Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 96

Discussione: EcoWitt GW1003

  1. #51
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    3,269
    Menzionato
    112 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Esiste il filo di ferro zincato.
    Le fascette vanno prese per esterni altrimenti il Sole le rende fragili ein un anno o due si rompono.
    Contro i fulmini si fanno le gabbie di faraday. Che per le case non è tutta la casa chiusa in una griglia metallica ma dei conduttori che corrono lungo tutti gli spigoli. Mitigano ma non so come si comportano se il fulmine ti prende in pieno.

  2. #52
    Vento forte L'avatar di Nevizio
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Cerratina fraz. di Pianella (PE)
    Messaggi
    3,070
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Esiste il filo di ferro zincato.
    Le fascette vanno prese per esterni altrimenti il Sole le rende fragili ein un anno o due si rompono.
    Contro i fulmini si fanno le gabbie di faraday. Che per le case non è tutta la casa chiusa in una griglia metallica ma dei conduttori che corrono lungo tutti gli spigoli. Mitigano ma non so come si comportano se il fulmine ti prende in pieno.
    Distrugge il tetto!
    I fulmini creano 3 problemi il primo piu' raro quello sopracitato,il 2° indirettamente fa danni seri all'impianto elettrico e alle periferiche ad esso collegato,oltre nei casi piu' tragici ad ammazzare le persone se si e' all'aperto.La 3a ipotesi ha che fare con l'incoscienza.La gabbia di faraday fino ad un certo punto funziona,un po' come in macchina si dice che e' un posto sicuro,io dico che lo' e' fin tanto che non si toccano parti metalliche.

  3. #53
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    3,269
    Menzionato
    112 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Hai mai visto gli esperimenti col tizio che indossa una maglia metallica e rimane indenne alle scosse generate con le bobine di Tesla?
    Anche se tocchi la superficie interna non succede nulla, li il potenziale è zero.

  4. #54
    Vento forte L'avatar di Nevizio
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Cerratina fraz. di Pianella (PE)
    Messaggi
    3,070
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Hai mai visto gli esperimenti col tizio che indossa una maglia metallica e rimane indenne alle scosse generate con le bobine di Tesla?
    Anche se tocchi la superficie interna non succede nulla, li il potenziale è zero.
    No onestamente non l'ho mai visto mi linki qualcosa al riguardo?

  5. #55
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    3,269
    Menzionato
    112 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    A Human exposed to a lightning strike / Tesla Park - YouTube

    Tesla coil human body e ne trovi un po'.

  6. #56
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    80
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    La messa a terra della casa serve a poco se un fulmine accidentalmente cade porpio sulla tuo tetto,ho visto tetti distrutti di case fatte "l'altro ieri",dormire al piano inferiore salva la vita invece,forse non l'udito perchè il boato di un fulmine a pochi metri assordirebbe anche uno dentro uno studio di registrazione....generalmente un fulmine che becca un palo zincato oltre a liquefarlo va distruggere letteralmente anche la base o struttura sottostante,certo non è un evento così frequente ma prova a chiedere a chi abita in montagna se questi eventi gli ha mai visti,la probabilità cheun fulmine becchi il nostro palo è direttamente proporzionale a quanti cuspidi ci sono in zona noi nel caso rappresentiamo una probabilità su 100-1000 (tanti quanti sono i cuspidi nei paraggi) ovviamente in città il discorso è ben diverso,anche se esperienze di conoscenti appassionati di meteo e non solo (residenti in città) hanno avuto danni indiretti da fulmini caduti nei paraggi (impianto elettrico di casa e periferiche ad esse collegato)
    Ho capito, certo una bella preoccupazione alla quale non avevo mai pensato, grazie per le info.
    Pierluigi

  7. #57
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    80
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Esiste il filo di ferro zincato.
    Le fascette vanno prese per esterni altrimenti il Sole le rende fragili ein un anno o due si rompono.
    Contro i fulmini si fanno le gabbie di faraday. Che per le case non è tutta la casa chiusa in una griglia metallica ma dei conduttori che corrono lungo tutti gli spigoli. Mitigano ma non so come si comportano se il fulmine ti prende in pieno.
    Si la conosco la gabbia di Faraday ma pro e contro in tutto, ti salvaguarda forse dai fulmini ma ti blinda i segnali all'interno, tipo cellulare etc etc.

    Per le fascette quali sono quelle da esterno?
    Pierluigi

  8. #58
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    3,269
    Menzionato
    112 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    Sono fascette che resistono ai raggi UV, esteticamente sono identiche, nella plastica vengono aggiunti degli additivi apposta.
    Ci sarebbero anche quelle metalliche in alluminio ma non saprei se le vendono nei negozi o le devi comperare a camionate. Vengono usate per tenere assieme i cavi telefonici.

  9. #59
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    80
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    UPDATE!!
    Col tempo a disposizione delle festività ho approfittato per affiancare al sensore Pluviometrico WH40 un Pluviometro manuale TFA Dostmann
    EcoWitt GW1003-img_20201223_203315.jpgEcoWitt GW1003-img_20201224_133311.jpg

    Successivamente purtroppo, sono venuto a conoscenza che il mio sensore ultrasonico WS80 non ha il riscaldatore automatico ma, devo ogni volta attivarlo/disattivarlo manualmente e siccome fare questa cosa non è semplice vista la sua ubicazione (a tetto), sono in attesa di un termostato per automatizzare il tutto.

    Un grazie di cuore ad Ivan13 per l'aiuto che mi sta dando

    Comunque Buone Feste e Auguri a tutti anche se in ritardo
    Pierluigi

  10. #60
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    80
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: EcoWitt GW1003

    UPDATE (non molto bello purtroppo)
    Con l'arrivo del brutto tempo e dopo l'accensione del riscaldatore del WS80, mi è venuto spontaneo domandarmi: come faccio a verificare se il tutto si accende e si spegne come e quando deve?
    Così ho chiesto a chi di dovere e purtroppo, verificando col venditore la data in cui è stata "fabbricata", a malincuore ho scoperto che il funzionamento del mio WS80 non avviene in automatico ma va fatto in manuale (cosa assurda sinceramente visto che le installazioni sono molto soggettive in luoghi magari irraggiungibili o in cui le temperatura hanno un'escursione termica continua).
    Il riscontro l'ho avuto anche ora che per caso ho letto il post di capriccio Comunicazione importante stazione ws80 ad ultrasuoni .
    Sperando di non aver compromesso nulla ho scollegato l'alimentazione ma, in quel periodo di 3 settimane che è stato acceso spero di non aver compromesso nulla, anche perché in alcuni giorni la temp è arrivata a 12°C.
    Detto ciò non entro in merito su eventuali colpe, oramai non ha senso.
    Ciò che ho fatto invece è trovare una soluzione e la meno esosa e pratica è stata quella di acquistare un termostato programmabile alle temperature desiderate che faccia quel famoso accendi spegni in automatico...l'oggetto in questione è questo
    EcoWitt GW1003-termostato.jpg
    Non appena il tempo lo permette lo metterò in scatola stagna tra la AC-220V e l'alimentatore MeanWell, rendendo in parole povere il WS80 indipendente in tutto e per tutto.

    Buona giornata ragazzi!
    Pierluigi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •