Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 55
  1. #31
    Bava di vento L'avatar di Marist03
    Data Registrazione
    02/02/22
    Località
    Castel San Giovanni
    Età
    20
    Messaggi
    172
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Scusate se riapro questa discussione vecchia di 14 anni, ma mi è tornata utilissima. Sono venuto in possesso di un termoigrografo della salmoiraghi. È molto "vissuto", quindi va tarato, ma non sono riuscito a trovare in rete istruzioni per farlo. Come funzionano le varie leve e rotelline l'ho capito, soltanto che per fare una taratura accurata dello strumento non ho idea di come fare.
    Ho pensato di tararlo in casa una volta e poi lasciarlo fuori una notte (parzialmente riparato) accanto a un sensore oregon, ma non hanno seguito proprio gli stessi valori. Non so se occorra fare una regolazione dell'ampiezza di oscillazione della leva, ma probabilmente penso che dovrei fare la taratura con due punti di temperatura sempre in ambiente chiuso, che probabilmente viene meglio. Per quanto riguarda i valori dell'umidità, l'unico riferimento affidabile che ho è la consolle davis, ma non posso spostarla da dove è, e inoltre non so se i sensori di t/h interna siano affidabili come quelli esterni.
    Qualunque idea o consiglio su come fare è graditissimo, grazie in anticipo.
    Fioca = pulenta e gnoca

  2. #32
    Vento moderato
    Data Registrazione
    11/01/24
    Località
    Alto Polesine (RO)
    Età
    26
    Messaggi
    1,459
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da Marist03 Visualizza Messaggio
    Scusate se riapro questa discussione vecchia di 14 anni, ma mi è tornata utilissima. Sono venuto in possesso di un termoigrografo della salmoiraghi. È molto "vissuto", quindi va tarato, ma non sono riuscito a trovare in rete istruzioni per farlo. Come funzionano le varie leve e rotelline l'ho capito, soltanto che per fare una taratura accurata dello strumento non ho idea di come fare.
    Ho pensato di tararlo in casa una volta e poi lasciarlo fuori una notte (parzialmente riparato) accanto a un sensore oregon, ma non hanno seguito proprio gli stessi valori. Non so se occorra fare una regolazione dell'ampiezza di oscillazione della leva, ma probabilmente penso che dovrei fare la taratura con due punti di temperatura sempre in ambiente chiuso, che probabilmente viene meglio. Per quanto riguarda i valori dell'umidità, l'unico riferimento affidabile che ho è la consolle davis, ma non posso spostarla da dove è, e inoltre non so se i sensori di t/h interna siano affidabili come quelli esterni.
    Qualunque idea o consiglio su come fare è graditissimo, grazie in anticipo.
    Ciao, non saprei, però sono curioso di vedere com'è fatto, riusciresti a postare qualche foto?
    2024 -> estremi: -4,2°C (21/1)/35,9°C (10/7)
    vento massimo: 58,7 km/h (20/4)
    UR minima: 20% (16/4)

  3. #33
    Burrasca
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    5,115
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Esistono miscele di acqua e sali che, chiuse in una scatola, portano l'umidità interna a valori precisi.
    Ad esempio una soluzione satura di acqua distillata e NACl (sale da cucina puro, credo quello da lavastoviglie potrebbe andare bene) rende l'ambiente ad una umidità del 75.4%.

  4. #34
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,108
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Credo che sia sufficiente un singolo punto per la taratura della temperatura, operazione da svolgere al chiuso, in un ambiente possibilmente a temperatura costante, agendo sull'opportuno tirante di registrazione, la cui posizione dovresti trovare agevolmente

    solitamente la taratura dell'umidità è affidata ad una ghiera, anche lei penso facilmente individuabile, e le regole rimangono quelle per la temperatura

    Ovviamente si tratta di una taratura approssimativa, anzi non la chiamerei affatto taratura quanto allineamento

    NB tieni conto, in fase di confronto, che il termoigrografo ha certamente costante di tempo molto più elevata di un sensore a circuito integrato, da li la non linearità nelle letture

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  5. #35
    Bava di vento L'avatar di Marist03
    Data Registrazione
    02/02/22
    Località
    Castel San Giovanni
    Età
    20
    Messaggi
    172
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Esistono miscele di acqua e sali che, chiuse in una scatola, portano l'umidità interna a valori precisi.
    Ad esempio una soluzione satura di acqua distillata e NACl (sale da cucina puro, credo quello da lavastoviglie potrebbe andare bene) rende l'ambiente ad una umidità del 75.4%.
    ok grazie ma il problema resta: come posso isolare l'igrometro dall'ambiente in modo da fargli percepire solo gli effetti di quella miscela? sotto ti posto la foto del termoigrografo
    Fioca = pulenta e gnoca

  6. #36
    Bava di vento L'avatar di Marist03
    Data Registrazione
    02/02/22
    Località
    Castel San Giovanni
    Età
    20
    Messaggi
    172
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Credo che sia sufficiente un singolo punto per la taratura della temperatura, operazione da svolgere al chiuso, in un ambiente possibilmente a temperatura costante, agendo sull'opportuno tirante di registrazione, la cui posizione dovresti trovare agevolmente

    solitamente la taratura dell'umidità è affidata ad una ghiera, anche lei penso facilmente individuabile, e le regole rimangono quelle per la temperatura

    Ovviamente si tratta di una taratura approssimativa, anzi non la chiamerei affatto taratura quanto allineamento

    NB tieni conto, in fase di confronto, che il termoigrografo ha certamente costante di tempo molto più elevata di un sensore a circuito integrato, da li la non linearità nelle letture

    M.
    se per costante di tempo intendi inerzia termica posso dirti che oggi ho provato la temperatura di diversi ambienti con varie sonde poste da parte al termoigrografo, e ho trovato che se a quest'ultimo togli la protezione di plastica (che in casa limita eccessivamente gli scambi di calore siccome già non c'è movimento d'aria) reagisce talora più reattivamente delle sonde, ma il comportamento è bizzarro. Nello specifico:

    - salotto: termostato 19.7, sonda scadente 20.6 (secondo me sovrastima di un grado abbondante, e in modo non lineare ma vabbè), termometro a mercurio 19.5, sensore oregon 19.1 ----> media: 19.7 circa uguale ai 19.5 del termoigrografo
    - frigorifero (appena aperto dopo aver fatto spesa, quindi con temperatura moolto alta): nell'ordine precedente e a meno del termostato, 13.4, 13.0, 14.4 ----> media: 13.6, vicina ai 13.0 del termoigro
    - cantina: 16.1, 14.0, 14.7 ----> media: 14.9, vicina ai +15,5 del termoigrografo


    Considera infine che ho trovato in vecchi articoli di taratura che non bisognerebbe concedere più di 15 minuti di tempo a un termometro per adattarsi al valore dell'ambiente, ma penso che soprattutto con escursioni ampie possa occorrere molto di più, anche un'ora.
    Fioca = pulenta e gnoca

  7. #37
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,108
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da Marist03 Visualizza Messaggio
    se per costante di tempo intendi inerzia termica posso dirti che oggi ho provato la temperatura di diversi ambienti con varie sonde poste da parte al termoigrografo, e ho trovato che se a quest'ultimo togli la protezione di plastica (che in casa limita eccessivamente gli scambi di calore siccome già non c'è movimento d'aria) reagisce talora più reattivamente delle sonde, ma il comportamento è bizzarro. Nello specifico:

    - salotto: termostato 19.7, sonda scadente 20.6 (secondo me sovrastima di un grado abbondante, e in modo non lineare ma vabbè), termometro a mercurio 19.5, sensore oregon 19.1 ----> media: 19.7 circa uguale ai 19.5 del termoigrografo
    - frigorifero (appena aperto dopo aver fatto spesa, quindi con temperatura moolto alta): nell'ordine precedente e a meno del termostato, 13.4, 13.0, 14.4 ----> media: 13.6, vicina ai 13.0 del termoigro
    - cantina: 16.1, 14.0, 14.7 ----> media: 14.9, vicina ai +15,5 del termoigrografo


    Considera infine che ho trovato in vecchi articoli di taratura che non bisognerebbe concedere più di 15 minuti di tempo a un termometro per adattarsi al valore dell'ambiente, ma penso che soprattutto con escursioni ampie possa occorrere molto di più, anche un'ora.
    Tutte queste prove lasciano purtroppo il tempo che trovano, non ne ricaverai nulla di utile, sono tutti dati presumibilmente validi e presumibilmente sballati

    Stanza buia, scatola chiusa, termoigrografo al suo interno affiancato da un sensore che sarà il riferimento, quindi quello che ritieni più accurato e, soprattutto, preciso.

    Lasci tutto li per almeno 12 ore poi analizzi i dati, semprechè il sensore scelto consenta di salvare e graficare le letture, a quel punto potrai tentare di allineare i dati, serviranno diversi step prima di riuscire

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  8. #38
    Bava di vento L'avatar di Marist03
    Data Registrazione
    02/02/22
    Località
    Castel San Giovanni
    Età
    20
    Messaggi
    172
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    IMG_20240222_162227.jpgIMG_20240222_170408.jpgIMG_20240222_170441.jpgIMG_20240222_170457.jpg

    quei pezzi di carta igienica umida avvolti intorno ai capelli del termoigrografo li ho messi per testare l'U.R.max del 100%, ma come vedete dalla terza immagine il sensore si è assestato sull'85%, decisamente troppo poco. Eppure l'umidità l'avevo tarata ieri affianco alla consolle davis, e poi non c'è nemmeno la regolazione dell'ampiezza dell'oscillazione del braccino, dunque dovrebbe bastare un punto solo, come scriveva anche capriccio.
    Fioca = pulenta e gnoca

  9. #39
    Bava di vento L'avatar di Marist03
    Data Registrazione
    02/02/22
    Località
    Castel San Giovanni
    Età
    20
    Messaggi
    172
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Tutte queste prove lasciano purtroppo il tempo che trovano, non ne ricaverai nulla di utile, sono tutti dati presumibilmente validi e presumibilmente sballati

    Stanza buia, scatola chiusa, termoigrografo al suo interno affiancato da un sensore che sarà il riferimento, quindi quello che ritieni più accurato e, soprattutto, preciso.

    Lasci tutto li per almeno 12 ore poi analizzi i dati, semprechè il sensore scelto consenta di salvare e graficare le letture, a quel punto potrai tentare di allineare i dati, serviranno diversi step prima di riuscire

    M.
    Ricevuto, grazie mille, proverò così.
    Però nel messaggio che hai scritto prima hai parlato di un solo tirante per la temperatura, ma io ne ho davanti 3, o comunque 3 rotelline di regolazione solo per la temperatura, quindi senza contare quelle per regolare l'umidità.

    IMG_20240222_171826~2.jpg

    "A" non ho idea di cosa serva, "B" è la regolazione dell'altezza del braccio della Temp, "C" non so cosa sia ma penso sia la sicurezza di B, ovvero ciò che va stretta per impedire a B di essere ulteriormente ruotata accidentalmente una volta raggiunta la taratura ottimale.
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Fioca = pulenta e gnoca

  10. #40
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,108
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Ho comprato un termoigrografo

    Citazione Originariamente Scritto da Marist03 Visualizza Messaggio
    Ricevuto, grazie mille, proverò così.
    Però nel messaggio che hai scritto prima hai parlato di un solo tirante per la temperatura, ma io ne ho davanti 3, o comunque 3 rotelline di regolazione solo per la temperatura, quindi senza contare quelle per regolare l'umidità.

    IMG_20240222_171826~2.jpg

    "A" non ho idea di cosa serva, "B" è la regolazione dell'altezza del braccio della Temp, "C" non so cosa sia ma penso sia la sicurezza di B, ovvero ciò che va stretta per impedire a B di essere ulteriormente ruotata accidentalmente una volta raggiunta la taratura ottimale.
    Bisognerebbe reperire il manuale, mi sembra un 1750, ho dato un'occhiata al volo ma non mi pare di aver visto nulla, magari prova a fare qualche ricerca

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •