Pagina 66 di 69 PrimaPrima ... 16566465666768 ... UltimaUltima
Risultati da 651 a 660 di 690
  1. #651
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Grazie dello spunto. La prova del litro è dunque quella da 100 ml moltiplicata per 10, sicuramente è meglio di quella da 100 ml (io avevo provato anche quella da 150 ml e 200 ml ottenendo risultati proporzionali con i 24 scatti auspicati), sarebbe interessante sapere se ad ogni 100 ml nella tua prova corrispondevano esattamente 23.5 scatti perché se ad esempio una volta fa 20 poi 25 poi 23 ma sul totale fa il giusto 235 viene dimostrato che la precisione del pluviometro Davis ha i suoi limiti e quantitativi da 100 ml non sono sufficienti per la taratura.

    Quindi anche te hai avuto sovrastime così marcate di recente?
    Anch'io ho notato questa cosa solamente in ottobre, perché prima non dava l'impressione di sovrastimare tanto (penso solo +10% non +25%), infatti i dati dei mesi da aprile a settembre non li ho ridotti del 18%, ma del 10% altrimenti non quadravano, anche se non si potevano fare molti confronti viste le scarse piogge.

    Può essere che il pluviometro si stari in base alle temperature? Io lo scorso anno effettuavo dei confronti tra la Davis e la Irox, e ho notato che la Davis nei quantitativi mensili tendeva a sottostimare in modo QUASI LINEARE rispetto la Irox! Si passava da +10% in agosto a 0% in novembre a -8% in gennaio e marzo! Dopo in aprile avevo deciso di effettuare questa calibrazione ma non ho più avuto confronti diretti con la Irox.

    Confermo anch'io che c'erano stati parecchi ragni, ma non attorno la bascula (quelli inoltre c'erano anche dopo la nuova taratura e i risultati erano diversi).

    Fattori esterni che possano far scattare la bascula non ne ho trovati. L'unica cosa che avevo fatto prima delle pesanti sovrastime è stata quella di lubrificare i meccanismi (facilitando logicamente i movimenti), ma avevo apposta riverificato e si confermavano i 24 scatti.

    Avevo però notato durante la nuova taratura di novembre che la bascula della Davis non era perfettamente bilanciata, mettendola in equilibrio da un lato scattava prima dell'altro, allora ho parzialmente compensato con mezzo giro di vite. In effetti adesso i quantitativi misurati sono coerenti, però si deve sempre verificare.

    Forse ci sono così tanti fattori da considerare che bisogna valutare più la pratica che la teoria.

    Chi mi dice che la taratura attuale vada poi bene per le precipitazioni con rain rate elevati (cosa non verificata nel periodo preso in considerazione)?

    Intanto il mio pluviometro è tarato nonostante faccia 21/22 scatti al posto dei 24 che si citano.
    si, allora, riguardo la taratura dei 100 ml sono state necessarie diverse prove prima di arrivare al risultato ottimale di 23,5 scatti; ottenuto tale valore ho ripetuto la prova ottenendone 23 tondi. Successivamente ho deciso di rimontare il tutto.

    Comunque c'è sempre un range di variabilità nei vari test a parità di condizioni iniziali (stessa posizione viti), purtroppo non avremo mai la certezza di una taratura perfetta e dobbiamo accontentarci di una media.
    Ovviamente più aumenta il quantitativo (1 litro), maggiore sarà l'efficacia del test, tuttavia come giustamente dici potremo avere valori intermedi per i vari quantitativi da 100 ml diversi fra loro, magari anche 22-24-21-25, ecc.
    Di sicuro invece il metodo della siringa è quasi totalmente inefficace, sia perchè la deviazione standard della serie di valori ottenuti è piuttosto alta (tipo 4.2 ml, poi 3.7-4.5-3.3-4.8, ecc.), e per cui occorre fare una media di tanti valori, sia per il fatto che comunque, anche con una media del valore atteso (4.2 ml se ricordo bene) non si arriva ai 47 mm con 1 litro ma molto meno, sui 43. Allora il valore empirico che mi son calcolato si aggira sui 3.7 ml per scatto, dopo vari test, ma ripeto, parliamo sempre di valore medio su tante misurazioni.

    Riguardo le variazioni in funzioni della temperatura non saprei, tu sicuramente puoi meglio sperimentare da questo punto di vista avendo una stagione invernale decisamente più fredda della mia, ed è interessante questo diverso comportamento del pluvio che hai avuto tra gennaio ed agosto.. si potrebbe pensare quindi che, se non intervengono altri fattori, le bascule siano più "pigre" e lente nel movimento in condizioni di freddo/gelo rispetto ai mesi caldi (sarà legato alla questione della maggior dilatazione termica nei metalli all'aumentare della temperatura? Sono ipotesi buttate lì).

    Sulle bascule davis, è proprio come dici, sono nettamente sbilanciate, ed infatti anche nel mio caso le 2 viti sono regolate ben diversamente. Oltretutto a volte, come anche capitato a me, in fase di taratura una delle due viti arriva a fine corsa senza poter procedere oltre; come illustrato sempre nel mio post, io ho ovviato applicato un pesetto (graffetta metallica) su una delle 2 bascule per arrivare al quantitativo desiderato, ma lo sbilanciamento rimane comunque.

    Ad ogni modo si, come vediamo ci sono tanti fattori che possono entrare in gioco ed una taratura non è mai per sempre, ahimè.. speriamo che in futuro il nuovo tipping spoon risolva questo problema come dice Mauro.

    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  2. #652
    Uragano L'avatar di zione
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Sondrio 290 m. (SO)
    Età
    50
    Messaggi
    46,519
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano83 Visualizza Messaggio

    Sulle bascule davis, è proprio come dici, sono nettamente sbilanciate, ed infatti anche nel mio caso le 2 viti sono regolate ben diversamente. Oltretutto a volte, come anche capitato a me, in fase di taratura una delle due viti arriva a fine corsa senza poter procedere oltre; come illustrato sempre nel mio post, io ho ovviato applicato un pesetto (graffetta metallica) su una delle 2 bascule per arrivare al quantitativo desiderato, ma lo sbilanciamento rimane comunque.

    Pero' in tal caso, piu' del discorso della "sbilanciatura" della bascula (che confermo anche nel mio Davis), credo dipenda anche dal pluvio non perfettamente in bolla !

    Perche' se e' vero che effettivamente e' quasi impossibile avere le viti diciamo "avvitate" alla stessa altezza, e' altresi' vero che la differenza dovrebbe essere minima (come nel mio caso), diversamente credo proprio trattasi di un problema di messa in bolla dello strumento.

    All'uopo direi di non fare troppo affidamento al dispositivo comunque presente sulla base del pluvio (con la bolla d'aria che dovrebbe essere perfettamente in centro), ma fornirsi di una bella livella ed usare quella (appoggiandola in varie posizioni sopra il cono del pluviometro).

    Tornando alla taratura, nel mio caso (base USA, quindi no pesetto e scatto ogni 0,254 ml, se non erro) da tempo ormai eseguo la taratura o meglio verifico la stessa con la sola siringa, avendo cura di versare quasi goccia per goccia i 5,2 ml necessari per ogni basculata: cosi' facendo (tranne sporadiche volte, ma in tal caso imputabili a forti raffiche di vento oppure al solito ragnetto con ragnatela all'interno del pluvio !) ottengo valori perfettamente allineati al manuale TFA da 70 mm. A riprova, anche nel corposo peggioramento di fine ottobre, su oltre 200 mm in 3 gg ho avuto un riscontro con il manuale quasi identico, con (a memoria) forse un mm di differenza !!


    Fabio Pozzoni (Socio Fondatore MeteoNetwork)

    I miei dati Meteo in real time su MyMnwPro, CML e WU

    E' meglio essere ottimisti ed aver torto piuttosto che pessimisti ed aver ragione Albert Einstein
    ______________________________
    Ciao Alessandro......

  3. #653
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da zione Visualizza Messaggio
    Pero' in tal caso, piu' del discorso della "sbilanciatura" della bascula (che confermo anche nel mio Davis), credo dipenda anche dal pluvio non perfettamente in bolla !

    Perche' se e' vero che effettivamente e' quasi impossibile avere le viti diciamo "avvitate" alla stessa altezza, e' altresi' vero che la differenza dovrebbe essere minima (come nel mio caso), diversamente credo proprio trattasi di un problema di messa in bolla dello strumento.

    All'uopo direi di non fare troppo affidamento al dispositivo comunque presente sulla base del pluvio (con la bolla d'aria che dovrebbe essere perfettamente in centro), ma fornirsi di una bella livella ed usare quella (appoggiandola in varie posizioni sopra il cono del pluviometro).
    Guarda, ho seguito in modo molto scrupoloso che la bolla fosse perfettamente al centro durante il posizionamento della base del pluvio (in sospeso tra due vaschette di uguale altezza); certo non ho pensato a fare ulteriori verifiche con la livella che già possiedo e che ho usato invece successivamente in fase di installazione per verificare che il palo fosse ben in verticale, agendo a poco a poco sui tiranti.

    Quindi in fase di taratura ho fatto affidamento solo sulla bolla, se mi dici che è meglio non affidarsi neanche a quella, mi cogli impreparato in effetti
    Tuttavia non so fino a che punto, un posizionamento con un lieve / lievissimo scostamento rispetto alla condizione di perfetta "bolla", giustifica lo sbilanciamento, cioè in altre parole, se dipende totalmente da quello.
    In ogni caso io faccio le prove sempre con comodo all'interno dell'abitazione, mai all'esterno anche perchè sarebbe eccessivamente scomodo nel mio caso.

    Citazione Originariamente Scritto da zione Visualizza Messaggio

    Tornando alla taratura, nel mio caso (base USA, quindi no pesetto e scatto ogni 0,254 ml, se non erro) da tempo ormai eseguo la taratura o meglio verifico la stessa con la sola siringa, avendo cura di versare quasi goccia per goccia i 5,2 ml necessari per ogni basculata: cosi' facendo (tranne sporadiche volte, ma in tal caso imputabili a forti raffiche di vento oppure al solito ragnetto con ragnatela all'interno del pluvio !) ottengo valori perfettamente allineati al manuale TFA da 70 mm. A riprova, anche nel corposo peggioramento di fine ottobre, su oltre 200 mm in 3 gg ho avuto un riscontro con il manuale quasi identico, con (a memoria) forse un mm di differenza !!
    In effetti hai avuto un grande risultato, quindi con la siringa riesci sempre ad avere valori simili? Io, pur testando tutto all'interno ed a finestre chiuse per evitare qualunque minima brezza dall'esterno , ottenevo valori spesso diversi con il medesimo posizionamento delle viti..

    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  4. #654
    Uragano L'avatar di zione
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Sondrio 290 m. (SO)
    Età
    50
    Messaggi
    46,519
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano83 Visualizza Messaggio
    Guarda, ho seguito in modo molto scrupoloso che la bolla fosse perfettamente al centro durante il posizionamento della base del pluvio (in sospeso tra due vaschette di uguale altezza); certo non ho pensato a fare ulteriori verifiche con la livella che già possiedo e che ho usato invece successivamente in fase di installazione per verificare che il palo fosse ben in verticale, agendo a poco a poco sui tiranti.

    Quindi in fase di taratura ho fatto affidamento solo sulla bolla, se mi dici che è meglio non affidarsi neanche a quella, mi cogli impreparato in effetti
    Tuttavia non so fino a che punto, un posizionamento con un lieve / lievissimo scostamento rispetto alla condizione di perfetta "bolla", giustifica lo sbilanciamento, cioè in altre parole, se dipende totalmente da quello.
    In ogni caso io faccio le prove sempre con comodo all'interno dell'abitazione, mai all'esterno anche perchè sarebbe eccessivamente scomodo nel mio caso.



    In effetti hai avuto un grande risultato, quindi con la siringa riesci sempre ad avere valori simili? Io, pur testando tutto all'interno ed a finestre chiuse per evitare qualunque minima brezza dall'esterno , ottenevo valori spesso diversi con il medesimo posizionamento delle viti..

    Riguardo la bolla sulla base del pluvio e' forse solo un mio scrupolo ma tant'e': usando la livella comunque la precisione e' maggiore

    Per il resto, io la taratura la faccio sempre sullo strumento diciamo "posizionato" dove e' installato e mai a casa: nel mio caso e' abbastanza semplice (e' a 2 m dal terreno, quindi con una scaletta non ho problemi), nel tuo caso non saprei. Pero' ritengo che la taratura debba essere fatto sull'installazione, anche perche' effettivamente potrebbe esserci qualche cosa legata all'installazione stessa



    Fabio Pozzoni (Socio Fondatore MeteoNetwork)

    I miei dati Meteo in real time su MyMnwPro, CML e WU

    E' meglio essere ottimisti ed aver torto piuttosto che pessimisti ed aver ragione Albert Einstein
    ______________________________
    Ciao Alessandro......

  5. #655
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da zione Visualizza Messaggio
    Riguardo la bolla sulla base del pluvio e' forse solo un mio scrupolo ma tant'e': usando la livella comunque la precisione e' maggiore

    Per il resto, io la taratura la faccio sempre sullo strumento diciamo "posizionato" dove e' installato e mai a casa: nel mio caso e' abbastanza semplice (e' a 2 m dal terreno, quindi con una scaletta non ho problemi), nel tuo caso non saprei. Pero' ritengo che la taratura debba essere fatto sull'installazione, anche perche' effettivamente potrebbe esserci qualche cosa legata all'installazione stessa

    Nel mio caso un eventuale intervento sul pluvio già installato sarebbe più complicato. Uso già la scala per salire su quel piano che è visibile lì in basso (ho preso una delle foto di installazione dal link alla mia stazione), per intervenire sul pluvio dovrei portare un'altra scala lì ma è piuttosto scomodo, devo necessariamente abbassare il palo.

    Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2-stazione.jpg

    Che la taratura sia preferibile farla, quando possibile, a strumento già installato, posso essere d'accordo, ma a patto di avere totale assenza di vento, onde evitare anche refoli dalla parte sottostante.
    Ad essere molto pignoli, non possiamo neanche escludere che certe condizioni di temperatura possano incidere sulle prestazioni (come ipotizzato da AbeteBianco), seppur molto lievemente.

    Per cui per me non sarebbe errato neanche questo discorso: testiamo perbene all'interno di casa limitando al massimo fattori esterni, poi sta a noi installare tutto con la massima scrupolosità possibile; al più sarà il vento o, per una minimissima parte, la temperatura ad influenzare le prestazioni, fattori che ovviamente non possiamo controllare.


    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  6. #656
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,040
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Mi inserisco nella discussione solo per fare una raccomandazione che nulla ha a che fare con le tarature, effettuare i confronti con pluvio manuali è corretto, e se possibile con area di raccolta il più possibile simile, ma sempre alla medesima altezza da terra, non confrontiamo pluviometri posti su un tetto con pluvio manuali in giardino a 2 mt da terra, questo aspetto è fondamentale per avere un riscontro affidabile

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  7. #657
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Mi inserisco nella discussione solo per fare una raccomandazione che nulla ha a che fare con le tarature, effettuare i confronti con pluvio manuali è corretto, e se possibile con area di raccolta il più possibile simile, ma sempre alla medesima altezza da terra, non confrontiamo pluviometri posti su un tetto con pluvio manuali in giardino a 2 mt da terra, questo aspetto è fondamentale per avere un riscontro affidabile

    Mauro
    si vero, l'ideale sarebbe quello di fare confronti alla medesima altezza e possibilmente più vicino al suolo visto che più si "sale di quota" più si tende a sottostimare (poi si dovrebbe vedere quanto).
    Purtroppo però non sempre è possibile rispettare queste direttive pienamente in stazioni urbane o semi-urbane e spesso si deve scendere a compromessi; nel mio caso i pluviometri manuali stanno a circa 3 m più in basso rispetto al Davis, credo che comunque le differenze siano minime..

    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  8. #658
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,040
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano83 Visualizza Messaggio
    si vero, l'ideale sarebbe quello di fare confronti alla medesima altezza e possibilmente più vicino al suolo visto che più si "sale di quota" più si tende a sottostimare (poi si dovrebbe vedere quanto).
    Purtroppo però non sempre è possibile rispettare queste direttive pienamente in stazioni urbane o semi-urbane e spesso si deve scendere a compromessi; nel mio caso i pluviometri manuali stanno a circa 3 m più in basso rispetto al Davis, credo che comunque le differenze siano minime..
    beh, per 3 metri si puo' considerare una sottostima di circa il 7%,
    Poco ma non pochissimo

    mauro

  9. #659
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,191
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Mi inserisco nella discussione solo per fare una raccomandazione che nulla ha a che fare con le tarature, effettuare i confronti con pluvio manuali è corretto, e se possibile con area di raccolta il più possibile simile, ma sempre alla medesima altezza da terra, non confrontiamo pluviometri posti su un tetto con pluvio manuali in giardino a 2 mt da terra, questo aspetto è fondamentale per avere un riscontro affidabile

    Mauro
    Mauro, vorrei aggiungere una nota al tuo scritto che poi è una tua nota .
    Come avevi messo ben in chiaro in altro tuo Post, la congruità* tra Pluvio Davis e manuale risente molto se non addirittura in maniera preponderante, dal Rain Rate di "quella" precipitazione oltre che all'altezza dal terreno.
    Io ho un pluvio manuale realizzato con un "imbuto" che mi avanzava di una Davis per cui più che simile... uguale e il controllo lo faccio con una bilancia precisa al grammo che non concede le lievi interpretazioni di lettura delle tacche .
    Eppure nel giro di pochi giorni e senza mai intervenire sulle viti, ho registrato sia sotto che sovra stime e la diversità* del Rain Rate tra i due Test era stata apprezzabile anche a "occhio" oltre che strumentale.
    Francamente ho smesso di fare tarature compulsive (ma non le verifiche) da quando hai pubblicato le specifiche del tuo ultimo Pluvio Professionale che nel suo algoritimo di calcolo corregge in maniera dinamica i suoi rilievi in base al Rain Rate del momento cosa che con la Davis, francamente non riesco a realizzare.....
    In occasione di ogni manutenzione che faccio, un controllo con il litro lo faccio sempre e con un Rain Rate medio ( il banchetto che metto in atto sembra un tavolo per un Trasfuso....tra valvoline, tubetti e sacche di.... acqua.... ) ma poi puntualmente durante l'uso reale ricomincio a vedere indifferentemente sovra e sotto stime a volte contenute ma a volte consistenti, spero che la media a fine anno sia intorno alla verità*, di più con Davis non si riesce almeno per ora... speriamo nel prossimo upgrade.
    Ho l'occasione per farti un sincero in bocca al lupo per la tua Signora

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  10. #660
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    beh, per 3 metri si puo' considerare una sottostima di circa il 7%,
    Poco ma non pochissimo

    mauro
    Caspita, credevo meno

    Grazie comunque, ne terrò conto

    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •