Pagina 39 di 42 PrimaPrima ... 293738394041 ... UltimaUltima
Risultati da 381 a 390 di 417
  1. #381
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Cercando meglio su internet ho trovato qualche dettaglio in più riguardo la possibilità di upgrade del supercap:
    Fitting dual supercaps to a Davis VP2
    Davis Vantage Pro2 Super Capacitor Replacement self install
    Alla luce di queste nuove informazioni acquisterò su RS un supercap 60F 2,7V che ha le giuste dimensioni per sfruttare al meglio lo spazio disponibile sotto il coperchio in plastica della SIM che in corrispondenza del supercap è di 22mm
    HV1840-2R7606-R | Supercondensatore EDLC Cooper Bussmann 60F -10 → +30% 2,7 V, ESR 18mΩ, Su foro | Cooper Bussmann
    Questo modello ha anche una surge voltage di 3V contro i 2,85V del nesscap originale.
    Vi terrò aggiornati

  2. #382
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Il condensatore 60F 2,7V acquistato da RS è arrivato ieri: conto di montarlo in settimana.
    In questi giorni di sole (picco di circa 850W/m2) ho fatto alcune prove di durata del condensatore da 10F originale montato sulla SIM del trasmettitore anemometro. Un mattino ho tolto la batteria lasciando collegato solo il pannello solare: staccando anche questo verso le 19 (35W/m2 di radiazione solare) i dati anemometro sono stati ricevuti dalla console per ben 15 ore prima della perdita del segnale.
    Ho ripetuto questo test per due volte verificando il medesimo risultato riguardo la durata del segnale anemometro: ripeterò il test con il condensatore maggiorato.

  3. #383
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,238
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Citazione Originariamente Scritto da automan73 Visualizza Messaggio
    Il condensatore 60F 2,7V acquistato da RS è arrivato ieri: conto di montarlo in settimana.
    In questi giorni di sole (picco di circa 850W/m2) ho fatto alcune prove di durata del condensatore da 10F originale montato sulla SIM del trasmettitore anemometro. Un mattino ho tolto la batteria lasciando collegato solo il pannello solare: staccando anche questo verso le 19 (35W/m2 di radiazione solare) i dati anemometro sono stati ricevuti dalla console per ben 15 ore prima della perdita del segnale.
    Ho ripetuto questo test per due volte verificando il medesimo risultato riguardo la durata del segnale anemometro: ripeterò il test con il condensatore maggiorato.
    Ottima notizia !!!!
    Ormai il mio è un ricordo datato ma..... verificai solo in due ore circa l'autonomia del mio supercap dopo averlo caricato con un alimentatore da banco.
    Ora... o il mio condensatore era "leggermente" andato oppure c'è una differenza di autonomia tra un ISS completo di tutti i sensori ed un ISS "repeater" del vento anche se a vedere i due ISS sembrano proprio identici......
    Aspettiamo ulteriori prove di autonomia con il Super SuperCap da 60F

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  4. #384
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Orso Polare, il trasmettitore anemometro dovrebbe essere meno esigente in termini di corrente in quanto non alimenta il sensore termico-igrometrico e gli eventuali sensori di radiazione UV e solare. Forse anche la stringa trasmessa via wireless contenendo meno dati da trasmettere potrebbe avere una modulazione radio di durata minore rispetto ad una ISS completa: questa ovviamente è solo un'ipotesi.
    Cmq lavoro effettuato, ho prima grattato il plastico dai pin del supercap originale con una piccola lametta, dissaldato i due pin con saldatore e succhiastagno ed infine scaldato con una stazione dissaldante ad aria il plastico protettivo sotto al vecchio condensatore in quanto risultava incollato al circuito stampato
    Dopodichè ho piegato i pin del nuovo condensatore per adattarlo al passo di foratura del vecchio: i terminali possono essere piegati ma tassativamente senza forzare la connessione nel punto in cui entra nel condensatore: per non forzare il reoforo basta tenerlo bloccato con una pinzetta e piegare a valle della pinzetta stessa.
    Saldare i terminali cercando di impiegare il minor tempo possibile per non danneggiare il condensatore: alcuni datasheet danno addirittura il tempo max di saldatura in funzione della temperatura.
    Una fascetta nuova ed una spruzzata di resina isolante per circuiti stampati completa il lavoro.
    20170426_083447.jpg - Google Drive
    Il nuovo condensatore entra comodamente sotto la copertura in plastica bianca della SIM senza problemi di ingombro eccessivo.Aspetterò qualche giorno per far caricare bene il nuovo supercap e ripeterò la prova di durata

  5. #385
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,238
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Citazione Originariamente Scritto da automan73 Visualizza Messaggio
    Orso Polare, il trasmettitore anemometro dovrebbe essere meno esigente in termini di corrente in quanto non alimenta il sensore termico-igrometrico e gli eventuali sensori di radiazione UV e solare. Forse anche la stringa trasmessa via wireless contenendo meno dati da trasmettere potrebbe avere una modulazione radio di durata minore rispetto ad una ISS completa: questa ovviamente è solo un'ipotesi.
    Cmq lavoro effettuato, ho prima grattato il plastico dai pin del supercap originale con una piccola lametta, dissaldato i due pin con saldatore e succhiastagno ed infine scaldato con una stazione dissaldante ad aria il plastico protettivo sotto al vecchio condensatore in quanto risultava incollato al circuito stampato
    Dopodichè ho piegato i pin del nuovo condensatore per adattarlo al passo di foratura del vecchio: i terminali possono essere piegati ma tassativamente senza forzare la connessione nel punto in cui entra nel condensatore: per non forzare il reoforo basta tenerlo bloccato con una pinzetta e piegare a valle della pinzetta stessa.
    Saldare i terminali cercando di impiegare il minor tempo possibile per non danneggiare il condensatore: alcuni datasheet danno addirittura il tempo max di saldatura in funzione della temperatura.
    Una fascetta nuova ed una spruzzata di resina isolante per circuiti stampati completa il lavoro.
    20170426_083447.jpg - Google Drive
    Il nuovo condensatore entra comodamente sotto la copertura in plastica bianca della SIM senza problemi di ingombro eccessivo.Aspetterò qualche giorno per far caricare bene il nuovo supercap e ripeterò la prova di durata
    Come giustamente hai osservato, di sicuro l'ISS "completo" consuma una maggior energia rispetto al "repeater"
    Ottime racomandazioni anche quelle relative all'eventuale sostituzione per chi si accingesse a farla.... la resina penso che una delle più facilmente reperibili sia il V66 ma se non si trova..... in alternativa.... piu passate di uno smalto per unghie potrebbe andar bene......
    Bene.... non ci rimane che aspettare la tua ulteriore prova in "durata" del 60F che se non serve di corsa..... si trova a pochi € dalla Cina (che tanto.... tutti da li arrivano....)

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  6. #386
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Il test con il condensatore da 60F montato sulla SIM del trasmettitore anemometro sta procedendo da 47 ore con pannello solare disconnesso e batteria rimossa: i dati anemometro vengono ancora ricevuti correttamente dalla console.
    Ne approfitto per fare una domanda: in caso fosse disponibile una 220V nella zona di installazione del ripetitore anemometro, è possibile utilizzare il connettore di alimentazione circolare presente sulla SIM proprio sopra l'alloggio batteria come alimentazione principale tramite un alimentatore da 5V? In questo caso la batteria è possibile montarla come backup o va rimossa?

  7. #387
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,238
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Citazione Originariamente Scritto da automan73 Visualizza Messaggio
    Il test con il condensatore da 60F montato sulla SIM del trasmettitore anemometro sta procedendo da 47 ore con pannello solare disconnesso e batteria rimossa: i dati anemometro vengono ancora ricevuti correttamente dalla console.
    Ne approfitto per fare una domanda: in caso fosse disponibile una 220V nella zona di installazione del ripetitore anemometro, è possibile utilizzare il connettore di alimentazione circolare presente sulla SIM proprio sopra l'alloggio batteria come alimentazione principale tramite un alimentatore da 5V? In questo caso la batteria è possibile montarla come backup o va rimossa?
    Accidenti !!!!! oltre le aspettative (mie )
    Riguardo alla tua domanda..... difficile dirlo se la batteria va lasciata o meno ma, visto che hai possibilità di fare prove..... io scollegherei il pannello FV, farei in modo che il supercap sia scarico, toglierei la batteria ed alimentando solo attraverso la spinetta che nominavi, andrei a controllare sui due contatti dell'alloggiamento della batteria.
    Se ci trovi tensione, allora la batteria, non essendo ricaricabile, non può coesistere con l'alimentatore pena rischi di esplosione della batteria stessa.
    Se invece non misuri tensione, la lasci a svolgere, come hai ben detto, la funzione di tampone.
    Francamente mi aspetto che la batteria possa rimanere al suo posto.
    Seguita a tenerci aggiornati sia per la durata della carica del supercap e sia per la storia della batteria in tampone

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

  8. #388
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    L'autonomia del supercap da 60F è stata di 89,5 ore: mica male. Riguardo l'alimentazione del trasmettitore anemometro tramite alimentatore, la risposta è nella penultima pagina del manuale: l'alimentazione secondaria può essere batteria o alimentatore

  9. #389
    Calma di vento
    Data Registrazione
    17/09/08
    Località
    prov. di AP
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Per concludere il test mancava una prova importante: la ricarica del supercap da 60F senza la batteria CR123A.
    Prova effettuata dalle ore 9:00 del mattino con condizioni di radiazione solare variabile da 300 a 700W/m2 ed in condizione di supercap completamente scarico.
    Il pannello solare a connettore staccato generava una tensione di 2,3V: ricollegando il connettore alla SIM la tensione ai capi del pannello è scesa a 0,8V ed è rimasta a quel livello o poco più per circa 2,5 ore dopodiché è tornata a 2,3V, segno che il supercap si era completamente caricato. Da notare che il segnale in console è tornato dopo solo qualche minuto dalla connessione del pannello solare alla SIM. A valle dei test effettuati, a mio personale giudizio la modifica del condensatore da 10F a 60F è una miglioria importante in quanto aumenta l'autonomia di funzionamento della SIM sfruttando la carica immagazzinata nel condensatore a vantaggio della durata della batteria di backup: ora installerò il ripetitore anemometro sul tetto e ci risentiremo tra qualche anno per valutare la durata della batteria CR123A

  10. #390
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Orso Polare
    Data Registrazione
    18/09/08
    Località
    Roma
    Età
    71
    Messaggi
    5,238
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: IMPORTANTE: resuscitare Davis con problemi di condensatore su ISS

    Citazione Originariamente Scritto da automan73 Visualizza Messaggio
    Per concludere il test mancava una prova importante: la ricarica del supercap da 60F senza la batteria CR123A.
    Prova effettuata dalle ore 9:00 del mattino con condizioni di radiazione solare variabile da 300 a 700W/m2 ed in condizione di supercap completamente scarico.
    Il pannello solare a connettore staccato generava una tensione di 2,3V: ricollegando il connettore alla SIM la tensione ai capi del pannello è scesa a 0,8V ed è rimasta a quel livello o poco più per circa 2,5 ore dopodiché è tornata a 2,3V, segno che il supercap si era completamente caricato. Da notare che il segnale in console è tornato dopo solo qualche minuto dalla connessione del pannello solare alla SIM. A valle dei test effettuati, a mio personale giudizio la modifica del condensatore da 10F a 60F è una miglioria importante in quanto aumenta l'autonomia di funzionamento della SIM sfruttando la carica immagazzinata nel condensatore a vantaggio della durata della batteria di backup: ora installerò il ripetitore anemometro sul tetto e ci risentiremo tra qualche anno per valutare la durata della batteria CR123A
    Test molto interessante quello che hai portato avanti, direi con molto scrupolo
    Di sicuro a chi ha necessità di sostituire il Supercap, conviene passare al 60 F dato che il costo rimane sostanzialmente lo stesso ma con indubbi vantaggi di maggiore autonomia.
    Anche il fatto che la trasmissione, ad inizio ricarica Supercap, sia iniziata dopo pochi minuti mi riconferma un dato che avevo misurato e cioè che la trasmissione funziona con una tensione di soglia minima di 0,9 Volt, valore che ad inizio carica evidentemente si raggiunge molto presto.
    Rimane che la ricarica del supercap potrebbe avvenire a "spese" della CR123 dato che sequenzialmente i generatori di energia sono il pannello F.V. quando c'è sole; il Supercap su annuvolamenti parziali/diffusi o tramonto e per ultimo, a Supercap scarico, la CR123 per cui questa subirà per un tempo variabile e dipendente dalla scarica raggiunta dal supercap, una bella "botta"
    Quest'ultima ipotesi non è detto che si verifichi sempre... nel caso che l'indomani mattina ci sia sole sarà infatti lui a ricaricare il supercap ma se piogge e nuvole perdurano per giorni, toccherà alla CR123 fare la ricarica del Supercap.
    Rimane comunque il vantaggio di disporre di un Supercap veramente SUPER
    Sarà interessante, avendone l'opportunità, di ripetere tale test sull' ISS completo di tutti i sensori

    ciao a tutti da Roberto

    Stazione Davis 6163 VP2 Plus
    La mia webcam a Nord La mia webcam a Ovest



    Nell'interesse generale del Forum, NON RISPONDO privatamente a quesiti di ordine tecnico che invece possono essere dibattuti collettivamente

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •