Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Calma di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    24
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Scelta tra Baranidesign o Davisinstruments

    Ciao a tutti ragazzi,

    dopo anni con la PCE FWS-20 ho deciso di upgradare a qualcosa di più professionale (anche perché inizia veramente a perdere colpi di brutto purtroppo).
    La scelta, come da titolo, dopo aver girovagato nel web è caduta su quelle ma, vorrei un consiglio / parere da qualcuno molto più esperto di me visto il passo che dovrei fare e la spesa.

    1) Per quanto rigurda la Davis, non credo ci siano dubbi sulla scelta che andrà sicuramente sulla Vantage Pro2, se cablata o wireless lo vedrò al momento e all'inizio credo prenderei la base se fosse considerati i costi, per poi aggiungere in futuro "UV & Solar Radiation Sensors" e "24-Hour Fan-Aspirated Radiation Shield", sempre che sia fattibile ma sembra di no, o meglio come optional nei modelli base è possibile solamente il "Daytime fan-aspirated radiation shield" e non "UV & Solar Radiation Sensors", ho capito bene? Altra cosa, per pubblicare i dati online nel mio sito, ho bisogno o meno di acquistare ulteriormente qualcos'altro o è già tutto nella confezione? Del tipo il loro Data Logger o il rinomato Meteobridge?

    2) La Barani mi sembra ne ho parla con qualcuno qui ma non ricordo sinceramente e guardando i modelli, a parte la tecnologia di trasmissione che può essere Sigfox o LoRaWAN (poi mi servirebbe un aiuto per capire bene quale scegliere), i modelli sono due, Home o Pro dove la seconda si differenzia perché viene fornita con certificati di calibrazione se non erro. Il dubbio che mi viene qui è che siano prodotti di nicchia per specifici scopi, tipo agricoltura, ai quali vanno aggiunti sensori, tipo Anemometro e Anemoscopio che, purtroppo costano quasi quanto la stazione meteo da sola. La Wireless Base Station non credo sia compresa (250 Euro), per non parlare dei Data Logger a cifre astronomiche.

    Detto questo, lo so, forse la scelta ricade sulla Davis, ma vorrei conferma di ciò che ho letto e "capito" e se ci sono altre alternative.

    Grazie in anticipo

  2. #2
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,300
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Scelta tra Baranidesign o Davisinstruments

    Citazione Originariamente Scritto da androidian Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti ragazzi,

    dopo anni con la PCE FWS-20 ho deciso di upgradare a qualcosa di più professionale (anche perché inizia veramente a perdere colpi di brutto purtroppo).
    La scelta, come da titolo, dopo aver girovagato nel web è caduta su quelle ma, vorrei un consiglio / parere da qualcuno molto più esperto di me visto il passo che dovrei fare e la spesa.

    1) Per quanto rigurda la Davis, non credo ci siano dubbi sulla scelta che andrà sicuramente sulla Vantage Pro2, se cablata o wireless lo vedrò al momento e all'inizio credo prenderei la base se fosse considerati i costi, per poi aggiungere in futuro "UV & Solar Radiation Sensors" e "24-Hour Fan-Aspirated Radiation Shield", sempre che sia fattibile ma sembra di no, o meglio come optional nei modelli base è possibile solamente il "Daytime fan-aspirated radiation shield" e non "UV & Solar Radiation Sensors", ho capito bene? Altra cosa, per pubblicare i dati online nel mio sito, ho bisogno o meno di acquistare ulteriormente qualcos'altro o è già tutto nella confezione? Del tipo il loro Data Logger o il rinomato Meteobridge?

    2) La Barani mi sembra ne ho parla con qualcuno qui ma non ricordo sinceramente e guardando i modelli, a parte la tecnologia di trasmissione che può essere Sigfox o LoRaWAN (poi mi servirebbe un aiuto per capire bene quale scegliere), i modelli sono due, Home o Pro dove la seconda si differenzia perché viene fornita con certificati di calibrazione se non erro. Il dubbio che mi viene qui è che siano prodotti di nicchia per specifici scopi, tipo agricoltura, ai quali vanno aggiunti sensori, tipo Anemometro e Anemoscopio che, purtroppo costano quasi quanto la stazione meteo da sola. La Wireless Base Station non credo sia compresa (250 Euro), per non parlare dei Data Logger a cifre astronomiche.

    Detto questo, lo so, forse la scelta ricade sulla Davis, ma vorrei conferma di ciò che ho letto e "capito" e se ci sono altre alternative.

    Grazie in anticipo
    Ciao,
    non entro nel merito delle configurazioni possibili con le varie versioni della vp2, penso siano facilmente ricavabili dalla documentazione ufficiale, ti do solo un parere sommario.
    Passare da una pce ad una davis è già un grande passo, che ti permette di avere dati di maggior qualità, una maggiore affidabilità, una maggior facilità per eventuali interventi di manutenzione o sostituzione parti e, in merito a quest'ultimo aspetto, un'obsolescenza dei ricambi impensabile in un prodotto commerciale di basso livello.

    Per quanto riguarda Barani si tratta di un mondo totalmente diverso, che può avere punti di vantaggio sulla davis quanto punti di svantaggio.
    Meteohelix a breve esisterà solo nella versione pro, la versione standard, come peraltro il solo schermo meteoshield standard usciranno di produzione perchè non rispecchiano la filosofia e la qualità della schermatura che ha permesso a Barani di guadagnare fette di mercato nel settore pro.

    La meteohelix pro non ha consolle, il tutto gira su cloud, puoi visualizzare i dati da interfaccia web, scaricarli manualmente ma non salvarli automaticamente come potrebbe fare una vp2 con datalogger e pc dedicato.

    Le prestazioni pure, in termini di sensoristica, sono al livello della vp2 ultima serie per quanto riguarda temperatura e umidità (al netto delle differenze della schermatura), gli anemometri Barani sono invece superiori al davis, sia in costruzione, materiali, durata nonchè in performance, ovviamente la costruzione incide sul prezzo dell'anemometro anche se, devo dire, che il barani costa troppo poco, o il davis costa troppo

    Per quanto riguarda la ventilazione dello schermo, il concetto è che se la tua installazione soffre di mancanza di una buona ventilazione naturale, la ventilazione attiva è necessaria, in caso contrario non necessariamente, nel caso di barani il problema non si pone, tieni conto che la ventilazione attiva con sensore intubato (vedi davis h24) porta con se, oltre a ottime prestazioni, tutta una serie di problematiche che difatti ne precludono l'utilizzo in ambito professionale.

    Non voglio spingerti verso una scelta o un'altra, ti do un parere distaccato, come da ora sempre farò, a te valutare pro/contro rapportati alle tue esigenze.

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  3. #3
    Calma di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    24
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Scelta tra Baranidesign o Davisinstruments

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Ciao,
    non entro nel merito delle configurazioni possibili con le varie versioni della vp2, penso siano facilmente ricavabili dalla documentazione ufficiale, ti do solo un parere sommario.
    Passare da una pce ad una davis è già un grande passo, che ti permette di avere dati di maggior qualità, una maggiore affidabilità, una maggior facilità per eventuali interventi di manutenzione o sostituzione parti e, in merito a quest'ultimo aspetto, un'obsolescenza dei ricambi impensabile in un prodotto commerciale di basso livello.

    Per quanto riguarda Barani si tratta di un mondo totalmente diverso, che può avere punti di vantaggio sulla davis quanto punti di svantaggio.
    Meteohelix a breve esisterà solo nella versione pro, la versione standard, come peraltro il solo schermo meteoshield standard usciranno di produzione perchè non rispecchiano la filosofia e la qualità della schermatura che ha permesso a Barani di guadagnare fette di mercato nel settore pro.

    La meteohelix pro non ha consolle, il tutto gira su cloud, puoi visualizzare i dati da interfaccia web, scaricarli manualmente ma non salvarli automaticamente come potrebbe fare una vp2 con datalogger e pc dedicato.

    Le prestazioni pure, in termini di sensoristica, sono al livello della vp2 ultima serie per quanto riguarda temperatura e umidità (al netto delle differenze della schermatura), gli anemometri Barani sono invece superiori al davis, sia in costruzione, materiali, durata nonchè in performance, ovviamente la costruzione incide sul prezzo dell'anemometro anche se, devo dire, che il barani costa troppo poco, o il davis costa troppo

    Per quanto riguarda la ventilazione dello schermo, il concetto è che se la tua installazione soffre di mancanza di una buona ventilazione naturale, la ventilazione attiva è necessaria, in caso contrario non necessariamente, nel caso di barani il problema non si pone, tieni conto che la ventilazione attiva con sensore intubato (vedi davis h24) porta con se, oltre a ottime prestazioni, tutta una serie di problematiche che difatti ne precludono l'utilizzo in ambito professionale.

    Non voglio spingerti verso una scelta o un'altra, ti do un parere distaccato, come da ora sempre farò, a te valutare pro/contro rapportati alle tue esigenze.

    Mauro
    Innanzitutto ti ringrazio per aver speso del tempo nell'avermi illustrato alcuni dettagli e concetti di entrambe le stazioni, ho fatto bene a chiedere un parere qui.
    Sicuramente dopo aver letto ciò (ma lo farò ancora più con calma domani) sono sempre più orientato alla Davis e a proposito della ventilazione, credo che il problema non si pone, visto che molto probabilmente la installerò sul tetto, con quello che costa non me la sento di lasciarla alla portata di qualche curioso ma, non vorrei che a riguardo ci fossero delle controindicazioni, del tipo calore che riflette sulle tegole e di conseguenza va a sovrastimare le temperature del sensore, a questo punto passivo. So che ci sono delle regole da rispettare a seconda della scelta del suolo ma non ricordo su tetto quanto sia, se non sbaglio 10mt e sarebbe veramente un bel casino riuscirci. Vorrei rispettare il tutto per poterla mettere online e fare sì che i dati siano validi.

  4. #4
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,300
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Scelta tra Baranidesign o Davisinstruments

    Citazione Originariamente Scritto da androidian Visualizza Messaggio
    Innanzitutto ti ringrazio per aver speso del tempo nell'avermi illustrato alcuni dettagli e concetti di entrambe le stazioni, ho fatto bene a chiedere un parere qui.
    Sicuramente dopo aver letto ciò (ma lo farò ancora più con calma domani) sono sempre più orientato alla Davis e a proposito della ventilazione, credo che il problema non si pone, visto che molto probabilmente la installerò sul tetto, con quello che costa non me la sento di lasciarla alla portata di qualche curioso ma, non vorrei che a riguardo ci fossero delle controindicazioni, del tipo calore che riflette sulle tegole e di conseguenza va a sovrastimare le temperature del sensore, a questo punto passivo. So che ci sono delle regole da rispettare a seconda della scelta del suolo ma non ricordo su tetto quanto sia, se non sbaglio 10mt e sarebbe veramente un bel casino riuscirci. Vorrei rispettare il tutto per poterla mettere online e fare sì che i dati siano validi.
    Stai tranquillo, se l'installazione è a tetto avrai anemometro a norma, purché non vi siano ostacoli più alti nelle immediate vicinanze e pluviometro a norma
    Per quanto riguarda temperatura e umidità l'importante è che il gruppo sensori si trovi ad almeno 2 mt di distanza dal substrato, in questo caso, presumibilmente, il tetto
    Ovviamente la stazione verrà classificata come urbana, questo per un discorso di uniformità dei dati

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  5. #5
    Calma di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    24
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Scelta tra Baranidesign o Davisinstruments

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Stai tranquillo, se l'installazione è a tetto avrai anemometro a norma, purché non vi siano ostacoli più alti nelle immediate vicinanze e pluviometro a norma
    Per quanto riguarda temperatura e umidità l'importante è che il gruppo sensori si trovi ad almeno 2 mt di distanza dal substrato, in questo caso, presumibilmente, il tetto
    Ovviamente la stazione verrà classificata come urbana, questo per un discorso di uniformità dei dati

    Mauro
    Allora dubbi e problemi risolti, 2 mt riesco ad alzarla tranquillamente e dove andrà posizionata è più in quota rispetto a ciò che la circonda.

    Grazie di tutto e buona serata

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •