della conoscenza del dato fondamentale, il "misurando", tendo più a valutare la situazione in un contesto più ampio e generale

    Ovvio che non accetto un dato visibilmente errato, ma cerco di valutarlo in maniera più ampia, la riconsiderazione di certi progetti di schermatura inizialmente abbandonati, forse con eccessivo entusiasmo in questo settore, ne è un chiaro indicatore.

    Se una schermatura è inefficiente, lo è, è visibile a chiunque, e non fa testo, ma le diverse tipologie di approccio, se valide tecnicamente, possono essere interessanti a prescindere dal dato momentaneo, un appassionato che intenda realmente conoscerle, dovrebbe, e tu ne sei un ottimo esempio, averle disponibili, e raffrontarle ma serenamente, non c'è buono o cattivo a certi livelli, ma ci sono i "diversi"

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  7. #17
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    Località
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    14,931
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Dopo anni passati a sperimentare e cercare di migliorare, mi sono un po' (da diverso tempo) "seduto" e adesso sto più attento a misurare l'andamento degli eventi nel corso del tempo piuttosto che misurare in sè al decimo di grado o al mm parlando di precipitazioni

    Le mie condizioni operative già non sono ottimali (trattasi di stazione urbana), le fonti che possono introdurre un errore possono essere numerose, ma questo è.......

    Io cerco di mantenere il più possibile "costante" a livello di caratteristiche la mia stazione che ormai comincia ad avere una buona serie di dati, osservando nel tempo le variazioni dei parametri registrati.....ed osservo più che altro i valori medi giornalieri piuttosto che il dato "secco"

    Per dire.....avrebbe senso adesso dopo molti anni che utilizzo un passivo metter su un ventilato H24 ? Registrei con ogni probabilità delle "anomalie" (in certe giornate) che mi porterebbero a pensare a temperature più "fresche" durante le giornate torride e più miti durante la stagione invernale....con alterazioni delle medie storiche registrate fino ad adesso

    Qualcuno potrà dire.....si ok....ma allora tutti i tuoi dati sono affetti da errori da sempre.....SI....ma essendo stati registrati con lo stesso probabile errore alla fine le variazioni le vedo lo stesso ed a me questo interessa
    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione tsc009 rete MNW-CEM quota 158 m slm; Il sito meteo:**Rignano meteo_dati meteo on line**






  8. #18
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    58
    Messaggi
    5,420
    Menzionato
    120 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da Blackfox Visualizza Messaggio
    Dopo anni passati a sperimentare e cercare di migliorare, mi sono un po' (da diverso tempo) "seduto" e adesso sto più attento a misurare l'andamento degli eventi nel corso del tempo piuttosto che misurare in sè al decimo di grado o al mm parlando di precipitazioni

    Le mie condizioni operative già non sono ottimali (trattasi di stazione urbana), le fonti che possono introdurre un errore possono essere numerose, ma questo è.......

    Io cerco di mantenere il più possibile "costante" a livello di caratteristiche la mia stazione che ormai comincia ad avere una buona serie di dati, osservando nel tempo le variazioni dei parametri registrati.....ed osservo più che altro i valori medi giornalieri piuttosto che il dato "secco"

    Per dire.....avrebbe senso adesso dopo molti anni che utilizzo un passivo metter su un ventilato H24 ? Registrei con ogni probabilità delle "anomalie" (in certe giornate) che mi porterebbero a pensare a temperature più "fresche" durante le giornate torride e più miti durante la stagione invernale....con alterazioni delle medie storiche registrate fino ad adesso

    Qualcuno potrà dire.....si ok....ma allora tutti i tuoi dati sono affetti da errori da sempre.....SI....ma essendo stati registrati con lo stesso probabile errore alla fine le variazioni le vedo lo stesso ed a me questo interessa
    Quoto le virgole, oltre al testo

    correggerei solo che una stazione urbana non introduce "errori" a causa del suo posizionamento, in questa scienza non ci sono errori, o meglio non sono questi gli errori

    ciò che viene influenzata è l'incertezza di misura, cioè quanto il tuo dato sia più o meno valido in un contesto climatico generale, e ovviamente il tuo non sarà molto valido, ma è valido per te parlando a livello microclimatico

    Hai fatto di tutto per mantenere inalterate le condizioni, e questo significa aver mantenuto costante questa incertezza di misura, non errore, e pertanto i tuoi dati sono validi e utili seppure solo nel tuo contesto

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  9. #19
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    Località
    Ortelle (LE)
    Età
    51
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da Blackfox Visualizza Messaggio
    Dopo anni passati a sperimentare e cercare di migliorare, mi sono un po' (da diverso tempo) "seduto" e adesso sto più attento a misurare l'andamento degli eventi nel corso del tempo piuttosto che misurare in sè al decimo di grado o al mm parlando di precipitazioni

    Le mie condizioni operative già non sono ottimali (trattasi di stazione urbana), le fonti che possono introdurre un errore possono essere numerose, ma questo è.......

    Io cerco di mantenere il più possibile "costante" a livello di caratteristiche la mia stazione che ormai comincia ad avere una buona serie di dati, osservando nel tempo le variazioni dei parametri registrati.....ed osservo più che altro i valori medi giornalieri piuttosto che il dato "secco"

    Per dire.....avrebbe senso adesso dopo molti anni che utilizzo un passivo metter su un ventilato H24 ? Registrei con ogni probabilità delle "anomalie" (in certe giornate) che mi porterebbero a pensare a temperature più "fresche" durante le giornate torride e più miti durante la stagione invernale....con alterazioni delle medie storiche registrate fino ad adesso

    Qualcuno potrà dire.....si ok....ma allora tutti i tuoi dati sono affetti da errori da sempre.....SI....ma essendo stati registrati con lo stesso probabile errore alla fine le variazioni le vedo lo stesso ed a me questo interessa
    Ma si hai perfettamente ragione, non sto dicendo che i tuoi dati so sballati anzi lo scopo è monitorare il clima nel corso degli anni e non serve essere precisi al decimo, anche perché come dice Mauro, va a sapere quale è il vero valore di temperatura io so fissato un po', combatto con i decimi , ma è solo per pura curiosità, e passione ma alla fine anche amme serve uno storico dei valori meteo nel tempo,

  10. #20
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    58
    Messaggi
    5,420
    Menzionato
    120 Post(s)

    Predefinito Re: Sensore T/H Vantage Vue dentro schermo VP2. La sovrastima è ormai un lontano ricordo...

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    Ma si hai perfettamente ragione, non sto dicendo che i tuoi dati so sballati anzi lo scopo è monitorare il clima nel corso degli anni e non serve essere precisi al decimo, anche perché come dice Mauro, va a sapere quale è il vero valore di temperatura io so fissato un po', combatto con i decimi , ma è solo per pura curiosità, e passione ma alla fine anche amme serve uno storico dei valori meteo nel tempo,
    Giustissimo approccio

    il problema generale è che i dati servono a diversi scopi, tra cui, soprattutto oggi, in ambito climatologico.

    Detto ciò, in assenza di una verità assoluta, un cambio di tecnologia comporta sempre un immenso lavoro, da parte dei climatologi per "armonizzare" i dati precedentemente rilevati, adattandoli ai miglioramenti introdotti dalla nuova tecnologia.

    Questo lavoro, estremamente impegnativo, sarebbe facilitato se, la nuova tecnologia adottata, consentisse prestazioni ripetibili in ogni condizione, cosa che, con gli schermi solari, NON è fattibile, come diceva il buon Sparkles già nel 1973, lo schermo solare a piatti ideale non è stato ancora ideato ne realizzato, le sue prestazioni sono estremamente legate al contesto in cui viene utilizzato, alla latitudine in cui si trova, alle condizioni atmosferiche, e ad un infinità di "disturbi" o, più propriamente di trasferimenti termici indesiderati in cui si trova ad operare

    Il sensore di temperatura a contatto al suo interno non misura MAI la temperatura dell'aria, ma la SUA temperatura, che è la risultante di detti trasferimenti termici, a lui non imputabili

    Giustissimo procedere nella ricerca e nel tentare di ottenere risultati presumibilmente più realistiici possibile, non fa parte della climatologia, ma della ricerca, anch'essa fondamentale

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •