Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Salve a tutti

    Riporto qui una mia grande perplessità riguardo le precipitazioni e la rilevazione delle stesse in caso di venti nell'ordine dei 20/50 km/h o anche oltre, con una Davis Vp2 con aereocone e pluviometro monobascula.

    La mia è una installazione molto aperta su terrazzo condominiale (5 piani) e dunque soggetta a turbolenze date dal forte vento che si presenta in alcune occasioni (soprattutto con venti dai quadranti N/W liberi da qualsiasi ostacolo verticale), come ad esempio durante i passaggi di fronti freddi o temporali.

    Vi riporto qui le foto della mia installazione:

    20230703_160247.jpg IMG_20231101_160402_416.jpg

    Come potete notare dalle foto, ci ho affiancato anche un pluviometro manuale per confrontare i dati, e in due anni di osservazioni posso affermare che con eventi di pioggia con venti deboli/moderati sotto i 20/25 km/h gli accumuli sono sempre coerenti con eventualmente un margine di errore nell'ordine di 0.5/1 mm, mai di più.

    Con eventi a 35/40 km/h costanti e precipitazioni in atto la differenza tra manuale e pluviometro si fa anche nel range di 1/2 mm al massimo, raramente di più. Questo considerando eventi di pioggia sopra i 10/15 mm con ratei moderati/forti intervallati.

    Adesso, premesso che Davis ha ideato l'aereocone precisando che questo potesse ridurre notevolmente le sottostime date dal forte vento, secondo voi è realmente efficace questo cono? Magari può essere la mia installazione che espone molto la stazione al vento a rendere difficile la corretta rilevazione delle piogge con venti moderati/forti?

    Dico ciò in quanto con una stazione Davis Vp2 anch'essa con mobobascula e aereocone, posta a 1.8 km da me, registro su base annuale una differenza di oltre 40 mm.
    So bene che come confronto ha valenza 0 e che questa zona della città per una serie di motivi legati all'orografia è penalizzata, ma giustamente ogni tanto il dubbio di sottostima mi sorge.

    Attendo vostre considerazioni in merito

  2. #2
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,133
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Salve a tutti

    Riporto qui una mia grande perplessità riguardo le precipitazioni e la rilevazione delle stesse in caso di venti nell'ordine dei 20/50 km/h o anche oltre, con una Davis Vp2 con aereocone e pluviometro monobascula.

    La mia è una installazione molto aperta su terrazzo condominiale (5 piani) e dunque soggetta a turbolenze date dal forte vento che si presenta in alcune occasioni (soprattutto con venti dai quadranti N/W liberi da qualsiasi ostacolo verticale), come ad esempio durante i passaggi di fronti freddi o temporali.

    Vi riporto qui le foto della mia installazione:

    20230703_160247.jpg IMG_20231101_160402_416.jpg

    Come potete notare dalle foto, ci ho affiancato anche un pluviometro manuale per confrontare i dati, e in due anni di osservazioni posso affermare che con eventi di pioggia con venti deboli/moderati sotto i 20/25 km/h gli accumuli sono sempre coerenti con eventualmente un margine di errore nell'ordine di 0.5/1 mm, mai di più.

    Con eventi a 35/40 km/h costanti e precipitazioni in atto la differenza tra manuale e pluviometro si fa anche nel range di 1/2 mm al massimo, raramente di più. Questo considerando eventi di pioggia sopra i 10/15 mm con ratei moderati/forti intervallati.

    Adesso, premesso che Davis ha ideato l'aereocone precisando che questo potesse ridurre notevolmente le sottostime date dal forte vento, secondo voi è realmente efficace questo cono? Magari può essere la mia installazione che espone molto la stazione al vento a rendere difficile la corretta rilevazione delle piogge con venti moderati/forti?

    Dico ciò in quanto con una stazione Davis Vp2 anch'essa con mobobascula e aereocone, posta a 1.8 km da me, registro su base annuale una differenza di oltre 40 mm.
    So bene che come confronto ha valenza 0 e che questa zona della città per una serie di motivi legati all'orografia è penalizzata, ma giustamente ogni tanto il dubbio di sottostima mi sorge.

    Attendo vostre considerazioni in merito
    Ciao,

    prima di tutto ti faccio i complimenti, nonostante la tua giovane età, per la completezza delle informazioni e del modo con cui ti poni e poni la richiesta, cosa non comune

    Entrando nello specifico, devo confermarti che, purtroppo, il vento è una della maggiori cause di errore nel rilevamento delle precipitazioni, tanto più la stazione è ben esposta, tanto maggiore sarà il vento

    L'errore è proporzionale alla velocità del vento e alla dimensione media delle gocce di pioggia, tanto minore il diametro tanto maggiore sarà l'errore.

    L'Aerocone è certamente un passo avanti rispetto al precedente cono di raccolta ma non elimina il problema come forse si potrebbe evincere dagli annunci dell'azienda, di certo lo riduce, nulla più

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  3. #3
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Ciao,

    prima di tutto ti faccio i complimenti, nonostante la tua giovane età, per la completezza delle informazioni e del modo con cui ti poni e poni la richiesta, cosa non comune

    Entrando nello specifico, devo confermarti che, purtroppo, il vento è una della maggiori cause di errore nel rilevamento delle precipitazioni, tanto più la stazione è ben esposta, tanto maggiore sarà il vento

    L'errore è proporzionale alla velocità del vento e alla dimensione media delle gocce di pioggia, tanto minore il diametro tanto maggiore sarà l'errore.

    L'Aerocone è certamente un passo avanti rispetto al precedente cono di raccolta ma non elimina il problema come forse si potrebbe evincere dagli annunci dell'azienda, di certo lo riduce, nulla più

    M.
    Ciao Mauro

    Ti ringrazio anticipatamente dei complimenti, oltre che della spiegazione che mi hai dato, che alla fine è ciò che temevo e mi aspettavo.

    Purtroppo temo che per risolvere questo problema dovrei spostare l'intero iss in una posizione più centrale del mio terrazzo, con l'ausilio di un treppiedi, ma facendo ciò vado a "rovinare" il discorso temperature, dato che nella posizione attuale il passivo Davis lavora egregiamente essendo sotto ventilazione naturale costante, cosa che non potrei ottenere spostando tutto al centro del terrazzo dato che c'è il torrino ascensore alto oltre 2 metri.

    Sullo stesso ho installato anche l'anemometro e questo qui lavora perfettamente essendo libero da ostacoli.

    anem2.jpg anem1.jpg trasm1.jpg

    Al limite potrei risolvere separando pluviometro e schermo solare installando un ventilato daytime nella stessa postazione attuale della stazione così da garantirmi le performance sul lato termico e spostare il pluviometro nel lato più riparato dal terrazzo e meno esposto alla ventilazione, sempre lontano da ostacoli verticali che possano inficiare nelle rilevazioni.

    Ci penserò

  4. #4
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,133
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Ciao Mauro

    Ti ringrazio anticipatamente dei complimenti, oltre che della spiegazione che mi hai dato, che alla fine è ciò che temevo e mi aspettavo.

    Purtroppo temo che per risolvere questo problema dovrei spostare l'intero iss in una posizione più centrale del mio terrazzo, con l'ausilio di un treppiedi, ma facendo ciò vado a "rovinare" il discorso temperature, dato che nella posizione attuale il passivo Davis lavora egregiamente essendo sotto ventilazione naturale costante, cosa che non potrei ottenere spostando tutto al centro del terrazzo dato che c'è il torrino ascensore alto oltre 2 metri.

    Sullo stesso ho installato anche l'anemometro e questo qui lavora perfettamente essendo libero da ostacoli.

    anem2.jpg anem1.jpg trasm1.jpg

    Al limite potrei risolvere separando pluviometro e schermo solare installando un ventilato daytime nella stessa postazione attuale della stazione così da garantirmi le performance sul lato termico e spostare il pluviometro nel lato più riparato dal terrazzo e meno esposto alla ventilazione, sempre lontano da ostacoli verticali che possano inficiare nelle rilevazioni.

    Ci penserò
    C'è un discorso importante ed è quello che riguarda le tue priorità.

    Purtroppo le stazioni AIO, o all in one, e la vp2 va considerata tale data la sola opzione di separare l'anemometro, sono soggette a compromessi, questi compromessi vanno valutati singolarmente in base alle proprie esigenze e necessità in termini di accuratezza dei dati.

    Mi piace però il tuo approccio all'argomento, e si potrebbe valutare anche altra soluzione, lasciami ragionare un poco

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  5. #5
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Aggiornamento

    Per estrema curiosità ho deciso di installare un secondo pluviometro manuale nella posizione del terrazzo meno disturbata dal vento, soprattutto quello dalle direzioni incriminate che mi fanno dubitare sul mio pluviometro Davis (W/NW/N)

    Il modello è lo stesso di quello che ho affiancato alla Davis Vp2 e alla stessa altezza, ovvero su ringhiera. La distanza tra questo manuale e l'altro/pluvio Davis è di circa una 15 ina di metri, o poco più. Attendo solo le piogge e un pò di vento per testare il tutto.

    Come si può notare dalle foto, è libero da ostacoli verticali o altre fonti di disturbo. Allego anche una panoramica del terrazzo per capire meglio la situazione.

    20231104_163225.jpg 20231104_163241.jpg IMG_20231104_171727_674.jpg

    @capriccio

  6. #6
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,133
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Aggiornamento

    Per estrema curiosità ho deciso di installare un secondo pluviometro manuale nella posizione del terrazzo meno disturbata dal vento, soprattutto quello dalle direzioni incriminate che mi fanno dubitare sul mio pluviometro Davis (W/NW/N)

    Il modello è lo stesso di quello che ho affiancato alla Davis Vp2 e alla stessa altezza, ovvero su ringhiera. La distanza tra questo manuale e l'altro/pluvio Davis è di circa una 15 ina di metri, o poco più. Attendo solo le piogge e un pò di vento per testare il tutto.

    Come si può notare dalle foto, è libero da ostacoli verticali o altre fonti di disturbo. Allego anche una panoramica del terrazzo per capire meglio la situazione.

    20231104_163225.jpg 20231104_163241.jpg IMG_20231104_171727_674.jpg

    @capriccio
    Ottimo,

    in verità avrei allontanato leggermente il manuale dalla ringhiera in altezza, più per una forma di standard mentale, la superficie della ringhiera è talmente esigua che non penso possano verificarsi problemi di splashing ma....

    tieni sempre comunque in considerazione che l'accuratezza, nella misura delle precipitazioni liquide, è un obbiettivo difficile da raggiungere, i manuali possono aiutare molto in questo, ma anche loro non sono dei riferimenti assoluti, vuoi per le ridotte dimensioni del cono di raccolta vuoi, spesso, per errori di serigrafia, se la pioggia è un parametro molto importante per te, valuta un manuale di riferimento

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  7. #7
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Ottimo,

    in verità avrei allontanato leggermente il manuale dalla ringhiera in altezza, più per una forma di standard mentale, la superficie della ringhiera è talmente esigua che non penso possano verificarsi problemi di splashing ma....

    tieni sempre comunque in considerazione che l'accuratezza, nella misura delle precipitazioni liquide, è un obbiettivo difficile da raggiungere, i manuali possono aiutare molto in questo, ma anche loro non sono dei riferimenti assoluti, vuoi per le ridotte dimensioni del cono di raccolta vuoi, spesso, per errori di serigrafia, se la pioggia è un parametro molto importante per te, valuta un manuale di riferimento

    M.
    Ciao Mauro grazie ancora per le delucidazioni

    A dir la verità credo che il fenomeno di splashing dell'acqua sulla ringhiera sia molto molto improbabile neppure con dei ratei molto elevati e ventati, vista la ridotta superficie della stessa (nemmeno 4 dita) e l'altezza del manuale più di un palmo di mano.

    Sull'affidabilità del manuale sono fiducioso, da 2 anni i risultati con la stazione sono stati soddisfacenti con margini tra i due di decimi di mm o 2/3 mm, non più (registrati sempre in più rispetto la Davis, probabilmente sempre per via del vento teso)

    Cerco di fare quel che si può nel modo migliore, se sarà il caso poi valuterò di spostare il pluviometro Davis dove ho installato attualmente il secondo manuale, ma prima di ciò valutiamo gli eventi piovosi e se vi saranno delle differenze, di rilievo, tra i due e Davis, che vadano oltre il margine di errore che rientra nella tollerabilità della strumentazione.

    Riporterò qui i test non appena si decide di piovere

  8. #8
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,133
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Ciao Mauro grazie ancora per le delucidazioni

    A dir la verità credo che il fenomeno di splashing dell'acqua sulla ringhiera sia molto molto improbabile neppure con dei ratei molto elevati e ventati, vista la ridotta superficie della stessa (nemmeno 4 dita) e l'altezza del manuale più di un palmo di mano.

    Sull'affidabilità del manuale sono fiducioso, da 2 anni i risultati con la stazione sono stati soddisfacenti con margini tra i due di decimi di mm o 2/3 mm, non più (registrati sempre in più rispetto la Davis, probabilmente sempre per via del vento teso)

    Cerco di fare quel che si può nel modo migliore, se sarà il caso poi valuterò di spostare il pluviometro Davis dove ho installato attualmente il secondo manuale, ma prima di ciò valutiamo gli eventi piovosi e se vi saranno delle differenze, di rilievo, tra i due e Davis, che vadano oltre il margine di errore che rientra nella tollerabilità della strumentazione.

    Riporterò qui i test non appena si decide di piovere
    Ottimo, nel mio piccolo sono a tua disposizione per valutare assieme i dati

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  9. #9
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    @capriccio

    Debole piovuta Sabato, una da 7 mm/hr e l'altra da 14 mm/hr, entrambe molto brevi, e vento variabile da N/W sui 20/25 km/hr (le direzioni incriminate).

    3.6 mm stazione, entrambi i manuali poco più di 3.5/3.7 mm.

    Nei prossimi giorni dovrebbe piovere con maggiore intensità e vedremo con che tipo di ventilazione, aggiornerò.

  10. #10
    Brezza tesa L'avatar di Gianfranco
    Data Registrazione
    19/11/18
    Località
    Barletta (BT)
    Età
    24
    Messaggi
    604
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vento e precipitazioni, quanto questo può influire sulle rilevazioni con una Davis Vp2.

    @capriccio

    La pioggia è arrivata ed ecco i primi dati.
    Fenomeni di stanotte legati ad una ritornante marittima da ESE/E, questi molto irregolari e a piú riprese come infatti si evince dal grafico del rain rate giornaliero.

    RainRateHistory.gif

    Il vento non è mancato con direzione ENE/E/ESE con raffiche durante i fenomeni comprese tra i 30/35 e 40/45 km/h, con punte anche oltre i 50 km/h, in concomitanza dell'arrivo dei fenomeni. Ecco il grafico delle raffiche massime:

    HiWindSpeedHistory.gif


    Totale stazione tra ieri sera e stanotte di 14.0 mm
    Totale manuale 1 : 14.0 mm
    Totale manuale 2: 13.0 mm

    Il secondo manuale questa volta è stato più esposto al vento date le raffiche da E/ESE e infatti ha accumulato 1 mm in meno a quanto pare, ma mi soddisfa che tra Pluviometro Davis e Manuale 1 affiancato, l'accumulo sia stato identico, nonostante comunque le forti raffiche di vento, seppur da una direzione meno "esposta" rispetto i venti incriminati (SW/W/N).


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •