Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 65
  1. #31
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,085
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da Raffaello Visualizza Messaggio
    Infatti gli schermi solari professionali permettono la gestione della ventola consentendo addirittura lo spegnimento.
    Come vedrai dal mio grafico, o meglio dalla pagina della Apogee, la ventola viene attivata a diverse velocità a seconda delle condizioni meteorologiche: vento, radiazione solare, sole in salita, in discesa, ecc.

    http://www.kwos.org/apogee/


    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk
    Concordo,il corretto funzionamento e la completa gestione della ventola in uno schermo in base alle condizioni è necessario ma attuabile solo a livello professionale, e Raffaello è l'unico al nostro livello ad aver adottato la corretta procedura
    La sua pagina di test dovrebbe stare nei preferiti di qualunque appassionato

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  2. #32
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,686
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da Raffaello Visualizza Messaggio
    Infatti gli schermi solari professionali permettono la gestione della ventola consentendo addirittura lo spegnimento.
    Come vedrai dal mio grafico, o meglio dalla pagina della Apogee, la ventola viene attivata a diverse velocità a seconda delle condizioni meteorologiche: vento, radiazione solare, sole in salita, in discesa, ecc.

    http://www.kwos.org/apogee/


    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk
    Grandioso!...quindi pero' solo quest'ultimi con la gestione della ventilazione possono essere definiti superiori mediamente in termini di prestazioni di alcuni passivi.E non tutte le installazioni necessitano di una ventilazione artificiale,penso alle stazioni meteorologiche di montagna per esempio a dispetto di una radiazione solare piu' intensa (nella frequenza delle onde lunghe)generalmente hanno una ventilazione media 4-5 volte superiore di una installazione di quelle nostrane.Non si spiegherebbero diversamente i "fantascientifici" tiranti a mo' di contro ventature di cui spesso sono dotate.Bisogna a mio modo di vedere non generalizzare sulla questione ventilazione degli schermi,diversamente non esisterebbero i passivi,eppure hanno un mercato florido anche nel professionale,un motivo ci sara'?
    Oltretutto visto la loro larga diffusione nella meteorologia moderna,dovremmo riscrivere la storia climatica mondiale se non prendessimo come veri i dati della stazioni di rilevamento dotati di una semplice capannina,pur conoscendone i limiti tuttavia....di cui la ventilazione forzata e sempre stata del tutto ignorata,ma a questo concorre le loro ubicazioni spesso a norma wmo che spesso viene incontro alle motivazioni percui non si dispongono questi strumenti di meccanismi artificialo utili al ricircolo dell'aria al fine di rimuovere il calore latente in sede di ambiente del termistore.
    Io credo che la ventilazione forzata sia quanto piu' utile quanto meno sopravvengono le condizioni ottimali dell'ubicazione di una installazione,bisognerebbe conoscere la velocita' media del vento prima di investire danaro in strumenti utili sino ad un certo punto per le loro caratteristiche di cui sono dotati.Questo è il mio punto di vista.
    Ultima modifica di Nevizio; 27/08/2019 alle 13:19

  3. #33
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Raffaello
    Data Registrazione
    19/05/09
    Località
    Scandriglia(RI)
    Età
    48
    Messaggi
    474
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    È il punto di vista di quasi tutti i meteorologi.
    Gli schermi a ventilazione forzata non sono ancora considerati uno standard soprattutto per il fatto che non c'è uniformità sulle velocità delle ventole.
    Ad esempio, in Italia, penso che quasi tutti le stazioni WMO ufficiali non hanno ventilazione forzata.
    Però, la ventilazione è utilizzata in stazioni sperimentali, agrometeorologiche, ecc.



    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk

  4. #34
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,085
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    Grandioso!...quindi pero' solo quest'ultimi con la gestione della ventilazione possono essere definiti superiori mediamente in termini di prestazioni di alcuni passivi.E non tutte le installazioni necessitano di una ventilazione artificiale,penso alle stazioni meteorologiche di montagna per esempio a dispetto di una radiazione solare piu' intensa (nella frequenza delle onde lunghe)generalmente hanno una ventilazione media 4-5 volte superiore di una installazione di quelle nostrane.Non si spiegherebbero diversamente i "fantascientifici" tiranti a mo' di contro ventature di cui spesso sono dotate.Bisogna a mio modo di vedere non generalizzare sulla questione ventilazione degli schermi,diversamente non esisterebbero i passivi,eppure hanno un mercato florido anche nel professionale,un motivo ci sara'?
    Oltretutto visto la loro larga diffusione nella meteorologia moderna,dovremmo riscrivere la storia climatica mondiale se non prendessimo come veri i dati della stazioni di rilevamento dotati di una semplice capannina,pur conoscendone i limiti tuttavia....di cui la ventilazione forzata e sempre stata del tutto ignorata,ma a questo concorre le loro ubicazioni spesso a norma wmo che spesso viene incontro alle motivazioni percui non si dispongono questi strumenti di meccanismi artificialo utili al ricircolo dell'aria al fine di rimuovere il calore latente in sede di ambiente del termistore.
    Io credo che la ventilazione forzata sia quanto piu' utile quanto meno sopravvengono le condizioni ottimali dell'ubicazione di una installazione,bisognerebbe conoscere la velocita' media del vento prima di investire danaro in strumenti utili sino ad un certo punto per le loro caratteristiche di cui sono dotati.Questo è il mio punto di vista.


    assolutamente d'accordo, le schermature passive, perlomeno di livello professionale, saranno ancora utilizzate e a lungo, anche in contesti professionali quale riferimento, il progresso tecnologico è necessario, il compito dei climatologi, qualora un giorno lo schermo a ventilazione forzata, ma nel rispetto delle regole di gestione già dette, dovesse assumere il compito di essere il nuovo riferimento in campo termometrico, sarà, giocoforza, andare ad uniformare uno "scalino" nella rilevazione dei dati a terra, lo stesso scalino che venne a crearsi nel passaggio dalla capannina di Stevenson agli schermi solari che oggi utilizziamo, tale scalino, e i dati successivi, furono oggetto di un lavoro di "armonizzazione" al fine di rendere i dati compatibili a quelli precedentemente salvati.

    la stessa cosa potrebbe accadere con il ventilato e, mi auguro, con i progressi che la termometria ad ultrasuoni sta ottenendo, ogni passaggio ad una tecnologia migliore e/o superiore comporta necessariamente questo step.

    allo stato attuale non dobbiamo preoccuparci, passerà del tempo prima che la ventilazione forzata diventi uno standard ufficiale

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  5. #35
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,686
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da Raffaello Visualizza Messaggio
    È il punto di vista di quasi tutti i meteorologi.
    Gli schermi a ventilazione forzata non sono ancora considerati uno standard soprattutto per il fatto che non c'è uniformità sulle velocità delle ventole.
    Ad esempio, in Italia, penso che quasi tutti le stazioni WMO ufficiali non hanno ventilazione forzata.
    Però, la ventilazione è utilizzata in stazioni sperimentali, agrometeorologiche, ecc.



    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk
    Non ne ero al corrente,e ti ringrazio della informazione,la mia idea è che per installazioni WMO propio per la natura dei fattori che vengono presi in considerazione per una corretta installazione di cui i dati probabilmente sono quanto piu' vicini alla realta' in questo scenario evidentemente la ventilazione forzata non serve,infatti il sensore va installato (ovviamente protetto da schermo o capannina in campo aperto a 1.80/2.00 Mt su superficie erbosa (bassa in altezza) lontano da qualunque ostacolo o fonte di calore artificiale,in una situazione come questa la ventilazione è del tutto naturale,(piu' o meno intensa),poi se vogliamo prendere in considerazione le capacita' di riflessione del calore da parte dei materiali di cui dovrebbe essere fatta una schermatura anche li si apre uno scenario vasto e intricato fatto di correnti di pensiero piu' o meno che convergono verso una idea comune....ma gia' l'ubicazione dello schermo con relativo sensore è sufficiente a sbarazzarci della ventilazione forzata,se quella naturale è libera di agire allo stesso modo naturalmente.Spero di aver esposto bene il concetto.

  6. #36
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,686
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    assolutamente d'accordo, le schermature passive, perlomeno di livello professionale, saranno ancora utilizzate e a lungo, anche in contesti professionali quale riferimento, il progresso tecnologico è necessario, il compito dei climatologi, qualora un giorno lo schermo a ventilazione forzata, ma nel rispetto delle regole di gestione già dette, dovesse assumere il compito di essere il nuovo riferimento in campo termometrico, sarà, giocoforza, andare ad uniformare uno "scalino" nella rilevazione dei dati a terra, lo stesso scalino che venne a crearsi nel passaggio dalla capannina di Stevenson agli schermi solari che oggi utilizziamo, tale scalino, e i dati successivi, furono oggetto di un lavoro di "armonizzazione" al fine di rendere i dati compatibili a quelli precedentemente salvati.

    la stessa cosa potrebbe accadere con il ventilato e, mi auguro, con i progressi che la termometria ad ultrasuoni sta ottenendo, ogni passaggio ad una tecnologia migliore e/o superiore comporta necessariamente questo step.

    allo stato attuale non dobbiamo preoccuparci, passerà del tempo prima che la ventilazione forzata diventi uno standard ufficiale Immagine


    Mauro
    Pensa come dovremmo necessariamente riconsiderare il gw!E l'attendibilita' dei dati che oggi ne sono a supporto,uno scenario futuro di considerazione climatica del passato catastrofico!Ancor piu' lontano da quelle che oggi alcuni climatologi prendono come una verita' assoluta pur asserendo che i metodi di calcolo sono avvenuti in modo indiretto (posso testimoniare di persone le oro affermazioni avendo avuto modo di dibattere con alcune figure di prestigio del nostro paese e non!)

  7. #37
    Bava di vento L'avatar di AndreAT
    Data Registrazione
    07/08/19
    Località
    Montiglio Monferrato (AT)
    Messaggi
    78
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    Pensa come dovremmo necessariamente riconsiderare il gw!E l'attendibilita' dei dati che oggi ne sono a supporto,uno scenario futuro di considerazione climatica del passato catastrofico!Ancor piu' lontano da quelle che oggi alcuni climatologi prendono come una verita' assoluta pur asserendo che i metodi di calcolo sono avvenuti in modo indiretto (posso testimoniare di persone le oro affermazioni avendo avuto modo di dibattere con alcune figure di prestigio del nostro paese e non!)
    Su questo punto però c’è da considerare che la copertura di stazioni meteo nel mondo è scarsissima e per questo oggi sono preponderanti le misurazioni satellitari anche per questo parametro (altri sono ad esempio gli inquinanti). Penso che su questo tipo di studi così di larga scala la rivoluzione ci sia già stata

  8. #38
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roccaforte Mondovì (CN)
    Età
    31
    Messaggi
    240
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Intanto sto cominciando a verificare il comportamento della vp2 rispetto alla meteohelix pro per valutarne l'effettiva sovrastima, le temperature cominciano a salire e i primi valori importanti di radiazione solare portano già alcune differenze.

    devo dire che, ieri, prima giornata di questo raffronto, la vp2 si è comportata benissimo, e questo grazie alla buona ventilazione naturale, presente per quasi tutta la giornata, ovviamente i distacchi ci sono, inevitabilmente, e saranno destinati a salire, ma tutto sommato siamo ancora su livelli accettabili

    Allegato 505521

    Allegato 505522

    come possiamo notare, l'andamento nelle ore di primo mattino è quasi una linea sovrapposta, dalle 10,30 circa, all'impennata della radiazione solare, il divario si fà apprezzabile e tale rimane fino alle 19 circa per poi riallinearsi

    la vp2 segna un +0,21 sulla media dei rilevamenti e un +0,45 sul valore di temperatura massima campionamento a 10 minuti

    Mauro
    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Nel seguente grafico vediamo invece il comportamento della vp2 rispetto al meteoshield pro, il sensore nel meteoshield pro è un sensirion testato in camera climatica, l'incertezza di misura è di +o- 0,1° rispetto alla vp2
    il grafico è centrato dalle 11,30 di stamane a poco fa, evidente la sovrastima della vp2 con picchi superiori a 1,1°
    radiazione solare massima di 1118w/mq registrata attorno alle 13,45

    Allegato 505527

    la curva del meteoshield appare molto frastagliata e "nervosa" rispetto a quella della vp2, questo è dovuto alla differente reattività delle schermature, dinamica e tempi di risposta dei sensori sono estremamente simili
    Buongiorno Mauro, in merito a questo confronto.. Se fosse stata una Vantage Pro 2 a ventilazione (day time) che margini di sovrastima avemmo avuto..
    Magari hai anche fatto questo confronto

  9. #39
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roccaforte Mondovì (CN)
    Età
    31
    Messaggi
    240
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Intanto sto cominciando a verificare il comportamento della vp2 rispetto alla meteohelix pro per valutarne l'effettiva sovrastima, le temperature cominciano a salire e i primi valori importanti di radiazione solare portano già alcune differenze.

    devo dire che, ieri, prima giornata di questo raffronto, la vp2 si è comportata benissimo, e questo grazie alla buona ventilazione naturale, presente per quasi tutta la giornata, ovviamente i distacchi ci sono, inevitabilmente, e saranno destinati a salire, ma tutto sommato siamo ancora su livelli accettabili

    Allegato 505521

    Allegato 505522

    come possiamo notare, l'andamento nelle ore di primo mattino è quasi una linea sovrapposta, dalle 10,30 circa, all'impennata della radiazione solare, il divario si fà apprezzabile e tale rimane fino alle 19 circa per poi riallinearsi

    la vp2 segna un +0,21 sulla media dei rilevamenti e un +0,45 sul valore di temperatura massima campionamento a 10 minuti

    Mauro
    Citazione Originariamente Scritto da Raffaello Visualizza Messaggio
    Ottima idea quella di riaprire il post sulla meteohelix.
    Confermo che è un'ottima stazione di monitoraggio dati meteo.
    Ormai la pagina del confronto la conoscete tutti e quindi chiunque può apprezzare le ottime performances dello schermo


    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk
    Raffa, l'anemometro e il pluviometro, da acquistare con la meteohelix quali sono? Perché io ne vedo più tipi sul sito..
    E oltre questo, anche anemometro e pluviometro si connettono alla linea Sigfox?
    E posso vedere i dati senza connessione Adsl/wifi?

  10. #40
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,085
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione Barani Meteohelix IoT

    Citazione Originariamente Scritto da FDV1988 Visualizza Messaggio
    Buongiorno Mauro, in merito a questo confronto.. Se fosse stata una Vantage Pro 2 a ventilazione (day time) che margini di sovrastima avemmo avuto..
    Magari hai anche fatto questo confronto
    I confronti li ho fatti tempo fa con un apogee ventilato che, ovviamente, ha battuto la meteohelix pro seppur non in maniera decisa
    Vp2 ventilata non l'ho testata, non amo la ventilazione attiva così come Davis la concepisce

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •