Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Vento moderato L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    20
    Messaggi
    1,022
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Ciao a tutti, eccomi tornato dopo vari anni in questa sezione del forum
    Ho una domanda particolare per voi oggi: qualche settimana fa ho fatto la mia manutenzione "estrema", come la chiamo io, alla mia Davis (ovvero smonto lo schermo solare e pulisco tutti i piattini, ricalibro i tiranti, eccetera). Una volta giunto alla manutenzione del blocco anemometro, che faccio due volte l'anno per non esagerare, ho fatto la stessa cosa di sempre: con l'"allan wrench" ho smontato anemoscopio e anemometro e, dopo aver dato una pulita agli strumenti, ho passato un po' di scottex attorno all'ingranaggio sul quale ruotano l'uno e l'altro; tuttavia, stavolta lo scottex mi si è sporcato (un po', non tantissimo) di nero. Mi è quindi venuta l'ansia di aver tolto "lubrificante" a questi ingranaggi e temo ora che l'anenometro e la banderuola abbiano una minore sensibilità alle brezze più leggere rispetto a prima. Voi che dite? Devo metterci del lubrificante/qualcos'altro?
    Grazie


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

    Fondatore di Centro Meteorologico Bolognese

    Sito personale: https://martinmb.wixsite.com/*******martinmb

    Stazione meteo: http://www.meteosystem.com/dati/sanchierlo/index.php

  2. #2
    Brezza leggera L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    23
    Messaggi
    407
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Ciao!

    Da possessore di una Davis Vp2 da ben 5 anni a breve, Febbraio 2018, anche il mio anemometro e più precisamente la banderuola di direzione, nell'ultimo periodo ha iniziato a essere più macchinosa e meno sensibile ai cambi di direzione con velocità nell'ordine dei 3/6 km/h. Oltre queste intensità pian piano la banderuola assumeva la vera direzione del vento.

    Qualche mese fa durante la solita manutenzione ho applicato sull'albero della banderuola dello svitol e del grasso (più duraturo nel tempo) ovviamente non in quantità industriali sempre con premura e delicatezza. E sempre dopo aver dato una pulita molto minuziosa per evitare di amalgamare sporcizia e lubrificante.
    Ho avuto sin da subito ottimi risultati e adesso la banderuola è sensibilissima tantoché ruota anche con vento a 0 km/h (praticamente come nuova)

    Per la direzione del vento mai avuto problemi e dopo 5 anni è ancora sensibilissimo alle bave più lente. Ovviamente se il problema per il tuo caso riguarda anche le coppette, potresti fare lo stesso.

    Se ti va aggiornami sul risultato qualora optassi per questa soluzione.

    Ciao

  3. #3
    Vento moderato L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    20
    Messaggi
    1,022
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Ciao!

    Da possessore di una Davis Vp2 da ben 5 anni a breve, Febbraio 2018, anche il mio anemometro e più precisamente la banderuola di direzione, nell'ultimo periodo ha iniziato a essere più macchinosa e meno sensibile ai cambi di direzione con velocità nell'ordine dei 3/6 km/h. Oltre queste intensità pian piano la banderuola assumeva la vera direzione del vento.

    Qualche mese fa durante la solita manutenzione ho applicato sull'albero della banderuola dello svitol e del grasso (più duraturo nel tempo) ovviamente non in quantità industriali sempre con premura e delicatezza. E sempre dopo aver dato una pulita molto minuziosa per evitare di amalgamare sporcizia e lubrificante.
    Ho avuto sin da subito ottimi risultati e adesso la banderuola è sensibilissima tantoché ruota anche con vento a 0 km/h (praticamente come nuova)

    Per la direzione del vento mai avuto problemi e dopo 5 anni è ancora sensibilissimo alle bave più lente. Ovviamente se il problema per il tuo caso riguarda anche le coppette, potresti fare lo stesso.

    Se ti va aggiornami sul risultato qualora optassi per questa soluzione.

    Ciao
    Ciao, in realtà non è che ho notato un calo della precisione, anche perché non so come fare a notarlo, ma temo di aver tolto lubrificante agli ingranaggi per il fatto che pulendoli lo scottex si è sporcato di nero…quindi non capisco. Comunque grazie per il consiglio, ci penso assolutamente


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

    Fondatore di Centro Meteorologico Bolognese

    Sito personale: https://martinmb.wixsite.com/*******martinmb

    Stazione meteo: http://www.meteosystem.com/dati/sanchierlo/index.php

  4. #4
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    24
    Messaggi
    4,751
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Ciao, io avevo riscontrato il problema della "minor sensibilità" alla rotazione delle coppette dopo qualche anno di utilizzo, molto prima dei vostri 5 anni e si capiva toccandole che il movimento era come limitato da qualcosa (facendo anche un lieve fruscio).

    Ho risolto sostituendo la cartuccia dell'anemometro (se non erro il numero prodotto DW-7345.953). Nulla da osservare sulla banderuola invece.
    Stazione Davis Vantage Pro 2

  5. #5
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    74
    Messaggi
    5,477
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Ciao, io avevo riscontrato il problema della "minor sensibilità" alla rotazione delle coppette dopo qualche anno di utilizzo, molto prima dei vostri 5 anni e si capiva toccandole che il movimento era come limitato da qualcosa (facendo anche un lieve fruscio).

    Ho risolto sostituendo la cartuccia dell'anemometro (se non erro il numero prodotto DW-7345.953). Nulla da osservare sulla banderuola invece.
    Tutte le parti meccaniche, al contrario di quelle elettroniche, è questione di tempo ( e non solo) ma sono destinate ad usurarsi....
    Oltre al tempo che scorre, altri fattori che pregiudicano la durata di un "meccanismo" è l'ambiente dove si trova, può essere un ambiente ostile come quello marino con la salsedine oppure il vicino altoforno dell'acciaieria o raffineria o altro di simile per cui la sua durata diventa molto variabile.
    Oltre ai fattori esterni non desiderati, c'è l'usura "congenita" sul loro ruotare.... sulle coppette c'è un cuscinetto ed una bronzina (almeno sul modello senza "cartuccia") La bronzina tende a fare ossido verderame che poi diventa una specie di leggera pasta... mentre il cuscinetto che non è un gioiello di cuscinetto dato che è risultato potersi attaccare ad un magnete per cui si esclude una fabbricazione accurata fatta con parti di acciaio inox che è amagnetico, si logora sia nelle sue sferette che nella loro sede, alla fine la reattività alle bave di vento è assicurata.
    Invece la Banderuola, parliamo sempre delle VP2, è realizzata con un potenziometro senza fine corsa....
    Immaginate una ciambellina con spigoli vivi su cui e per tutta la sua circonferenza è avvolto stretto stretto, ma senza mai toccare una spira con l'altra, un filo di resistenza tipo costantana che sulla superficie che "guarda al cielo" è quasi perfettamente piatta e il filo sulla superficie detta, è senza lo smalto di isolamento.
    La parte in plastica rotante della banderuola è fissata ad un asse metallico che poi è l'asse centrale di questo potenziometro, asse che internamente al potenziometro è dotato di una spazzola conduttiva, potrebbe essere con buona probabilità un carboncino tipo quello che si trova nei motori a spazzole, carboncino che pur facendo un contatto elettrico con le spire superiori, non consuma eccessivamente le spire di costantana su cui poggia (con una piccola molla che la spinge) e ruota. Nel poggiare rileva un valore di resistenza variabile rispetto al punto in cui poggia e questo valore è elaborato in termini di posizione.
    Però nel tempo è inevitabile che carboncino e spire vadano incontro ad un' usura per attrito ed infatti diversi utenti lamentano " buchi" di rilevamento sulla direzione oppure il famigerato Nord fisso che poi corrisponde al valore della resistenza interrotta.
    La banderuola è di sicuro molto protetta da infiltrazioni ( il potenziometro è un "Burns" che è leader nel suo settore) al contrario del sistema delle coppette che invece è più soggetto ad infiltrazioni sia di piogge che di polveri.
    Io sono accanito sostenitore della manutenzione e recupero fino a reale fine vita degli oggetti, anche oltre il meteo, tutto compreso...... per cui consiglio sempre di metterci mano e tentare di "resuscitare" gli oggetti, quello che non faccio mai è mettere lubrificanti più o meno liquidi su cose che lavorano in ambienti aperti, questi lubrificanti fanno l'effetto "miracolo" appena messi ma dopo poco fanno effetto "calamita" alle polveri che arrivano..... per cui la mia manutenzione è quella di smontare assi, bronzine e altro e pulirle bene con un leggero diluente tipo trielina o avio in modo tale da toglier sporcizie varie che frenano il movimento, un'asse pulito resiste molto bene alla possibilità di far aderire granelli di polvere, sabbia o simili ma è questione di tempo e poi si vedrà di nuovo sul cotton-fiocc quel "nero" di fuliggine che respiriamo anche noi....

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  6. #6
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    24
    Messaggi
    4,751
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Citazione Originariamente Scritto da Orso Polare Visualizza Messaggio
    Tutte le parti meccaniche, al contrario di quelle elettroniche, è questione di tempo ( e non solo) ma sono destinate ad usurarsi....
    Oltre al tempo che scorre, altri fattori che pregiudicano la durata di un "meccanismo" è l'ambiente dove si trova, può essere un ambiente ostile come quello marino con la salsedine oppure il vicino altoforno dell'acciaieria o raffineria o altro di simile per cui la sua durata diventa molto variabile.
    Oltre ai fattori esterni non desiderati, c'è l'usura "congenita" sul loro ruotare.... sulle coppette c'è un cuscinetto ed una bronzina (almeno sul modello senza "cartuccia") La bronzina tende a fare ossido verderame che poi diventa una specie di leggera pasta... mentre il cuscinetto che non è un gioiello di cuscinetto dato che è risultato potersi attaccare ad un magnete per cui si esclude una fabbricazione accurata fatta con parti di acciaio inox che è amagnetico, si logora sia nelle sue sferette che nella loro sede, alla fine la reattività alle bave di vento è assicurata.
    Invece la Banderuola, parliamo sempre delle VP2, è realizzata con un potenziometro senza fine corsa....
    Immaginate una ciambellina con spigoli vivi su cui e per tutta la sua circonferenza è avvolto stretto stretto, ma senza mai toccare una spira con l'altra, un filo di resistenza tipo costantana che sulla superficie che "guarda al cielo" è quasi perfettamente piatta e il filo sulla superficie detta, è senza lo smalto di isolamento.
    La parte in plastica rotante della banderuola è fissata ad un asse metallico che poi è l'asse centrale di questo potenziometro, asse che internamente al potenziometro è dotato di una spazzola conduttiva, potrebbe essere con buona probabilità un carboncino tipo quello che si trova nei motori a spazzole, carboncino che pur facendo un contatto elettrico con le spire superiori, non consuma eccessivamente le spire di costantana su cui poggia (con una piccola molla che la spinge) e ruota. Nel poggiare rileva un valore di resistenza variabile rispetto al punto in cui poggia e questo valore è elaborato in termini di posizione.
    Però nel tempo è inevitabile che carboncino e spire vadano incontro ad un' usura per attrito ed infatti diversi utenti lamentano " buchi" di rilevamento sulla direzione oppure il famigerato Nord fisso che poi corrisponde al valore della resistenza interrotta.
    La banderuola è di sicuro molto protetta da infiltrazioni ( il potenziometro è un "Burns" che è leader nel suo settore) al contrario del sistema delle coppette che invece è più soggetto ad infiltrazioni sia di piogge che di polveri.
    Io sono accanito sostenitore della manutenzione e recupero fino a reale fine vita degli oggetti, anche oltre il meteo, tutto compreso...... per cui consiglio sempre di metterci mano e tentare di "resuscitare" gli oggetti, quello che non faccio mai è mettere lubrificanti più o meno liquidi su cose che lavorano in ambienti aperti, questi lubrificanti fanno l'effetto "miracolo" appena messi ma dopo poco fanno effetto "calamita" alle polveri che arrivano..... per cui la mia manutenzione è quella di smontare assi, bronzine e altro e pulirle bene con un leggero diluente tipo trielina o avio in modo tale da toglier sporcizie varie che frenano il movimento, un'asse pulito resiste molto bene alla possibilità di far aderire granelli di polvere, sabbia o simili ma è questione di tempo e poi si vedrà di nuovo sul cotton-fiocc quel "nero" di fuliggine che respiriamo anche noi....

    Grazie per la tua esperienza molto esaustiva.
    Stazione Davis Vantage Pro 2

  7. #7
    Vento moderato L'avatar di Ragnarok
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    20
    Messaggi
    1,022
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Ringrazio entrambi per la risposta, ma non mi è ancora chiaro il punto fondamentale della questione: il fatto che pulendo gli ingranaggi mi si sia sporcato lo scottex di nero vuol dire che ho tolto materiale importante per la sensibilità degli strumenti e devo quindi sistemare la cosa oppure no?


    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

    Fondatore di Centro Meteorologico Bolognese

    Sito personale: https://martinmb.wixsite.com/*******martinmb

    Stazione meteo: http://www.meteosystem.com/dati/sanchierlo/index.php

  8. #8
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    12/09/17
    Località
    Fano (PU)
    Messaggi
    336
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Anche su wxforum un utente consigliava di fare come dice orso polare: 'sgrassare il cuscinetto' con un solvente e lubrificarlo con del teflon secco ( per evitare l'impastamento con la polvere )

  9. #9
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    74
    Messaggi
    5,477
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Manutenzione blocco anemometro DVP2

    Citazione Originariamente Scritto da davidefa Visualizza Messaggio
    Anche su wxforum un utente consigliava di fare come dice orso polare: 'sgrassare il cuscinetto' con un solvente e lubrificarlo con del teflon secco ( per evitare l'impastamento con la polvere )
    Teflon secco.... mai trovato.....
    Un'altro lubrificante secco da fare in casa è..... grattugiare con carta vetrata fine la grafite di una matita meglio se morbida e sempre senza esagerare....

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •