Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24

Discussione: APOGEE autocostruito

  1. #1
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito APOGEE autocostruito

    Ciao a tutti,
    oggi volevo condividere con tutti voi la realizzazione di un qualcosa che, a tempo perso naturalmente, in quasi 5 mesi di ricerche, scapocciamenti, disegno, materiali buttati, soldi spesi, ore ed ore tra pc e stampante 3D, alla fine è riuscito ed ha superato le mie aspettative e ringrazio @Ivan13 nel rispondere alle mie tante domande e dubbi che avevo e se non le ho poste qui è per il semplice fatto che è stata più che altro una mia impresa personale che ho preso con tigna e volevo solo condivedere ad opera compiuta.
    Già so che i GURU magari troveranno sicuramente qualcosa che non va e ne sono consapevole ma, alla fine è uno schermo autocostruito da una persona che ha si manualità, è autodidatta e piacciono hobby che aiutano sicuramente (vedasi modellismo e stampa 3D) ma, a meteorologìa non sono esperto ve lo garantinsco, o meglio ciò che ho imparato l'ho fatto grazie soprattutto a questo forum e ad alcuni utenti che si sono rivelati veramente delle persone squisite, e comunque si tratta di un oggetto di difficile se non quasi impossibile realizzazione.
    Materiali utilizzati :
    1) Corpo : stampato in ASA bianco
    2) Isolamento camera d'aria : schiuma espansa poliuretanica (previo consulenza tecnico Saratoga)
    3) Cappello : PETG bianco (l'ASA purtroppo non riusciva nella stampa) Questo pezzo purtroppo vista la dimensione mi è stato impossibile stamparlo in un singolo pezzo e la grande difficoltà è stata proprio qui, inventare un qualcosa per poterlo realizzare e la follia o illuminazione-immaginazionemi ha permesso di strolicare un sistema ad incastro di 16 spicchi tutti sovrapponibili ad incastro ad una sorta di corona centrale (credo c'ho sbattuto più di un mese a fare prove, disegnare e stampare).
    4) Sigillante parti cappello : anche qui previo contatto con ditte specializzate, ho utilizzato un silicone che aggrappasse a PETG, resistente UV, intemperie e permettesse uno strato sotto al 1/2 mm.
    5) Giunzione e blocco componenti cappello (come uteriore aiuto e sicurezza) : rivetti in plastica
    6) Standoff : PETG bianco
    7) Cappucci locknuts : PETG bianco
    8) Ventola : SUNON 60x60x15mm 12v 0.59W 3000rpm 17.6cfm 4pin PWM (la ventola purtroppo doveva essere da 20mm ma, trovarla di simili caratteristiche non ci sono riuscito, o meglio la spesa non valeva la pena). Per ovviare alla carenza di spessore ho creato uno spessore di 5mm
    9) Gestione ventola : inizialmente avevo utilizzato un modulo PWM (condiviso da @bodo su suggerimento di @Raffaello) (nato per essere gestito con un termistore) modificato per essere utilizzato con una fotoresistenza in modo che di giorno la facesse girare al 100% e dal crepuscolo al 40% (purtroppo al 50% non lo permetteva). Poco dopo qualcosa è andato storto ed il tutto ha smesso di funzionare o meglio la ventola girava sempre al 100%. Allora ho cercato un qualcosa di meno complicato ma, ahimè senza gestione del PWM, e dopo un pò ho utilizzato un modulo con relè e fotoresistenza al quale ho aggiunto un potenziometro che ho regolato con valori che vanno dal 100% dei giri a credo il 50-60% quando fa buio riducendo la tensione da 12v a 8v, il minimo per farla girare senza intoppi. Lo so non è il massimo e più in là ci rimetterò mano per il PWM ma, per ora i risultati sono buoni.
    10) Spessore ventola : PETG bianco
    11) Sonda : SHT35 collegata a WH31 Ecowitt
    Spero di aver elencato tutto e condivido anche i grafici dei dati con sensori allineati tra Barani Standard con WH32_EP e APOGEE Autocostruito con WH31 e sonda SHT35.
    Detto ciò bando alle ciance e via come consueto con foto del mio bellissimo schermo spero vi piaccia (Sono veramente troppe quindi ne metterò giusto quelle riassuntive) :

    APOGEE autocostruito-01.jpgAPOGEE autocostruito-02.jpgAPOGEE autocostruito-03.jpgAPOGEE autocostruito-04.jpgAPOGEE autocostruito-05.jpgAPOGEE autocostruito-06.jpgAPOGEE autocostruito-07.jpgAPOGEE autocostruito-08.jpgAPOGEE autocostruito-09.jpgAPOGEE autocostruito-10.jpgAPOGEE autocostruito-11.jpgAPOGEE autocostruito-graf_temp.jpgAPOGEE autocostruito-graf_scost.jpgAPOGEE autocostruito-graf_wind.jpgAPOGEE autocostruito-graf_hum.jpg


    Pierluigi

  2. #2
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    58
    Messaggi
    5,709
    Menzionato
    123 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Citazione Originariamente Scritto da androidian Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    oggi volevo condividere con tutti voi la realizzazione di un qualcosa che, a tempo perso naturalmente, in quasi 5 mesi di ricerche, scapocciamenti, disegno, materiali buttati, soldi spesi, ore ed ore tra pc e stampante 3D, alla fine è riuscito ed ha superato le mie aspettative e ringrazio @Ivan13 nel rispondere alle mie tante domande e dubbi che avevo e se non le ho poste qui è per il semplice fatto che è stata più che altro una mia impresa personale che ho preso con tigna e volevo solo condivedere ad opera compiuta.
    Già so che i GURU magari troveranno sicuramente qualcosa che non va e ne sono consapevole ma, alla fine è uno schermo autocostruito da una persona che ha si manualità, è autodidatta e piacciono hobby che aiutano sicuramente (vedasi modellismo e stampa 3D) ma, a meteorologìa non sono esperto ve lo garantinsco, o meglio ciò che ho imparato l'ho fatto grazie soprattutto a questo forum e ad alcuni utenti che si sono rivelati veramente delle persone squisite, e comunque si tratta di un oggetto di difficile se non quasi impossibile realizzazione.
    Materiali utilizzati :
    1) Corpo : stampato in ASA bianco
    2) Isolamento camera d'aria : schiuma espansa poliuretanica (previo consulenza tecnico Saratoga)
    3) Cappello : PETG bianco (l'ASA purtroppo non riusciva nella stampa) Questo pezzo purtroppo vista la dimensione mi è stato impossibile stamparlo in un singolo pezzo e la grande difficoltà è stata proprio qui, inventare un qualcosa per poterlo realizzare e la follia o illuminazione-immaginazionemi ha permesso di strolicare un sistema ad incastro di 16 spicchi tutti sovrapponibili ad incastro ad una sorta di corona centrale (credo c'ho sbattuto più di un mese a fare prove, disegnare e stampare).
    4) Sigillante parti cappello : anche qui previo contatto con ditte specializzate, ho utilizzato un silicone che aggrappasse a PETG, resistente UV, intemperie e permettesse uno strato sotto al 1/2 mm.
    5) Giunzione e blocco componenti cappello (come uteriore aiuto e sicurezza) : rivetti in plastica
    6) Standoff : PETG bianco
    7) Cappucci locknuts : PETG bianco
    8) Ventola : SUNON 60x60x15mm 12v 0.59W 3000rpm 17.6cfm 4pin PWM (la ventola purtroppo doveva essere da 20mm ma, trovarla di simili caratteristiche non ci sono riuscito, o meglio la spesa non valeva la pena). Per ovviare alla carenza di spessore ho creato uno spessore di 5mm
    9) Gestione ventola : inizialmente avevo utilizzato un modulo PWM (condiviso da @bodo su suggerimento di @Raffaello) (nato per essere gestito con un termistore) modificato per essere utilizzato con una fotoresistenza in modo che di giorno la facesse girare al 100% e dal crepuscolo al 40% (purtroppo al 50% non lo permetteva). Poco dopo qualcosa è andato storto ed il tutto ha smesso di funzionare o meglio la ventola girava sempre al 100%. Allora ho cercato un qualcosa di meno complicato ma, ahimè senza gestione del PWM, e dopo un pò ho utilizzato un modulo con relè e fotoresistenza al quale ho aggiunto un potenziometro che ho regolato con valori che vanno dal 100% dei giri a credo il 50-60% quando fa buio riducendo la tensione da 12v a 8v, il minimo per farla girare senza intoppi. Lo so non è il massimo e più in là ci rimetterò mano per il PWM ma, per ora i risultati sono buoni.
    10) Spessore ventola : PETG bianco
    11) Sonda : SHT35 collegata a WH31 Ecowitt
    Spero di aver elencato tutto e condivido anche i grafici dei dati con sensori allineati tra Barani Standard con WH32_EP e APOGEE Autocostruito con WH31 e sonda SHT35.
    Detto ciò bando alle ciance e via come consueto con foto del mio bellissimo schermo spero vi piaccia (Sono veramente troppe quindi ne metterò giusto quelle riassuntive) :



    Ciao,

    non rientro nella categoria dei "GURU" e pertanto ti faccio i miei complimenti per la qualità del lavoro, anche se si tratta di un "clone" di un prodotto esistente

    non mi esprimo sui dati, che valuteremo man mano, ne sulle scelte relative alla ventilazione, vediamo come va...

    Di certo non è possibile avere le medesime prestazioni dell'originale, non intendo che saranno peggiori, ma certamente non saranno le medesime, anche la sola minima differenza nella conformazione implica un differente comportamento dei flussi di ingresso e di espulsione dell'aria

    M.
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

    "Se la tua incertezza di misura è simile al misurando, smetti di misurare, non stai misurando nulla" (cit. Andrea Merlone - INRiM)

  3. #3
    Vento fresco L'avatar di Ivan13
    Data Registrazione
    15/03/20
    Località
    Sclafani Bagni (Pa) 570 mslm
    Età
    19
    Messaggi
    2,351
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Ringrazio @androidian per i complimenti. Io ho dato solo una mano nella progettazione dando dei suggerimenti cercando di ottenere un risultato finale che fosse il migliore che potevamo ottenere, lui ha fatto tutto il resto, progettazione, stampa, prove varie mettendoci un sacco di passione e anche tempo.

    Sicuramente non avrà mai le ottime prestazioni dell'apogee originario ma comunque posso dire che va benino, io lo sto testando anche ormai da mesi confrontandolo con il barani pro, nel clou del periodo estivo non è andato affatto male, anche se ho lo stesso problema nella gestione della velocità della ventola e quindi va sempre al 100%, quindi non sfrutto le massime prestazioni che potrei ottenere se la gestione fosse corretta.

  4. #4
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    4,218
    Menzionato
    131 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Bravo!
    Possibile piccolo miglioramento: sostituire le viti in metallo con quelle in nailon. Le trovi anche su Aliexpress.

  5. #5
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Ciao,

    non rientro nella categoria dei "GURU" e pertanto ti faccio i miei complimenti per la qualità del lavoro, anche se si tratta di un "clone" di un prodotto esistente

    non mi esprimo sui dati, che valuteremo man mano, ne sulle scelte relative alla ventilazione, vediamo come va...

    Di certo non è possibile avere le medesime prestazioni dell'originale, non intendo che saranno peggiori, ma certamente non saranno le medesime, anche la sola minima differenza nella conformazione implica un differente comportamento dei flussi di ingresso e di espulsione dell'aria

    M.
    Intanto grazie per i complimenti e anche se non ti consideri un "GURU" rispetto a me ne sai veramente e sicuramente più di me.

    Lo Schermo hai ragione, alla fine è un "clone" di un prodotto esistente ma, ripeto, non avendo competenze in merito dovevo per forza di cose basarmi su un qualcosa creato a livello professionale da chi è del mestiere e soprattutto mezzi per farlo, io da semplice amatore ho solo fatto una cernita di quelli che mi interessavano di più per caratteristiche etc etc ma, soprattutto che si trovasse del materiale online su cui lavorare altrimenti avrei fatto si un clone ma senza senso e a caso.

    Per quanto riguarda i dati e grafici, lì mi sono fatto aiutare da Ivan13 perché non avevo idea di come fare per creare un raffronto, anche se lui lavorando con Libreoffice ed io Excel, seppur li ho studiati entrambi, preferisco ancora excel e ho dovuto sbattere non poco ma, a parte questo la cosa che ancora gli chiedo aiuto e a volte non capisco è come interpretarli a fondo, in questo manco di esperienza e qualche concetto più approfondito. Alcune casistiche sul perché uno si comporta diversamente rispetto ad un altro me lo ha spiegato e fatto correggere, vedasi alzarlo di più dalle tegole per via del calore che potevano falsare, e il risultato si è visto seppur minimo naturalmente. Altro è stata la sistemazione della velocità della ventola che andava sempre h24 al 100%, lì è migliorato tantissimo.

    Per la scelta della ventilazione, come ho già menzionato, è ricaduta su quella per via soprattutto dei costi (spendere più di 20 o 30 euro mi sembrava esagerato) e più che altro anche per le caratteristiche tecniche. Non essendo dichiarate alcune specifiche se non "dimensioni" 60x60x20, "voltaggio" 10.8 to 13.2 V DC e "tasso di aspirazione" 6 m s-1at full-speed; 3 m s-1at half-speed, mi sono basato su quest ultimo dato convertendolo in "cfm" (dato più comune da trovare insieme ai m3/h). Se sai indirizzarmi anche per sapere il prezzo dell'originale oppure in una ventola più idonea che rispetti comunque quelle caratteristiche la cambio volentieri...lo so il calcolo che ho fatto è molto approssimativo e forse le specifiche non sono state menzionate volutamente.

    Le medesime prestazioni non le nomino nemmenonon avendolo nemmeno mai visto non so di cosa stiamo parlando se non letture online, la conformazione
    soprattutto in dimensioni ti assicuro che con fusion360 ho cercato di rispettare il più possibile la forma e la dimensione...una cosa è certa, non sapendo di che materiale sia il corpo e cappello dell'originale, osservandoli bene, la stampa 3D non sarà mai liscia quanto o un metallo verniciato in forno, o creato tramite presse e addirittura in stampo colato che sia metallo o plastica etc etc.
    Il mio cappello già per il fatto che non è pezzo unico perde in partenza ed ha dei punti critici ma, non passa aria te lo assicuro, più che altro come giustamente Ivan mi ha fatto notare, si intravede un pò di luce se visto contro sole, questo dovuto al fatto che lo spessore che gli ho dato, 3mm circa, non mi ha permesso di mettere un riempimento del 100% ma, oltre che l'ASA è un materiale con il quale molte aziende lo utilizzano per stazioni meteorologiche anche ormai al posto dell'ABS, per le peculiarità che ha, la prossima cosa che farò è schermarlo con una vernice apposita antiradiazione.

    La sonda ad esempio, ho letto a suo tempo nella tua discussione riguardo questo schermo, che la dimensione deve essere la più piccola possibile visto l'inlet ma, la scelta è ricaduta sull'SHT35 per riuscire a metterla in un WH31 della Ecowitt in modo da avere i dati in un unico sitema di comunicazione ma, se al WH31 posso, come penso, installare un'altra sonda decisamente più piccola lo faccio oppure se basta togliere la protezione per ridurre la dimensione ed avere migliorie ancora meglio.

    Per il resto accetto volentieri consigli.

    Pierluigi

  6. #6
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Citazione Originariamente Scritto da Ivan13 Visualizza Messaggio
    Ringrazio @androidian per i complimenti. Io ho dato solo una mano nella progettazione dando dei suggerimenti cercando di ottenere un risultato finale che fosse il migliore che potevamo ottenere, lui ha fatto tutto il resto, progettazione, stampa, prove varie mettendoci un sacco di passione e anche tempo.

    Sicuramente non avrà mai le ottime prestazioni dell'apogee originario ma comunque posso dire che va benino, io lo sto testando anche ormai da mesi confrontandolo con il barani pro, nel clou del periodo estivo non è andato affatto male, anche se ho lo stesso problema nella gestione della velocità della ventola e quindi va sempre al 100%, quindi non sfrutto le massime prestazioni che potrei ottenere se la gestione fosse corretta.
    I tuoi consigli sono stati veramente di aiuto...altrimenti sarebbe nato un'oscenità

    Pierluigi

  7. #7
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Bravo!
    Possibile piccolo miglioramento: sostituire le viti in metallo con quelle in nailon. Le trovi anche su Aliexpress.
    Ciao e grazie

    per viti intendi le barre filettate all'interno degli standoff (per capirci i 4 cilindri forati che fanno da distanziale tra corpo e cappello)? Perché quelle barre ho fatto in modi di calcorare una lunghezza che non mi forasse il corpo così in profondità da arrivare alla camera d'aria dove è la schiuma e nella parte esterna dove stanno i locknuts esposti al sole, ho stampato dei cappucci a protezione proprio in modo da non far surriscaldare il metallo.

    Oppure intendi le viti della zanza che tiene ancorato lo schermo al palo? Il tubo anch'esso è in PVC o polietilene che sia.

    Credo comunque che tu intenda le prime giusto?

    Pierluigi

  8. #8
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    4,218
    Menzionato
    131 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Si intendevo le prime, ma vedo che hai provveduto. Se riesco a risolvere il problema del PWM mi faccio sentire. Usi 12V di alimentazione, vero?

  9. #9
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Si intendevo le prime, ma vedo che hai provveduto. Se riesco a risolvere il problema del PWM mi faccio sentire. Usi 12V di alimentazione, vero?
    Per il discorso delle viti le volevo utilizzare quelle in nylon di aliexpress ma, vista la misura (ho utilizzato una M5) e dove andavo ad installare il tutto, non mi sono fidato così ho creato i cappucci ben siliconati a coprire il tutto.

    Per l'alimentazione si ho utilizzato i 12v.

    Inizialmente, gentilmente consigliato da @Ivan13 ho adottato questa soluzione Gestione ventola pwm e sembra aver funzionato, poi però qualcosa è andato storto o non gli è piaciuto e andava sempre al 100%.

    Così ora utilizzo questo semplice sistema arlikits ar154 automatico Interruttore crepuscolare Kit sensore crepuscolare regolabile sensore di luce : Amazon.it: Fai da te con un potenziometro regolabile messo in comune tra NO e NC regolato di giorno a 12V e di sera a 8V. Cavi tachio e PWM per ora abbandonati.

    Metto una foto del dettaglio ma sicuramente avrai capito.
    APOGEE autocostruito-img_20210829_150232.jpg

    Grazie per ora

    Pierluigi

  10. #10
    Bava di vento L'avatar di androidian
    Data Registrazione
    03/11/18
    Località
    Viterbo
    Età
    41
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: APOGEE autocostruito

    Buongiorno,

    metto altre foto a completamento della realizzazione dello schermo, dove ho affiancato nella stessa scatola stagna il WH32_EP del Barani e il WH31_EP dell'APOGEE autocostruito, naturalmente i dati visualizzati non fanno fede perché in fase di montaggio.

    Successivamente ho ben pensato di sigillare, sempre con apposito silicone, l'imbocco della sonda che, nonostante entri millimetricamente non volevo rischiare errori di lettura o che l'effetto venturi non andasse a buon fine (se così si può dire) fuoriuscendo proprio da lì.

    Per ultimo una visuale notturna in cui si vede e mi permette di sapere quantomeno nell'immediatezza, se il modulo con relè si è attivato o meno dopo il tramonto (questo naturalmente non vuol dire che la ventola funzioni o meno, pian piano arriverò anche a fare quello), il tutto grazie ad una sorta di tappo trasparente che ho creato e messo attraverso un foro nella scatola stagna.

    Il secondo tappo è stato messo in alto a destra per proteggere la fotoresistenza del modulo dalle intemperie (ho visto che tanto non influisce minimamente sulla sensibilità, adoperando il PETG per crearlo si presta benissimo), questo perché nel primo modulo che avevo utilizzato, la fotoresistenza l'avevo lasciata fuori protetta solamente con del silicone ma, si è bruciata.


    APOGEE autocostruito-sensori.jpgAPOGEE autocostruito-silicone.jpgAPOGEE autocostruito-notte.jpgAPOGEE autocostruito-tappi.jpg


    Pierluigi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •